jump to navigation

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – Parte 3 agosto 13, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far

J: Ora (mostra i documenti) questi sono gli originali del caso Dulce. Sono stati scritti a matita da Mr.X, che vive ad Henderson. Lo ha fatto perchè li distribuissi.
Ci sono pagine informative e disegni del laboratorio, i contentori con i tessuti umani. Questi sono i tubi di test con umani in crescita e diversi…Questo è l’utero con i diversi umani…

K: Da dove vengono questi documenti e disegni?

J: Mr. X li ha copiati da fotografie che gli ha dato Thomas Castello, perchè le nascondesse.

K: Ok.

J: Mr.X ha avuto una delle scatole. Una delle scatole è stata nascosta nelle montagne vicino a Dolan Springs, a sudest da qua sulla strada per Kingman. Quindi il discorso era, erano..

Oh, quindo ho preso questi (indica dei fogli sulla scrivania), quindi li ho battuti e ho fatto nuovi disegni in bianco e nero dai disegni a matita, perchè non potevi vedere i disegni a matita chiaramente.

Quindi, vedi il contenitore qua e questa piccola cosa che scende. Dice: Sembra mantenere la vibrazione in acqua. Era un liquido ambra. Fornisce le dimensioni approssimative. Dice: Osserva i grandi pezzi di tessuti pallidi nell’acqua torbida, sommersi, non galleggiano.

Ognuno di questi è una descrizione di una delle foto che Castello ha dato a Mr.X. Ecco una foto della camera sul corridoio per (indica le parole) numeri di serbatoi…

K: Ora ho dimenticato. Cosa è accaduto a Thomas Castello?

J: Te lo racconto. Ecco una immagine del….Questi “uteri” sono bloccati in macchine. (legge) Uteri sommersi in una specie di liquido giallo, semba piu fine dell’acqua. Questi umani crescono lì. (altre parole) Creature che galleggiano in acqua di colore ambra. L’utero ha una colorazione giallo-bianca in sfondo. Dozzine di creature in ogni utero. Non posso contare i contenitori, forse centinaia.

Questi uteri erano 2 piedi verticalmente e 3 o 4 orizzontalmente. Queste creature…se le tiri fuori..ecco come appaiono tenendole in mano. Hanno tre dita, due piedi. Non sono umani. Il colore è sbagliato. Sembra grigio-blu. Hanno una pelle molto sottile e sono circa 6 pollici in altezza.

(punta i disegni) Questa è la rappresentazione dei tubi. La luce della stanza era rosa/porpora, luminosa in alcune aree. Centinaia di vari stadi di crescita. In altre parole questi tubi, queste cose che crescono, sono in vari stadi di crescita.

Ciuffi di capelli, quasi senza naso. La bocca è sigillata. L’utero sembra grigio. Le vene sembrano grigio scuro. La creatura è bianca, occhi pallidi. Non posso capire il sesso. Due piedi, tre dita. Il liquido di colore ambra, non completamente chiaro. Sembra che il tubo di vetro sia alto circa 5 piedi.

Quindi, queste sono varie informazioni. Non sappiamo cosa sia, ma era nei fogli.


Castello ne ha fatti 5 o 6, impermeabile, avvolto da plastica, containers. Le scatole contenevano (legge): 25 foto bianco e nero, video senza dialoghi e un set di carte che includevano informazioni tecniche della presunta struttura occupata da personale degli US e alieno, ad un km sotto Archuleta Mesa vicino a Dulce, Nuovo Messico. Diverse persone sono state fornite del pacchetto descritto sopra, per sicurezza. A molti di loro è stato mostrato il contenuto, ma non avevano preparazione tecnica o ne sapevano molto poco.

A Mr.X ne è stato dato uno, il fatto era..Thomas era in corsa. La Dulce o altre di queste operazioni hanno mandato fuori dei cacciatori di taglie. Questi sono motociclisti o simili, che cercano qualcuno per soldi. Sono molto seri in quello che fanno e di solito ci mettono poco tempo.

Comunque, Thomas ha parlato con Mr.X: Sarò qua ogni 4 mesi, per mostrarti che sono vivo. Oppure contatterò. Se manco 2 contatti ogni 4 mesi o 8 mesi, due in fila, allora puoi rilasciare i documenti.

Tutto questo è accaduto nel 1987. Penso che nel ’93 0 ’94 Castello ha mancato i contatti. In altre parole è mancato per 8 mesi. Allora si è deciso di prendere la scatola.

Non sono andato io, ma credo ci sia andato Bill Hamilton. Penso fosse uno di loro. Penso che Tal fosse un altro, ma non sono sicuro. Non ricordo, è stato circa 20 anni fa. Ricordo che fu un serio sforzo, fecero almeno 6 spedizioni per trovare la scatola e non ci sono riusciti.

Bill (fuori camera): Hai detto che è stata interrata sopra la montagna? Corretto?

J: Non era sopra. Non penso fosse in cima. Era nascosta a circa metà strada.

K: Abbiamo sentito che ci fosse come una magia o magia nera, qualche tipo di magia attorno all’area dove si trova la scatola.

J: Può essere. So che non c’è nulla di segreto da parte nostra. Abbiamo usato sempre filmati, video o qualche registrazione, sempre per 40 anni Non c’è nulla che possiamo nascondere. Nulla di ciò che diciamo o pensiamo o facciamo, è segreto.

K: Nel senso che siete sorvegliati perchè siete coivolti?

J: No. Tutti. Ogni persona sulla faccia della Terra.

K: (ride) Oh, Giusto!

J: Non c’è nulla che qualcuno possa tenere segreto. La Marina….per alcune delle cose che ha tirato fuori Linda Howe…

Come dato di fatto ho avuto una possibilità per parlare con lei l’altro giorno. Lei ha trovato alcuni documenti nel suo garage che sembravano piuttosto tecnici e ha detto di averli ottenuti a fine anni ’80, ma non li aveva letti.

Ora che ha preso il tempo per leggerli, ha pensato che avessero molto valore…erano miei? Ho risposto, No, non sembrano miei. Allora disse, Ok, li caricherò. Allora li ha messi sul suo sito. Qualcuno su ATS dice: Hey, guardate questo. Forse non su ATS. Penso li abbiano ignorati. Qualcuno su Open Minds.

Ho detto, ok, ci guarderò. Allora sono andato la. Era..sapete, dovete pagare i vostri debiti. Dovete pagare qualcosa per il suo materiale. Quindi non li ho presi.

K: Ok.

J: Allora le ho scritto e ho detto: Linda, sono un po a corto ora. (Kerry ride) Puoi farmeli vedere? Allora qualcuno me li ha scaricati e ho letto tutto. Si trattava di materiale che io e Tal e gli altri nell’industria…Qualcuno ha preso tutto questo e ne ha fatto un grosso documento.

K: Oh. Ok.

J: Tutta roba nostra. C’erano alcune frasi nascoste. Quella che ricordo in particolare parlava di un ex Procuratore Generale del Nevada di nome Brian e non ricordo il suo nome. Il suo cognome era Brian. Il suo nome reale è Bryan.

Per alcune strane ragioni ho la capacità di ricordare cose che sono accadute 50 anni fa, in modo esatto. Non so cosa sia, voi lo sapete? Però non posso ricordare cose che ho letto, persone con cui ho parlato. Nulla di questo. (tocca i documenti) E’ istantaneo. Non so come funziona, perchè molte altre cose non le ricordo.

K: Wow.

J: Cose come…Leggere…Posso prendere questo documento e leggerlo e dire, No, so chi ha scritto ognuno di questi. Sapete? E ricordarlo. Così…

K: Grandioso.

J: Il documento che aveva non era segreto.

K: Quindi la scatola non è stata trovata? E delle altre 6 scatole?

J: Ognuna ad un amico e nessuna è stata trovata.

K: Ok.

J: Ecco la fine della storia Dulce. Tutta in un colpo.

K: Cosa dici di Mark Richards? Ne hai sentito qualcosa? E’ la persona…che disse di essere stata la guardia di sicurezza, che ora è in prigione per altro..Dice che è stato organizzato per omicidio. Sua moglie, Joanne, penso sia..

J: Totalmente una stronzata!

K: Davvero?

J: Questo per tre di noi che hanno fatto ricerche sulla storia in passato, in avanti, dopra e sotto. Questo è The Dark of the Moon o qualcosa del genere.
Voglio dire, era pazzesco. Quando ho iniziato a leggerlo….l’ho pagato! Ho mandato…ho pagato con denaro per questa storia. Dato che ha detto di essere stato un pilota per i test negli anni ’40. Questo poteva combaciare perchè, si usavano i piloti per test a quel tempo.

Qualcosa suonava interessante. Quando ho letto l’attacco a Dulce, sapete, l’attacco…..La storia di Dulce, la battaglia, quella che chiamiamo “Guerra di Dulce”, non è stata per nulla una guerra.

Quello che accadde è che erano nel..Erano tipo negli anni ’70, penso nel ’79. Il Grigio, un Grigio, ha ottenuto un gruppo di circa 40 scienziati USA. Questo a Dulce. Era una classe. Le guardie, le nostre guardie, la Delta Force è stata avvisata di non entrare nella classe con il Grigio o di avvicinarlo, con le armi o altro del genere.

Per qualche ragione, questa guardia di sicurezza è entrata nella classe con un’arma e il Grigio lo ha ucciso istantaneamente. Non c’è stato avviso, lo ha ucciso istantaneamente.

