jump to navigation

Scoperta un’altra piramide in Egitto di 4300 anni fa! novembre 15, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

Scritto da Maya 2012 var sburl8846=window.location.href;var sbtitle8846=document.title;

La base di una piccola piramide – alta in origine presumibilmente 14 metri – che si ritiene possa
contenere la tomba della regina Sheshet, madre del re Teti, risalente a 4300 anni fa, e’ stata scoperta nella necropoli di Saqqara, l’antica citta’ dei morti della capitale del regno del Basso Egitto, Menfi, nota soprattutto per la grande piramide ‘a gradoni’ di Zoser.

La scoperta e’ stata presentata oggi alla stampa dal ministro della cultura egiziano, Faruq Hosni, e dal segretario generale del Consiglio Superiore delle Antichita’, Zahi Hawass. Ora e’
ancora visibile la parte inferiore della piramide, per un’altezza di 5 metri, “dopo i saccheggi da parte di depredatori di antichita’ – ha detto Hawass – e i danni provocati dagli agenti atmosferici”.

A causa dei saccheggi il segretario generale delle antichita’ ritiene che quando, fra due settimane, aprira’ la camera funeraria della piramide “non si trovera’ nulla di quello che doveva esserci”.

Nell’area della scoperta sono state trovate anche statuette funerarie risalenti al ‘terzo periodo intermedio’ (818-712 avanti Cristo), non lontano da una cappella religiosa del Nuovo Regno (circa il 1550 a.C.); sarcofagi, una statua in legno del dio Anubis, amuleti, un piccolo recipiente a forma di ‘cartouche’, contenente tracce di una sostanza verde.

Hawass ritiene che queste scoperte testimonino che l’area cimiteriale dell’Antico Regno del periodo di Teti sia stata riutilizzata durante il Nuovo Regno (1550-1295 a.C.).

Fonte: http://www.rainews24.rai.it/

http://www.nibiru2012.it/content/view/339/1/

Annunci

UFO NEI CIELI DI ALGHERO novembre 15, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

5 OGGETTI LUMINOSI VENGONO AVVISTATI IN SARDEGNA

Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di mezzi aerei militari o civili. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Alcuni mesi addietro si era registrato un altro avvistamento

sopra: la foto degli oggetti avvistati su Alghero

Ufo nel cielo? Testimonianze da Alghero Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di mezzi aerei militari o civili. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Alcuni mesi addietro si era registrato un altro avvistamento

ALGHERO – Quella che inizialmente poteva sembrare una notizia azzardata sembra trovare sempre più attendibilità. L’avvistamento di ieri sera nel cielo di Alghero di cinque oggetti luminosi ha trovato numerosi riscontri. Sono diverse, infatti, le e-mail, telefonate giunte alla nostra redazione e perfino una foto in cui è stato immortalato il misterioso momento.

“Erano, più o meno le 18.00″, ci ha riferito telefonicamente un nostro lettore “e alle spalle della collina che ospita i tornanti di Scala Piccada si sono viste delle grosse palle di luce rossastra sollevarsi dal suolo e andare verso l’alto, fino a scomparire”.

Un’altra persona ha detto di essersi affacciata sul terrazzino e armato di un potente cannochiale ha potuto vedere dei fasci di luce. “In tutto ho potuto notare cinque oggetti che per diversi minuti hanno segnato i primi istanti di buio di domenica sera”.

Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di areri militari o civilidi. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Non è escluso che possano essere stati dei Caccia decollati da una portaerei al largo del mare di Sardegna e da Alghero i loro motori a reazione possano essere stati notati anche se a chilometri di distanza.

fonte: algheronotizie.it – altrogiornale.org

http://www.segnidalcielo.it/UFO_alghero.html

Cern, attivato l’acceleratore Lhc settembre 11, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

Il Giornale OnlineGINEVRA – L’acceleratore è stato attivato e tutto è andato come previsto: nessuna apocalisse all’orizzonte. L’esperimento preliminare del Lhc (Large Hadron Collider) del Cern di Ginevra è partito come da programma poco dopo le 9 e 30, con l’obiettivo di verificare il funzionamento del più grande acceleratore di particelle del mondo, costato oltre 6 miliardi di euro. Per “vedere” i primi protoni scontrarsi tra loro e ricreare così le condizioni del Big Bang, bisognerà invece aspettare qualche giorno, mentre la piena efficenza del Lhc sarà raggiunta solo nel 2009.

La prova. Nel test di oggi per la prima volta un fascio di particelle, composto da un miliardo di protoni, ha percorso interamente l’anello di 27 chilometri, senza però essere “accelerato” dai magneti superconduttori e quindi con una velocità inferiore a quella prevista per gli esperimenti, che sfiora quella della luce. La prova preliminare procederà con l’iniezione di un altro fascio in direzione opposta, utile perchè si possa verificare la perfetta percorribilità del tunnel in entrambi i “sensi di marcia”. Durante l’esperimento si è osservato anche un “lampo”, creato dall’interazione tra i protoni del fascio e quelli del gas rimasto nell’acceleratore.

Le reazioni. Il direttore del Cern Robert Aymar esprime soddisfazione per l’esito della prova. “Abbiamo due emozioni: la soddisfazione per aver completato una grande missione e la speranza di grandi scoperte davanti a noi”.

Per il presidente del Cnr ed ex direttore del Cern, il test di oggi è “Estremamente importante. Con Lhc si apre una nuova generazione di macchine, inoltre – precisa Maiani – il principio delle collisioni che oggi viene applicato con Lhc è stato inventato in Italia negli anni ’60, a Frascati, nell’anello dell’accelleratore Ada da un fisico austriaco che all’epoca si era trasferito a fare ricerca da noi”.

Sottolinea il contributo italiano anche il presidente dell’istituto nazionale di fisica nucleare Roberto Petronzio: “E’ una svolta per la scienza, oggi comincia un nuovo percorso e i 600 fisici italiani che hanno collaborato all’esperimento potranno dire di esserci stati”.

Il problema tecnico. Nella notte, durante i preparativi per il test della mattina, il Cern aveva comunicato che erano stati rilevati alcuni “piccoli problemi elettrici”, che non hanno tuttavia impedito lo svolgimento dell’esperimento preliminare.

I prossimi esperimenti. Nei prossimi giorni verranno iniettati nuovi fasci di protoni, che verranno poi accelerati e fatti scontrare. Sono 4 gli esperimenti principali su cui si concentreranno i circa 3.000 fisici coinvolti nel progetto: Atlas e Cms daranno la caccia al bosone di Higgs, la cosiddetta “particella di Dio” che ha dato massa a tutte le altre, Lhcb studierà le differenze tra materia e antimateria, mentre Alice si occuperà dello stato della materia nei primi istanti dell’universo.

Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php?default.0.0

Fermate il test sul Big Bang o la terra sparirà settembre 3, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
4 comments

Scritto da Sirius_Cily var sburl2552 = window.location.href; var sbtitle2552 = document.title;

Su segnalazione di Matteo Carello

LONDRA – Per gli studiosi che si apprestano a spingere il pulsante d’accensione, si tratta di ricreare le condizioni che esistevano una frazione di secondo dopo il Big Bang: ovvero di riportarci indietro nel tempo sino al momento della creazione del nostro universo, all’inizio del mondo.

Ma per un gruppo di preoccupati ricercatori l’esperimento che dovrebbe cominciare tra dieci giorni in un immenso laboratorio sotterraneo, sepolto a un centinaio di metri sotto il confine tra Francia e Svizzera, comporta il rischio della fine del mondo, la distruzione e anzi la letterale scomparsa del nostro pianeta. Così, all’ultimo momento, gli oppositori del progetto hanno presentato un ricorso davanti alla Corte Europea dei Diritti Umani, che in teoria potrebbe bloccare il più grande, ambizioso e costoso test scientifico di tutti i tempi.

Oggetto della contesa è il Large hadron collider, un acceleratore da 6 miliardi di euro che, facendo scontrare particelle atomiche ad alta velocità e generando temperature di più di un trilione di gradi centigradi, dovrebbe rivelare il segreto di come è cominciato l’universo. Venti paesi europei, più gli Stati Uniti, hanno finanziato il progetto, che dopo anni di preparativi dovrebbe prendere il via il 10 settembre al Centro di Ricerche Nucleari di Ginevra.

Qualcuno, tuttavia, teme che l’esperimento andrà ben oltre le aspettative, creando effettivamente un mini buco nero, che crescerà di dimensioni e potenza fino a risucchiare dentro di sé la terra, divorandola completamente nel giro di quattro anni. Gli scienziati di Ginevra ribattono che non c’è assolutamente nulla da temere: ci sono scarse possibilità che l’acceleratore formi un buco nero capace di porre una minaccia concreta al pianeta, dicono, perché la natura produce continuamente delle collisioni di energia più alte di quelle che saranno create artificialmente dall’acceleratore, per esempio quando i raggi cosmici colpiscono la terra. Esperimenti di questo tipo, inoltre, sono stati condotti per trent’anni, senza avere risucchiato nemmeno un pezzettino della terra né causato danni di qualsiasi genere.

Vero è che il nuovo acceleratore ha suscitato attenzioni e polemiche perché è il più grande mai costruito, con una circonferenza di 26 chilometri e la possibilità di lanciare particelle atomiche 11.245 volte al secondo prima di farle scontrare una contro l’altra a una temperatura 100mila volte più alta di quella che esiste al centro del sole. La speranza è individuare, così facendo, le teoriche particelle chiamate bosoni di Higgs, giudicate responsabili di avere dato massa, ovvero peso, a ogni altra particella esistente. Ma gli scienziati ammettono che ci vorranno anni prima di arrivare eventualmente a un risultato del genere, per le difficoltà nel trovare particelle così infinitesimamente piccole nel caos primordiale post-Big Bang creato dentro l’acceleratore.

Abbiamo ancora dieci giorni per salvare la terra?, si chiede, con leggera ironia, il Sunday Telegraph. “I miei calcoli indicano che il rischio che un buco nero mangi il pianeta a causa dell’esperimento è serio”, afferma il professor Otto Rossler, un chimico tedesco della Eberhard Karls University che ha presentato il ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani insieme ad alcuni colleghi. Replica James Gillies, portavoce del Centro Ricerche Nucleari di Ginevra: “Il ricorso non introduce nessun argomento che non sia già stato esaminato e respinto in passato, se questi esperimenti fossero rischiosi lo sapremmo già”.

In ogni caso lo sapremo con certezza dopo il 10 settembre, se la Corte Europea, come sembra di capire, darà luce verde all’iniziativa: che non sarà la “fine del mondo”, ma un po’ di curiosità al di fuori dei confini della scienza, in questo modo, l’ha ottenuta.

http://www.nibiru2012.it/content/view/285/1/

Fonte: www.repubblica.it

ARRIVA L’ONDA agosto 27, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Teorie.
Tags: , ,
10 comments

IL SOGNO RICORRENTE…

Da alcuni anni, diverse persone in tutto il mondo fanno un sogno ricorrente: un’onda altissima, gigantesca, si abbatte su città, palazzi, colline e persone, travolgendo tutto e creando uno sconvolgimento totale. Quello che lascia interdetti per prima cosa è l’incredibile quantità di persone che fanno questo sogno, e poi il fatto che lo stesso sogno sia ricorrente, cioè le persone lo fanno spesso, con sempre piu dettagli o varianti (ad esempio ad ogni sogno l’onda o le onde diventano piu forti, piu vicine, etc), e anche il tipo di persone che hanno questi sogni. Per la maggior parte si tratta di persone che hanno una certa coscienza di se e dell’universo che li circonda: persone che da anni fanno Yoga o meditazione o arti marziali o training spirituali di qualche tipo. Poi, per quanto riguarda gli addotti, ritengo (la stima è mia) che perlomeno il 70% delle persone che ha contatti notturni (cioè IR4) con gli ET faccia sogni del genere.

Anzi, per molti addotti tale esperienza è fortemente collegata con gli alieni. Spesso infatti si viene condotti in una stanza, dove in un monitor viene mostrato loro qualcosa che ha a che vedere con la fine del mondo cosi come lo conosciamo, sia esso un meteorite in arrivo (questo mostrato molto spesso), sia una anomalia spaziotemporale, sia invece una vera onda. L’impressione che il sogno dell’onda fa al sognatore è terrificante, perché da un senso di immanenza, di ineluttabilità e di angoscia che è solo parzialmente descrivibile a chi non sa di cosa parliamo.

Spesso alla persona nel sogno si mostra l’onda, e qualcuno a nostro fianco o alle nostre spalle (che noi non viediamo comunque) commenta le scene apocalittiche di distruzione con alcune frasi piu o meno illuminanti. Di certo, la percezione che se ne ha è che si tratti di qualcosa relativa alla fine del mondo, cosi come lo conosciamo. Ma si tratta davvero di un’onda di acqua?

http://www.segnidalcielo.it/arriva_l%27onda.html

fonte: 2012splinder.com

Onde Radio dal Cosmo: “Origini Sconosciute” agosto 23, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
2 comments

Arriva da fuori della nostra galassia. La scoperta è avvenuta analizzando dati raccolti dal radiotelescopio di Parkes, in Australia. Un complicato puzzle da risolvere per gli astronomi.

28 settembre 2007

Fonte: corriere.it

Da un luogo remoto al di fuori della nostra galassia Via Lattea gli astronomi hanno ricevuto un flusso di onde radio molto potente che li imbarazza perché non sanno spiegarne l’origine. La scoperta è singolare e intrigante perché ciò che hanno davanti si presenta come un complicato puzzle da risolvere. Diciamo subito per evitare equivoci che hanno escluso subito si tratti di segnali radio lanciati da esseri intelligenti. La provenienza, anche se da decifrare, è di natura rigorosamente astrale.

:::::
LA SCOPERTA
La scoperta è avvenuta analizzando i dati raccolti negli ultimi sei anni con il radiotelescopio di Parkes in Australia. Guardandoli con più attenzione di quanto non abbiamo fatto i suoi colleghi in passato, David Narkevic della West Virginia University (USA) ha rilevato una sorgente di onde radio collocata a circa 1,6 miliardi di anni luce dalla Terra. «Ma da dove arriva questa?» si chiedeva David assieme al suo gruppetto di osservatori. E lo stupore era notevole perché in realtà loro erano impegnati nella caccia alle pulsar, cioè stelle a neutroni rotanti, all’interno della Via Lattea. E invece si imbattono in un densissimo fiume di radioonde che in soli cinque millisecondi rilasciava tanta energia quanto ne emette il Sole nell’arco di un intero mese. Il segnale era registrato per 90 ore e poi scompariva senza più farsi sentire. Questo ha complicato notevolmente le cose.
:::::
TANTE IPOTESI
Ora il gruppo di astronomi è impegnato a leggere, ma soprattutto a cercare una spiegazione plausibile. Intanto si ipotizza che tutto possa essere nato dallo scontro tra due stelle tradizionali oppure che si tratti di una sorgente associata ad un lampo di raggi gamma; ma di quest’ultimo, verificando, non s’è trovata traccia. Un’altra ipotesi avanzata è stata la fusione tra due stelle a neutroni dalla quale, secondo la teoria delle relatività generale – si ricorda – dovrebbero scaturire delle onde gravitazionali. E anzi qualcuno ipotizza che la caccia a questo tipo di segnali possa condurre anche alla cattura delle stesse fantomatiche onde gravitazionali finora mai avvistate. Insomma tante spiegazioni, nessuna certezza e molte speranze anche azzardate. Per il momento, per cercare di dissolvere il mistero, non resta che approfondire lo studio e la ricerca di sorgenti analoghe.
:::::

Giovanni Caprara
http://blog.libero.it/extraterrestri/view.php?id=extraterrestri&pag=5&gg=0&mm=0

Un ufo vola nel cielo di Gassino L’incredibile video di un bambino agosto 17, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
2 comments

Il Giornale Online

TORINO 12/08/2008 – Quando Andrea e Lorenzo hanno cominciato a fare dei brevi filmati con il loro cellulare tutto potevano aspettarsi tranne che trovarsi di fronte a un oggetto volante non identificato. Però è proprio quello che è successo qualche settimana fa in un giardino di Gassino, e adesso quel filmato sta facendo discutere il popolo di Internet.

Sono all’incirca le 10 del mattino del 18 luglio, quando Andrea, 11 anni, e il suo amichetto Lorenzo, 12 anni, si trovano in un giardino di via Ungaretti a Gassino. La giornata è ideale per giocare all’aria aperta e loro afferrano un videofonino e cominciano a riprendersi. I due non notano nulla di strano fino a qualche ora dopo, come racconta Vincenzo, il padre di Andrea: «Quando hanno riguardato i filmati – racconta – gli è parso di vedere qualcosa che a occhio nudo non avevano notato».

Ma l’immagine è difficile da identificare: i bambini si stavano agitando, il cellulare era troppo veloce per capire di cosa si trattava. «Così – prosegue Vincenzo – per capirci qualcosa di più, abbiamo scaricato il filmato sul Pc e l’abbiamo guardato al rallentatore». E il fermo immagine che è comparso sullo schermo è quello che potete vedere in questa pagina: un’immagine sgranata, ma che certamente suscita molti dubbi e tanta curiosità.

«Siamo subito tornati in giardino, ma ovviamente di quell’oggetto non c’era più traccia. È la prima volta che ci capita un fatto del genere, onestamente non so cosa possa essere; anche per questo abbiamo messo il filmato su Internet, per vedere se qualcuno ha delle spiegazioni». Per ora il dubbio rimane ma una cosa è certa: Andrea e Lorenzo, al ritorno a scuola, invece delle solite foto al mare, avranno un ricordo delle loro vacanze estive molto particolare da far vedere ai propri compagni.

Per vedere il video CLICCA QUI

http://www.altrogiornale.org/news.php
Fonte:

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – parte 4 agosto 14, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far
K: Abbiamo mancato qualcosa qua, John? C’è qualcosa di cui vuoi parlare che non abbiamo potuto vedere?

J: Fammi parlare un pò di questa civiltà sulla Luna, perchè questa è stata la spinta..

K: Ok, parla anche delle strutture di vetro di cui parla Hoagland, perchè lo chiama “vetro”. Dice che è una specie di vetro, ma sei dello stesso parere?

J: No.

K: Ok, perchè no?

J: Perchè lui parla delle foto dell’Apollo 14 e crede che queste strutture di vetro siano cupole.

K: Giusto.

J: Queste cupole non contengono aria. No. L’aria…è una sottile atmosfera, che in base alla Legge di Boyle, in una atmosfera, più bassa è e più fine è, quindi se avete….E ho dei bellissimi disegni che ho caricato ma non li vedo qua. Come dato di fatto, li cercherò così potete filmarli perchè descrivono esattamente ciò di cui parlo.

L’aria si posa nei crateri e se siete nel cratere, potete respirare bene. Se uscite dal cratere serve più tempo. Però di base, la civilizzazione della Luna parte prima di Newton. Qualcuno ha influenza il nostro pensiero sulla Luna dall’inizio del nostro pensiero su tutto.
Newton, per esempio, ha iniziato ad azzardare dicendo, sapete, che ci deve essere più massa sulla Luna. Questo ha portato ai tre libri ora chiamati Principia.

Subito dopo la morte di Newton, qualcuno ha modificato il suo pensiero per fare la cosiddetta Legge della Gravitazione Universale di Newton:

F = [G m1m2] / r2
…non è venuto fuori lui con questo. Questo è di un altro. Lui non ha pensato che devi specificare cosa sia la massa.

Comunque, nel 1856 c’era un matematico e astronomo Danese di nome Peter Andreas Hansen. Ha proposto….ha ricercato sui tempi e i periodi di Saturno e su altre cose. Era molto preparato. Comunque, anche lui studiava sulla Luna e ha scoperto qualcosa di strano sulla Luna, ovvero che quando fai previsioni su dove dovrebbe trovarsi la Luna in un particolare momento, per la sua particolare massa, non si trova lì.

Nel 1856, davanti alla Royal Society – Società Astronomica – e propose l’esistenza di una “protuberanza” nella faccia lontana della Luna che era il vero…che il centro di gravità fosse in realtà a 57 km più distante nello spazio di quanto generalmente compreso. Per questa ragione pensò che ci doveva essere atmosfera nel lato distante. Con questa atmosfera, ha pensato che ci dovevano essere piante, vegetali e forse vita umana.