K: Oh wow.

J: Quindi la Delta Force lo monitorizzava per vendicarsi di quello che avevano visto. Quando si sono organizzati, 66 persone sono state uccise, inclusi gli scienziati e la Delta Force. Ora…

B: Da un Grigio?

J: Da un Grigio. Avevo sentito questa storia. Quando Bob era alla S-4, ha letto la stessa storia. Ha letto la parola Dulce. L’unica differenza tra il documento, il briefing che ha letto sul massacro, è che avvenne all’Area 51. L’unica spiegazione possibile che ho è che il suo permesso non era abbastanza alto per sapere di Dulce. Perchè non è accaduto in Area 51. Però ha letto tutta la descrizione e ne parla.

Forse avremo tempo….Ho un nastro la sopra intitolato The Bob Chronicles e poche persone lo hanno visto. Quando Bob decise di non tornare al lavoro al sito, stava diventando matto e un giorno venne da me, lo stavano fiaccando, ma riuscii a calmarlo e si addormentò sul divano..Di cosa stavo parlando?

B: Prima stavi parlando del fatto che aveva visto i documenti, ma non aveva il permesso di sapere di Dulce. Gli era stato detto dello scontro.

J: Giusto.

K: Però stavi dicendo che questo nastro..il nastro che aveva registrato…

J: Oh, il nastro, The Bob Chronicles. Comunque, dopo che George Knapp fece l’intervista a casa sua per mettere tutto su nastro, in modo da informarci, così se volevano ucciderlo almeno avremmo avuto questo.

K: Oh.

J: Questo prima di quando abbiamo fatto il nastro Lazar. Il nastro Lazar, ha necessitato di tre o quattro mesi. Questo è professionale. Quello che voleva fare George era ottenere l’informazione ora, così…

K: Stai dicendo che la possiedi?

J: Si, proprio lì. L’ho data a Ron, ..

K: Garner?

J: Garner…l’altro giorno, per metterla su DVD.

K: Davvero?

J: Mm hm.

K: Cercherai di venderlo?

J: Non penso. Abbiamo provato..ho parlato con George di questo e ha detto no, tecnicamente è di Channel 8. Non può farsene nulla. Qllora ho detto, ok, lo mostrerò ad amici, per dire che…

K: Si, vorremmo vederlo!

J: Certo.

K: Sarebbe grandioso.

J: In pochi minuti faremo una pausa e ve lo mostrerò.

B: Vorrei chiederti della storia di Phil Schneider sull’incidente a Dulce.

J: Sapete, Phil è una grande persona. L’ho incontrto diverse volte. E’ una grande storia. Penso ci siano aspetti veri della storia di Phil Schneider, ma non penso che lo sia Dulce. Non penso che si sia trovato nell’incidente a Dulce. Perchè sono stati tutti uccisi.

K: Forse è successo più di una volta?

J: Scontri a fuoco?

K: Si.

J:Possibile. Però Bob ha letto solo di uno. Le persone con cui ho parlato…pochi minuti fa stavamo parlando degli insiders che ho incontrato. Uno di questi di cui vi ho parlato, quello che mi ha detto di quel pezzo di equipaggiamento così enorme che non sa come sia stato portato sulla Luna, ha parlato di Dulce.
Ha detto che la conosce come Sezione D. Ci sono altre persone che la conoscono come Sezione D e non Dulce.

K: Ok.

J: Questa persona precisa…era l’insider. Quando parlo di un insider, questo era all’interno, ha detto….mi ha parlato di cose che non ho mai sentito prima. Per esempio, ho sempre saputo che siamo stati sulla Luna nel 1969. Lui disse: Si, ci siamo stati nel ’62, su Marte nel ’66.

K: Wow!

J: E’ stato quello che mi ha parlato del quarto astronauta ucciso nell’Apollo 1, perchè è stato la due ore dopo. Hanno mandato lui specificamente. Non sanno perchè hanno chiamato per lui. Ha detto che appena finito il fuoco, la NSA, che controlla tutto la, non la NASA, la Nationa Security Agency, hanno chiuso tutta l’area.

Nessuno si è mosso mentre loro erano presenti, quelli della NSA, nessuno ha rimosso il corpo. Dovevano, prendere Grissom e Chaffee e White e hanno preso il ragazzo. Era seduto giù alla unità di controllo ambientale. Vi mostrerò come appare il modulo Apollo…perchè quando inizi a parlare del quarto ragazzo, diventa: Oh non ci sono stanze, l’ho visto in un museo.

Ci sono molte stanze la sotto, perchè lì hanno conservato le rocce lunari…dove si conservano le rocce lunari. La persona deve tenere i piedi lì e tenere la testa sul pannello strumentale. Gli astronauti dovrebbero stare così (indica dietro e sopra la sua testa) e lui dovrebbe stare così (punta verso i suoi piedi).

Il fatto è che la c’era sempre un quarto ragazzo per aiutarli a ordinare i loro problemi. Ora, quel giorno particolare, Joe Shea avrebbe dovuto essere lì e per qualche ragione Joe non era lì. Quindi questo astronauta, chiunque fosse, era lì ad aiutarli in questi problemi.

Ogni libro la sopra sull’Apollo, che leggete, la storia ufficiale è che Walt Schirra ha incontrato Joe Shea a pranzo e ha detto: Sai, perchè non prendi un un extra headset e mandi un altro ad aiutarli a ordinare i loro problemi?

Joe Shea avrebbe detto: Si. Penso che ci proveremo. Allora ogni libro va avanti dicendo che era troppo difficile da fare, che avrebbero dovuto appendere cavi fuori dall’hatch e avrebbero dovuto sigillarlo, quindi non potevano farlo. Tutto questo, chiaramente, è una cavolata. Avevano tutto cablato per un quarto astronauta per questo proposito specifico, per aiutarli.

Conosci Clark McClelland?

B: Clark McClelland, si.

J: Io e Clark McClelland abbiamo parlato di questo a lungo. Ad oggi lo ferisce parlarne. Abbiamo parlato di quello che è accaduto dopo. La sua sensazione è, è l’unico che me lo ha detto, ha detto che non è stato un omicidio specifico, ma che l’hanno lasciato accadere. Li hanno lasciati morire. Questo colpisce a fondo Clark.

Ok, circa una settimana fa la CNN ha riportato che un blocco di ghiaccio di 220 miglia per 40 o 50 miglia, si è staccato dall’Antartico e questo dimostra quanto sia serio il problema del riscaldamento globale. Il video è stato ripreso da una compagnia Inglese in un Twin Otter, volando attorno a questo blocco di ghiaccio, per 40 miglia.

Questo è stato venduto al pubblico come qualcosa che si è rotto, quando ovviamente è stata un’arma a energia diretta che ha fatto quel taglio. Stanno usando le armi che hanno, le armi a energia diretta, per fare tutte queste cose.

Hanno tagliato il pezzo di ghiaccio in modo che ci preoccupiamo del riscaldamento globale. Cosa che..si, abbiamo il riscaldamento globale, ma non ha nulla a che vedere con quello. Si tratta di un ciclo naturale della Terra che la porterà a riscaldarsi per un periodo e quindi si raffredderà. Non ha nulla a che fare con quello.

Hanno fatto altre cose…certamente il Murrah Building a Oklahoma City, è stata assolutamente un’arma a energia diretta. Senza dubbi. Sono sicuro che timothy McVeigh sia vivo e stia bene ora. E’ stato parte dell’operazione. Non c’è modo per cui lo abbiamo lasciato morire. Quello è stato un test per l’arma ad energia diretta, provata per il 911.

Parlando del lancio misterioso dell’Atlas 5…l’Atlas 5 era un missile che noi…uno dei nostri missili che usiamo per lanciare qualsiasi cosa nello spazio. Questo venne lanciato 24 ore dopo che l’Atlantis, la STS-122 è stato ripulito (scrubbed) al Kennedy Space Center. La Base Aeronautica Patrick è lì vicino, il Cape Canaveral dell’esercito.

In qualche modo l’hanno lanciato in 24 ore. Sto dicendo che l’importanza di questa storia fu, qualcosa che accadeva nell’Atlantis, DOVEVA essere portata la. Quindi hanno dovuto preparare tutto e mettere gli astronauti, sono sicuro che erano astronauti, nell’Atlas 5 e lanciarlo.

Ora l’Atlas 5, chiaramente, ha una grande capacità di carico sopra e poteva esserci di tutto. Non ho mai visto cosa. Penso ci sia una piccola astronave con due o tre astronauti. Quando l’Atlas 5 sale, si apre così (mette le mani a coppa e le apre) e questa piccola astronave esce e può essere manovrata tra le altre piattaforme spaziali che abbiamo. Quindi torna indietro e scivola a terra.

Quello che è sospetto di questo è che hanno portato questo in aria in 24 ore dopo che l’Atlantis è stato ripulito e la storia che hanno raccontato. Più tardi mostrerò i punti di questa storia, che la rendono sospetta.

Una delle cose che voglio dirvi è che ho guidato tra Las Vegas e Reno per circa 30 anni. I miei si sono spostati la sopra nel 1968. Io mi sono spostato nel 1974. A circa due terzi di distanza verso Reno, c’è un piccolo paese chiamato Hawthorne, nel Nevada. C’è un piccolo lago. Si chiama Walker Lake. E’ lungo circa 14 miglia e profondo circa 80 piedi. E’ un posto molto pittoresco, in mezzo alle montagne.