Venne riconosciuto come eroe e personaggio importante fino al 1870, quando un ragazzo di nome Simon Newcomb si recò a Parigi e disse a tutti che Peter Andreas Hansen era un falso, che non dicesse alcuna verità e che anche se aveva ragione su questi tempi differenti, questo non avrebbe cambiato nulla. Immaginate chi era questo Simon Newcomb. Era un Ammiraglio della Marina USA e Capo dell’Osservatorio della Marina di Washington, DC.

La ragione per cui le persone hanno problemi con una atmosfera sulla Luna è che per avere una atmosfera devi avere una gravità. Le persone pensano che ci sia 1/6 di gravità. Questo gli è stato venduto per anni.

Qualcuno aveva un piano per non farci pensare ad una gravità sulla Luna, ma esiste. Il modo in cui può essere provato è usando la legge Bullialdus/Newton del quadrato inverso, che prende la dimensione dei pianeti, il diametro dei pianeti e il punto neutrale. Il punto neutrale è il punto tra la Terra e la Luna dove le due gravità si incontrano.


Ora, la NASA ci ha detto tradizionalmente che si trova a 24000 miglia. Se usate la legge del quadrato inverso con 24000 miglia, la Luna avrebbe 1/6 di gravità. Il fatto è che il punto neutrale si trova a 43495 miglia. Come lo sappiamo? Lo sappiamo perchè Wernher Von Braun ce lo ha detto nel 1968. Lo sappiamo perchè, in due dei libri dell’Apollo, incluso l’Apollo 17 e in un altro, dicono specificamente che: Qua siamo a 39000 miglia e al punto neutrale.

Quindi sappiamo che si trova tra 39000 miglia e 43000 miglia. Entrambi portano ad un risultato del 60-64% di gravità della Terra. Quindi col 64% di gravità della Terra, può trattenere un’atmosfera.

Le persone dicono: Allora se c’è un’atmosfera, come la mantiene? Come fa la Terra. Ci sono foreste, prati, laghi, fiumi, persone, civilizzazioni e si trovano dal lato della Luna che non possiamo vedere. Qua ho una foto ma non posso trovarla. Si trovano in una banda. La stessa zona che hanno visitato Menger e Adamski.

Sono piuttosto sicuro che Menger sia andato sulla Luna nel 1954. Lo hanno lasciato uscire dal treno per respirare l’aria. Ora ha 86 anni, vive a Vero Beach, in Florida. Gli ho scritto per email l’altro giorno per avere l’esatto colore della Luna. Se potete prendere quella foto, la tengo su. Si trova dietro la scatola delle sigarette. Della Luna, l’immagine a colori….

Bill: Scusami John non capisco, a quale ti riferisci?

J: La foto lunga col cielo giallo.

K: Sopra? Non dici sul muro, giusto?

J: No. Dietro la scatola delle sigarette.

B: Oh! Qua.

J: Si. Oh, vedo….queste sigarette.

B: Stavo guardando…

J: No. Dammi qua la foto..

B: Si. Ho capito. Non l’ho mai visto prima. Dimmi cos’è.

J: Ok, ecco il cratere Copernicus. Questa è la stessa foto che si trova la (punta il muro) ma tutto quello che ho fatto è mettere il colore esatto del cielo lunare. Come lo conosco? Perchè ho scritto per email ad Howard Menger in Florida, che ha fatto un giro la nel 1954. Quando ha guardato nel cielo, ha detto che ha visto questo colore. Lo ha descritto come il colore dello zafferano. Gli ho mandato diverse sfumature dello zafferano in Florida e ha messo la x su un colore particolare. Così ho messo il colore dietro il cratere Copernicus. Ecco il colore del cielo.

B: Perchè dovrebbe essere di questo colore? Perchè non blu?

J: Pensiamo sia di questo colore perchè, benchè l’atmosfera non sia densa come quella della Terra, è più alta. I raggi che quindi si riflettono attraverso l’atmosfera andranno più verso il giallo.

B: Però sulle montagne alte della Terra, per esempio, ottieni un blu più scuro. Lo so perchè ci sono stato. Serve una composizione diversa dell’atmosfera per creare questo effetto di colore, sicuramente. Dovrebbe contenere diversi…diversi gas. Ne sai qualcosa?

J: No.

B: Ok.

J: Tutto quello che so è che è respirabile. Lui ha detto che è molto caldo, ma non come ci viene fatto credere e ha detto che sicuramente non poteva resistere a lungo. Però ha guardato su e ha visto quel colore del cielo..

K: Ci puoi dire qualcosa di lui? Il suo background?

J: Howard era una persona con una vita normale e loro arrivarono e, o LORO, il popolo della Luna, vennero e lo invitarono a salire la. Ha scritto questo libro chiamato Secrets of the Flying Saucers from Outer Space: One Man’s Fantastic Revelations of Visitors from Other Worlds. Ha un sito web. Ho letto il suo libro diverse volte, come vedete.

Qua ho evidenziato esattamente quello che racconta di aver fatto sulla Luna, dov’è stato portato. C’erano molte persone. Disse che il posto dov’è stato…uno dei posti era come la Valley of Fire nel Nevada. Ha detto: Qua ci siamo fermati per attendere che la guida aprisse la porta e ci permettesse di portare fuori le teste e respirare un momento, tutto quello che si poteva fare, perchè fuori è terribilmente caldo, come una fornace. Ero sicuro che nessuno poteva vivere fuori a lungo e fui felice che avessero chiuso la porta.

K: Potrebbe essere una base di una cupola, perchè puoi regolare la temperatura? Puoi regolare…

J: Giusto. Si, sicuramente ci sono piccole cupole. Non penso siano come quelle di cui parla Hoagland, enormi cupole ovunque.

(legge) Qua dice: Ho guardato su nel cielo. Era di colore giallo. Guardando, ho avuto la strana impressione che se avessi camminato per una certa distanza, sarei caduto per come appariva l’orizzonte.

C’erano altri gruppi con lui insieme a persone comuni, scienziati, geologi, ingegneri elettronici, esperti di razzi, astronomi.

K: Questa persona, dici, ha 80 anni oggi?

J: 86. Aveva 86 anni l’altro giorno.

K: Lo hai incontrato?

J: Non di persona. Solo per email e gli ho scritto.

K: Però per quanto ne sai, non ha ragioni per mentire. Giusto?

J: No. No, perchè la sua storia è la stessa di George Adamski e di Truman Bethurum. Gli altri…quelli che il governo ha etichettato “contattisti”, il loro modo per dire: Si, sono solo “contattisti”. Penso che entrambi, Adamski e Menger, siano divenuti importanti fonti del governo.

Quando ci sono entrato, 20 anni fa, le persone avrebbero detto: Pensi che i dischi volanti siano reali? Io avrei risposto: Si ma, la roba di George Adamski è una scemenza. Non LO ERA! Era tutto vero. Così per Howard Menger. Così per Truman Bethrun e Daniel Fry. Tutti questi dicevano la verità!.

Il fatto è, se siete stati su thelivingroom.com, avete visto i documenti originali del governo su chi era coinvolto nel progetto antigravitazionale nel 1952. La Lear Incorporated, la compagnia di mio padre, si trova in lista. C’è un video che gira per il web che lo mostra all’Istituto Bahnson mentre insegna a scienziati, come vola un disco volante. Questo probabilmente nel 1954-55.

Il fatto è, che abbiamo risolto l’antigravità nel 57-58. Così abbiamo iniziato a costruire il nostro mezzo e siamo andati sulla Luna nel 1962. Quindi la Mercury, la Gemini e l’Apollo sono state tutte COPERTURE per quello che accadeva davvero.

B: Ora, cosa dici di..delle immagini NASA, delle foto Apollo della Luna che non mostrano il cielo color zafferano? Cosa succede?

J: Si, mostrano sempre il nero. La ragione è, che non possono mostrare il colore vero. Ecco perchè tutte le foto sono fake. Ecco perchè non ci sono stelle. Non hanno scelta. Stanno cercando di dire che è buio, che è vuoto.

Prima di tutto, non può essere vuoto perchè Neil Armstrong ha detto che ha preso la polvere con il piede. Sappiamo tutti che il vacuum…che la polvere si raccoglie in crosta e non puoi prenderla con le scarpe. Non possono mostrare il cielo perchè era di colore zafferano e questo avrebbe fatto capire a tutti che c’è un’atmosfera.

Quindi non sono sicuro dove sia andato l’Apollo 11 ed ecco perchè. Ora, può essere andato sulla Luna…il modulo di comando superficiale…può aver orbitato la Luna. Il problema che ho è, che aveva solo 22000 libbre di carburante e sono andati in un’orbita di circa 50 miglia per circa 10 miglia.

Questo sarebbe stato impossibile con un 64% di gravità. Però, anche se fosse, da 10 miglia dovevano scendere sulla superficie lunare, atterrare e quindi ripartire con 22000 libbre di carburante. Non penso sia accaduto. Non penso che potessero farcela. Non avevano abbastanza carburante per farlo.

Secondo, ho un gruppo di amici che hanno usato la remote view sull’Apollo 11. E’ atterrato? Non sono riusciti a vedere nessun atterraggio. Tutto quello che hanno visto, è che è stato coperto dalla CIA.

L’altro è il commento di Aldrin. Vorrei leggere dal libro di Buzz Aldrin.

B: Tutti gli astronauti hanno qualcosa di interessante da dire, vero?

J: Pardon? Cosa? Si.
Ecco cosa dice Aldrin quando ho chiesto: Come ci si sente sulla Luna?

(legge) Cito: Per amore di Cristo, non lo so! Non lo so! Sono rimasto frustrato dal giorno che ho lasciato la Luna per questa domanda.

K: Si. Fantastico.

J: La quarta ragione è il video della caduta del faro…ora – Un piccolo passo per un uomo. Ora, si pensa che sia stato uno scherzo. Però, se lo era, è stato molto ben fatto e molto costoso.

La mia opinione? La mia opinione è che è stato reale, ma questo è stato durante il film. Mi baso sui dettagli come la scala, come le ombre. Tutto nel nastro è reale. Penso sia stato preso davvero da Un piccolo passo per un uomo.

Numero cinque: Il Gs doveva orbitare e de-orbitare. Come sapete, il modulo di atterraggio lunare non ha poltrone, sedili e sedie. Stanno in piedi. Hanno un bracciolo qua sotto e uno qua sotto.

Avevano una piccola cintura che esce dal lato e li avvolge. Ora, non sono buone come una cintura da sedile. Si chiamano “pilot restraints”. Ecco tuttto quello che avevano. Quindi mi dici che sono andati in orbita a 50000 piedi e sono atterrati e quindi ripartiti, con dei braccioli? No. No, non penso sia accaduto.

L’altra è la scala. In ogni immagine di Un piccolo passo per un uomo e nelle foto dell’Apollo 11 prese dopo questo, mostrano una scala più piccola, una fatta di tubolari, sembra alluminio e l’altra in Un piccolo passo che è almeno così spessa (indica 3 pollici) e ha una forma a L.

Ecco cosa penso. Apollo 11..non penso sia atterrato. Gli altri, forse, ma non sono sicuro. Se lo hanno fatto, se qualcuno di essi è atterrato, è stato con tecnologia antigravitazionale.

B: Questo…questo ci è stato detto. Ci è stato detto che hanno avuto un aiuto. Altrimenti non avrebbero potuto atterrare.

J: Questo è stato l’unico modo in cui possono esserci riusciti.

B: Non avrebbero potuto andare attraverso le fasce di Van Allen. Hai una tua visione su questo?

J: Credo debba essere vero. L’unica ragione per cui ho esitato è che Bob Lazar mi ha detto che non c’è nulla di pericoloso nelle Fasce di Van Allen. Su quello che dite delle Fasce di Van Allen, “Sleeper” è irremovibile. Ha detto che nessuno può passarci attraverso. Ha detto che è lo strato protettivo attorno alla Terra e quindi non possiamo uscirne. L’unico modo per farlo è con un aiuto.

K: Corretto. Questo è quello che ci hanno detto.

B: Ci è stato detto, dall’interno. Stessa cosa.

J: Su questo Sleeper è irremovibile.

B: Molto interessante. Ok. Ora, devo chiederti è la controbattuta standard al discorso dell’atmosfera, ovvero quando guardi verso la Luna con un telescopio e vedi una stella, questa non sfarfalla. E’ ben chiara. E’ come se fosse sempre lì e poi all’improvviso sparisce.

J: Le persone che lo dicono non lo hanno fatto. Prima di tutto, se leggete il libro di V.A. Firsoff intitolato Lo Strano Mondo sulla Luna, vedrete che ci sono diverse occultazioni. Il fatto è, che l’occultazione può avvenire solo …se c’è qualche tipo di polvere o sedimento nell’atmosfera.

Qua sulla Terra, ci sono tutti i tipi di problemi. Sulla Luna, è chiaro, perfettamente bellissimo. A seconda dello spessore, potete non vedere occultazione. Però, se volete leggere The Strange World of the Moon di V.A.Firsoff, elenca almeno 14 o 15 astronomi che hanno visto occultazione.

B: Ok. Voglio controllare la mia comprensione sul discorso del centro di gravità della Luna, che sarebbe sfasato dal centro della Luna. Ho capito bene?

J: Corretto. Si trova a 57 km oltre dalla Terra, rispetto all’informazione classica. Chiaramente è confermato dall’Apollo, anche.

B: Chiaramente, non sappiamo di cosa sia fatta la Luna. Non sappiamo molto,…quanto sia il vero peso. Il fatto è che la Luna..come lo chiamano? Dove ruota in cima?

Si..com’è chiamato? (legge) Librazione. Un altro mistero dell’Astronave Luna è la librazione. La librazione è l’oscillazione dell’Astronave Luna. Questa oscillazione viene teorizzata dalla scienza ufficiale, come causata dal blocco d’onda (tidal lock). Il blocco d’onda è una teoria insensata che si appoggia a forze sconosciute, come i “gravitoni” per parlare della gravità.

Forse la librazione dell’Astronave Luna o l’oscillazione è causata dalla rotazione della Luna rispetto alla localizzazione del generatore d’onda gravitazionale B, che si trova più lontano dalla Terra, dal centro del centro geocentrico dell’Astronave Luna. E’ curioso notare che un ciclo di librazione è uguale ad un periodo di rotazione dell’Astronave Luna.

B: Stai dicendo, che questa è una delle cause per cui la gravità nella faccia lontana della Luna, se sei in superficie, è più alta rispetto a quella dell’altra faccia? Quindi l’atmosfera si trova da quella parte della Luna?

J: Peter Andreas Hansen ha pensato che fosse dall’altro lato. Il fatto è, se la c’è più gravità, può dipendere dall’altitudine in cui l’aria è più densa nel lato lontano o in quello più vicino. Quello che non sappiamo di sicuro è l’altitudine, l’altitudine media. Se la conoscessimo, potremmo dire dove sia più densa l’atmosfera. Però, in ogni caso, l’atmosfera più densa va nella porzione più bassa.

B: Ok.

J: Questa è una foto della Luna. Questa è stata scattata dal Lick Observatory. In ogni foto della Luna vedete – ogni foto da quel momento ad ora – questo punto molto luminoso chiamato “Aristarchus”. Se chiedete alla NASA, dicono: “E’ incredibilmente bianco. Non sappiamo cosa ci sia o perchè sia così”.

Nei fatti, la scorsa estate un astronomo dall’Inghilterra ha fatto una foto che mostra questo.
Abbiamo trovato, quello che pensiamo essere un reattore a fissione di 29 miglia di diametro. Potete vedere la cupola. (tiene la foto della Luna che mostra il reattore)

K: Si. Questa è roba forte!

J: Potete vedere la sezione di supporto qua. Potete vedere la radiazione blu del reattore in funzione.

K: Certo. Questo allora è un reattore nucleare sulla Luna. E’ visibile da questo lato della Luna, giusto?

J: Corretto. Ci è sempre stato detto che…è sbiancato in ogni foto che vedete. Semplicemente lo riempono di bianco. Infatti, è bellissimo.

K: Questo è incredibile! Ne hai parlato con Hoagland?

J: Non lo ricordo. So che non lo ammetterebbe. Questa è la foto di Clementine. Vedete com’è stata censurata? Ci sono solo linee qua.

B: Vorremmo sapere se hai saputo qualcosa su Steve Fossett.

J: Ho volato per Barron Hilton per tre anni, con l’Hawker 125 e il Lear Jet. Molte volte sono andato al Flying “M” Ranch. Barron mi è molto famigliare. Il fatto è che il Navy Undersea Warfare Center è a sole 16 miglia verso est.

E’ una coincidenza che solo due giorni dopo che ho messo tutto questo su internet in merito a quel centro della marina e alla nave da guerra e al legame di Hawthorne con la base sotterranea, che Steve Fosset sia sparito. Quello che penso è che sia partito e abbia fatto un giro la, ha visto un punto interessante, ha girato attorno e il comandante della Marina ha detto: Scommetto che è John Lear. Abbattete quel figlio di puttana.

K: (ride)

J: Allora lo hanno abbattuto. Sono andati la e hanno visto che era Steve Fossett. L’ammiraglio allora avrà detto: Ci siamo sbagliati. Non voglio che qualcuno lo sappia. Fate sparire aereo e corpo.

K: Pazzesco! Davvero pazzesco.

J: Però, sapete…è una supposizione. Non ci sono ragioni per cui Steve Fossett sia sparito in questo modo. E’ semplicemente INCREDIBILE, considerando l’ammontare di denaro, di aerei, il tempo, che sono andati in questa ricerca. Come può essere sparito? Lo sapete?

Il problema che ho…quando è sparito la prima volta, sappiamo che stava cercando una strada. Potete guardare una mappa, vi servono 7 miglia. Non ci sono molti laghi asciutti lunghi 7 miglia. Tutti i laghi asciutti sono sulla mappa. Allora doveva volare attorno e trovare qualche letto asciutto non ancora scoperto. Ridicolo!

K: Oltre al fatto che non avrebbe volato tra le montagne per questo, giusto?

J: No. Abbiamo sentito che aveva il suo orologio con un segnale d’emergenza automatico. Poi si è saputo che non lo aveva. Però, dirò questo, la storia che sia stato abbattuto sopra unn’area ristretta come Groom Lake o il Tonopah Test Range, è ridicola. Non è accaduto così.

K: Penso sia stato arruolato e mandato su Marte o sulla Luna.

J: Pardon?

K: Ho detto che penso sia stato arruolato..forse forzatamente e sia su Marte o sulla Luna.

J: Può essere. Ci sono persone sparite su cui ho alcune domande. Il numero uno è Bob Nathan. Ora, Bob Nathan è stato a capo al JPL per le immagini della Viking. Molto conosciuto…sempre accessibile al pubblico.

Io e Bob Lazar siamo scesi a vederlo personalmente, per fargli una domanda su Marte. Avevamo i badges. Siamo stati ammessi personalmente. Ci ha detto tutto quello che sapeva. Era facilmente accessibile. Ora, fate una ricerca su di lui con Google e non esiste più nulla!

K: Wow!

J: Come andare su Wikipedia e cercare John Lear…e non esiste. Se guardate in Wikipedia, l’unica cosa che dice è: Nessuna sostanza in quello che diceva. Questo su Wikipedia. Potete trovare Bob Lazar, Bill Lear, the Man on the Moon, Howard Menger, tutti quanti, ma non trovate John Lear.

K: Quindi Bob Nathan è sparito, per quanto ne sai?

J: Come su Google. Si, non posso trovarlo. La ragione per cui ho cercato su di lui, era perchè stavo raccontando la storia di me e di Bob al JPL. La ragione per cui ci siamo andati è che Bob era appena uscito dalla S-4. Alla S-4 gli è stata mostrata una immagine di quello che chiamano “Cydonia”. Ci sono piramidi e “la Faccia” su Marte. Gli sono state mostrate immagini molto chiare. Sulle piramidi non ci sono dubbi che si possano vedere porte, finestre, maniglie delle porte, tutto.

K: Wow!

J: Era un posto in cui viveva qualcuno. La nostra domanda a Bob Nathan era: Ci sono altre foto, oltre a quelle che Hoagland e DiPietro hanno messo nei loro libri?

Ha risposto: No, per quanto ne sappiamo.

Allora abbiamo detto: Queste foto sono state prese da bassa altitudine. La Viking ha scattato da più vicino rispetto alle foto di Hoagland e DiPietro?

Nathan ha detto: Si, ma non abbiamo foto prese da quell’altitudine.

K: (ride) Giusto.

J: Questo ci dice quanto sia compartimentalizzato il lavoro. Bob Nathan conosceva una parte di questo programma, ma Bob Nathan non è il capo del programma. Lui è l’uomo di facciata per certe cose. E’ la persona in Australia, Canberra, che prende il segnale originale su ciò che accade esattamente.

K: Corretto.

J: Una ragazza di nome Kathy Thomas ha lavorato al Goldstone. Raccontava strane storie a me e Bob. Perchè avrebbe preso il segnale dall’Australia e diceva: Stavamo aspettando il segnale di Marte e ci volevano 24 ore..loro hanno mandato un messaggio giù e diceva: “Avete fatto voi le censure di queste foto? Ne abbiamo bisogno.”

K: (ride)

J: Comunque, lei ha invitato me e Bob a Goldstone e abbiamo fatto il tour reale. Siamo saliti all’antenna e nei diversi posti. E’ stato grandioso! Sfortunatamente è stata mandata via due settimane dopo questo ed è andata a lavorare per Raytheon, al sito di test. Non ho più sentito sue parole da quel momento.

K: Oh, wow.

J: Ora, Bob dice che l’ha sentita.

K: Oh si?

J: Una volta che vai a lavorare la, non parli con nessuno. Per esempio, se vai a lavorare per lo Space Command in Colorado Springs, quando vieni ingaggiato ti viene detto di dire arrivederci a TUTTI i tuoi amici, perchè ne avrai altri. Non vogliono che incontri accidentalmente un vecchio amico e dici: Non immagini cosa sto facendo!

Sono seri. Dicono: Saluta i tuoi vecchi amici perchè NON li vedrai di nuovo. Ecco come evitano questi miscugli.

K: Wow. Incredibile.

B: Vuoi dire che a Bob Lazar sono state mostrate foto dettagliate di Cydonia alla S-4 quando ci lavorava?

J: Si, si, gli sono state mostrate le foto delle piramidi e ..

K: Sai perchè gli sono state mostrate?

J: Parte del suo briefing. Gli hanno detto: Questa è la base che abbiamo sulla Luna, la base che abbiamo su Marte.

B: Cosa ricorda di quello che gli è stato detto sulla base di Marte? La sua funzione, la grandezza o altro?

J: Nulla. Vi ho detto tutto quello che mi ha detto. Gli sono solo state mostrate le foto. Siamo scesi per chiedere a Nathan di questo ed ecco tutto. Quando decidi su cosa lavorare, questo è tutto quello che ti dicono. Il lavoro che voleva fare….retroingegneria della propulsione. Non ti dicono altro.

Altra cosa interessante di cui voglio parlare con Dan Burisch….è dei dettagli sulle formalità. Quando esci da un aereo, cosa fai? Dan Burisch…ho visto il video. Ha passato un’ora dicendo esattamente cosa fanno! Era dettagliatissimo! Non posso capire come qualcuno non possa credere a queste cose.

K: Giusto.

J: Non puoi costruire queste cose sulla scorta, sul cambio di guardia. Una delle cose che ha detto…è che è stato pesato. Vengono pesati dentro e fuori con cura. Quello che voglio dirgli è, questo è iniziato anche per Bob Lazar un paio di anni fa. (ride)

In uno dei suoi viaggi la, ha preso questa piccola camera 110 grande così (indica una piccola misura). Non le cercavano in quei giorni. Ha camminato nella S-4 con questa. Aveva una sedia e stava appoggiato così e l’ha messa sulla gamba. Quindi voleva fare foto e portarle fuori. Però ha avuto questo problema prima di uscire. Dopo aver lasciato, qualcuno ha trovato la camera! Allora hanno iniziato a pesarli! (ride)

K: (ride) Storia grandiosa!

Ok, John, ultima domanda. Hai volato per anni e anni e anni, giusto? Come pilota di grandi compagnie. Ok?
Quindi sei stato lassu molto. Hai mai visto un UFO volando?

J: Sai, come spiego alle persone, quando voli non cerchi gli UFO. Osservi gli strumenti o, nel mio caso ,dormi. Alla notte, quando è più facile vedere un UFO, non guardi fuori. Prima di tutto, hai un pannello strumenti illuminato che si riflette sul vetro e ci sono tutti i tipi di riflessioni attorno. Fai attenzione a quello che accade o, come me, dormi.

E’ molto difficile. Puoi non notarlo. Puoi non avere la possibilità di vedere un UFO. Dovresti usare le mani sul finestrone per guardare e chi lo farebbe?

K: Corretto.

J: Però si, due volte è successo, ho visto gli UFO.

K: (ride)

J: Una volta nel 1966, scendendo verso Los Angeles, in un Jet Lear, sopra Palm Springs su questa lunga discesa in Panning Pass. Stavo scendendo e ho visto un oggetto che andava da sinistra a destra davanti a me. Sembrava un M2-F2, il “flying bathtub” che, sapete, in cui L’uomo da sei milioni di dollari è caduto.

Ricordate la serie? Non aveva motori. Aveva un piccolo motore, ma per atterrare. Sembrava un tubo di scarico volante.

K: Intendi L’Uomo da Sei Milioni di Dollari, vero?

J: Si. Quando sono atterrato ho preso persino il tempo per chiamare il capo pilota del Lear Jet, Hank Beard, e ho detto: Hey! Non puoi credere a cosa ho visto! Il M2-F2 mi ha sorpassato, verso Palm Springs. Solo anni dopo ho capito che era ridicolo! (Kerry ride)
Che un M2-F2 potesse volare sul percorso principale di avvicinamento all’Aeroporto Internazionale di Los Angeles. Quindi era qualocosa d’altro.

K: Quindi due volte…questa è una.

J: Poi in un Lockheed L1011, prima di ritirarmi, con la Kittyhawk International, andando verso il Midwest. No, mi pare Chicago Sud. Guardavo a sud…chiaramente il ragazzo con cui volavo..nessuno era interessato agli UFO. Non volevano saperne. Non volevano che puntassi qualche UFO. A fianco di solito dormo. Però è accaduto che mi svegliassi.

Era molto buio e silenzioso. Ho visto questa cosa arrivare così e andare (fa un rumore esplosivo e indica una direzione verso l’alto)…fuori, nello spazio. Ho detto: Wow! Questo era davvero qualcosa! Allora ne ho visto un altro. BAM, fuori! Ho detto: Questo è davvero qualcosa! Volevo dirlo agli altri, ma facendol, non ne avrei visto un altro. Allora sarei apparso un idiota.

Allora ecco il terzo…BOOM! Così!

Ho detto: Ci proverò. Ho detto: Ragazzi, guardate la fuori.

Stavamo guardando e arriva un quinto, BOOM, così! Entrambi seduti hanno detto: Non ho mai visto nulla del genere! Questa quindi è stata la seconda volta. E’ stato grandioso perchè li hanno visti anche loro. Nessuno ha negato.

K: Bellissimo. Wow!

J: Erano tutti e due in stato di shock.

K: Favoloso!

J: Erano sicuramente UFO.

K: In che anno, ricordi?

J: Mi pare il ’98…’97 o ’98.

K: Oh non molto tempo fa.

J: Quindi potevano essere nostri.

Ok, quindi le persone dicono: Ok, John ci sono dischi volanti e Rettiliani e basi segrete e satelliti segreti. Noi abbiamo fatto il 911, ci siamo bombardati da soli. Ci sono guerre e dici che arriva una guerra nucleare. Quindi cosa ce ne facciamo? Qual’è il punto?

Il punto di tutto questo è cercare di migliorare nella propria vita. Il modo in cui potete farlo è cercare di vivere senza invidia, odio o avidità. Quindi spendete tutto il tempo che potete con la vostra famiglia e dite loro quanto li amate. Questo è tutto quello che possiamo fare.

Non possiamo essere responsabili per i cattivi ragazzi. Non possiamo essere responsabili per i bambini che avranno grandi problemi nel mondo. Non possiamo essere responsabili per le guerre nucleari se devono avvenire. Tutto quello che possiamo fare è essere responsabili per noi stessi. Vivere la nostra vita senza invidia, odio o avidità e dire ad ogni membro della nostra famiglia quanto li amiamo tutti i giorni.

J: Cerco di vivere senza invidia, odio o avarizia. Sicuramente ci sono molti stronzi la fuori..
(ride)

K: Grandioso! Penso che questo diventerà il finale.
(ridono)

Pausa pranzo

J: Di cosa ti preoccupi?

K: Ci preoccupiamo di perdere…

B: Ci preoccupiamo di perdere buone informazioni fuori dalla camera.

J: (ride) Perchè non sono collegato.

B: Perchè se non sei collegato al microfono, si perde per sempre. Quindi pensiamo di aver preso. Dobbiamo controllare l’ambiente qua. Ecco perchè….

J: Esattamente.

B: Troppo facile dimenticare. E’ come, merda, come se ce lo avessi detto in pausa caffè!

Conversazione dopo pranzo (solo audio)

J: Dice: L’hai cacciata dalla porta due anni fa. Lei è venuta a parlare e tu le hai detto di fare un giro.
Ho detto: Incredibile!

K: (ride)

Comunque, ho chiamato Angela e accadde che un paio di settimane dopo si trovava ad un corso di una intera settimana.
La ragione per cui ho voluto imparare la remote-view è perchè non sono minimamente psichico. Non so quando mia moglie stia per diventare matta. Non so quando il campanello della porta stia per suonare. Non so quando il telefono stia per squillare. Allora ho voluto provare con la remote-view.

La risposta è stata ASSOLUTAMENTE POSITIVA! Sono rimasto colpito da quello che posso fare.

K: Meraviglioso.

J: Una delle cose che abbiamo fatto è, ogni giorno una persona doveva doveva dare un obiettivo agli altri. Ho dato loro come obiettivo Venere. Non ho fornito altre informazioni anticipate.

K: Ho studiato la remote-view.

J: Non ho detto nulla. Alla fine tutti, hanno detto: Wow! Che posto! Amerei andarci! Sapete, la è fantastico.

K: Oh, grandioso.

J: E’ stato molto soddisfacente.

K: Bello. Si.

J: Cosa è accaduto…a fine anni ’50 avevamo un paio di ragazzi della Marina che usavano un pallone, per analizzare l’atmosfera di Venere. Per qualche ragione, ci siamo dovuti fermare.

Penso che alcuni generali si siano trovati al tavolo e che lui abbia detto: Ecco il piano (Kerry ride) Dobbiamo assicurarci che nessuno creda che ci sia vita su Venere, quindi mi dovete dare un’idea. Pensiamoci.

Allora uno ha detto: Cosa ne pensate di un’atmosfera di acido solforico?

Quindi ha pensato: Bene, bene, mi piace….un’atmosfera di acido solforico! Ora, forza ragazzi, pensiamo oltre. Cos’altro?

Diciamo, vulcani, vulcani in eruzione? Ok, mettiamo un vulcano ogni miglio quadrato su Venere, con molta lava.

Ok, altre idee dai. Cosa ne pensate di una pressione di 90 bar?

Bene bene! 90 bar di pressione! Nessuno può vivere con 90 bar di pressione, 90 volte la pressione della Terra. Allora dice: Penso che abbiamo un buon programma.

Allora uno dei capitani dice: Sapete, Generale, penso che nessuno ci crederà a queste stronzate. Come può accadere tutto questo ad un pianeta, così vicino a noi? Perchè ci dovrebbe essere un’atmosfera di acido solforico, vulcani esplosi, 90 bar di pressione?

Allora dice: Non preoccupartene, ragazzo. Se lo diciamo a lungo forte e continuamente, ci crederanno!

Ecco com’è nato il nuovo pianeta Venere!

K: Incredibile. Questo è uno scenario incredibile.

J: Sia Adamski e Menger…entrambi hanno visto o sono stati la.

K: Si pensa anche che ci sia qualche visitatore alieno simile a noi nella Casa Bianca?

B: Valiant Thor. Questo è lo Straniero al Pentagono.

J: Val Thor? Val Thor. Si.

B: Si, Cal Thor. Lo ha detto Frank Stranges che ha scritto il libro Stranger at the Pentagon. Se ricordo bene, non ho letto il libro, se mi ricordo bene, Val Thor si pensa venisse da Venere. Questo prima che decisero di cancellare la storia di Venere.

K: Giusto.

B: Cosa ne sai?

J: Solo che la sua, la navicella di Val, si pensava che fosse parcheggiata a Lake Mead. Ho qua le coordinate. Puoi andarci e vedere dov’era. Questo è tutto ciò che so di Val Thor.

B: Una delle persone che abbiamo incontrato dopo averti intervistato, è stto Bob Dean, che dovresti conoscere bene. Uomo meraviglioso. Ci ha detto che gli alieni di cui si preoccupano maggiormente le autorità, sono quelli indistinguibili da noi.

K: Giusto.

B: Che se camminassero nei corridoi del Pentagono, nel governo, nell’esercito…per le strade, non riconosceresti mai la differenza. Ne hai mai sentito parlare?

K: Lo hai saputo questo?

J: Ci sono alieni così. Il problema è, che ci siamo alleati con quelli sbagliati. Pensiamo che i Grigi siano i nostri nemici. Ecco perchè abbiamo costruito almeno dodici piattaforme armate con armi ad energia diretta che sono ora in orbita. Abbiamo iniziato nel 1968, prima dell’Apollo.

K: Hmmm.

J: Quello che vogliono fare, quando dico “loro” parlo dei Cattivi Nazisti NASA, è che se non possono farcela con i Grigi, allora faranno saltare la Terra. Non vogliono che i Grigi abbiano quello che loro considerano il premio. Non capiscono che ci sono MILIARDI di Terre. Ci sono miliardi di Terre, identiche alla nostra, in vari stadi di sviluppo, sapete? Pensano che vogliano distruggere la Terra e non è così.

Ora, per supportare questa storia, una delle prime cose che mi ha detto Bob quella notte, fu che vide un messaggio che abbiamo spedito ai padroni dei Grigi. Era: O ci date supporto a eliminare i Grigi o nessuno avrà la Terra.

Ecco quando Bob mi ha parlato delle super armi che abbiamo, che possono distruggere un continente grande metà del Sud America. Da quel momento, quel personaggio davvero affidabile ha detto: Si. Abbiamo armi spaventose. Quindi non so come finirà.

Quindi il piano è, che chi guida tutto questo sta per distruggere…Il piano è distruggere noi se non possono battere i Grigi. Chiaramente non ci possono riuscire. I Grigi sono IN OGNI posto come questo!

K: Corretto.

J: Non posso dire che sono benevoli. Hanno un lavoro ovvero occuparsi dei “contenitori”. A volte è buono e a volte è cattivo. Questo è il loro lavoro. Nessuno può interferire. Loro ci proteggeranno da ogni tipi di disastro. Nel frattempo i Cattivi Nazisti Nasa…

K: Ok, cosa dici dei Rettiliani?

J: Sono una cosa a parte, sono sicuro. Hanno la loro civiltà. Probabilmente stanno sottoterra.

K: Sicuramente sai che ci sono varie specie di Grigi, vero?

J: Si. Ce ne sono diversi di loro e diversi Rettiliani. Io e Ron Schmidt stiamo parlando con un ragazzo, uno scienziato molto credibile, uno che si può sedere e parlare tranquillamente di tutto. Ci ha parlato del suo primo incontro con un Rettiliano.
Stava lavorando nel laboratorio. Ha guardato questo ragazzo e gli ha fatto una domanda. Allora ha detto che la sua seconda palpebra è scesa, sapete. (ride)

K: (ride)

B: Ci ha contattato uno scienziato, nipote di un ex Direttore della CIA. Un ragazzo molto intelligente. Dice di essere stato a Dulce per un particolare lavoro tecnico. Così è iniziata la conversazione. Come parte della sua preparazione a Dulce, gli è stato detto cosa fare se incontrava un Rettiliano. Questa è stata parte del briefing.

Gli è stato detto che se incontri uno di questi ragazzi, devi unire i palmi per mostrare un gesto di supplica. Questo mostra che non sei una minaccia. Se non devi farlo…lo fai. Ha detto che questo lo fai con questi ragazzi. Allora ti lasciano stare.

Ne ha incontrato uno. Ha incontrato un Rettiliano in comunicazione silenziosa con un Grigio e in una occasione, per pochi momenti. Ha fatto quello che gli è stato detto. Ha detto che questa enorme creatura era imponente e arrogante e fredda e sembrava poterti uccidere con un solo colpo.

J: Uh huh.

B: Quindi ti fai indietro..lentamente. Tutti erano freddi. Tutto era freddo. Questo ce lo ha spiegato molto bene.
Coincide con quello che hai sentito?

J: Assolutamente, 100%…come molte storie che ho sentito.

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3297

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – Parte 3 agosto 13, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far

J: Ora (mostra i documenti) questi sono gli originali del caso Dulce. Sono stati scritti a matita da Mr.X, che vive ad Henderson. Lo ha fatto perchè li distribuissi.
Ci sono pagine informative e disegni del laboratorio, i contentori con i tessuti umani. Questi sono i tubi di test con umani in crescita e diversi…Questo è l’utero con i diversi umani…

K: Da dove vengono questi documenti e disegni?

J: Mr. X li ha copiati da fotografie che gli ha dato Thomas Castello, perchè le nascondesse.

K: Ok.

J: Mr.X ha avuto una delle scatole. Una delle scatole è stata nascosta nelle montagne vicino a Dolan Springs, a sudest da qua sulla strada per Kingman. Quindi il discorso era, erano..

Oh, quindo ho preso questi (indica dei fogli sulla scrivania), quindi li ho battuti e ho fatto nuovi disegni in bianco e nero dai disegni a matita, perchè non potevi vedere i disegni a matita chiaramente.

Quindi, vedi il contenitore qua e questa piccola cosa che scende. Dice: Sembra mantenere la vibrazione in acqua. Era un liquido ambra. Fornisce le dimensioni approssimative. Dice: Osserva i grandi pezzi di tessuti pallidi nell’acqua torbida, sommersi, non galleggiano.

Ognuno di questi è una descrizione di una delle foto che Castello ha dato a Mr.X. Ecco una foto della camera sul corridoio per (indica le parole) numeri di serbatoi…

K: Ora ho dimenticato. Cosa è accaduto a Thomas Castello?

J: Te lo racconto. Ecco una immagine del….Questi “uteri” sono bloccati in macchine. (legge) Uteri sommersi in una specie di liquido giallo, semba piu fine dell’acqua. Questi umani crescono lì. (altre parole) Creature che galleggiano in acqua di colore ambra. L’utero ha una colorazione giallo-bianca in sfondo. Dozzine di creature in ogni utero. Non posso contare i contenitori, forse centinaia.

Questi uteri erano 2 piedi verticalmente e 3 o 4 orizzontalmente. Queste creature…se le tiri fuori..ecco come appaiono tenendole in mano. Hanno tre dita, due piedi. Non sono umani. Il colore è sbagliato. Sembra grigio-blu. Hanno una pelle molto sottile e sono circa 6 pollici in altezza.

(punta i disegni) Questa è la rappresentazione dei tubi. La luce della stanza era rosa/porpora, luminosa in alcune aree. Centinaia di vari stadi di crescita. In altre parole questi tubi, queste cose che crescono, sono in vari stadi di crescita.

Ciuffi di capelli, quasi senza naso. La bocca è sigillata. L’utero sembra grigio. Le vene sembrano grigio scuro. La creatura è bianca, occhi pallidi. Non posso capire il sesso. Due piedi, tre dita. Il liquido di colore ambra, non completamente chiaro. Sembra che il tubo di vetro sia alto circa 5 piedi.

Quindi, queste sono varie informazioni. Non sappiamo cosa sia, ma era nei fogli.


Castello ne ha fatti 5 o 6, impermeabile, avvolto da plastica, containers. Le scatole contenevano (legge): 25 foto bianco e nero, video senza dialoghi e un set di carte che includevano informazioni tecniche della presunta struttura occupata da personale degli US e alieno, ad un km sotto Archuleta Mesa vicino a Dulce, Nuovo Messico. Diverse persone sono state fornite del pacchetto descritto sopra, per sicurezza. A molti di loro è stato mostrato il contenuto, ma non avevano preparazione tecnica o ne sapevano molto poco.

A Mr.X ne è stato dato uno, il fatto era..Thomas era in corsa. La Dulce o altre di queste operazioni hanno mandato fuori dei cacciatori di taglie. Questi sono motociclisti o simili, che cercano qualcuno per soldi. Sono molto seri in quello che fanno e di solito ci mettono poco tempo.

Comunque, Thomas ha parlato con Mr.X: Sarò qua ogni 4 mesi, per mostrarti che sono vivo. Oppure contatterò. Se manco 2 contatti ogni 4 mesi o 8 mesi, due in fila, allora puoi rilasciare i documenti.