Ci sono due attività militari la. Una è la fabbricazione di munizioni, dove producono diversi tipi di esplosivi, missili, questa roba. Questo da un lato della strada. Dall’altra parte della strada c’è un posto chiamato NUWC e sta per “Naval Undersea Warfare Center”.

Ora, ogni volta che ci passo, vedo questo bellissimo cartello che dice “Navy Undersea Warfare Center” e realizzo che siamo nel punto più lontano del Nevada che si possa raggiungere. Tutto ciò che trovi è sabbia e montagne. Poi questo piccolo lago. Non si può usare per l’addestramento sottomarino, perchè non è abbastanza grande.

Allora me lo sono sempre chiesto….Puoi guardare la sotto e vedi come un paio di strane costruzioni, ma nulla di interessante. Mi sono sempre chiesto cosa sia quel posto.
Ora negli anni, volando per diverse compagnie, ho parlato a tre persone che hanno detto che c’è una base sottomarina la.

Ora, mi sono sempre chiesto, prima di tutto…I sottomarini non possono risalire nel Walker Lake. Non può accadere. Non c’è modo in cui possano farlo. Però le persone che me lo hanno detto sono affidabili e mi sono sempre chiesto quale sia la spiegazione.

Lo scorso agosto ho parlato dell’UFO Expo West di San Jose. Il mio argomento era La Civilizzazione sulla Luna, quando ho parlato di questo. Dopo questo discorso, un ragazzo della Marina ha parlato, un giovane in uniforme, per ringraziarmi.

Ho detto: Sei stato la?
Ha risposto: Oh si, nessun problema.
Ho detto: Grande! Sei stato giu nei tubi?
Ha risposto: Ogni giorno.

Ora ecco la domanda chiave per uno della marina. Perchè, la Marina ha un sistema di tubi che vanno per tutto il mondo ed è molto, molto rapido. Puoi andare ovunque nel mondo in un’ora. E’ molto segreto. E’ stato operativo dagli anni ’60 e tutti lo sanno, ma è un grande segreto. Un grande segreto della Marina.

Ho conosciuto alcuni personaggi di massimo livello nella Marina e nessuno ha mai ammesso di esserci stato a parte questo ragazzo. Quando lo ha fatto, ho detto: Tu sai. Lui lo sa. Quindi l’ho incontrato più tardi e mi ha detto molte cose interessanti.

K: Come sono i tubi? Quando dici “i tubi”, parli di…come? Un treno ad alta velocità?

J: Si. Un treno ad alta velocità. Come il diametro di questa stanza. Hanno piccole auto in cui entri in posizione prona e le chiudi. WHOOSH! Così vai ovunque nel mondo.

K: Wow.

J: Ho parlato a questo ragazzo e una delle cose che ha detto è stata: Sai qualcosa di Hawthorne? (Kerry ride)

Ha detto: No. Ha detto: Perchè?
Ho risposto: C’è una centro militare sottomarino, lo sai.
(Ha detto): Oh si. So di cosa parli. Si, ha detto. L’entrata è..a nord di Fort Ord a Monterey Bay. (Kerry ride)

Ha detto che l’Oceano Pacifico va sotto la California, il Nevada e l’Idaho. Ha detto (punta la mappa ad ovest degli USA) che questo è il canale che va da Monterey Bay a Hawthorne e quindi c’è un ascensore a Hawthorne che va giù per 4300 piedi, perchè l’altitudine di Hawthorne è di 4300 piedi e l’ascensore li porta a livello del mare sotto Hawthorne.

Ecco perchè la base dell’Esercito è lì, perchè usano i sottomarini. Ecco perchè non vedrete mai e nessuno ha mai visto, nessun camion uscire da Hawthorne sia da sud che da nord. Non lo fanno. Vanno giù nell’Oceano Pacifico dove i sottomarini vanno dentro, caricano ed escono. (punta la costa della California)

Ora che uno dei miei amici era..Scottie Lyon, Team 6 dei SEAL, uno dei fondatori del team originale dei SEAL. Grande ragazzo, ora se n’è andato, ora posso parlarne. Mi ha detto che c’era una base segreta della Marina in Lake Tahoe. Non mi ha detto più di questo. Ora però vedo di cosa tutti parlano. Ci sono basi sotterranee, basi della Marina, che sono connesse dall’Oceano Pacifico, per ogni direzione.

C’è qualcosa nell’Idaho. Chi lo sa? Pochi mesi fa su ATS un ragazzo disse che suo padre aveva lavorato sui sottomarini nucleari a St.Louis, nel Missouri.
Lui si recò sul posto e vide il lago e tutto. Allora la mia domanda fu: Sono saliti nel Mississippi? Oppure sono andati la dal lato est dell’Oceano Pacifico? Allora la domanda è: Si connette con l’Atlantico? E’ molto probabile.

Due dei sottomarini nucleari originali persi dalla Marina, come ricordate, erano il Thresher e lo Scorpion. Entrambi sono stati giustificati con storie fantastiche, come la rottura di una valvola o l’attacco di un sottomarino Sovietico e queste cose.
Se guardate i Files Branton e leggete questa storia, questi sottomarini sono stati persi esplorando quest’area (punta la mappa della California verso il Nevada). Entrambi…il Thresher e lo Scorpion.

Quello che c’è di interessante è..su ATS quando ho iniziato a parlare di questo (ride), hanno chiamato il grande team dal Pentagono. (Kerry ride)
Questo ragazzo duro della Marina è entrato e, tutto huffy e huffy: Ho sentito qualcuno che vuole parlare del Thresher e dello Scorpion.

Allora l’ho lasciato continuare. Chiaramente è andato via il giorno dopo. Non ha capito. Ha pensato che ci avrebbe intimidito. Questo è stato interessante.

Si trattava di una nave da guerra computerizzata. E’ chiamata Fleet 21. Esiste. Hanno finito le loro prove in mare a sudest di Coronado. Ora sta divenendo pienamente operativa.

E’ lunga 600 piedi ed è come qualunque altra nave da guerra, eccetto che non contiene personale. Tutto computerizzato. Ha una piattaforma di atterraggio per elicotteri dietro, che se qualcosa va storto, portano un team con nove membri nella stanza dei computers e riparano, quindi ripartono. Questo ci permette di attaccare con una nave da guerra senza rischiare dei soldati.

(Kerry ride)

J: L’altra cosa che ho saputo è che abbiamo (tiene un disegno) un Sottomarino d’Attacco Rapido.

Ora, quello di cui ti parlo è tecnicamente non classificato, per questa ragione: diversi anni fa si è determinato che al momento in cui classifichi qualcosa, devi fare molto lavoro cartaceo che diviene non classificato. Troppe persone ne devono sapere. Quindi la cosa migliore è non parlarne a nessuno, a parte che con quelli che devono saperne e quindi non classificarlo. In questo modo tieni meglio il segreto, se questo ha senso.

(mostra un diagramma) Questo è un Sottomarino per Attacco Rapido alimentato col nucleare. La cosa interessante è, che credo usi la fusione invece che la fissione. E’ lungo solo 70 piedi. Immagina una fonte nucleare che può alimentare una cosa così in questo piccolo spazio.

(punta il lato del vascello) Questo è un Lockout per un Team SEAL da 12 membri. Questo è il sottomarino. Penso ce ne siano 70. Questo è quello, credo, che taglia i cavi, perchè possono andare in profondità e fare uscire il team da 12 uomini e fare quello che vogliono senza con i cavi. Questo è molto avanzato. E’ lungo 70 piedi, va a 120knots e ha un equipaggio di 9 uomini.

Il ROV qua sta per Veicolo Operato in Remoto. Loro si trovano qua e ce ne stanno tre. Uno di loro può volare. Possono volare attorno e fare foto o altro.

Ora, guardi la velocità di 120knots e dici: John Lear, dai sappiamo che le armature in volo o sommerse non possono andare così rapidamente. Il fatto è che hanno trovato, hanno risolto il “controllo dello strato esterno”. Il controllo dello strato esterno è quella porzione di mare che va in contatto con la nave e produce frizione.

B: Quindi è simile alla tecnologia che hanno messo sulle ali dei Bombardieri B2?

J: Si.

B: Però applicata all’acqua.

J: Sottomarini.

B: Capisco.

J: Questo lo producono nello spazio in impianti di costruzione. Quando lo shuttle ritorna e quando altri aeroplani… (vi mostrerò un’altra immagine di un aereo visto sull’Irlanda un paio di anni fa)..tornano, riportano le parti. Riportano fogli, rotoli e barre.

Questa è roba fantastica e puoi fare di tutto. La cosa più importante che puoi fare…come sui sottomarini, mantiene lo strato esterno, questo strato tra l’armatura e il mare, distante di 3-5 cm, così non c’è frizione. Nemmeno rumore.

Questo non lo usano solo nelle nuovi navi da guerra, ma sui sottomarini e sugli aeroplani. Questo è un materiale davvero fantastico.

Ecco come possono andare a 120knots. Sappiamo che per l’armatura di una nave, diciamo, la Ronald Reagan…la velocità massima teorica è di 1.34 volte la linea d’acqua. Quindi sappiamo che la linea d’acqua della Ronald Reagan è di circa 1000 piedi. Quindi prendi 1.4 volte la radice quadrata di questo e ottieni 32knots. Questo sembra ragionevole. Sapete, un carrier che va a 32knots è davvero notevole.