Tutto questo è accaduto nel 1987. Penso che nel ’93 0 ’94 Castello ha mancato i contatti. In altre parole è mancato per 8 mesi. Allora si è deciso di prendere la scatola.

Non sono andato io, ma credo ci sia andato Bill Hamilton. Penso fosse uno di loro. Penso che Tal fosse un altro, ma non sono sicuro. Non ricordo, è stato circa 20 anni fa. Ricordo che fu un serio sforzo, fecero almeno 6 spedizioni per trovare la scatola e non ci sono riusciti.

Bill (fuori camera): Hai detto che è stata interrata sopra la montagna? Corretto?

J: Non era sopra. Non penso fosse in cima. Era nascosta a circa metà strada.

K: Abbiamo sentito che ci fosse come una magia o magia nera, qualche tipo di magia attorno all’area dove si trova la scatola.

J: Può essere. So che non c’è nulla di segreto da parte nostra. Abbiamo usato sempre filmati, video o qualche registrazione, sempre per 40 anni Non c’è nulla che possiamo nascondere. Nulla di ciò che diciamo o pensiamo o facciamo, è segreto.

K: Nel senso che siete sorvegliati perchè siete coivolti?

J: No. Tutti. Ogni persona sulla faccia della Terra.

K: (ride) Oh, Giusto!

J: Non c’è nulla che qualcuno possa tenere segreto. La Marina….per alcune delle cose che ha tirato fuori Linda Howe…

Come dato di fatto ho avuto una possibilità per parlare con lei l’altro giorno. Lei ha trovato alcuni documenti nel suo garage che sembravano piuttosto tecnici e ha detto di averli ottenuti a fine anni ’80, ma non li aveva letti.

Ora che ha preso il tempo per leggerli, ha pensato che avessero molto valore…erano miei? Ho risposto, No, non sembrano miei. Allora disse, Ok, li caricherò. Allora li ha messi sul suo sito. Qualcuno su ATS dice: Hey, guardate questo. Forse non su ATS. Penso li abbiano ignorati. Qualcuno su Open Minds.

Ho detto, ok, ci guarderò. Allora sono andato la. Era..sapete, dovete pagare i vostri debiti. Dovete pagare qualcosa per il suo materiale. Quindi non li ho presi.

K: Ok.

J: Allora le ho scritto e ho detto: Linda, sono un po a corto ora. (Kerry ride) Puoi farmeli vedere? Allora qualcuno me li ha scaricati e ho letto tutto. Si trattava di materiale che io e Tal e gli altri nell’industria…Qualcuno ha preso tutto questo e ne ha fatto un grosso documento.

K: Oh. Ok.

J: Tutta roba nostra. C’erano alcune frasi nascoste. Quella che ricordo in particolare parlava di un ex Procuratore Generale del Nevada di nome Brian e non ricordo il suo nome. Il suo cognome era Brian. Il suo nome reale è Bryan.

Per alcune strane ragioni ho la capacità di ricordare cose che sono accadute 50 anni fa, in modo esatto. Non so cosa sia, voi lo sapete? Però non posso ricordare cose che ho letto, persone con cui ho parlato. Nulla di questo. (tocca i documenti) E’ istantaneo. Non so come funziona, perchè molte altre cose non le ricordo.

K: Wow.

J: Cose come…Leggere…Posso prendere questo documento e leggerlo e dire, No, so chi ha scritto ognuno di questi. Sapete? E ricordarlo. Così…

K: Grandioso.

J: Il documento che aveva non era segreto.

K: Quindi la scatola non è stata trovata? E delle altre 6 scatole?

J: Ognuna ad un amico e nessuna è stata trovata.

K: Ok.

J: Ecco la fine della storia Dulce. Tutta in un colpo.

K: Cosa dici di Mark Richards? Ne hai sentito qualcosa? E’ la persona…che disse di essere stata la guardia di sicurezza, che ora è in prigione per altro..Dice che è stato organizzato per omicidio. Sua moglie, Joanne, penso sia..

J: Totalmente una stronzata!

K: Davvero?

J: Questo per tre di noi che hanno fatto ricerche sulla storia in passato, in avanti, dopra e sotto. Questo è The Dark of the Moon o qualcosa del genere.
Voglio dire, era pazzesco. Quando ho iniziato a leggerlo….l’ho pagato! Ho mandato…ho pagato con denaro per questa storia. Dato che ha detto di essere stato un pilota per i test negli anni ’40. Questo poteva combaciare perchè, si usavano i piloti per test a quel tempo.

Qualcosa suonava interessante. Quando ho letto l’attacco a Dulce, sapete, l’attacco…..La storia di Dulce, la battaglia, quella che chiamiamo “Guerra di Dulce”, non è stata per nulla una guerra.

Quello che accadde è che erano nel..Erano tipo negli anni ’70, penso nel ’79. Il Grigio, un Grigio, ha ottenuto un gruppo di circa 40 scienziati USA. Questo a Dulce. Era una classe. Le guardie, le nostre guardie, la Delta Force è stata avvisata di non entrare nella classe con il Grigio o di avvicinarlo, con le armi o altro del genere.

Per qualche ragione, questa guardia di sicurezza è entrata nella classe con un’arma e il Grigio lo ha ucciso istantaneamente. Non c’è stato avviso, lo ha ucciso istantaneamente.

K: Oh wow.

J: Quindi la Delta Force lo monitorizzava per vendicarsi di quello che avevano visto. Quando si sono organizzati, 66 persone sono state uccise, inclusi gli scienziati e la Delta Force. Ora…

B: Da un Grigio?

J: Da un Grigio. Avevo sentito questa storia. Quando Bob era alla S-4, ha letto la stessa storia. Ha letto la parola Dulce. L’unica differenza tra il documento, il briefing che ha letto sul massacro, è che avvenne all’Area 51. L’unica spiegazione possibile che ho è che il suo permesso non era abbastanza alto per sapere di Dulce. Perchè non è accaduto in Area 51. Però ha letto tutta la descrizione e ne parla.

Forse avremo tempo….Ho un nastro la sopra intitolato The Bob Chronicles e poche persone lo hanno visto. Quando Bob decise di non tornare al lavoro al sito, stava diventando matto e un giorno venne da me, lo stavano fiaccando, ma riuscii a calmarlo e si addormentò sul divano..Di cosa stavo parlando?

B: Prima stavi parlando del fatto che aveva visto i documenti, ma non aveva il permesso di sapere di Dulce. Gli era stato detto dello scontro.

J: Giusto.

K: Però stavi dicendo che questo nastro..il nastro che aveva registrato…

J: Oh, il nastro, The Bob Chronicles. Comunque, dopo che George Knapp fece l’intervista a casa sua per mettere tutto su nastro, in modo da informarci, così se volevano ucciderlo almeno avremmo avuto questo.

K: Oh.

J: Questo prima di quando abbiamo fatto il nastro Lazar. Il nastro Lazar, ha necessitato di tre o quattro mesi. Questo è professionale. Quello che voleva fare George era ottenere l’informazione ora, così…

K: Stai dicendo che la possiedi?

J: Si, proprio lì. L’ho data a Ron, ..

K: Garner?

J: Garner…l’altro giorno, per metterla su DVD.

K: Davvero?

J: Mm hm.

K: Cercherai di venderlo?

J: Non penso. Abbiamo provato..ho parlato con George di questo e ha detto no, tecnicamente è di Channel 8. Non può farsene nulla. Qllora ho detto, ok, lo mostrerò ad amici, per dire che…

K: Si, vorremmo vederlo!

J: Certo.

K: Sarebbe grandioso.

J: In pochi minuti faremo una pausa e ve lo mostrerò.

B: Vorrei chiederti della storia di Phil Schneider sull’incidente a Dulce.

J: Sapete, Phil è una grande persona. L’ho incontrto diverse volte. E’ una grande storia. Penso ci siano aspetti veri della storia di Phil Schneider, ma non penso che lo sia Dulce. Non penso che si sia trovato nell’incidente a Dulce. Perchè sono stati tutti uccisi.

K: Forse è successo più di una volta?

J: Scontri a fuoco?

K: Si.

J:Possibile. Però Bob ha letto solo di uno. Le persone con cui ho parlato…pochi minuti fa stavamo parlando degli insiders che ho incontrato. Uno di questi di cui vi ho parlato, quello che mi ha detto di quel pezzo di equipaggiamento così enorme che non sa come sia stato portato sulla Luna, ha parlato di Dulce.
Ha detto che la conosce come Sezione D. Ci sono altre persone che la conoscono come Sezione D e non Dulce.

K: Ok.

J: Questa persona precisa…era l’insider. Quando parlo di un insider, questo era all’interno, ha detto….mi ha parlato di cose che non ho mai sentito prima. Per esempio, ho sempre saputo che siamo stati sulla Luna nel 1969. Lui disse: Si, ci siamo stati nel ’62, su Marte nel ’66.

K: Wow!

J: E’ stato quello che mi ha parlato del quarto astronauta ucciso nell’Apollo 1, perchè è stato la due ore dopo. Hanno mandato lui specificamente. Non sanno perchè hanno chiamato per lui. Ha detto che appena finito il fuoco, la NSA, che controlla tutto la, non la NASA, la Nationa Security Agency, hanno chiuso tutta l’area.

Nessuno si è mosso mentre loro erano presenti, quelli della NSA, nessuno ha rimosso il corpo. Dovevano, prendere Grissom e Chaffee e White e hanno preso il ragazzo. Era seduto giù alla unità di controllo ambientale. Vi mostrerò come appare il modulo Apollo…perchè quando inizi a parlare del quarto ragazzo, diventa: Oh non ci sono stanze, l’ho visto in un museo.

Ci sono molte stanze la sotto, perchè lì hanno conservato le rocce lunari…dove si conservano le rocce lunari. La persona deve tenere i piedi lì e tenere la testa sul pannello strumentale. Gli astronauti dovrebbero stare così (indica dietro e sopra la sua testa) e lui dovrebbe stare così (punta verso i suoi piedi).

Il fatto è che la c’era sempre un quarto ragazzo per aiutarli a ordinare i loro problemi. Ora, quel giorno particolare, Joe Shea avrebbe dovuto essere lì e per qualche ragione Joe non era lì. Quindi questo astronauta, chiunque fosse, era lì ad aiutarli in questi problemi.

Ogni libro la sopra sull’Apollo, che leggete, la storia ufficiale è che Walt Schirra ha incontrato Joe Shea a pranzo e ha detto: Sai, perchè non prendi un un extra headset e mandi un altro ad aiutarli a ordinare i loro problemi?

Joe Shea avrebbe detto: Si. Penso che ci proveremo. Allora ogni libro va avanti dicendo che era troppo difficile da fare, che avrebbero dovuto appendere cavi fuori dall’hatch e avrebbero dovuto sigillarlo, quindi non potevano farlo. Tutto questo, chiaramente, è una cavolata. Avevano tutto cablato per un quarto astronauta per questo proposito specifico, per aiutarli.

Conosci Clark McClelland?

B: Clark McClelland, si.

J: Io e Clark McClelland abbiamo parlato di questo a lungo. Ad oggi lo ferisce parlarne. Abbiamo parlato di quello che è accaduto dopo. La sua sensazione è, è l’unico che me lo ha detto, ha detto che non è stato un omicidio specifico, ma che l’hanno lasciato accadere. Li hanno lasciati morire. Questo colpisce a fondo Clark.

Ok, circa una settimana fa la CNN ha riportato che un blocco di ghiaccio di 220 miglia per 40 o 50 miglia, si è staccato dall’Antartico e questo dimostra quanto sia serio il problema del riscaldamento globale. Il video è stato ripreso da una compagnia Inglese in un Twin Otter, volando attorno a questo blocco di ghiaccio, per 40 miglia.

Questo è stato venduto al pubblico come qualcosa che si è rotto, quando ovviamente è stata un’arma a energia diretta che ha fatto quel taglio. Stanno usando le armi che hanno, le armi a energia diretta, per fare tutte queste cose.

Hanno tagliato il pezzo di ghiaccio in modo che ci preoccupiamo del riscaldamento globale. Cosa che..si, abbiamo il riscaldamento globale, ma non ha nulla a che vedere con quello. Si tratta di un ciclo naturale della Terra che la porterà a riscaldarsi per un periodo e quindi si raffredderà. Non ha nulla a che fare con quello.

Hanno fatto altre cose…certamente il Murrah Building a Oklahoma City, è stata assolutamente un’arma a energia diretta. Senza dubbi. Sono sicuro che timothy McVeigh sia vivo e stia bene ora. E’ stato parte dell’operazione. Non c’è modo per cui lo abbiamo lasciato morire. Quello è stato un test per l’arma ad energia diretta, provata per il 911.

Parlando del lancio misterioso dell’Atlas 5…l’Atlas 5 era un missile che noi…uno dei nostri missili che usiamo per lanciare qualsiasi cosa nello spazio. Questo venne lanciato 24 ore dopo che l’Atlantis, la STS-122 è stato ripulito (scrubbed) al Kennedy Space Center. La Base Aeronautica Patrick è lì vicino, il Cape Canaveral dell’esercito.

In qualche modo l’hanno lanciato in 24 ore. Sto dicendo che l’importanza di questa storia fu, qualcosa che accadeva nell’Atlantis, DOVEVA essere portata la. Quindi hanno dovuto preparare tutto e mettere gli astronauti, sono sicuro che erano astronauti, nell’Atlas 5 e lanciarlo.

Ora l’Atlas 5, chiaramente, ha una grande capacità di carico sopra e poteva esserci di tutto. Non ho mai visto cosa. Penso ci sia una piccola astronave con due o tre astronauti. Quando l’Atlas 5 sale, si apre così (mette le mani a coppa e le apre) e questa piccola astronave esce e può essere manovrata tra le altre piattaforme spaziali che abbiamo. Quindi torna indietro e scivola a terra.

Quello che è sospetto di questo è che hanno portato questo in aria in 24 ore dopo che l’Atlantis è stato ripulito e la storia che hanno raccontato. Più tardi mostrerò i punti di questa storia, che la rendono sospetta.

Una delle cose che voglio dirvi è che ho guidato tra Las Vegas e Reno per circa 30 anni. I miei si sono spostati la sopra nel 1968. Io mi sono spostato nel 1974. A circa due terzi di distanza verso Reno, c’è un piccolo paese chiamato Hawthorne, nel Nevada. C’è un piccolo lago. Si chiama Walker Lake. E’ lungo circa 14 miglia e profondo circa 80 piedi. E’ un posto molto pittoresco, in mezzo alle montagne.

Ci sono due attività militari la. Una è la fabbricazione di munizioni, dove producono diversi tipi di esplosivi, missili, questa roba. Questo da un lato della strada. Dall’altra parte della strada c’è un posto chiamato NUWC e sta per “Naval Undersea Warfare Center”.

Ora, ogni volta che ci passo, vedo questo bellissimo cartello che dice “Navy Undersea Warfare Center” e realizzo che siamo nel punto più lontano del Nevada che si possa raggiungere. Tutto ciò che trovi è sabbia e montagne. Poi questo piccolo lago. Non si può usare per l’addestramento sottomarino, perchè non è abbastanza grande.

Allora me lo sono sempre chiesto….Puoi guardare la sotto e vedi come un paio di strane costruzioni, ma nulla di interessante. Mi sono sempre chiesto cosa sia quel posto.
Ora negli anni, volando per diverse compagnie, ho parlato a tre persone che hanno detto che c’è una base sottomarina la.

Ora, mi sono sempre chiesto, prima di tutto…I sottomarini non possono risalire nel Walker Lake. Non può accadere. Non c’è modo in cui possano farlo. Però le persone che me lo hanno detto sono affidabili e mi sono sempre chiesto quale sia la spiegazione.

Lo scorso agosto ho parlato dell’UFO Expo West di San Jose. Il mio argomento era La Civilizzazione sulla Luna, quando ho parlato di questo. Dopo questo discorso, un ragazzo della Marina ha parlato, un giovane in uniforme, per ringraziarmi.

Ho detto: Sei stato la?
Ha risposto: Oh si, nessun problema.
Ho detto: Grande! Sei stato giu nei tubi?
Ha risposto: Ogni giorno.

Ora ecco la domanda chiave per uno della marina. Perchè, la Marina ha un sistema di tubi che vanno per tutto il mondo ed è molto, molto rapido. Puoi andare ovunque nel mondo in un’ora. E’ molto segreto. E’ stato operativo dagli anni ’60 e tutti lo sanno, ma è un grande segreto. Un grande segreto della Marina.

Ho conosciuto alcuni personaggi di massimo livello nella Marina e nessuno ha mai ammesso di esserci stato a parte questo ragazzo. Quando lo ha fatto, ho detto: Tu sai. Lui lo sa. Quindi l’ho incontrato più tardi e mi ha detto molte cose interessanti.

K: Come sono i tubi? Quando dici “i tubi”, parli di…come? Un treno ad alta velocità?

J: Si. Un treno ad alta velocità. Come il diametro di questa stanza. Hanno piccole auto in cui entri in posizione prona e le chiudi. WHOOSH! Così vai ovunque nel mondo.

K: Wow.

J: Ho parlato a questo ragazzo e una delle cose che ha detto è stata: Sai qualcosa di Hawthorne? (Kerry ride)

Ha detto: No. Ha detto: Perchè?
Ho risposto: C’è una centro militare sottomarino, lo sai.
(Ha detto): Oh si. So di cosa parli. Si, ha detto. L’entrata è..a nord di Fort Ord a Monterey Bay. (Kerry ride)

Ha detto che l’Oceano Pacifico va sotto la California, il Nevada e l’Idaho. Ha detto (punta la mappa ad ovest degli USA) che questo è il canale che va da Monterey Bay a Hawthorne e quindi c’è un ascensore a Hawthorne che va giù per 4300 piedi, perchè l’altitudine di Hawthorne è di 4300 piedi e l’ascensore li porta a livello del mare sotto Hawthorne.

Ecco perchè la base dell’Esercito è lì, perchè usano i sottomarini. Ecco perchè non vedrete mai e nessuno ha mai visto, nessun camion uscire da Hawthorne sia da sud che da nord. Non lo fanno. Vanno giù nell’Oceano Pacifico dove i sottomarini vanno dentro, caricano ed escono. (punta la costa della California)

Ora che uno dei miei amici era..Scottie Lyon, Team 6 dei SEAL, uno dei fondatori del team originale dei SEAL. Grande ragazzo, ora se n’è andato, ora posso parlarne. Mi ha detto che c’era una base segreta della Marina in Lake Tahoe. Non mi ha detto più di questo. Ora però vedo di cosa tutti parlano. Ci sono basi sotterranee, basi della Marina, che sono connesse dall’Oceano Pacifico, per ogni direzione.

C’è qualcosa nell’Idaho. Chi lo sa? Pochi mesi fa su ATS un ragazzo disse che suo padre aveva lavorato sui sottomarini nucleari a St.Louis, nel Missouri.
Lui si recò sul posto e vide il lago e tutto. Allora la mia domanda fu: Sono saliti nel Mississippi? Oppure sono andati la dal lato est dell’Oceano Pacifico? Allora la domanda è: Si connette con l’Atlantico? E’ molto probabile.

Due dei sottomarini nucleari originali persi dalla Marina, come ricordate, erano il Thresher e lo Scorpion. Entrambi sono stati giustificati con storie fantastiche, come la rottura di una valvola o l’attacco di un sottomarino Sovietico e queste cose.
Se guardate i Files Branton e leggete questa storia, questi sottomarini sono stati persi esplorando quest’area (punta la mappa della California verso il Nevada). Entrambi…il Thresher e lo Scorpion.

Quello che c’è di interessante è..su ATS quando ho iniziato a parlare di questo (ride), hanno chiamato il grande team dal Pentagono. (Kerry ride)
Questo ragazzo duro della Marina è entrato e, tutto huffy e huffy: Ho sentito qualcuno che vuole parlare del Thresher e dello Scorpion.

Allora l’ho lasciato continuare. Chiaramente è andato via il giorno dopo. Non ha capito. Ha pensato che ci avrebbe intimidito. Questo è stato interessante.

Si trattava di una nave da guerra computerizzata. E’ chiamata Fleet 21. Esiste. Hanno finito le loro prove in mare a sudest di Coronado. Ora sta divenendo pienamente operativa.

E’ lunga 600 piedi ed è come qualunque altra nave da guerra, eccetto che non contiene personale. Tutto computerizzato. Ha una piattaforma di atterraggio per elicotteri dietro, che se qualcosa va storto, portano un team con nove membri nella stanza dei computers e riparano, quindi ripartono. Questo ci permette di attaccare con una nave da guerra senza rischiare dei soldati.