Il fatto è che penso che la Ronald Reagan vada a 90knots. La ragione per cui lo penso è perchè l’Enterprise andava sicuramene a 75knots. Ho amici che lavorano su questo e dicono che quando devono andare rapidamente in un posto, dicono a tutti di andare sotto coperta, per il tempo che sta arrivando. Quindi la portano a 75knots.

La ragione per questo è: Numero 1- non vogliono che nessuno immagini la velocità a cui possono andare. Non vogliono che nessuno esca da sotto coperta. Perchè 75knots è davvero molto, quasi 90 miglia orarie! Non vuoi che nessuno cammini mentre teoricamente stanno viaggiando a 30knots.

Quando dici: Quando ci vanno, nessuno fa domande? No. Il fatto è che nessuno fa domande.

Il TWA 800 è stato abbattuto da un sottomarino della Marina. Viene tenuto nascosto. Spesso sento persone dire: Non è possibile perchè sappiamo che quelli della Marina sono quelli che parlano di più nel mondo e certamente qualcuno parlerebbe.

Non è vero. La Marina è una delle forze più chiuse nel mondo. Nessuno dice nulla finchè non deve. Non c’è modo in cui qualcuno su quel sottomarino possa aver detto qualcosa. Si, una persona ha chiamato suo padre. Questa persona si chiama Jim Sanders, che ha scritto The Downing of Flight TWA 800. Questo è l’unico che ha detto qualcosa.

B: Quale missile?

J: Non so. Volevano colpire un drone. Quando lo hanno lanciato, il drone era tra il TWA 800 e il sottomarino. Per qualche ragione, quando il missile venne lanciato, perse in un istante, il lock sul drone. Quando ha ripreso il lock, lo prese sul TWA 800. Lo ha colpito in prima classe, ha colpito il naso e ha fatto esplodere il serbatoio centrale.

K: Stai dicendo che è stato un incidente.

J: E’ stato un incidente. E’ stato un incidente della Marina. Lo stavano usando per esercitazioni di fuoco-vivo.

K: Ok.

J: Lo hanno fatto sempre. Questo è stato il quinto aereo, di linea civile, che la Marina ha abbattuto dal 1963.

La prima è stata la Flying Tiger Line, per cui ho lavorato. Un Lockheed Constellation sopra Guam, dove è salito un pilota della Marina, stava mirando a un aereo di linea perchè non aveva altro da mettere sotto mira e accidentalmente è partito il missile. Ha colpito, ha ucciso tutti. Anche questo incidente è conosciuto, sapete, per “cause sconosciute”.

Però questo ha portato la Flying Tiger Line a divenire il maggior trasportatore durante la Guerra del Vietnam e il Pentagono ha autorizzato una sezione separata della Flying Tiger Line, chiamata Flying Tiger Air Services, a fare voli extra verso il Giappone, nel Vietnam. Voglio dire che la Flying Tiger ha fatto una fortuna con l’incidente. Io ero a stretto con…

B: Prima che perda il punto, vorrei confrontare questa testimonianza. Dato che ci è stato detto da Hnery Deacon, ha chiesto a noi di toglierlo dal sito, perchè era curioso di sapere cosa è accaduto al TWA 800. Quindi dall’interno ha fatto domande.

Ha detto che è stato un missile Stinger. Hanno mirato esattamente al drone ma lo hanno mancato. Questo è il modo in cui lo ha detto. Ha detto che è stato davvero un incidente della Marina. Ha detto che è stato tutto nascosto. Ha detto che l’oggetto era al suo limite di altitudine, più alto di quanto detto, a circa 14000 piedi.

J: Possibile. Perchè si parla di 8000 piedi. Ecco perchè questo ha cancellato lo Stinger.

B: Si. E’ possibile che lo Stinger sia stato lanciato da un sottomarino?

J: No, penso che la storia dello Stinger e la sua altitudine classificata sia.. può essere che stiamo cercando di renderla come…dei terroristi lo hanno sparato invece che la Marina. Vorremmo indicare i terroristi come colpevoli invece che la nostra Marina. Perchè la nostra Marina ha colpito la nave Iraniana, allora perchè hanno abbattuto…

B: Quello che ha detto Henry è che è stato uno Stinger, ma un incidente della Marina.

J: Può essere stato. Comunque sia, dubito che uno Stinger sia stato sparato da un vascello della Marina. Ci sono troppe evidenze che sia stata la Marina. Lo hanno fatto e dubito che abbiano usato uno Stinger.

B: Ok.

J: Uno stinger ha dell’esplosivo e non c’erano esplosivi in un TWA 800. C’era solo il carburante che ha danneggiato tutto. Questo per la cronaca.

B: Ok.

J: Sanders ha fatto un lavoro eccellente su questo. Comunque, questo per il TWA 800. Mi ha colpito direttamente, perchè la FAA uscì con una scusa, tutta colpa di Richard Clark, che avrebbe esposto un filo nella pompa del carburante.

Questo è impossibile! Durante questa investigazione stavo pilotando un Lockheed L1011, un grosso aereo da carico. Ha un portello enorme, stavo prendendo un Boeing 777 da Wichita, dove fanno i Boeing, verso Seattle.

Mentre aspettavamo che venisse caricato e stavamo parlando con i ragazzi della Boeing, erano furiosi perchè la FAA e il NTSP parlavano di fili nella pompa del carburante. Non esistono cavi nella pompa del carburante o vicino al carburante.

Troppo ridicolo. Tutti erano delusi dalla storia. Io sono rimasto colpito perchè la FAA ha detto che devi mantenere sufficiente carburante da coprire la pompa in modo che non avvengano archi, perchè, se c’è carburante non ci può essere arco. Solo se ci sono fumi allora possono avvenire.

Sul L1011 abbiamo una capacità di carico di 115000 libbre. Se teniamo la pompa del serbatoio coperta, perdiamo circa 2 o 3000 libbre. Ecco il punto. Questo ha rovinato Kittyhawk, per cui lavoravo. Comunque…

K: Vorrei farti una domanda. Conosci Ben Rich?

J: No. Ho parlato con persone che lo conoscono. Vi dico in cosa rientra Ben Rich. Prima di tutto, sapete dov’è nato? Ben Rich fu una delle maggiori spie del Mossad negli Stati Uniti. Aveva le informazioni più classificate.

Ecco cosa accadde. Ecco come siamo rimasti coinvolti con Israele. Nel 1947 quando Israele è diventuo uno stato, James Angleton era capo della CIA a Roma.

K: Corretto.

J: Ok. Hanno mandato Angleton a Tel Aviv, con alcuni del MI-6, per formare il Mossad. Per alcune ragioni, in qualsiasi modo accadde, James Angleton si alleò col Mossad così (incrocia le dita) per sempre. Lui era la talpa.

Se ricordate, nel 1960 era CIA Director of Foreign Intelligence e doveva cercare la talpa Russa. (ride) Lui era la talpa Russa! Perchè era così amico col Mossad, che diceva cose al Mossad e il Mossad le passava alla Russia.

Quando David Ben-Gurion, nell’estate del 1963, disse: Dobbiamo uccidere Kennedy. Dobbiamo. Mi preoccupano le sue minacce sull’ispezione di Dimona. Non voglio sentire altri da Kennedy. Uccidetelo. Ha dato l’ordine al Mossad e si è dimesso così non poteva essere responsabile. Allora il Mossad è andato da Angleton.
L’assassinio di Kennedy non fu un lavoro della CIA, ma venne coinvolta la CIA solo perchè Angleton era dentro con i suoi uomini al Mossad. Lui sa tutto dell’avvenimento a Dealey Plaza e la fuga e tutto. C’erano tiratori della Corsica (Corsican sharpshooters), assunti dal Mossad.

Hanno tirato fuori la cosa e tutti dicono: Oh, pensano che il mob ha ucciso Kennedy o forse Johnson o chi lo sa, Castro. Non è vero. E’ stato Israele. La ragione è perchè David Ben-Gurion non voleva ispezioni a Dimona. Ecco tutto.

K: Questo è il loro nucleare…dove fanno i loro test nucleari-biologici?

J: Dove fanno le bombe nucleari col plutonio che ci rubano.

J: Ma cosa riguarda Ben Rich in questo?

J: Ok. Ben Rich è nato da una famiglia Ebrea benestante nelle Filippine e molto istruita. E’ stato messo alla Lockheed nel 1953 come secondo in carica a Kelly Johnson. Era lì per lo sviluppo del U2 e per lo sviluppo dello stealth.

K: Ci sono molti Ben Rich, famosi…legati al discorso UFO, tecnologia…Corretto?

J: Corretto.

B: Si. Non c’è nulla su questo nel libro (il libro che sfoglia John). Questo è il libro con la storia su quello che è avvenuto all’U-2.

K: Capisco.

B: E lo XR71.

K: Ma lui ha detto…qual’è l’esatta citazione? Forse la ricordate.

J: Abbiamo materiale che renderebbe geloso George Lucas. Possiamo portare ET a casa.

K: Si. Quindi era un insider da tempo, mi stai dicendo. Giusto?

J: Si. Però era una spia del Mossad e vi dico come hanno fatto. Ok ora..

K: Però ad un certo livello, se è una spia del Mossad…perchè il Mossad sembra essere legato con, se vuoi chiamarli, i Nazi, il gruppo NASA-Nazi.