(Kerry ride)

J: L’altra cosa che ho saputo è che abbiamo (tiene un disegno) un Sottomarino d’Attacco Rapido.

Ora, quello di cui ti parlo è tecnicamente non classificato, per questa ragione: diversi anni fa si è determinato che al momento in cui classifichi qualcosa, devi fare molto lavoro cartaceo che diviene non classificato. Troppe persone ne devono sapere. Quindi la cosa migliore è non parlarne a nessuno, a parte che con quelli che devono saperne e quindi non classificarlo. In questo modo tieni meglio il segreto, se questo ha senso.

(mostra un diagramma) Questo è un Sottomarino per Attacco Rapido alimentato col nucleare. La cosa interessante è, che credo usi la fusione invece che la fissione. E’ lungo solo 70 piedi. Immagina una fonte nucleare che può alimentare una cosa così in questo piccolo spazio.

(punta il lato del vascello) Questo è un Lockout per un Team SEAL da 12 membri. Questo è il sottomarino. Penso ce ne siano 70. Questo è quello, credo, che taglia i cavi, perchè possono andare in profondità e fare uscire il team da 12 uomini e fare quello che vogliono senza con i cavi. Questo è molto avanzato. E’ lungo 70 piedi, va a 120knots e ha un equipaggio di 9 uomini.

Il ROV qua sta per Veicolo Operato in Remoto. Loro si trovano qua e ce ne stanno tre. Uno di loro può volare. Possono volare attorno e fare foto o altro.

Ora, guardi la velocità di 120knots e dici: John Lear, dai sappiamo che le armature in volo o sommerse non possono andare così rapidamente. Il fatto è che hanno trovato, hanno risolto il “controllo dello strato esterno”. Il controllo dello strato esterno è quella porzione di mare che va in contatto con la nave e produce frizione.

B: Quindi è simile alla tecnologia che hanno messo sulle ali dei Bombardieri B2?

J: Si.

B: Però applicata all’acqua.

J: Sottomarini.

B: Capisco.

J: Questo lo producono nello spazio in impianti di costruzione. Quando lo shuttle ritorna e quando altri aeroplani… (vi mostrerò un’altra immagine di un aereo visto sull’Irlanda un paio di anni fa)..tornano, riportano le parti. Riportano fogli, rotoli e barre.

Questa è roba fantastica e puoi fare di tutto. La cosa più importante che puoi fare…come sui sottomarini, mantiene lo strato esterno, questo strato tra l’armatura e il mare, distante di 3-5 cm, così non c’è frizione. Nemmeno rumore.

Questo non lo usano solo nelle nuovi navi da guerra, ma sui sottomarini e sugli aeroplani. Questo è un materiale davvero fantastico.

Ecco come possono andare a 120knots. Sappiamo che per l’armatura di una nave, diciamo, la Ronald Reagan…la velocità massima teorica è di 1.34 volte la linea d’acqua. Quindi sappiamo che la linea d’acqua della Ronald Reagan è di circa 1000 piedi. Quindi prendi 1.4 volte la radice quadrata di questo e ottieni 32knots. Questo sembra ragionevole. Sapete, un carrier che va a 32knots è davvero notevole.

Il fatto è che penso che la Ronald Reagan vada a 90knots. La ragione per cui lo penso è perchè l’Enterprise andava sicuramene a 75knots. Ho amici che lavorano su questo e dicono che quando devono andare rapidamente in un posto, dicono a tutti di andare sotto coperta, per il tempo che sta arrivando. Quindi la portano a 75knots.

La ragione per questo è: Numero 1- non vogliono che nessuno immagini la velocità a cui possono andare. Non vogliono che nessuno esca da sotto coperta. Perchè 75knots è davvero molto, quasi 90 miglia orarie! Non vuoi che nessuno cammini mentre teoricamente stanno viaggiando a 30knots.

Quando dici: Quando ci vanno, nessuno fa domande? No. Il fatto è che nessuno fa domande.

Il TWA 800 è stato abbattuto da un sottomarino della Marina. Viene tenuto nascosto. Spesso sento persone dire: Non è possibile perchè sappiamo che quelli della Marina sono quelli che parlano di più nel mondo e certamente qualcuno parlerebbe.

Non è vero. La Marina è una delle forze più chiuse nel mondo. Nessuno dice nulla finchè non deve. Non c’è modo in cui qualcuno su quel sottomarino possa aver detto qualcosa. Si, una persona ha chiamato suo padre. Questa persona si chiama Jim Sanders, che ha scritto The Downing of Flight TWA 800. Questo è l’unico che ha detto qualcosa.

B: Quale missile?

J: Non so. Volevano colpire un drone. Quando lo hanno lanciato, il drone era tra il TWA 800 e il sottomarino. Per qualche ragione, quando il missile venne lanciato, perse in un istante, il lock sul drone. Quando ha ripreso il lock, lo prese sul TWA 800. Lo ha colpito in prima classe, ha colpito il naso e ha fatto esplodere il serbatoio centrale.

K: Stai dicendo che è stato un incidente.

J: E’ stato un incidente. E’ stato un incidente della Marina. Lo stavano usando per esercitazioni di fuoco-vivo.

K: Ok.

J: Lo hanno fatto sempre. Questo è stato il quinto aereo, di linea civile, che la Marina ha abbattuto dal 1963.

La prima è stata la Flying Tiger Line, per cui ho lavorato. Un Lockheed Constellation sopra Guam, dove è salito un pilota della Marina, stava mirando a un aereo di linea perchè non aveva altro da mettere sotto mira e accidentalmente è partito il missile. Ha colpito, ha ucciso tutti. Anche questo incidente è conosciuto, sapete, per “cause sconosciute”.

Però questo ha portato la Flying Tiger Line a divenire il maggior trasportatore durante la Guerra del Vietnam e il Pentagono ha autorizzato una sezione separata della Flying Tiger Line, chiamata Flying Tiger Air Services, a fare voli extra verso il Giappone, nel Vietnam. Voglio dire che la Flying Tiger ha fatto una fortuna con l’incidente. Io ero a stretto con…

B: Prima che perda il punto, vorrei confrontare questa testimonianza. Dato che ci è stato detto da Hnery Deacon, ha chiesto a noi di toglierlo dal sito, perchè era curioso di sapere cosa è accaduto al TWA 800. Quindi dall’interno ha fatto domande.

Ha detto che è stato un missile Stinger. Hanno mirato esattamente al drone ma lo hanno mancato. Questo è il modo in cui lo ha detto. Ha detto che è stato davvero un incidente della Marina. Ha detto che è stato tutto nascosto. Ha detto che l’oggetto era al suo limite di altitudine, più alto di quanto detto, a circa 14000 piedi.

J: Possibile. Perchè si parla di 8000 piedi. Ecco perchè questo ha cancellato lo Stinger.

B: Si. E’ possibile che lo Stinger sia stato lanciato da un sottomarino?

J: No, penso che la storia dello Stinger e la sua altitudine classificata sia.. può essere che stiamo cercando di renderla come…dei terroristi lo hanno sparato invece che la Marina. Vorremmo indicare i terroristi come colpevoli invece che la nostra Marina. Perchè la nostra Marina ha colpito la nave Iraniana, allora perchè hanno abbattuto…

B: Quello che ha detto Henry è che è stato uno Stinger, ma un incidente della Marina.

J: Può essere stato. Comunque sia, dubito che uno Stinger sia stato sparato da un vascello della Marina. Ci sono troppe evidenze che sia stata la Marina. Lo hanno fatto e dubito che abbiano usato uno Stinger.

B: Ok.

J: Uno stinger ha dell’esplosivo e non c’erano esplosivi in un TWA 800. C’era solo il carburante che ha danneggiato tutto. Questo per la cronaca.

B: Ok.

J: Sanders ha fatto un lavoro eccellente su questo. Comunque, questo per il TWA 800. Mi ha colpito direttamente, perchè la FAA uscì con una scusa, tutta colpa di Richard Clark, che avrebbe esposto un filo nella pompa del carburante.

Questo è impossibile! Durante questa investigazione stavo pilotando un Lockheed L1011, un grosso aereo da carico. Ha un portello enorme, stavo prendendo un Boeing 777 da Wichita, dove fanno i Boeing, verso Seattle.

Mentre aspettavamo che venisse caricato e stavamo parlando con i ragazzi della Boeing, erano furiosi perchè la FAA e il NTSP parlavano di fili nella pompa del carburante. Non esistono cavi nella pompa del carburante o vicino al carburante.

Troppo ridicolo. Tutti erano delusi dalla storia. Io sono rimasto colpito perchè la FAA ha detto che devi mantenere sufficiente carburante da coprire la pompa in modo che non avvengano archi, perchè, se c’è carburante non ci può essere arco. Solo se ci sono fumi allora possono avvenire.

Sul L1011 abbiamo una capacità di carico di 115000 libbre. Se teniamo la pompa del serbatoio coperta, perdiamo circa 2 o 3000 libbre. Ecco il punto. Questo ha rovinato Kittyhawk, per cui lavoravo. Comunque…

K: Vorrei farti una domanda. Conosci Ben Rich?

J: No. Ho parlato con persone che lo conoscono. Vi dico in cosa rientra Ben Rich. Prima di tutto, sapete dov’è nato? Ben Rich fu una delle maggiori spie del Mossad negli Stati Uniti. Aveva le informazioni più classificate.

Ecco cosa accadde. Ecco come siamo rimasti coinvolti con Israele. Nel 1947 quando Israele è diventuo uno stato, James Angleton era capo della CIA a Roma.

K: Corretto.

J: Ok. Hanno mandato Angleton a Tel Aviv, con alcuni del MI-6, per formare il Mossad. Per alcune ragioni, in qualsiasi modo accadde, James Angleton si alleò col Mossad così (incrocia le dita) per sempre. Lui era la talpa.

Se ricordate, nel 1960 era CIA Director of Foreign Intelligence e doveva cercare la talpa Russa. (ride) Lui era la talpa Russa! Perchè era così amico col Mossad, che diceva cose al Mossad e il Mossad le passava alla Russia.

Quando David Ben-Gurion, nell’estate del 1963, disse: Dobbiamo uccidere Kennedy. Dobbiamo. Mi preoccupano le sue minacce sull’ispezione di Dimona. Non voglio sentire altri da Kennedy. Uccidetelo. Ha dato l’ordine al Mossad e si è dimesso così non poteva essere responsabile. Allora il Mossad è andato da Angleton.
L’assassinio di Kennedy non fu un lavoro della CIA, ma venne coinvolta la CIA solo perchè Angleton era dentro con i suoi uomini al Mossad. Lui sa tutto dell’avvenimento a Dealey Plaza e la fuga e tutto. C’erano tiratori della Corsica (Corsican sharpshooters), assunti dal Mossad.

Hanno tirato fuori la cosa e tutti dicono: Oh, pensano che il mob ha ucciso Kennedy o forse Johnson o chi lo sa, Castro. Non è vero. E’ stato Israele. La ragione è perchè David Ben-Gurion non voleva ispezioni a Dimona. Ecco tutto.

K: Questo è il loro nucleare…dove fanno i loro test nucleari-biologici?

J: Dove fanno le bombe nucleari col plutonio che ci rubano.

J: Ma cosa riguarda Ben Rich in questo?

J: Ok. Ben Rich è nato da una famiglia Ebrea benestante nelle Filippine e molto istruita. E’ stato messo alla Lockheed nel 1953 come secondo in carica a Kelly Johnson. Era lì per lo sviluppo del U2 e per lo sviluppo dello stealth.

K: Ci sono molti Ben Rich, famosi…legati al discorso UFO, tecnologia…Corretto?

J: Corretto.

B: Si. Non c’è nulla su questo nel libro (il libro che sfoglia John). Questo è il libro con la storia su quello che è avvenuto all’U-2.

K: Capisco.

B: E lo XR71.

K: Ma lui ha detto…qual’è l’esatta citazione? Forse la ricordate.

J: Abbiamo materiale che renderebbe geloso George Lucas. Possiamo portare ET a casa.

K: Si. Quindi era un insider da tempo, mi stai dicendo. Giusto?

J: Si. Però era una spia del Mossad e vi dico come hanno fatto. Ok ora..

K: Però ad un certo livello, se è una spia del Mossad…perchè il Mossad sembra essere legato con, se vuoi chiamarli, i Nazi, il gruppo NASA-Nazi.

J: Sono contento che lo abbiate capito, perchè quando le persone dicono: Israele ha qualcosa a che fare col 911? Dico: Quanto Santa Claus ha a che fare col Natale!

K: (ride)

J: (ride) Comunque…

K: Ok, stanno lavorando assieme. Mi stai dicendo che Angleton era coinvolto col Mossad. Mi stai dicendo che Ben Rich era coinvolto col Mossad. Abbiamo l’intero…l’intero allineamento qua.

J: Assolutamente-positivamente-oltre-ogni-ombra-di-dubbio. Ora siamo pronti a costruire lo stealth fighter. Questo è stato l’inizio del vero segreto nel nostro governo.

La Marina voleva un suo stealth fighter. E’ stato chiamato F-19. Qua diventa confuso, perchè le persone dicono: Oh, F-19. In realtà era F-117A. Lo hanno rinominato.

No, No, il F-19 era un aereo separato. Ne hanno fatti 62. Avevo un amico che non ha solo lavorato in avionica, ma un amico che ne sa molto. Non lo ha pilotato, ma ha conosciuto chi lo ha fatto. Quindi erano aerei completamente separati.

Alla Skunk Works di Burbank….C’era una specie di cortina di ferro grigia che scendeva alla Skunk Works e (indica a destra) avevi il 117A da questo lato e il (indica a sinistra) F-19 da questo lato. Avevano entrambi i motori F404. Avevano entrambi gli stessi sistemi di atterraggio. La ragione era che stavano cercando di costruire questo aereo segreto della Marina senza soldi, con parti di ricambio del F-117., quindi lo tenevano assolutamente segreto.

Sapete cosa? Lo hanno fatto, fino ad oggi. Perchè non trovi una persona…ecco uno dei grossi problemi su ATS. Iniziavo a parlare sul F-19 e parli di qualcosa di molto sensibile! Non ne vogliono sentir parlare.

Quindi Ben Rich a pag 48 (tiene un libro) parla della Skunk Works e di come funziona. Dice: Nel frattempo, la Marina viene da noi per provare la fattibilità di sistemi d’armamento Stealth e impostano il loro sistema di sicurezza che è doppiamente restrittivo rispetto a quello dell’Air Force.
Abbiamo dovuto installare sistemi speciali d’allarme che ci costano una fortuna e una sezione del nostro quartier generale è stata adibita al lavoro della Marina. (Kerry ride)

Ok, ecco l’organizzazione. Tutto quello che volevano erano sistemi stealth.

Ok. Nel paragrafo seguente dice: Nel mezzo di questo inter-servizio, sicurezza e hustle and bustle, il Generale Bobby Bond, in carica per l’organizzazione tattica, entra tuonante alla Skunk Works col sangue agli occhi una mattina di settembre.

I venti di Santa Ana ululavano e mezza L.A. era sotto il fumo. Il mio asma era attivo e non ero in forma per una visita. Il Generale Bond era preoccupato e ci faceva impazzire, mentre seguiva il progresso del F-117A.

Ha sempre pensato che sarebbe stato sostituito o vittimizzato in qualche modo. Mi ha accusato di aver messo alcuni migliori uomini dal suo aereo “Have-Blue”, il 117A, al lavoro su qualche progetto della Marina.

Ho fatto del mio meglio per apparire colpito e ho perfino alzato la mia mano destra in giuramento solenne verso Bobby. Mi sono detto: “Cosa? E’ una piccola bianca bugia. Cos’altro posso fare? Il progetto della Marina è top secret e Bond non ha il need to know. Potremmo andare entrambi in prigione se gli avessi detto la verità”

Quindi qua dice: Sfortunatamente, sulla strada per pranzare, il Generale ha visto una chiusura speciale e un sistema d’allarme sopra una porta non marcata, che sapeva essere usata solo dalla Marina nei suoi progetti segreti.

Bob mi ha strizzato il braccio: “Cosa avviene dentro quella porta?” ha voluto sapere. Prima che potessi inventare un’altra bugia, mi ha comandato di aprire la porta. Ha detto: “Rich, sei un bastardo! Ti darò un ordine diretto! Apri quella dannata porta in questo istante o l’abbatto da solo con questa dannata ascia per incendi!”

(Kerry ride)

Iniziò a colpire la porta finchè non si aprì. Forzò la via per entrare e c’erano alcuni Comandanti della Marina seduti. “Bobby, non è quello che pensi” mentì invano. “Col diavolo che non lo è, bugiardo!”

Mi sono arreso. “Ok, sono fatto. Prima però di andare a pranzo, dovrai firmare un modulo di “Inavvertita Rivelazione” altrimenti avranno i nostri culi!” La Marina, chiaramente, era inferocita con noi. Per il Generale dell’Air Force vedere il loro progetto segreto, fu un colpo simile al dover consegnare uno stampo ai Russi.

K: (ride)

J: Ok. Quindi..

B: Questo è il F-19. Avete una immagine artistica sul muro, vero?

J: Alla fine? Si. Queste sono stampe artistiche.

B: Aereo fantastico.

J: Ok. Ora, (punta il libro) vedete questa piccola cosa alla fine della pagina? Dice che il Generale Bond è rimasto ucciso più tardi in un volo di test. Per la tragedia, il Pentagono ha deciso che gli ufficiali non possono fare voli di test.

Questo nel 1984. Sapete com’è andata? La storia riguarda un MIG-23, cosa che sappiamo essere una balla. E’ stato ucciso in un F-19, perchè ha chiesto alla Marina di poterlo pilotare. Quello che fecero è, che disabilitarono…elettronicamente…il sistema di controllo e lo hanno ucciso.

La ragione è che non volessero che l’Air Force conoscesse il progetto della Marina. La ragione è che non volevano che sapessero del progetto della Marina, che parte di questi aerei sarebbero andati ad Israele. Questa è la storia di Ben Rich.

B: Stai dicendo che Israele ha il F-19?

J: Il F-19. Si. Si sa da 25 anni. Israele ha…Santa Claus ha il Natale?

(Jhon e Kerry ridono)

K: Grande! Ok. Vorrei chiederti dell’altro. Il Generale che Bush ha cacciato o come vuoi dirlo…

J: L’Ammiraglio Bill Fallon! Ho una storia Esquire! Quando l’ho sentito, sono andato a Borders e ho comprato questa cosa e l’ho portata a casa e l’ho letta parola per parola! (Kerry ride) Penso che tu stia parlando di un bravo ragazzo! Sapete?

K: Si! Assolutamente.

J: Oh assolutamente! L’ho fatto leggere a Marilee. Ho detto: Leggilo, perchè c’è differenza tra guerra e non guerra!

K: Si, assolutamente!

J: Ho detto: Se ci sono bravi ragazzi nella Marina, LUI è il bravo ragazzo. Ora, è stato coinvolto in molte brutte cose. Sa degli alieni…sa tutto. Però cercava di fare un buon lavoro. Questa fu una brutta….

K: Quindi siamo in un treno veloce proprio ora?

B: E’ stata una brutta notizia che lo abbiano fermato, oppure è il suo modo…

K: Non si è fermato. E’ stato cacciato, giusto?

B: No. Ha smesso.

K: So la storia..

Probabilmente sapeva che stava arrivando. Il fatto che lo dica nel magazine Esquire, due o tre mesi prima, sapendo che lo avrebbero pubblicato, mi dice che sa che stiamo accelerando una guerra nucleare in Iran. Non ci saranno guerre la senza bombe nucleari. Questo è sicuro.

B: Qual’è la posizione di Mike McConnell su questo?

J: Mike McConnell…sono sicuro che fosse un MJ1. Penso sia un bravo ragazzo. Lo abbiamo messo nel nostro “Qui Tam” perchè penso possa aiutare. Quello che sta facendo ora non ha senso nel programma generale, non so. Sto sperando che Mike sia un bravo ragazzo. Cosa pensate?

B: Pensiamo sia un bravo ragazzo. E’ interessante..

J: Sapete del suo legame con Dan giusto?

K: Oh si, assolutamente.

B: E’ interessante speculare che la ragione per il rilascio del National Intelligence Estimate in dicembre è avvenute per le armi di Bush.
Perchè sembra così…un tentativo di fermare la guerra.

J: E per il suo legame con Dan, penso sia un bravo ragazzo.

K: Giusto. Si, questo è ciò che pensiamo, per quello che ci ha detto di lui Dan.

J: Quello che ho detto ai ragazzi del “Qui Tam”…Jerry Leaphart è l’avvocato; Morgan Reynolds lo ha compilato. Judy Wood ha comilato la sua causa separata. Lei è esperta in dissociazione molecolare – DEW. Ci sono poche persone, incluso me.

Ho detto a questi ragazzi…stavo seguendo gli sforzi di Morgan. Nel novembre ho chiamato per avvertirlo di certe cose che sapevo sugli aerei e che lui non sapeva. Ha detto: Sei quello dell’aviazione? Ho detto: Si. Così abbiamo iniziato il dialogo per email.

Quindi in dicembre stava per andare al programma di Jim Fetzer per un paio di giorni e mi disse: Vorresti essere intervistato? Risposi: Certo. Quindi ha saputo quanto conoscevo del 911.

Quindi, un paio di giorni dopo, lui e Jerry mi hanno scritto per email e hanno detto: Siamo onorati per quello che hai detto. Crediamo che tu sia molto informato. Vuoi aiutarci? Vorresti firmare un’affidavit? Ho rispoto: Si! Ditemi cosa volete. Così ho scritto un affidavit di 15 pagine e…

K: Grandioso.

J:…sono stato con loro da quel momento. Quando stavo per entrarci ho detto: Ora voglio che capiate questo, non c’è modo per cui possiamo farcela da soli. Dobbiamo aprire le porte a qualcuno che possa aiutarci. Non c’è modo per cui possiamo affrontare questo. Troppo potere coinvolto.

Sto sperando che ragazzi come McConnell e Fallon vedano cosa stanno facendo e ci aiutino, perchè non ce la faremo da soli.

K: Ok. Credi che ci sarà la guerra civile in America nei prossimi anni?

J: Non penso.

K: No?

(John muove la sua testa per dire no)

K: Ok. Cosa pensi del fatto che molte cose, molto materiale governativo, venga spedito nel Colorado? Alcuni dicono che Denver sia..il Pentagono e altro si stanno spostando verso il Colorado.

J: Penso sia a Sandia, ma penso che quella del Colorado sia una storia di copertura. Posso sbagliarmi. Penso venga mandato tutto la (punta fuori dalla camera). Come dato di fatto, lasciatemi fare questo..

Venti anni fa avevano problemi a mantenere segreti i programmi usando nomi segreti. Quindi usavano nomi comuni, come Sandia Mountains, Sandia Desert sapete, così e lo chiamarono “Sandia”. Ecco come è venuto fuori, tutti pensano: Oh stai parlando della Sandia Corporation. Ho guidato la l’altro giorno. (Kerry ride) Ecco come tengono segreto qualcosa.

(John tira fuori una foto ingrandita) Ecco lo dall’altra parte della Luna. Posso mostrarvi il libro della NASA con le fotografie NASA e potete usare la lente di ingrandimento e vedere lo spazioporto. (Kerry ride)

Non ci sono dubbi. Sapete perchè? Perchè la foto è stata fatta nel ’68 e la NASA non si è preoccupata seriamente della censura (airbrushing) fino al 1970. Allora ho preso tutte queste foto NASA fatte prima del 1970, ..libri, perchè non avevano ancora sviluppato la tecnica per la censura..

K: Ne hai mai parlato con Hoagland?

J: Si. Come dato di fatto, eravamo allo show di George Noory e George gli ha mostrato la cosa. Ho detto: Questo non assomiglia a un terminale spaziale, Richard? Ha risposto: No, sembra proprio un terminale spaziale.

(Kerry ride)

Guarda. Puoi anche vedere i tubolari di supporto. Non ci sono dubbi. Ecco il resto…(prende un’altra foto) Ecco un cratere chiamato Damoiseau. Non c’è dubbio, le aree come questa..sono tutte case, costruzioni, cose del genere. Non ci sono dubbi.

Comunque, l’altro giorno ho pensato, vorrei vedere…ho avuto questa foto, presa dall’Osservatorio Lick. L’ho avuto l’altro giorno…volevo ingrandirla per vedere cosa trovavo. Ho preso questa foto (mostra un ingrandimento) e ho detto: Ok proprio qua vicino al Grimaldi e ho guardato. E’ tutto sbiancato!!! Guarda..ecco il bellissimo cratere e guarda in questo punto! Ci sono altri crateri? No!!! Sembra una nebbia! Stiamo parlando di una cosa che mi ha realmente sconvolto!!

(Kerry ride)

J: Comunque vi mostro Sandia. (apre una grande mappa)

K: Si, per favore.

J: Questa è la mia migliore mappa. (punta la mappa) Ecco Las Vegas, ecco Groom Lake, ecco il Tonopah Test Range.

K: Ok.

J: Ecco Sandia. Si trova su Paiute Mesa. Qua c’è una striscia e qua altre due nuove sul lago asciutto. Qua sopra hanno una base segreta..Ely. Vediamo…ecco Wilson Creek, Lincoln, Welch. Oh, Ely, circa qua. Ecco il lago asciutto qua.

K: Nel mezzo del nulla.

J: Ecco un pezzo di 10000 piedi. Ecco un punto segreto. Puoi guidare alle 2 nel mattino e in un colpo vedresti le luci accendersi. Ora, per capire se sono basi segrete, le luci dei percorsi devono essere blu.

(Kerry ride)

J: Air Force.

K: Davvero?

J: Però hanno queste…

K: Perchè sono blu? Qual’è il significato?

J: Queste sono le luci che mettono nei corridoi delle basi segrete dell’Air Force…blu. Quindi hanno questa novità in attivo da 20 anni. La maggior parte sono sotterranee. Quando un pilota si avvicina a circa 500 piedi, il terreno si apre e lui atterra. Il terreno…può essere di foresta, deserto, un campo di cotone, si apre così. Così atterra. Poi si richiude e poi scende con un ascensore.

K: Wow! Grandioso.

J: Ecco Sandia. Ecco perchè si chiama Sandia. Molti pensano sia un posto normale.

K: Non hai avuto a che fare con viaggi nel tempo, jump rooms..

J: No, la jump room è favolosa. L’altro giorno Ron Blackburn si trovava la, perchè mi ha dato il mio computer di 6 anni. (Volevamo pensare se scrivere di questo o no) Stavo parlando della jump room e Ron ha detto: Oh si, lo so. Si chiama tecnologia di salto. Ha detto precisamente: Oh, questa tecnologia di salto. La conosco. (Kerry e John ridono)

Ok, ecco l’aereo spaziale che il ragazzo ha visto sopra l’Irlanda. (legge da un diagramma scritto a mano) E’ 10 volte più grande di un Boeing 747.

K: Wow. Incredibile.

J: Doppia coda leggermente visibile. Baia motore jet black.

K: Non hai mai visto nulla del genere, vero?

J: No. Lo ha visto all’alba. Ha detto: Angolo del sole molto basso, quasi l’alba. L’ho visto alle 7, direttamente sopra e in 7 secondi è arrivato all’orizzonte. Ha detto: Scomparso sopra Belfast fuori dalla luce solare. Piccolo naso bianco e senza scia di vapore, nessun boom sonico. Demarcazioni delle sezioni del corpo visibili, tutte grigio scuro.

B: Ho fatto corrispondenza con questo ragazzo.

J: Davvero?

B: Si, giusto un paio di mesi fa. Lo abbiamo immaginato assieme. Doveva andare a 18000 miglia orarie.

J: Miles Johnston?

B: Si. Corretto.

J: Questi sono i suoi disegni originali.

K: Wow.

J: Quando mi ha chiamato la prima volta, ha detto: Sei interessato in questo? Ho risposto: Chiaramente, Miles! Spediscilo, spediscilo! Ha detto: Bene..

B: John, l’ho messo in contatto con Mark McCandish, così McCandish ha potuto fare un disegno professionale per lui. Ora stanno lavorando assieme così Mark può aggiungerlo ai suoi files. Quindi ora si divertono.

J: Se potessi andare su un pianeta, andrei su Saturno. Perchè hanno detto che, la vostra mente sarebbe cosi confusa che non fareste nulla per tre giorni.

Ho trovato una discussione intitolata Sono Reali gli Extraterrestri, Com’è Reale il Naso sulla Vostra Faccia? Era lungo 108 pagine ed è stato chiuso. E’ stato chiuso perche “Sleeper”, si è irritato con quelli che facevano domande.

Così ho iniziato a leggerlo, a pagina 18 circa, ho detto: Questo è reale. Questo ragazzo sa di cosa parla. Questo combacia con tutto quello che ho letto. Devo parlare con questo ragazzo. Così ho finito le 118 pagine e le ho messe in quel libro che dice Sleeper.

Allora gli ho scritto un PM e ho parlato con lui. E’ stato affascinante. Ho detto: Le persone devono sapere queste cose!
Ha detto: No, no, tornerò.
Ho risposto: Ok, fammi interferire. Non rispondere a nessuno. Lascia farlo a me.

Allora sono andato da Mark Allen e ho detto: voglio vedere se possiamo richiamare Sleeper.
Ha detto: Deve pensarci da solo.
Ho detto: Ok, lo farà da solo.

Allora ho iniziato il mio Parlerò Chiaro sugli Extraterrestri. Questo è durato 250 pagine. Questo ha avuto le massime letture e risposte. E’ stato bellissimo..tutti andavano a vedere ogni giorno le risposte alle domande.

K: Questo è ancora tutto la?

J: Si. Credo di si. Sapete, le persone…ci sono stati pochi insulti. Chiaramente, c’erano sempre quelli che dicevano: Per me questa è tutto escremento di cavallo, lo sapete. Andavo per primo la mattina a rispondere, così non doveva farlo Sleeper.

K: E’ stato grandioso fino alla fine. Fino alla vera fine è stato meraviglioso. Ci siamo divertiti molto.

Quindi ha scritto un blog intitolato: Com’è passare un giorno con un Extraterrestre. La storia spaziale più affascinante che avete mai letto. Disse all’inizio..ho dimenticato le parole precise. Disse: Questo è scritto come un film, ma credeteci, ogni parola è vera.

Parla di un viaggio su Urano e delle persone che vivono su Urano. Come sono le costruzioni. Tutto molto affascinante. Penso quindi che Sleeper sia sincero al 110%. Se verrà provato che non lo è, sarei sconvolto perchè tutto quello che dice è validissimo.

Quando ne parlo…mi ha insegnato molte cose. Negli ultimi anni le persone mi hanno chiesto: Di cosa si tratta? Non so…forse dei Grigi che vendono le nostre anime, oppure ci raccolgono. Mi sbagliavo. Sono qua per un lavoro.

Sleeper una volta ci disse: Vivete la vostra vita senza invidia e odio. Amate la vostra famiglia. E’ l’unico modo per andare avanti. Tornerete sulla Terra e farete questo finchè non imparate a farlo bene. Quando imparerete, allora andrete a giocare con gli adulti.

Quindi Sleeper è stato quello che, sapete…quando ho iniziato..è stato interessante vedere la trasformazione perchè, all’inizio ha detto..le persone direbbero: John Lear ha ragione? Ci sono città e persone sulla luna? E: No, no. Non c’è nessuno.
Alla fine lui dice: Si, John Lear ha ragione. Ci sono città e persone sulla Luna.

E’ stata una netta trasformazione. E’ servito tempo per farlo parlare, ma è stato fantastico.

K: Fantastico.

Fonte: ProjectCamelot.org

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3295

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – Parte 2 agosto 13, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far


Las Vegas, Nevada, Aprile 2008

K: (ride) Ok. I tuoi amici concordano con le tue idee, che sono piuttosto notevoli ?

J: Non ho amici. (ridono)

K: Dai, John. Non ti credo. Tu sei uno dei più affascinanti che abbiamo incontrato.

J: Il mio buon amico Bob Lazar pensa che sono matto. Quindi..

K: Davvero?

J: Si. Ce lo ha detto al compleanno.

K: E lui lavora sugli UFO, quindi…

J: Come dato di fatto, se guardate dietro di voi, potete leggere sul suo regalo per me. Quella coppa che dice “JL”.

K: Ok.

J: Prendetela. (Kerry ride) Ora, Bob Lazar l’ha fatta fare per me e questo è il mio regalo di compleanno. Praticamente, è..

K: (ride) Cosa dice?

J: ….è la Tavola Periodica degli Elementi. Alla posizione 116 abbiamo “JL”. Dice “umano solido”. La massa atomica è 256.89. Poi ci sono tutte queste cose (indica col dito sulla coppa) Quindi dice:

*Elemento: John Lear.
*Luogo di provenienza: Si trova principalmente in Nevada. (Kerry ride)
*Proprietà fisiche: JL è un elemento raro e instabile. Lo si conosce soprattutto per la sua abilità notevole a resistere al comune senso e ai fatti. (Kerry ride)
*Applicazione: JL è conosciuto perchè migliora la qualità della vita. Lo si conosce anche perchè assorbe grandi quantità di sostanze costose. E’ uno degli agenti più potenti per la riduzione monetaria, conosciuto all’uomo.
*L’esposizione prolungata a questo elemento può causare gravi danni fisici, mentali e finanziari. (ride; Bill e Kerry ridono fuori scena)

K: Grandioso. (ride) Ok. Ci hai detto fuori scena che Bob Lazar è tornato a lavorare per il governo.

J: Si, lavora ancora ai Laboratori Nazionali di Los Alamos.

K: Su cosa lavora?

J: Non ne ho idea. Una delle cose che ci ha detto è che quando è tornato al lavoro gli hanno parlato (Kerry e Bill ridono). Prima di ridargli il permesso, gli hanno detto: Ora Bob, non causerai più problemi, giusto? Lui ha risposto No.

K: Lo hanno quindi minacciato per farlo tornare. Corretto? Ha avuto ogni tipo di problemi prima.

J: Io..non l’ho saputo.

K: Ok. Però è stato dentro per quattro anni.

J: Mi pare.

K: Ok. Pensi sia impossibile che rilasci interviste.

J: Si. Si, lo ha fatto su Travel Channel un paio di anni fa. Giusto l’altro giorno l’ho ha fatto con altri, sapete. Meglio però se non fate il mio nome. (Kerry ride). Chiamatelo così dal nulla, sapete.

K: Ok. Però è amico tuo, giusto?

J: Si. Si, un buon amico. E’ venuto al mio compleanno ed è stato grandioso.
Come vi ho detto….di solito ho due sedie fragili qua. Nel 1987 ho iniziato a parlare di UFO. Ho fatto una conferenza alla Spring Valley Library. Ha causato una tale confusione a Las Vegas! Le persone chiamavano, delle persone volevano intervistarmi. Sono ESPLOSO. Chiaramente, questo disturbava molto la mia famiglia. Marilee mi ha spento il telefono. Ha preso tutti i miei files sugli UFO. (Kerry ride) Non è stato bello.

Allora nel 1988, ha chiamato un ragazzo. Ha detto: Il mio nome è Gene Huff. Mi occupo di valutazioni immobiliari e sono molto interessato ad avere alcuni suoi nastri e materiale. Ho rispoto: Gene, ne sono fuori. Mi è quasi costata la famiglia. Non me ne occupo.
Ha detto: Ok, sai, se vuoi fornirmi alcuni nastri, ti farò una vera valutazione.
Gli ho risposto: Oh, aspetta un minuto. Avevo bisogno di soldi capite. Ho detto: Ti dirò quanto. Ti fornirò i nastri e valuterai la mia casa.

Allora è venuto il giorno dopo per le misurazioni. Non aveva però idea che si trattasse di 7.700 piedi quadrati! Si lamentava perchè doveva fare tutto quel lavoro per un paio di nastri e qualche informazione.
Comunque, è venuto con questo ragazzo Bob Lazar e me lo ha presentato. Bob era il ragazzo che teneva l’altro capo del metro.

Così ha detto: Bob lavora ai Laboratori Nazionali di Los Alamos e vive in città ora e sviluppa foto.
Allora ho detto, fantastico.
Quindi Gene ed io parlavamo di ufo e Bob girava gli occhi. Diceva: Voi siete matti. Non può essere vero. Ho lavorato a Los Alamos. Ho un permesso “Q”. Se fosse vero, lo saprei, ho curiosato abbastanza attorno al posto.
Quindi non voleva saperne nulla.

Comunque, era circa giugno del 1988. Nei seguenti 4 o 5 mesi, io, Gene e Bob ci scambiavamo informazioni. Bob, sapete, ci sono state tre o quattro cose che lo hanno spinto oltre il “Questo è totalmente ridicolo” sul “Può essere vero”. Una di queste è stata, in quei giorni conoscevamo una struttura segreta a Los Alamos chiamata YY-II. Era più classificata del suo livello di permesso. C’erano 3 o 4 cose.

Comunque, nel Novembre, Bob ha deciso che: Proverò ad avere un lavoro nell’Area 51. Ha chiamato il Dr.Teller, che ha conosciuto a Los Alamos. Penso che mi trovassi lì quando Bob gli ha parlato.
Teller ha detto: Vuoi lavorare a Lawrence Livermore con me o in Nevada?
Bob ha risposto: Voglio lavorare a Groom Lake. (sorride ampiamente)
Allora Teller ha detto: Ok, fammi tornare con te.

Allora Bob è stato intervistato tre volte al EG&G e saliva dopo ogni intervista. Ricordo, dopo la sua seconda intervista, la prima domanda era: Conosci John Lear? poi: Cosa pensi di John Lear?

Bob ha detto: Si, lo conosco. Penso che metta il naso dove non deve. Bob mi ha detto che: Quello che non ho detto loro è che ANCHE A ME piace mettere il naso in posti dove non devo. (Kerry ride)
Quindi ha passato la terza intervista e ci ha detto che con le loro parole molto tecniche ha fatto un gran lavoro.

Comunque, l’altra cosa che so è del dicembre 1988.
Bob viene, siede e dice: ho visto un disco oggi.
Stavo scrivendo miei dati, sapete. Non facevo attenzione. Ho detto: Cosa?
Ha risposto: Ho visto un disco oggi.
E io..: Un disco? Loro o nostro?
Ha risposto: Loro.
Ho detto: Sei stato a Groom Lake?
E lui: Si.

Cos’ ho detto: Cosa facevi lì? (Kerry ride) Ho detto: Ovviamente ti seguiranno. Perchè non lavori la per un pò e vieni a dirci cosa accade?
Ha detto: Perchè ti ho visto prendere tanta spazzatura negli scorsi 6 mesi su questo. Ti sto dicendo che è reale. L’ho visto, l’ho toccato.
Quindi ne abbiamo parlato per due ore. E’ stato sconvolgente, e…

K: Ok. Raccontaci la storia. Lo abbiamo nell’altro nastro. Però è così divertente quando si siede e dice: John, non immagini com’è…

J: Era gennaio. Era salito qua due o tre volte o quattro o cinque. Non ricordo quante. Ricordo che era gennaio, perchè era freddo e avevo una maglietta come questa.
Bob viene e siede lì, era ON. Era ACCESO. Voleva parlare di qualcosa. Sapevamo che non potevamo parlare lì. Allora siamo usciti.
Marilee viene verso noi e dice: Cosa state facendo? (ride)
Eravamo usciti per parlare e lei sospetta di tutto comunque e non crede per nulla. Però lascia andare.

Siamo usciti in quel piccolo posto nel retro. Lo stavo guardando e dicevo: Cosa? Cosa? Cosa?
Lui ha detto: John, non immagineresti mai cosa significhi vedere il tuo primo alieno.
Ho rispoto (eccitato): Ne hai visto uno? Ne hai visto uno?
E lui: Si.
Ho detto: Non poteva essere una bambola? Poteva essere…
E lui: No. Era uno di loro. (Kerry ride)

Sapete, in questi giorni, fai a lui una domanda e dice: “Non so. Poteva essere una bambola. Facevano tutte quelle cose strane.”

K: Oh, si.

J: Ma quella notte, questo è esattamente ciò che disse.

K: Ok.

J: Così ho detto: Com’è accaduto?
Lui ha risposto: Stavo camminando nel corridoio. Ha detto: Avevo una guardia per lato. Ho passato una porta e c’era come un finestrino di 12 pollici, ci passavano dei fili. Ci ho guardato attraverso e c’erano due persone con divise da laboratorio davanti a me. Poi un alieno in piedi che parlava con loro.

Ora, vi ho mostrato questa immagine?

K: Non penso.

J: Lo ha disegnato per me.

K: Davvero!

J: Volete che la prenda?

K: Si. Assolutamente.