J: Sono contento che lo abbiate capito, perchè quando le persone dicono: Israele ha qualcosa a che fare col 911? Dico: Quanto Santa Claus ha a che fare col Natale!

K: (ride)

J: (ride) Comunque…

K: Ok, stanno lavorando assieme. Mi stai dicendo che Angleton era coinvolto col Mossad. Mi stai dicendo che Ben Rich era coinvolto col Mossad. Abbiamo l’intero…l’intero allineamento qua.

J: Assolutamente-positivamente-oltre-ogni-ombra-di-dubbio. Ora siamo pronti a costruire lo stealth fighter. Questo è stato l’inizio del vero segreto nel nostro governo.

La Marina voleva un suo stealth fighter. E’ stato chiamato F-19. Qua diventa confuso, perchè le persone dicono: Oh, F-19. In realtà era F-117A. Lo hanno rinominato.

No, No, il F-19 era un aereo separato. Ne hanno fatti 62. Avevo un amico che non ha solo lavorato in avionica, ma un amico che ne sa molto. Non lo ha pilotato, ma ha conosciuto chi lo ha fatto. Quindi erano aerei completamente separati.

Alla Skunk Works di Burbank….C’era una specie di cortina di ferro grigia che scendeva alla Skunk Works e (indica a destra) avevi il 117A da questo lato e il (indica a sinistra) F-19 da questo lato. Avevano entrambi i motori F404. Avevano entrambi gli stessi sistemi di atterraggio. La ragione era che stavano cercando di costruire questo aereo segreto della Marina senza soldi, con parti di ricambio del F-117., quindi lo tenevano assolutamente segreto.

Sapete cosa? Lo hanno fatto, fino ad oggi. Perchè non trovi una persona…ecco uno dei grossi problemi su ATS. Iniziavo a parlare sul F-19 e parli di qualcosa di molto sensibile! Non ne vogliono sentir parlare.

Quindi Ben Rich a pag 48 (tiene un libro) parla della Skunk Works e di come funziona. Dice: Nel frattempo, la Marina viene da noi per provare la fattibilità di sistemi d’armamento Stealth e impostano il loro sistema di sicurezza che è doppiamente restrittivo rispetto a quello dell’Air Force.
Abbiamo dovuto installare sistemi speciali d’allarme che ci costano una fortuna e una sezione del nostro quartier generale è stata adibita al lavoro della Marina. (Kerry ride)

Ok, ecco l’organizzazione. Tutto quello che volevano erano sistemi stealth.

Ok. Nel paragrafo seguente dice: Nel mezzo di questo inter-servizio, sicurezza e hustle and bustle, il Generale Bobby Bond, in carica per l’organizzazione tattica, entra tuonante alla Skunk Works col sangue agli occhi una mattina di settembre.

I venti di Santa Ana ululavano e mezza L.A. era sotto il fumo. Il mio asma era attivo e non ero in forma per una visita. Il Generale Bond era preoccupato e ci faceva impazzire, mentre seguiva il progresso del F-117A.

Ha sempre pensato che sarebbe stato sostituito o vittimizzato in qualche modo. Mi ha accusato di aver messo alcuni migliori uomini dal suo aereo “Have-Blue”, il 117A, al lavoro su qualche progetto della Marina.

Ho fatto del mio meglio per apparire colpito e ho perfino alzato la mia mano destra in giuramento solenne verso Bobby. Mi sono detto: “Cosa? E’ una piccola bianca bugia. Cos’altro posso fare? Il progetto della Marina è top secret e Bond non ha il need to know. Potremmo andare entrambi in prigione se gli avessi detto la verità”

Quindi qua dice: Sfortunatamente, sulla strada per pranzare, il Generale ha visto una chiusura speciale e un sistema d’allarme sopra una porta non marcata, che sapeva essere usata solo dalla Marina nei suoi progetti segreti.

Bob mi ha strizzato il braccio: “Cosa avviene dentro quella porta?” ha voluto sapere. Prima che potessi inventare un’altra bugia, mi ha comandato di aprire la porta. Ha detto: “Rich, sei un bastardo! Ti darò un ordine diretto! Apri quella dannata porta in questo istante o l’abbatto da solo con questa dannata ascia per incendi!”

(Kerry ride)

Iniziò a colpire la porta finchè non si aprì. Forzò la via per entrare e c’erano alcuni Comandanti della Marina seduti. “Bobby, non è quello che pensi” mentì invano. “Col diavolo che non lo è, bugiardo!”

Mi sono arreso. “Ok, sono fatto. Prima però di andare a pranzo, dovrai firmare un modulo di “Inavvertita Rivelazione” altrimenti avranno i nostri culi!” La Marina, chiaramente, era inferocita con noi. Per il Generale dell’Air Force vedere il loro progetto segreto, fu un colpo simile al dover consegnare uno stampo ai Russi.

K: (ride)

J: Ok. Quindi..

B: Questo è il F-19. Avete una immagine artistica sul muro, vero?

J: Alla fine? Si. Queste sono stampe artistiche.

B: Aereo fantastico.

J: Ok. Ora, (punta il libro) vedete questa piccola cosa alla fine della pagina? Dice che il Generale Bond è rimasto ucciso più tardi in un volo di test. Per la tragedia, il Pentagono ha deciso che gli ufficiali non possono fare voli di test.

Questo nel 1984. Sapete com’è andata? La storia riguarda un MIG-23, cosa che sappiamo essere una balla. E’ stato ucciso in un F-19, perchè ha chiesto alla Marina di poterlo pilotare. Quello che fecero è, che disabilitarono…elettronicamente…il sistema di controllo e lo hanno ucciso.

La ragione è che non volessero che l’Air Force conoscesse il progetto della Marina. La ragione è che non volevano che sapessero del progetto della Marina, che parte di questi aerei sarebbero andati ad Israele. Questa è la storia di Ben Rich.

B: Stai dicendo che Israele ha il F-19?

J: Il F-19. Si. Si sa da 25 anni. Israele ha…Santa Claus ha il Natale?

(Jhon e Kerry ridono)

K: Grande! Ok. Vorrei chiederti dell’altro. Il Generale che Bush ha cacciato o come vuoi dirlo…

J: L’Ammiraglio Bill Fallon! Ho una storia Esquire! Quando l’ho sentito, sono andato a Borders e ho comprato questa cosa e l’ho portata a casa e l’ho letta parola per parola! (Kerry ride) Penso che tu stia parlando di un bravo ragazzo! Sapete?

K: Si! Assolutamente.

J: Oh assolutamente! L’ho fatto leggere a Marilee. Ho detto: Leggilo, perchè c’è differenza tra guerra e non guerra!

K: Si, assolutamente!

J: Ho detto: Se ci sono bravi ragazzi nella Marina, LUI è il bravo ragazzo. Ora, è stato coinvolto in molte brutte cose. Sa degli alieni…sa tutto. Però cercava di fare un buon lavoro. Questa fu una brutta….

K: Quindi siamo in un treno veloce proprio ora?

B: E’ stata una brutta notizia che lo abbiano fermato, oppure è il suo modo…

K: Non si è fermato. E’ stato cacciato, giusto?

B: No. Ha smesso.

K: So la storia..

Probabilmente sapeva che stava arrivando. Il fatto che lo dica nel magazine Esquire, due o tre mesi prima, sapendo che lo avrebbero pubblicato, mi dice che sa che stiamo accelerando una guerra nucleare in Iran. Non ci saranno guerre la senza bombe nucleari. Questo è sicuro.

B: Qual’è la posizione di Mike McConnell su questo?

J: Mike McConnell…sono sicuro che fosse un MJ1. Penso sia un bravo ragazzo. Lo abbiamo messo nel nostro “Qui Tam” perchè penso possa aiutare. Quello che sta facendo ora non ha senso nel programma generale, non so. Sto sperando che Mike sia un bravo ragazzo. Cosa pensate?

B: Pensiamo sia un bravo ragazzo. E’ interessante..

J: Sapete del suo legame con Dan giusto?

K: Oh si, assolutamente.

B: E’ interessante speculare che la ragione per il rilascio del National Intelligence Estimate in dicembre è avvenute per le armi di Bush.
Perchè sembra così…un tentativo di fermare la guerra.

J: E per il suo legame con Dan, penso sia un bravo ragazzo.

K: Giusto. Si, questo è ciò che pensiamo, per quello che ci ha detto di lui Dan.

J: Quello che ho detto ai ragazzi del “Qui Tam”…Jerry Leaphart è l’avvocato; Morgan Reynolds lo ha compilato. Judy Wood ha comilato la sua causa separata. Lei è esperta in dissociazione molecolare – DEW. Ci sono poche persone, incluso me.

Ho detto a questi ragazzi…stavo seguendo gli sforzi di Morgan. Nel novembre ho chiamato per avvertirlo di certe cose che sapevo sugli aerei e che lui non sapeva. Ha detto: Sei quello dell’aviazione? Ho detto: Si. Così abbiamo iniziato il dialogo per email.

Quindi in dicembre stava per andare al programma di Jim Fetzer per un paio di giorni e mi disse: Vorresti essere intervistato? Risposi: Certo. Quindi ha saputo quanto conoscevo del 911.

Quindi, un paio di giorni dopo, lui e Jerry mi hanno scritto per email e hanno detto: Siamo onorati per quello che hai detto. Crediamo che tu sia molto informato. Vuoi aiutarci? Vorresti firmare un’affidavit? Ho rispoto: Si! Ditemi cosa volete. Così ho scritto un affidavit di 15 pagine e…

K: Grandioso.

J:…sono stato con loro da quel momento. Quando stavo per entrarci ho detto: Ora voglio che capiate questo, non c’è modo per cui possiamo farcela da soli. Dobbiamo aprire le porte a qualcuno che possa aiutarci. Non c’è modo per cui possiamo affrontare questo. Troppo potere coinvolto.

Sto sperando che ragazzi come McConnell e Fallon vedano cosa stanno facendo e ci aiutino, perchè non ce la faremo da soli.

K: Ok. Credi che ci sarà la guerra civile in America nei prossimi anni?

J: Non penso.

K: No?

(John muove la sua testa per dire no)

K: Ok. Cosa pensi del fatto che molte cose, molto materiale governativo, venga spedito nel Colorado? Alcuni dicono che Denver sia..il Pentagono e altro si stanno spostando verso il Colorado.

J: Penso sia a Sandia, ma penso che quella del Colorado sia una storia di copertura. Posso sbagliarmi. Penso venga mandato tutto la (punta fuori dalla camera). Come dato di fatto, lasciatemi fare questo..

Venti anni fa avevano problemi a mantenere segreti i programmi usando nomi segreti. Quindi usavano nomi comuni, come Sandia Mountains, Sandia Desert sapete, così e lo chiamarono “Sandia”. Ecco come è venuto fuori, tutti pensano: Oh stai parlando della Sandia Corporation. Ho guidato la l’altro giorno. (Kerry ride) Ecco come tengono segreto qualcosa.

(John tira fuori una foto ingrandita) Ecco lo dall’altra parte della Luna. Posso mostrarvi il libro della NASA con le fotografie NASA e potete usare la lente di ingrandimento e vedere lo spazioporto. (Kerry ride)

Non ci sono dubbi. Sapete perchè? Perchè la foto è stata fatta nel ’68 e la NASA non si è preoccupata seriamente della censura (airbrushing) fino al 1970. Allora ho preso tutte queste foto NASA fatte prima del 1970, ..libri, perchè non avevano ancora sviluppato la tecnica per la censura..

K: Ne hai mai parlato con Hoagland?

J: Si. Come dato di fatto, eravamo allo show di George Noory e George gli ha mostrato la cosa. Ho detto: Questo non assomiglia a un terminale spaziale, Richard? Ha risposto: No, sembra proprio un terminale spaziale.

(Kerry ride)

Guarda. Puoi anche vedere i tubolari di supporto. Non ci sono dubbi. Ecco il resto…(prende un’altra foto) Ecco un cratere chiamato Damoiseau. Non c’è dubbio, le aree come questa..sono tutte case, costruzioni, cose del genere. Non ci sono dubbi.

Comunque, l’altro giorno ho pensato, vorrei vedere…ho avuto questa foto, presa dall’Osservatorio Lick. L’ho avuto l’altro giorno…volevo ingrandirla per vedere cosa trovavo. Ho preso questa foto (mostra un ingrandimento) e ho detto: Ok proprio qua vicino al Grimaldi e ho guardato. E’ tutto sbiancato!!! Guarda..ecco il bellissimo cratere e guarda in questo punto! Ci sono altri crateri? No!!! Sembra una nebbia! Stiamo parlando di una cosa che mi ha realmente sconvolto!!

(Kerry ride)

J: Comunque vi mostro Sandia. (apre una grande mappa)

K: Si, per favore.

J: Questa è la mia migliore mappa. (punta la mappa) Ecco Las Vegas, ecco Groom Lake, ecco il Tonopah Test Range.

K: Ok.

J: Ecco Sandia. Si trova su Paiute Mesa. Qua c’è una striscia e qua altre due nuove sul lago asciutto. Qua sopra hanno una base segreta..Ely. Vediamo…ecco Wilson Creek, Lincoln, Welch. Oh, Ely, circa qua. Ecco il lago asciutto qua.

K: Nel mezzo del nulla.

J: Ecco un pezzo di 10000 piedi. Ecco un punto segreto. Puoi guidare alle 2 nel mattino e in un colpo vedresti le luci accendersi. Ora, per capire se sono basi segrete, le luci dei percorsi devono essere blu.

(Kerry ride)

J: Air Force.

K: Davvero?

J: Però hanno queste…

K: Perchè sono blu? Qual’è il significato?

J: Queste sono le luci che mettono nei corridoi delle basi segrete dell’Air Force…blu. Quindi hanno questa novità in attivo da 20 anni. La maggior parte sono sotterranee. Quando un pilota si avvicina a circa 500 piedi, il terreno si apre e lui atterra. Il terreno…può essere di foresta, deserto, un campo di cotone, si apre così. Così atterra. Poi si richiude e poi scende con un ascensore.

K: Wow! Grandioso.

J: Ecco Sandia. Ecco perchè si chiama Sandia. Molti pensano sia un posto normale.

K: Non hai avuto a che fare con viaggi nel tempo, jump rooms..

J: No, la jump room è favolosa. L’altro giorno Ron Blackburn si trovava la, perchè mi ha dato il mio computer di 6 anni. (Volevamo pensare se scrivere di questo o no) Stavo parlando della jump room e Ron ha detto: Oh si, lo so. Si chiama tecnologia di salto. Ha detto precisamente: Oh, questa tecnologia di salto. La conosco. (Kerry e John ridono)

Ok, ecco l’aereo spaziale che il ragazzo ha visto sopra l’Irlanda. (legge da un diagramma scritto a mano) E’ 10 volte più grande di un Boeing 747.

K: Wow. Incredibile.

J: Doppia coda leggermente visibile. Baia motore jet black.

K: Non hai mai visto nulla del genere, vero?

J: No. Lo ha visto all’alba. Ha detto: Angolo del sole molto basso, quasi l’alba. L’ho visto alle 7, direttamente sopra e in 7 secondi è arrivato all’orizzonte. Ha detto: Scomparso sopra Belfast fuori dalla luce solare. Piccolo naso bianco e senza scia di vapore, nessun boom sonico. Demarcazioni delle sezioni del corpo visibili, tutte grigio scuro.

B: Ho fatto corrispondenza con questo ragazzo.

J: Davvero?

B: Si, giusto un paio di mesi fa. Lo abbiamo immaginato assieme. Doveva andare a 18000 miglia orarie.

J: Miles Johnston?

B: Si. Corretto.

J: Questi sono i suoi disegni originali.

K: Wow.

J: Quando mi ha chiamato la prima volta, ha detto: Sei interessato in questo? Ho risposto: Chiaramente, Miles! Spediscilo, spediscilo! Ha detto: Bene..

B: John, l’ho messo in contatto con Mark McCandish, così McCandish ha potuto fare un disegno professionale per lui. Ora stanno lavorando assieme così Mark può aggiungerlo ai suoi files. Quindi ora si divertono.

J: Se potessi andare su un pianeta, andrei su Saturno. Perchè hanno detto che, la vostra mente sarebbe cosi confusa che non fareste nulla per tre giorni.

Ho trovato una discussione intitolata Sono Reali gli Extraterrestri, Com’è Reale il Naso sulla Vostra Faccia? Era lungo 108 pagine ed è stato chiuso. E’ stato chiuso perche “Sleeper”, si è irritato con quelli che facevano domande.

Così ho iniziato a leggerlo, a pagina 18 circa, ho detto: Questo è reale. Questo ragazzo sa di cosa parla. Questo combacia con tutto quello che ho letto. Devo parlare con questo ragazzo. Così ho finito le 118 pagine e le ho messe in quel libro che dice Sleeper.

Allora gli ho scritto un PM e ho parlato con lui. E’ stato affascinante. Ho detto: Le persone devono sapere queste cose!
Ha detto: No, no, tornerò.
Ho risposto: Ok, fammi interferire. Non rispondere a nessuno. Lascia farlo a me.

Allora sono andato da Mark Allen e ho detto: voglio vedere se possiamo richiamare Sleeper.
Ha detto: Deve pensarci da solo.
Ho detto: Ok, lo farà da solo.

Allora ho iniziato il mio Parlerò Chiaro sugli Extraterrestri. Questo è durato 250 pagine. Questo ha avuto le massime letture e risposte. E’ stato bellissimo..tutti andavano a vedere ogni giorno le risposte alle domande.

K: Questo è ancora tutto la?

J: Si. Credo di si. Sapete, le persone…ci sono stati pochi insulti. Chiaramente, c’erano sempre quelli che dicevano: Per me questa è tutto escremento di cavallo, lo sapete. Andavo per primo la mattina a rispondere, così non doveva farlo Sleeper.

K: E’ stato grandioso fino alla fine. Fino alla vera fine è stato meraviglioso. Ci siamo divertiti molto.

Quindi ha scritto un blog intitolato: Com’è passare un giorno con un Extraterrestre. La storia spaziale più affascinante che avete mai letto. Disse all’inizio..ho dimenticato le parole precise. Disse: Questo è scritto come un film, ma credeteci, ogni parola è vera.

Parla di un viaggio su Urano e delle persone che vivono su Urano. Come sono le costruzioni. Tutto molto affascinante. Penso quindi che Sleeper sia sincero al 110%. Se verrà provato che non lo è, sarei sconvolto perchè tutto quello che dice è validissimo.