J: (indica le carte sulla scrivania) Queste sono molte cose che ho preso da Bob. (mostra diagrammi) Per esempio, ecco come funzionano i lasciapassare di sicurezza. Il permesso più basso che potete avere è Top Secret. Sopra questo ci sono 28 livelli di Top Secret Crypto. Sopra questi, altri 10 livelli. Ora, non sono veri nomi questi, a parte all’estremo che è Majestic.

Ora, ognuno di questi è compartimentalizzato. Potete avere il Top Secret 25, ma non avere tutte le informazioni. Saprete solo ciò per cui avete il permesso. In altre parole, arrivando al Top Secret 25, nessuno vi chiama per dirvi: Questo è Tutto il materiale che i membri del livello 25 Top Secret Crypto devono sapere. E’ compartimentalizzato.

Quindi abbiamo questo per mostrare che il Presidente degli Stati Uniti è tipo, Top Secret Crypto 17. Non deve sapere molto. Gli viene detto cosa fare.

K: Corretto.

J: Quindi non ha necessità di sapere tutto. Per quanto ho capito, l’ultimo Presidente a cui è stato dato qualche appunto è stato il Presidente Nixon. Ford sapeva poco. Reagan sapeva poco. Chiaramente, Bush sa qualcosa perchè è stato, Direttore della CIA. Questo non significa che loro dicano tutto al Direttore della CIA. Loro odiato i nominati, quindi lo sa per altre ragioni. Comunque, ecco come funziona lo schema.

(Prende un nastro) Queste sono..quando Bob ha deciso di non tornare a lavorare per il governo, lo abbiamo portato in tre sessioni di ipnosi regressive. Insieme a Lane Keck. Lane doveva venire al mio compleanno e non ricordo perchè non è venuto. Oppure forse è venuto. Penso sia venuto. Lo vedremo su questo DVD.

Lui ha fatto la regressione a Bob. Il risultato è stato estremamente interessante. La prima è andata male, il registratore si è rotto, Gene Huff ha queste su nota.
La seconda, io ho la seconda, qui abbiamo cercato di tirare fuori le informazioni. Vi parlerò di questo. Dopo, se volete…ho una trascrizione della seconda e ve la farò leggere. Perchè è estremamente interessante.

K: Sarebbe grandioso.

J: (mostra uno schizzo su carta) Questo è quando Bob mi stava parlando di come si va avanti e indietro nel tempo.

K: Ok. Stavo per chiedertelo. Bob ha lavorato sul viaggio nel tempo, vero?

J: Non ci ha lavorato lui. E’ stato informato. Vedete, quando andiamo..

K: Se conosce Teller, deve..ha lavorato a Los Alamos.

J: Conosce Teller solo perchè lo ha incontrato vicino a Los Alamos quando Teller ha dato il suo discorso e Bob era sulla copertina del Los Alamos Monitor con la sua macchina-jet. E’ andato dal Dr.Teller e ha detto: Sono il ragazzo di cui stai parlando. Il dottore disse: Oh davvero azzeccato. Così hanno parlato un poco. Questo è stato l’unico posto in cui lo ha conosciuto. Non ha lavorato con lui. Ha lavorato a Los Alamos e ha sentito il discorso di Teller.

K: Ok. Vedo.

J: Quindi Bob, quando è andato alla S-4, loro dissero: Devi scegliere cosa vuoi fare. Non puoi avere un poco di tutto. Devi scegliere. Vuoi lavorare su questo o quello. Bob voleva lavorare sulla retroingegnerizzazione della propulsione. Questo era il suo lavoro. Però è stato preparato in tutto. Quello che mi ha mostrato è come andare avanti nel tempo, con una attrazione gravitazionale molto forte. Ha iniziato a disegnare in questo modo, poi ci ha fatto uno scarabocchio. Comunque, questi erano..

(Prende il secondo foglio) Bob Lazar 1987. Mi stava disegnando le forme diverse di veicoli alla S-4. Questo, qua mi mostrava quello colpito da un proiettile.
Quando ho mostrato a Bob le foto della Luna e quello che si trova sopra…dicevo: Guarda questo. Guarda quello, vapore e questo…e quello. Mi ha guardato scettico.

Stavo camminando fuori da casa sua e ha detto: Sai, John, se qualsiasi di queste cose è vera, mi ucciderò. (Kerry ride)
Quindi lui mi ha firmato questo (zoom sul foglio). Dice: Io, Bob Lazar, prometto di uccidermi se anche solo una delle cose di John sulla Luna è vera. Firmato Bob Lazar, 23 Agosto 1996. (Kerry ride)

Quello che è accaduto è, quando infine qualcuno, sapete…quando ho ordinato questa foto dalla NASA? Mi hanno mandato il negativo. Sapete? Era un negativo 16×20.

K: Giusto.

J: Mi sono serviti 5 o 6 anni prima di avere una tecnologia, persino a Las Vegas, in grado di farne un positivo da questa dimensione di negativo. Quindi l’ho mandata a casa di Bob e…(zoom sulla foto). Eccone una piccola qua. Questa è stata la prima e l’ho mandata a Bob e lui l’ha scansita. Ecco le scansioni che sono andate su ATS. Quindi lassu (punta la foto), vi farò fare una inquadratura ravvicinata dopo, ci sono quelli che sembrano dei garage.

Bob le ha guardate più volte. Ha poi detto: Si. Devo ammetterlo. Questo non è naturale. Questo è qualcosa.
Allora ho detto: Sai Bob siamo amici da tempo e so che sei un uomo d’onore. Hai accettato che se una solo delle mie foto sulla Luna fosse stata vera, allora ti saresti ucciso. (Kerry ride)

Allora ha risposto: Bene, posso uscirne in qualche modo?
Ho detto: Si. Si, come dato di fatto, perchè non firmi questo? (Kerry ride)
(Mostra il foglio) 5 agosto 1998. Due anni dopo. Dice: Io, Bob Lazar, per non aver onorato il mio impegno di uccidermi se anche una solo foto della Luna di John fosse stata vera, devo ammettere che l’oggetto nel cratere Copernicus sulla Luna è un box, dove non so cosa si stia facendo. Firmato, Bob Lazar.
Ecco il meglio che ho potuto fargli fare.

Questo è il garage che ho mostrato a tutti su ATS. Le persone dicono: No, non ci vedo un garage. Però vi mostrerò l’ingrandimento dopo. Comunque..
Ce ne sono altre. (inquadratura di un disegno) Questo è il disegno originale che ha fatto sul reattore ad anti-materia. Ecco come mi ha mostrato questi archi..

K: In che anno?

J: Tra dicembre del 1988 e marzo del 1989.

Ecco le note che ho tenuto: Incontro con Bob Lazar, 2 novembre 1988.

K: Vedo. Ora, ha disegnato un alieno per te o no?

J: Si.

K: Lo tieni lì? Perchè vorremmo vederlo. (John cerca)

J: Ora, l’originale è blu e sono sicuro sia qua. Questo è l’originale che mi ha disegnato. “Disegnato da Bob Lazar, Gennaio 1988. Questa scena è avvenuta alla S-4. Posizione del grigio in relazione a due scienziati in divise da laboratorio. Dimensione, orientamento e costruzione della finestra” attraverso la quale ha visto gli scienziati e il Grigio.

Quindi questo è….eravamo seduti…scarabocchiava. (Ruota il foglio) Questo è il sito di test e il punto della S-4. Questa era la lunghezza degli hangars, 360 piedi e ogni baia era lunga 40 piedi. Ecco come il disco sta nell’hangar. Questi disegni sono i due…Ecco cosa ha disegnato Bob. Ecco due tecnici del laboratorio. Ecco il piccolo alieno che si affaccia. Ha disegnato la porta e il filo che attraversava la finestra. Ha detto di aver visto attraverso e di aver visto le due persone.

K: Fantastico. Si è mai esposto, ha mai comunicato con loro?

J: Si. Tre volte. Almeno tre volte.

K: Davvero?

J: Mostrerò questo perchè è dietro al foglio. Questo è Aurora. Questo è l’aeroplano che si alza a 250000 piedi e vola a Mach 12. Questo nel 1988. Ecco come appariva quando scendeva dal Boeing 737…Quando scendeva dalla rampa così, questa cosa era parcheggiata verso di esso, quindi guardava verso la coda. Ha detto che era enorme. Ha detto che c’erano due enormi quadrati vicino allo scarico.Un uomo sarebbe apparso come una piccola bambola fra essi.

K: Wow.

Billa Ryan (fuori camera): Lo guarda da dietro?

J: Lo guarda da dietro. Si.

K: Si.

J: Quindi non sa esattamente. Ha ipotizzato che sembrasse così.

Comunque, le tre volte in cui vide gli alieni, furono….la prima quando gli hanno dato il fluido che odorava di pino. Quello che fecero fu interessante. Quando venne il primo giorno a dire, ho visto il disco, ho detto…solitamente portava un anello. Non ricordo in che dito.

Ho detto: Ok, ora ascoltami, Bob. Loro…loro ti daranno delle droghe per farti dimenticare. Quello che voglio fare è, quando ti prenderanno per drogarti, voglio che ti levi l’anello, di nascosto e lo metti nell’altra mano. Non ti ricorderai, ma quando verrai a vedermi, lo vedrò e tu saprati di aver preso la droga.

K: Oh wow.

J: Ho detto: Lo hanno fatto?

Lui descrisse questo test, come prendono questo ago e mettono unrettangolo sul suo, traccia un rettangolo sul suo braccio, quindi fanno linee così (traccia linee incrociate sul suo braccio) e linee così. Quindi prendono della roba e la mettono in ogni quadratino come questo.
Allora lo portano in una stanza. Lui disse che la stanza era come un ufficio da dottore con un lettino e lui si è sdraiato. Disse che uno schermo bloccava qualcosa e riconobbe l’alieno, il Grigio, che si trovava dietro. C’era un militare con un M-16 e un dottore e una infermiera.

Quindi gli hanno fatto bere il fluido che ododrava di pino. Quindi ha bevuto. Immediatamente si è sentito confuso. Ha descritto esattamente come si è sentito. Ha detto di essersi sentito in un pozzo di 100 piedi, che le sue braccia erano lunghe 100 piedi e come se si tenesse ai lati del pozzo con le punte delle dita. Ecco come si è sentito.

Allora iniziarono a leggere il permesso, la descrizione del permesso che gli è stato dato. Quindi leggevano. Lui disse: E ho capito che ero stato informato. alla fine, il soldato lo ha colpito nello stomaco col M-16. Gli ha fatto davvero male. In ogni fase della lettura, il soldato lo colpiva nel plesso solare con il fucile.

Nei nastri con Lane Keck, abbiamo cercato di ottenere le informazioni…Gli hanno detto molte cose interessanti e su quello che accadrà in futuro, diceva: “Non dovrei parlarne. Lane cercava di girarci attorno sottilmente. Bob diceva: No non posso. Fa male.

K: Oh mio. Wow. Come una programmazione.

J: Corretto.

K: Quindi ha fatto il trucco dell’anello?

J: No, perchè lo aveva già fatto. Lo avevano già drogato.

K: Doveva andare al lavoro, quindi…

J: La ragione per cui ha smesso è perchè quando ci hanno beccato…Sai, ci ha invitati a vedere il disco volare. Il 21 marzo 1989 e ho il nastro e ve lo mostrerò, dura solo 9 minuti, abbiamo preso il Celestron 8 (punta il telescopio) e abbiamo visto…Sapete, ci disse quando avrebbe volato. Io e Gene siamo lì. L’ho messo a fuoco e ho visto il disco volante, sapete? Era, inclinato di 40 gradi, era dorato e aveva quelle cose che irradiavano.

Dissi: Veloce, Gene, veloce! Guarda! Nello spostarmi ho mosso tutto. Questo è uscito al compleanno, perchè si supponeva che avrei raccontato la storia. (Kerry ride) La storia di Bob.

K: Ok, la storia in cui vi hanno fermato sulla strada, la pistola, la macchina, il poliziotto….

J: Giusto. Quando lo sceriffo ci ha fermati. Era la terza volta che ci beccavano.

Il punto di questa storia era che quando lo portarono a Indian Springs la mattina dopo, il centro della sicurezza, lo portarono fuori dall’auto con una pistola all’orecchio, dissero: Ora Bob, quando ti diamo questo lasciapassare, significa che tu non devi dire a tutti i tuoi amici dei dischi volanti. Ora, vuoi lavorare qua o no?

Ecco quando iniziano i problemi di Bob, perchè degli ultimi due voli a Groon Lake, può ricordare di aver salito le scale e averle scese, nulla del tempo in mezzo. Quindi disse che non voleva lavorare ad un programma del genere.

K: Cosa sai dei Bianchi Alti? Perchè, da quanto capisco, Charles Hall parla dei Bianchi Alti a Indian Wells, quell’area? Ne sai qualcosa?

J: No.

K: Bob ha mai parlato dei Bianchi Alti?

J: Uh uh. No. Solo dei Grigi, solo tre volte. Una nel caso del fluido al pino. Una quando li ha visti nella stanza. Una quando George Knapp disse di salire a Tavernetti, per il test della verità.

George affittò una stanza a Caesar Palace e Bob e Gene Huff andarono lì presto e conoscevano la stanza. Quindi entrarono e Bob divenne bianco e quasi svenne, si sedette su una sedia. Gene disse: Cosa diavolo ti succede? Bob rispose: Ho avuto un flash-back. Disse: Ricordo di aver parlato con un Grigio.

Accadde che, quando aprirono la porta, il modo in cui si trovava il Tavernetti…non c’era molta luce. C’era un solo tavolo con una sedia da un lato e una sedia dall’altro e qualche oggetto. Questo ha causato la reazione di Bob, mentre leggeva il briefing e il Grigio era vicino a lui.

E’ una profonda esperienza essere in presenza di un Grigio, di solito poni una domanda e qualcuno ti risponde. Però quando parli con un alieno, loro ti leggono nella mente e rispondono prima che tu possa aprire la bocca…questo ti confonde. E’ stata un’esperienza schiacciante.
Ecco l’altra volta in cui Bob…

K: Ora, pensi che parli di questo davanti a una camera?

J: Ne dubito. Però non si sa mai cosa possa fare. Non si sa mai cosa stia per fare. (Kerry ride)
Questa è la pagina in cui cercavamo di capire il nome del ragazzo con cui ha lavorato – Castroloni. Penso che infine abbiano determinato il suo nome. George Knap lo ha…ma non so cosa..

K: Quindi George Knapp lavora per l’Agenzia?

J: No. George Knapp lavora per Channel 8. Oh, intendete sotto copertura?

K: Si.

J: Tu sai, io non so. George sa molte cose. L’ho incontrato un paio di mesi fa. Stava creando una storia su Sandia. Sandia è la più segreta, non la più segreta, è LA base segreta che ha rimpiazzato Groom Lake Area 51. Si trova in Paiute Mesa…ne ho una mappa.

Hanno iniziato a costruirla nel 1980 e hanno finito nel 1987, ora è vecchia di 20 anni. Ci lavorano circa 4 o 5000 persone. E’ una base sotterranea enorme, assolutamente enorme. Ci sono enormi cilindri di uffici, roba che prosegue per miglia. Fuori nel sito di test, ci sono delle piste con hangars e tutto il resto. Un’operazione massiccia.

Quando George è andato la a filmare, non ha potuto trovarla. Comunque ti mostrerò….come dato di fatto ho un DVD. Ti mostrerò esattamente cosa abbiamo fatto.
Gli dissi che una delle cose interessanti era…come portiamo la le persone? Non possono guidare perchè è troppo lontano, non possiamo avere così tante persone in autostrada 95, perchè esponiamo tutto. Non possiamo metterle su un 737 perchè sono già pieni e non possiamo usare altri aerei.

Quindi hanno costruito un treno ad alta velocità che va da Sandia a Vegas. Hanno messo delle fermate nei due più grandi hotels. (ride) Quindi sembrano turisti da hotel. Vanno lì, aprono la porta, usano una carta come chiave e via…

K: Oh..Ok (ride)

J: E’ fantastico come hanno fatto.

K: Quali hotels? Lo sai?

J: Si, ma non dirò.

K: (ride) Ok. Grandioso. Hai mai preso il treno?

J: (ride) Nah.

K: Sai dove si trova, sai..

J: Avevo pensato di andare laggiù. Però cerco di stare fuori dai guai! (prende un giornale) Questo è il Los Alamos Monitor che il Dr.Teller stava leggendo quando Bob… (mostra la foto di Bob nella jet-car)

K: Ok. Si. Grande.

J: Si, ho un amico, Jim Goodall e ha detto: sto scendendo. Andremo al sito di test.
Ho risposto: Era solito per me, fare queste cose, ma sono ancora vivo, quindi, non voglio farlo.

(mostra un alto foglio) Ecco tre cose importanti che ho scritto. Ho parlato della velocità del tempo. Bob ha detto….gli ho detto cosa fosse. Ha risposto: Corretto. Poi ha detto: Chi se ne importa?

Ciò che dissi fu: La velocità del tempo è direttamente proporzionale all’ampiezza del flusso gravitazionale. In altre parole, la velocità del tempo è indipendente dalla gravità.

Allora Bob mi ha detto: (punta su elementi della lista)
*E’ stato teorizzato che ci sia un buco nero per ogni galassia.
*E’ stato teorizzato che ogni buco nero abbia la sua PROPRIA galassia.
*HIV- il rivestimento proteico è sullo stesso virus. e..
*Il tempo di riciclo dell’amplificatore di gravità è di 10 millisecondi.

Ora, l’HIV – abbiamo parlato dell’HIV?

K: No, ma possiamo parlarne.

J: L’AIDS è stato inventato da un chirurgo della Marina (Navy) di nome R.M.Donner. Quando Bob ha letto il briefing alla S-4, una cosa che lo ha impressionato è questa nel foglio…Tutto quello che ha letto era in 50-100 pagine, con una copertina blu. Erano sparse lì. Poteva prendere ogni pagina. Avvenne che mentre procedeva in questi briefings – (alza una porzione di carte) – questo è un briefing. Doveva essere graffato qua. Mentre avanzava, loro staccavano altre pagine.

Comunque, sul briefings sull’AIDS….è in mio possesso; probabilmente è qua, perchè ho scritto quello che ci ha detto. E’ stato sviluppato, per eliminare un certo segmento di…umani.

E’ stato sviluppato da R.M.Donner. Lui possiede la cura per l’AIDS. Ha a che fare col cetriolo Trichosanthes kirilowii, cresce solo in Cina. Abbiamo cercato di prenderlo dalla Cina, tre volte. Qualcuno lo sa e ognuno viene cucinato, sia con microonde o qualcosa del genere, prima di arrivare all’acquisto. Quindi è impossibile portarlo fuori. Però vi leggerò la cura esatta e come funziona.

K: Bene, abbiamo un contatto che dice di aver lavorato sull’ingegnerizzazione del virus AIDS, in Africa.

J: Possibile. Però non in Africa. Era lì. E’ stato rilasciato in Africa. Però è stato creato alla S-4.

Quindi io e Bob abbiamo cercato R.M.Donner. Lo abbiamo trovato. Ha vissuto a Santa Fe. Era in pensione. Siamo andati a vederlo diverse volte, perchè Bob ha ottenuto il contratto per la riparazione delle sonde Alpha.
Noi andavamo a Los Alamos da lì. Ci volevano 16 ore di guida. Bob aveva un amico sul posto. Ci volevano 24 ore per ricostruire tutte queste sonde Alpha. Erano circa 300. Noi le pulivamo, le cablavamo e quindi le coprivamo con alluminio. Quindi tornavamo a Las Vegas.

K: Cos’è una sonda Alfa?

J: Rilevano le radiazioni sulle persone che vanno a lavorare a Los Alamos.

K: Ok.

J: Bob ottenne il contratto. Quindi lo abbiamo fatto per 6 settimane. Quindi cercammo….sapevamo dove lavorava Donner e ci andammo; lo abbiamo mancato tutte le volte. Quindi abbiamo ottenuto il suo indirizzo di casa e andammo a casa sua. Non lo abbiamo beccato nemmeno a casa. Quindi di sicuro non rispondeva alla porta e non c’era o non ha un indirizzo, quindi non lo abbiamo mai incontrato.

Ora, quando Bob ha iniziato a guadagnare sul lavoro fotografico e sulle sonde Alfa, siamo andati in aereo ad Albuquerque e abbiamo affittato un’auto per andare a Los Alamos. Abbiamo fatto lostesso quel giorno ed è accaduta la stessa cosa. Racconto questo nelle storie di John Lear. Racconterò questo su me stesso.