Quando ne parlo…mi ha insegnato molte cose. Negli ultimi anni le persone mi hanno chiesto: Di cosa si tratta? Non so…forse dei Grigi che vendono le nostre anime, oppure ci raccolgono. Mi sbagliavo. Sono qua per un lavoro.

Sleeper una volta ci disse: Vivete la vostra vita senza invidia e odio. Amate la vostra famiglia. E’ l’unico modo per andare avanti. Tornerete sulla Terra e farete questo finchè non imparate a farlo bene. Quando imparerete, allora andrete a giocare con gli adulti.

Quindi Sleeper è stato quello che, sapete…quando ho iniziato..è stato interessante vedere la trasformazione perchè, all’inizio ha detto..le persone direbbero: John Lear ha ragione? Ci sono città e persone sulla luna? E: No, no. Non c’è nessuno.
Alla fine lui dice: Si, John Lear ha ragione. Ci sono città e persone sulla Luna.

E’ stata una netta trasformazione. E’ servito tempo per farlo parlare, ma è stato fantastico.

K: Fantastico.

Fonte: ProjectCamelot.org

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3295

Annunci

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – Parte 2 agosto 13, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far


Las Vegas, Nevada, Aprile 2008

K: (ride) Ok. I tuoi amici concordano con le tue idee, che sono piuttosto notevoli ?

J: Non ho amici. (ridono)

K: Dai, John. Non ti credo. Tu sei uno dei più affascinanti che abbiamo incontrato.

J: Il mio buon amico Bob Lazar pensa che sono matto. Quindi..

K: Davvero?

J: Si. Ce lo ha detto al compleanno.

K: E lui lavora sugli UFO, quindi…

J: Come dato di fatto, se guardate dietro di voi, potete leggere sul suo regalo per me. Quella coppa che dice “JL”.

K: Ok.

J: Prendetela. (Kerry ride) Ora, Bob Lazar l’ha fatta fare per me e questo è il mio regalo di compleanno. Praticamente, è..

K: (ride) Cosa dice?

J: ….è la Tavola Periodica degli Elementi. Alla posizione 116 abbiamo “JL”. Dice “umano solido”. La massa atomica è 256.89. Poi ci sono tutte queste cose (indica col dito sulla coppa) Quindi dice:

*Elemento: John Lear.
*Luogo di provenienza: Si trova principalmente in Nevada. (Kerry ride)
*Proprietà fisiche: JL è un elemento raro e instabile. Lo si conosce soprattutto per la sua abilità notevole a resistere al comune senso e ai fatti. (Kerry ride)
*Applicazione: JL è conosciuto perchè migliora la qualità della vita. Lo si conosce anche perchè assorbe grandi quantità di sostanze costose. E’ uno degli agenti più potenti per la riduzione monetaria, conosciuto all’uomo.
*L’esposizione prolungata a questo elemento può causare gravi danni fisici, mentali e finanziari. (ride; Bill e Kerry ridono fuori scena)

K: Grandioso. (ride) Ok. Ci hai detto fuori scena che Bob Lazar è tornato a lavorare per il governo.

J: Si, lavora ancora ai Laboratori Nazionali di Los Alamos.

K: Su cosa lavora?

J: Non ne ho idea. Una delle cose che ci ha detto è che quando è tornato al lavoro gli hanno parlato (Kerry e Bill ridono). Prima di ridargli il permesso, gli hanno detto: Ora Bob, non causerai più problemi, giusto? Lui ha risposto No.

K: Lo hanno quindi minacciato per farlo tornare. Corretto? Ha avuto ogni tipo di problemi prima.

J: Io..non l’ho saputo.

K: Ok. Però è stato dentro per quattro anni.

J: Mi pare.

K: Ok. Pensi sia impossibile che rilasci interviste.

J: Si. Si, lo ha fatto su Travel Channel un paio di anni fa. Giusto l’altro giorno l’ho ha fatto con altri, sapete. Meglio però se non fate il mio nome. (Kerry ride). Chiamatelo così dal nulla, sapete.

K: Ok. Però è amico tuo, giusto?

J: Si. Si, un buon amico. E’ venuto al mio compleanno ed è stato grandioso.
Come vi ho detto….di solito ho due sedie fragili qua. Nel 1987 ho iniziato a parlare di UFO. Ho fatto una conferenza alla Spring Valley Library. Ha causato una tale confusione a Las Vegas! Le persone chiamavano, delle persone volevano intervistarmi. Sono ESPLOSO. Chiaramente, questo disturbava molto la mia famiglia. Marilee mi ha spento il telefono. Ha preso tutti i miei files sugli UFO. (Kerry ride) Non è stato bello.

Allora nel 1988, ha chiamato un ragazzo. Ha detto: Il mio nome è Gene Huff. Mi occupo di valutazioni immobiliari e sono molto interessato ad avere alcuni suoi nastri e materiale. Ho rispoto: Gene, ne sono fuori. Mi è quasi costata la famiglia. Non me ne occupo.
Ha detto: Ok, sai, se vuoi fornirmi alcuni nastri, ti farò una vera valutazione.
Gli ho risposto: Oh, aspetta un minuto. Avevo bisogno di soldi capite. Ho detto: Ti dirò quanto. Ti fornirò i nastri e valuterai la mia casa.

Allora è venuto il giorno dopo per le misurazioni. Non aveva però idea che si trattasse di 7.700 piedi quadrati! Si lamentava perchè doveva fare tutto quel lavoro per un paio di nastri e qualche informazione.
Comunque, è venuto con questo ragazzo Bob Lazar e me lo ha presentato. Bob era il ragazzo che teneva l’altro capo del metro.

Così ha detto: Bob lavora ai Laboratori Nazionali di Los Alamos e vive in città ora e sviluppa foto.
Allora ho detto, fantastico.
Quindi Gene ed io parlavamo di ufo e Bob girava gli occhi. Diceva: Voi siete matti. Non può essere vero. Ho lavorato a Los Alamos. Ho un permesso “Q”. Se fosse vero, lo saprei, ho curiosato abbastanza attorno al posto.
Quindi non voleva saperne nulla.

Comunque, era circa giugno del 1988. Nei seguenti 4 o 5 mesi, io, Gene e Bob ci scambiavamo informazioni. Bob, sapete, ci sono state tre o quattro cose che lo hanno spinto oltre il “Questo è totalmente ridicolo” sul “Può essere vero”. Una di queste è stata, in quei giorni conoscevamo una struttura segreta a Los Alamos chiamata YY-II. Era più classificata del suo livello di permesso. C’erano 3 o 4 cose.

Comunque, nel Novembre, Bob ha deciso che: Proverò ad avere un lavoro nell’Area 51. Ha chiamato il Dr.Teller, che ha conosciuto a Los Alamos. Penso che mi trovassi lì quando Bob gli ha parlato.
Teller ha detto: Vuoi lavorare a Lawrence Livermore con me o in Nevada?
Bob ha risposto: Voglio lavorare a Groom Lake. (sorride ampiamente)
Allora Teller ha detto: Ok, fammi tornare con te.

Allora Bob è stato intervistato tre volte al EG&G e saliva dopo ogni intervista. Ricordo, dopo la sua seconda intervista, la prima domanda era: Conosci John Lear? poi: Cosa pensi di John Lear?

Bob ha detto: Si, lo conosco. Penso che metta il naso dove non deve. Bob mi ha detto che: Quello che non ho detto loro è che ANCHE A ME piace mettere il naso in posti dove non devo. (Kerry ride)
Quindi ha passato la terza intervista e ci ha detto che con le loro parole molto tecniche ha fatto un gran lavoro.

Comunque, l’altra cosa che so è del dicembre 1988.
Bob viene, siede e dice: ho visto un disco oggi.
Stavo scrivendo miei dati, sapete. Non facevo attenzione. Ho detto: Cosa?
Ha risposto: Ho visto un disco oggi.
E io..: Un disco? Loro o nostro?
Ha risposto: Loro.
Ho detto: Sei stato a Groom Lake?
E lui: Si.

Cos’ ho detto: Cosa facevi lì? (Kerry ride) Ho detto: Ovviamente ti seguiranno. Perchè non lavori la per un pò e vieni a dirci cosa accade?
Ha detto: Perchè ti ho visto prendere tanta spazzatura negli scorsi 6 mesi su questo. Ti sto dicendo che è reale. L’ho visto, l’ho toccato.
Quindi ne abbiamo parlato per due ore. E’ stato sconvolgente, e…

K: Ok. Raccontaci la storia. Lo abbiamo nell’altro nastro. Però è così divertente quando si siede e dice: John, non immagini com’è…

J: Era gennaio. Era salito qua due o tre volte o quattro o cinque. Non ricordo quante. Ricordo che era gennaio, perchè era freddo e avevo una maglietta come questa.
Bob viene e siede lì, era ON. Era ACCESO. Voleva parlare di qualcosa. Sapevamo che non potevamo parlare lì. Allora siamo usciti.
Marilee viene verso noi e dice: Cosa state facendo? (ride)
Eravamo usciti per parlare e lei sospetta di tutto comunque e non crede per nulla. Però lascia andare.