Ho problemi nel riconoscere la gente della Terra. Per alcune ragioni, non posso, se non li avessi conosciuti per 25 anni e, persino SE li conosco da 25 anni, per me è difficile riconoscerli in mezzo alla folla.
Quindi siamo andati ad Albuquerque, Bob ha comprato un biglietto a Sudovest e io ho usato il mio ID aereo. Una mattina ci preparammo per andare. Stavamo partendo alle 7. Sono andato all’aeroporto e non prendo un aereo prima che salga lui. Camminavo avanti e indietro e osservavo con cura. Non potevo trovare Bob! Non volevo salire senza di lui. Non riuscivo a raggiungerlo a casa.

Quando sono saliti tutti, ho chiesto al personale di volo: Hey, sono un jump-seat, ma voglio assicurarmi che ci sia un mio amico…può annunciare e chiedere di Bob Lazar? Ho però dimenticato che in quel particolare volo che va ad Albuquerque, ci sono tutti quelli del Sandia e altri. Quindi quando è stato annunciato: Bob Lazar può far suonare il suo pulsante?, chiaramente l’intero aereo ha iniziato a ridere, pensavano fosse uno scherzo! (ride)

K: (ride) Fantastico!

J: Comunque, ha fatto suonare il suo pulsante e ho capito che era lì, quindi sono salito sul jump-seat e siamo andati ad Albuquerque. Abbiamo affittato una macchina per arrivare a Los Alamos. Per qualche ragione, quel giorno, tutto andò perfettamente. Abbiamo fatto tutto in 8 ore. Quindi abbiamo pensato che potevamo tornare indietro, prendere un aereo e andare a cena nel nostro ristorante italiano favorito, il Parma. Abbiamo impacchettato tutto e abbiamo scritto al P.O. e quindi ci siamo diretti giù dalle montagne di Los Alamos verso Albuquerque e sull’autostrada.

Abbiamo affittato un’auto e siamo andati all’aeroporto. Bob corre su e da il suo biglietto. Io salgo e firmo il mio, sapete, il mio jump-seat. Chiudono il portello. Mi siedo. Sento il capitano dire: Benvenuti sulla Sudovest Airlines 304 sul nostro volo oggi per Los Angeles. Ho capito che ero salito sull’aereo sbagliato. (Kerry ride)

Nel frattempo, Bob sta sull’aereo ad aspettarmi e vede che chiudono il portello. Non poteva immaginare dov’ero finito. Quindi verso Las Vegas, dice: Forse è nel cockpit e non lo vedo. Quindi vanno a Las Vegas. (sapete, ci vuole più tempo per arrivare a Los Angeles, quindi non potevo chiamarlo). Lui arriva a Las Vegas e va nel cockpit e non ci sono. Non poteva capire come potevamo essere così vicini e io non ho preso l’aereo.

Quindi guida verso casa, mentre arrivavo a Los Angeles e prendevo il cellulare.
Dico: Bob?
Risponde: Dove diavolo sei?
Dico: Ho preso per sbaglio un altro aereo. Sono a Los Angeles.
Quindi, su questo ci ridiamo un sacco da 5 anni, John Lear ha preso l’aereo sbagliato. (Kerry e John ridono)

L’informazione che Bob ha ottenuto alla S-4 è stata (legge il foglio):
L’AIDS era un virus protetto da una proteina sul RNA che evita che gli anticorpi, le cellule T-4, del sistema immunitario possano rilevarlo ed eliminarlo. La cura per l’AIDS sta nell’escremento dei funghi bianchi che crescono nel cetriolo Cinese Trichosanthes kirilowii.

Questo escremento, che si sviluppa dopo circa due o tre settimane, si separa con l’idrazina solfato nel processo di acidificazione che dissolve la guaina protettiva sul RNA ed espone il nucleo del virus che viene rilevato dagli anticorpi del sistema immunitario.

In base alla debolezza del sistema immunitario, il virus verrà distrutto. Non più di una dose di 20cc per un periodo di 36 ore come somministrazione. Non si devono usare antibiotici in questo periodo. I 20cc vengono metabolizzati in 36 ore, dissolvendo la copertura proteica sul virus.

Dico che nei passati 20 anni ho cercato diverse volte di ottenere campioni del Trichosanthes kirilowii dalla Cina, ma non ci sono riuscito, vengono cotti.

Ora, la “Sorpresa di Ottobre”. Nel 1980, quando Reagan e Bush correvano contro Carter e Mondale, gli ostaggi erano ancora in Iran, a Teheran. Allora Bush ha preso un aereo per Parigi per incontrare, non Khomeini, ma con rappresentanti di Khomeini. Il punto era, se Khomeini voleva rilasciare gli ostaggi per all’inaugurazione di Reagan, allora l’amministrazione Bush-Reagan lo avrebbe fornito, al regime Iraniano, armi illimitate e munizioni attraverso la loro amministrazione, che sarebbe andata dal 1980 al 1988.

La mia parte era quella di portare queste armi e munizioni da Tel Aviv a Teheran. La ragione per questo sta in quei fogli con i dettagli sul volo e su come abbiano tirato fuori tutta la cosa.

Il modo in cui l’hanno tirata fuori è questo, Bush è partito il sabato notte su un jet BAC 111 che ci mette 6 o 7 ore per arrivare. Ha passato solo 4 o 5 ore all’incontro. Quindi è tornato con un SR71 da una base della Francia, verso la Base Aeronautica McGuire. Serve solo un’ora e 14 minuti. In questo modo, ha potuto andare ad un incontro di tennis che aveva Domenica e la stampa non ha saputo del salto temporale nel viaggio.

Quindi sono stati eletti e hanno fornito le armi e le munizioni. Questo è stato parte, sapete, del “Iran Contra”, ma il Congresso non ha scoperto la causa originale prima del 1985.

Quando mi sono spostato nell’Egitto nel 1981, questo doveva essere il mio lavoro, prendere queste armi e munizioni da Tel Aviv per Teheran. Entravano a Tel Aviv da Zaragosa, la nostra base Aeronautica in Spagna. Il Mossad gestiva tutta la cosa.

Non ho fatto un volo. La ragione è stata che il primo aereo fu un Argentinean CL44. Quello che volevano fare era usare un vecchio aereo a turbina per assicurarsi che tutto andasse bene e che non ci fossero problemi.
Per qualche ragione è stato abbattuto lungo la strada. E’ stato abbattuto sopra la Russia, a circa 40 miglia a sud di Yeveran, dentro la Russia. I piloti pensarono: Non avevamo nulla a bordo, non possono provare nulla. Quando però le armi si trovarono sopra la Russia, sono stati tirati giù, un messaggio per il Mossad: Questo non lo vogliamo.

Questa pila di carta è la storia dietro la “Sorpresa di Ottobre”. Due libri. Sia Gary Sick che Barbara Honegger hanno scritto libri su questo. Il Congresso stava lanciando una investigazione ufficiale nel 1990, ma è stato tutto coperto, perchè nessuno voleva discutere o sentire altro su questa storia. Però gli ostaggi sono stati 4 mesi in più la.

K: Per far eleggere Reagan.

J: Esatto.

K: Roba incredibile.

J: Molti sanno questa storia. Sono passati, quanto? 30 anni? Quasi tutti hanno dimenticato. L’unica ragione per cui sto mettendo qua la storia, chi erano i piloti…

K: Sai qualcosa di Minot…il recente incidente con la Base Aerea e le armi…le testate nucleari che erano..

J: Questo puzza molto. L’ho saputo su ATS. E’ stata una delle mie discussioni favorite. E’ andata avanti a lungo. Alcuni ragazzi su ATS sapevano davvero di cosa parlavano. E’ stato ESTREMAMENTE interessante. Doveva essere Cheney. Non poteva averlo autorizzato nessuno a parte lui. Qualcosa che non ho mai visto.

K: Per cosa pensi sia stato preparato? Perchè lo hanno fatto?

J: Ecco la domanda. Perchè lo hanno fatto? Hanno già armi nucleari in Europa. Perchè hanno dovuto rubarle, lo sai?

K: Giusto. Perchè hanno dovuto farle volare dal Nord Dakota o quello che era, Sud Dakota, sugli Stati Uniti? Qual’era il punto?

J: E’ pazzesco. Non c’è un punto. Esisite un punto, ma non so quale sia. Questo episodio è estremamente interessante. Un giorno scopriremo che, diremo: Ohhh, ecco di cosa si trattava. Non so, ma è stato davvero..il My-not.

K: Si. Meh-no, Nord Dakota.

J: La pronunica Francese. Noi Americani diciamo My-not. (ride) Ti prendo in giro.

K: Vedo. Ok. Dove andiamo ora, John? Cosa sai?

J: Non so. Mentre pensiamo dove andare (prende un libro). Ho ordinato questo libro. Qualcuno, è arrivato per caso qua. Si chiama La Forza Gravitazionale del Sole di Pari Spolter. E’ stato scritto nel 1993. Quello che dice praticamente…(legge): Questo libro è una seria sfida alla Legge Universale della Gravitazione di Newton.

Ora mi trovo qua (mostra poche pagine). Quello per cui ne sono interessato è perchè Newton ha espresso alcune idee sulla Luna insieme con, nella storia, circa 36 persone che hanno detto che c’era gravità sulla Luna, un’atmosfera e delle persone la sopra. Ognuna però…l’informazione è stata gentilmente soppressa.

K: Abbiamo delle basi lassù. Questo è veramente..

J: Nessun dubbio. Abbiamo basi su Marte. Il Corpo di Astronauti Segreto ha visitato ogni pianeta o la maggior parte.

K: Ogni pianeta?

J: Molto di più. Siamo stati su altri sistemi solari. La gente, quando parliamo di altri pianeti, dice: Troppo caldo su Venere. No. Balle.

Il Sole ha una sfera elettromagnetica. Non è un reattore nucleare. Non irradia calore. Irradia elettromagnetismo e ogni pianeta ha il proprio sistema di filtraggio. Quindi il sistema di filtraggio attorno ad ogni pianeta determina la temperatura. La temperatura di Venere quindi è simile a quella della Terra. Così su Marte. Stessa cosa su Mercurio. Ci sono persone come noi su ogni pianeta.

I pianeti che senti definire come giganti gassosi, come Saturno e Nettuno…Esiste solo UN gigante gassoso nel nostro sistema solare, è la NASA.
(Kerry ride) Ecco l’unico gigante gassoso che abbiamo. Tutti gli altri pianeti, sono abitati da persone…

K: Cosa pensi allora? Sono censure? Pensi che..

J: Siamo soppressi. L’informazione è soppressa. Non ci è permesso sapere. Le persone di cui parla Hoagland hanno preso il controllo. Considerano di loro proprietà lo spazio. Non vogliono condividerlo con nessuno di noi. Hanno la tecnologia per evitare di farci pagare il gas o l’elettricità in questo singolo minuto.

K: Giusto.

J: Non vogliono condividerla con noi. E’ solo per l’elite e non siamo inclusi. Possiamo andare in guerra ed essere soggetti alle armi e ai test e roba del genere, ma non condividiamo questa tecnologia. La fuori c’è un fantastico universo, un fantastico gruppo di pianeti. La fuori è davvero interessante.

Bill (fuori camera): John, vorrei farti alcune domande, per conto delle persone che stanno guardando. Stiamo facendo domande per conto loro. Prima di tutto, vorrei dire che la nostra fonte, Henry Deacon, mi ha detto personalmente, non penso sia sul tuo sito, perchè mi pare strano, ha detto che c’è vita in ogni pianeta del sistema solare. Mi ha guardato negli occhi e ha detto: Non ci crederai, ma ti prometto che è vero. (John ride)

Ha detto che Venere non è caldo come vogliono farci credere. Ha detto che il sole non funziona come ci insegnano a scuola. Ha detto molte cose che coincidono con quello che dici.

Ora, è stato all’interno. Ha lavorato nei black projects in diversi stabilimenti. La sua fonte viene da documenti di briefings, conversazioni con altri fisici e così via..
Dove hai avuto queste informazioni? Perchè è straordinario e ben fuori dallo spettro, le persone devono sapere come immaginarlo oppure ti è stato detto, qual’è la fonte.

J: In particolare sul sole, questo viene da un documento dei Files di Branton.

K: Ok. Hai mai incontrato Branton?

J: No, ma abbiamo parlato molto. Non mi pare di averlo mai incontrato. Il suo nome era..quale? Il nome reale?

K: Non lo ricordo.

J: Penso sia David e qualcosa. Comunque, ci sentivamo spesso e poi si è ammalato per un periodo e non so cosa faccia. Però le sue informazioni sono molto interessanti. Non ho ragioni di credere che molte non siano vere. Avete letto i Branton Files?

K: Oh si. Assolutamente.

J: Sono molte. Ne ho stampate una lunga pila.

K: Lui è quello che ha davvero diffuso l’informazine della Base Dulce. Tu le conosci bene queste cose, vero?

J: La storia di Dulce è iniziata nel 1987 quando io, Linda Howe e Tom Adams e diversi altri, ci siamo incontrati a Crestone, nel Colorado, per discutere lo stato degli UFO. Durante l’incontro, di 3 o 4 giorni, Tom Adams è venuto da me e mi ha dato una nota. (Punta le care sulla scrivania) Ora non so dove sia ma la posso trovare, la nota veniva da lui, che chiamo “Mr.X”, di Henderson, Nevada. Tom me l’ha data. Ha detto: John, non ho tempo per andarci, cerca qua. Vuoi guardarci? Ho detto: Certo.

Quando sono tornato…prima che tornassi, con Linda Howe sono andato nel mio camion per il New Messico. Ci siamo fermati e abbiamo parlato a Ernie Edwards che era la figura chiave nella questione Bennewitz.

Allora, abbiamo guidato attraverso Corona per vedere Clifford Stone. Abbiamo preso questa strada che va da Corona per l’autostrada principale verso Roswell. Stavamo cercando il ranch di Roswell. Abbiamo trovato dietro la curva, 30 mucche morte. (Kerry ride) E’ stato pazzesco. Non avevano le classiche mutilazioni, ma erano morte. Abbiamo parlato al fattore e ha detto: Oh si, è una specie di virus che gira. Ho dimenticato la storia in generale, ma non aveva senso. Siamo scesi e abbiamo intervistato Clifford Stone.

Quindi siamo tornati a Las Vegas e abbiamo incontrato Mr.X e Mr.X ha iniziato a raccontarmi di Dulce, sulla guardia che ha visto le atrocità che avvenivano nel posto e non le accettava e quindi è scappata. E’ scappato con un video di 7 minuti che mostrava il corridoio, 25 foto in bianco e nero e un centinaio di pagine di informazioni.

K: Ora, ci è stato detto che questo è dentro la cima di una montagna ed è inaccessibile.

J: Ci arriverò. Quindi..

B: Questo ragazzo era Thomas Castello. Corretto?

J: Thomas Castello. Quindi Mr.X ha incontrato Thomas Castello e gli è diventato buon amico. Quando è scappato, ha fatto 6 di queste scatole. Ha dato una scatola ad ogni suo amico. Mr.X era uno di loro. Mr.X mi ha portato a Dolan Springs dove ha fatto la sua scatola sopra la montagna. Ora, non sono salito sopra per vedere dove fosse. Però mi ha mostrato dov’era in generale.

Quindi siamo tornati a parlare con Mr.X per un periodo di tre o quattro mesi. Mi ha mostrato alcuni disegni a matita che ha fatto dalle foto originali. Questi sono diventati le infami “Dulce Papers”. Ho gli originali qua che ho disegnato da queste immagini a matita. Quindi le ho disegnate.

K: Cosa rappresentano?

J: L’interno di Dulce.

K: Vedo. Non so se le abbiamo viste. Possiamo filmarle?

J: Si.

K: Ok. Contengono immagini di alieni?

J: No. Mostrano il laboratorio, con tutti i ganci e le borse e il resto.

B:Questi sono i disegni pubblicati su Matrix Due? Matrix Uno?

J: Corretto. Matrix Uno. Il modo in cui è apparso Matrix è, quando sono entrato in questo, un ragazzo ha bussato alla porta, John Grace, e: Hey, vorrei parlarti. In quel tempo avevo problemi con Marilee e dicevo: Non venire. Non voglio parlarti.

Infine è venuto e abbiamo sviluppato una relazione di collaborazione sulle informazioni. Matrix Uno, ogni pagina, viene da questa scrivania. Vorrei avere il libro. Mia mamma se n’è andata e uno era rimasto come nuovo e l’ho dato a un mio nipote. Quindi non ho l’originale Matrix Uno. Ho l’originale Matrix Due. Ora siamo a Matrix Cinque.

Comunque, John Grace era una persona interessante. Ha fatto moltissima ricerca. Ha lavorato per la Nellis Air Force Base. Un giorno durante questo periodo, nell’87, ha scritto una specie di “Stato della Ricerca”, con quello che avevamo scoperto. Lo ha scritto. Voleva che uscisse, ma non voleva usare il suo nome. Così ha suggerito un nome e ho detto: Perchè non lo chiami Krill? K-R-I-L-L (perchè il Pentagono è stato in contatto con un alieno nel 1984 chiamato C-R-L-L-L).

Così ha detto Ok ed è uscito dal nulla con le iniziali O.H., così è diventato “O.H.Krill Papers”. Non volevamo diffondere false informazioni. Era ciò che credevamo lo stato dell’arte. John voleva sapere e abbiamo creato il nome.

Più tardi è diventato un disastro perchè Bill Cooper è saltato fuori. Io e Bill Cooper abbiamo fatto diverse interviste video. Una era PM Magazine di Salt Lake City. Durante questa intervista hanno chiesto del “The Krill Papers” e Bill Coopers disse di averli visti nella Marina 20 anni prima! Quando, sapete, io e John Grace avevamo fatto tutto due mesi prima. (Kerry ride)

L’altra cosa è stata, c’era un paragrafo che parlava dell’armamento Excalibur. L’armamento Excalibur era un arma che i militari stavano sviluppando che poteva penetrare a 1000 piedi nel suolo. Bob Lazar ne ha scritto, due mesi prima. Bill Cooper disse di averlo visto in Marina 20 anni prima!

Quindi ho portato fuori dalla stanza Bill Cooper e ho detto: Di cosa diavolo stai parlando? Io e John Grace abbiamo scritto questo Krill paper e Bob ha scritto l’Excalibur. Ha risposto: Può essere, ma li ho visti in Marina.

Quindi iniziammo a dividerci io e Bill Cooper, perchè non capivo come mai parlava così. Allora venne conosciuta come “malattia UFO”. Questa malattia significa che quando divieni troppo popolare nel campo UFO e non hai nulla di nuovo da dire, lo crei.

K: Ok. Lascia che ti chieda qualcosa, perchè per quanto ne so, i libri di Matrix sono stati scritti da Val Valerian, ovvero John Grace, giusto?

J: John Grace. Corretto.

K: Quind Matrix Cinque parla del Pianeta X, mi è stato detto. Ho avuto Matrix Cinque e non ricordo di aver letto del Pianeta X. Sai però che mi è stato detto parla del Pianeta X. Parla di tutto certamente. Però, hai detto che il Pianeta X è una farsa. Quindi sei ancora in contatto con John Grace? Sai perchè dice che sia vero?

J: No, non lo so. John Grace…sapete, ho ordinato Matrix Cinque e ho letto le prime 30 pagine e non ho continuato. Quindi…esiste forse un Pianeta X. Può esistere Nibiru. Però non distruggerà la Terra nel 2012.

K: Ok. Cosa dici di meteore? Che stiano venendo in questa direzione?

J: Saremo protetti. Non dovete preoccuparvi delle meteore.

K: Come, da cosa?

J: I ragazzi che si preoccupano di noi.

K: Chi sono…? Parli di alieni? Parli di HAARP?

J: Si. Alieni.

K: Abbiamo idea di quali alieni ci stiano proteggendo?

J: Probabilmente i Grigi. I Grigi sono responsabili di quello che chiamiamo il corpo fisico, di cui Bob ha letto al sito di test, come del “contenitore”. Vi si riferiscono come al contenitore. Questo è il loro lavoro. Controllano che tutto vada bene. I contenitore contiene le anime. I Grigi possono spostare le anime da corpo a corpo, ma la loro responsabilità non è l’anima. E’ di qualcun’altro. Non so chi sia. I Grigi sono responsabili dei “contenitori”. Ecco perchè non capiterà, se non in circostanze estremamente particolari, che una meteora colpisca la Terra. Non ci saranno catastrofi come questa.

Teniamo questo pensiero e sto per portare qualcosa da mangiare ora…

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Fonte: ProjectCamelot.org

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3287