Siamo usciti in quel piccolo posto nel retro. Lo stavo guardando e dicevo: Cosa? Cosa? Cosa?
Lui ha detto: John, non immagineresti mai cosa significhi vedere il tuo primo alieno.
Ho rispoto (eccitato): Ne hai visto uno? Ne hai visto uno?
E lui: Si.
Ho detto: Non poteva essere una bambola? Poteva essere…
E lui: No. Era uno di loro. (Kerry ride)

Sapete, in questi giorni, fai a lui una domanda e dice: “Non so. Poteva essere una bambola. Facevano tutte quelle cose strane.”

K: Oh, si.

J: Ma quella notte, questo è esattamente ciò che disse.

K: Ok.

J: Così ho detto: Com’è accaduto?
Lui ha risposto: Stavo camminando nel corridoio. Ha detto: Avevo una guardia per lato. Ho passato una porta e c’era come un finestrino di 12 pollici, ci passavano dei fili. Ci ho guardato attraverso e c’erano due persone con divise da laboratorio davanti a me. Poi un alieno in piedi che parlava con loro.

Ora, vi ho mostrato questa immagine?

K: Non penso.

J: Lo ha disegnato per me.

K: Davvero!

J: Volete che la prenda?

K: Si. Assolutamente.

J: (indica le carte sulla scrivania) Queste sono molte cose che ho preso da Bob. (mostra diagrammi) Per esempio, ecco come funzionano i lasciapassare di sicurezza. Il permesso più basso che potete avere è Top Secret. Sopra questo ci sono 28 livelli di Top Secret Crypto. Sopra questi, altri 10 livelli. Ora, non sono veri nomi questi, a parte all’estremo che è Majestic.

Ora, ognuno di questi è compartimentalizzato. Potete avere il Top Secret 25, ma non avere tutte le informazioni. Saprete solo ciò per cui avete il permesso. In altre parole, arrivando al Top Secret 25, nessuno vi chiama per dirvi: Questo è Tutto il materiale che i membri del livello 25 Top Secret Crypto devono sapere. E’ compartimentalizzato.

Quindi abbiamo questo per mostrare che il Presidente degli Stati Uniti è tipo, Top Secret Crypto 17. Non deve sapere molto. Gli viene detto cosa fare.

K: Corretto.

J: Quindi non ha necessità di sapere tutto. Per quanto ho capito, l’ultimo Presidente a cui è stato dato qualche appunto è stato il Presidente Nixon. Ford sapeva poco. Reagan sapeva poco. Chiaramente, Bush sa qualcosa perchè è stato, Direttore della CIA. Questo non significa che loro dicano tutto al Direttore della CIA. Loro odiato i nominati, quindi lo sa per altre ragioni. Comunque, ecco come funziona lo schema.

(Prende un nastro) Queste sono..quando Bob ha deciso di non tornare a lavorare per il governo, lo abbiamo portato in tre sessioni di ipnosi regressive. Insieme a Lane Keck. Lane doveva venire al mio compleanno e non ricordo perchè non è venuto. Oppure forse è venuto. Penso sia venuto. Lo vedremo su questo DVD.

Lui ha fatto la regressione a Bob. Il risultato è stato estremamente interessante. La prima è andata male, il registratore si è rotto, Gene Huff ha queste su nota.
La seconda, io ho la seconda, qui abbiamo cercato di tirare fuori le informazioni. Vi parlerò di questo. Dopo, se volete…ho una trascrizione della seconda e ve la farò leggere. Perchè è estremamente interessante.

K: Sarebbe grandioso.

J: (mostra uno schizzo su carta) Questo è quando Bob mi stava parlando di come si va avanti e indietro nel tempo.

K: Ok. Stavo per chiedertelo. Bob ha lavorato sul viaggio nel tempo, vero?

J: Non ci ha lavorato lui. E’ stato informato. Vedete, quando andiamo..

K: Se conosce Teller, deve..ha lavorato a Los Alamos.

J: Conosce Teller solo perchè lo ha incontrato vicino a Los Alamos quando Teller ha dato il suo discorso e Bob era sulla copertina del Los Alamos Monitor con la sua macchina-jet. E’ andato dal Dr.Teller e ha detto: Sono il ragazzo di cui stai parlando. Il dottore disse: Oh davvero azzeccato. Così hanno parlato un poco. Questo è stato l’unico posto in cui lo ha conosciuto. Non ha lavorato con lui. Ha lavorato a Los Alamos e ha sentito il discorso di Teller.

K: Ok. Vedo.

J: Quindi Bob, quando è andato alla S-4, loro dissero: Devi scegliere cosa vuoi fare. Non puoi avere un poco di tutto. Devi scegliere. Vuoi lavorare su questo o quello. Bob voleva lavorare sulla retroingegnerizzazione della propulsione. Questo era il suo lavoro. Però è stato preparato in tutto. Quello che mi ha mostrato è come andare avanti nel tempo, con una attrazione gravitazionale molto forte. Ha iniziato a disegnare in questo modo, poi ci ha fatto uno scarabocchio. Comunque, questi erano..

(Prende il secondo foglio) Bob Lazar 1987. Mi stava disegnando le forme diverse di veicoli alla S-4. Questo, qua mi mostrava quello colpito da un proiettile.
Quando ho mostrato a Bob le foto della Luna e quello che si trova sopra…dicevo: Guarda questo. Guarda quello, vapore e questo…e quello. Mi ha guardato scettico.

Stavo camminando fuori da casa sua e ha detto: Sai, John, se qualsiasi di queste cose è vera, mi ucciderò. (Kerry ride)
Quindi lui mi ha firmato questo (zoom sul foglio). Dice: Io, Bob Lazar, prometto di uccidermi se anche solo una delle cose di John sulla Luna è vera. Firmato Bob Lazar, 23 Agosto 1996. (Kerry ride)

Quello che è accaduto è, quando infine qualcuno, sapete…quando ho ordinato questa foto dalla NASA? Mi hanno mandato il negativo. Sapete? Era un negativo 16×20.

K: Giusto.

J: Mi sono serviti 5 o 6 anni prima di avere una tecnologia, persino a Las Vegas, in grado di farne un positivo da questa dimensione di negativo. Quindi l’ho mandata a casa di Bob e…(zoom sulla foto). Eccone una piccola qua. Questa è stata la prima e l’ho mandata a Bob e lui l’ha scansita. Ecco le scansioni che sono andate su ATS. Quindi lassu (punta la foto), vi farò fare una inquadratura ravvicinata dopo, ci sono quelli che sembrano dei garage.

Bob le ha guardate più volte. Ha poi detto: Si. Devo ammetterlo. Questo non è naturale. Questo è qualcosa.
Allora ho detto: Sai Bob siamo amici da tempo e so che sei un uomo d’onore. Hai accettato che se una solo delle mie foto sulla Luna fosse stata vera, allora ti saresti ucciso. (Kerry ride)

Allora ha risposto: Bene, posso uscirne in qualche modo?
Ho detto: Si. Si, come dato di fatto, perchè non firmi questo? (Kerry ride)
(Mostra il foglio) 5 agosto 1998. Due anni dopo. Dice: Io, Bob Lazar, per non aver onorato il mio impegno di uccidermi se anche una solo foto della Luna di John fosse stata vera, devo ammettere che l’oggetto nel cratere Copernicus sulla Luna è un box, dove non so cosa si stia facendo. Firmato, Bob Lazar.
Ecco il meglio che ho potuto fargli fare.

Questo è il garage che ho mostrato a tutti su ATS. Le persone dicono: No, non ci vedo un garage. Però vi mostrerò l’ingrandimento dopo. Comunque..
Ce ne sono altre. (inquadratura di un disegno) Questo è il disegno originale che ha fatto sul reattore ad anti-materia. Ecco come mi ha mostrato questi archi..

K: In che anno?

J: Tra dicembre del 1988 e marzo del 1989.

Ecco le note che ho tenuto: Incontro con Bob Lazar, 2 novembre 1988.

K: Vedo. Ora, ha disegnato un alieno per te o no?

J: Si.

K: Lo tieni lì? Perchè vorremmo vederlo. (John cerca)

J: Ora, l’originale è blu e sono sicuro sia qua. Questo è l’originale che mi ha disegnato. “Disegnato da Bob Lazar, Gennaio 1988. Questa scena è avvenuta alla S-4. Posizione del grigio in relazione a due scienziati in divise da laboratorio. Dimensione, orientamento e costruzione della finestra” attraverso la quale ha visto gli scienziati e il Grigio.

Quindi questo è….eravamo seduti…scarabocchiava. (Ruota il foglio) Questo è il sito di test e il punto della S-4. Questa era la lunghezza degli hangars, 360 piedi e ogni baia era lunga 40 piedi. Ecco come il disco sta nell’hangar. Questi disegni sono i due…Ecco cosa ha disegnato Bob. Ecco due tecnici del laboratorio. Ecco il piccolo alieno che si affaccia. Ha disegnato la porta e il filo che attraversava la finestra. Ha detto di aver visto attraverso e di aver visto le due persone.

K: Fantastico. Si è mai esposto, ha mai comunicato con loro?

J: Si. Tre volte. Almeno tre volte.

K: Davvero?

J: Mostrerò questo perchè è dietro al foglio. Questo è Aurora. Questo è l’aeroplano che si alza a 250000 piedi e vola a Mach 12. Questo nel 1988. Ecco come appariva quando scendeva dal Boeing 737…Quando scendeva dalla rampa così, questa cosa era parcheggiata verso di esso, quindi guardava verso la coda. Ha detto che era enorme. Ha detto che c’erano due enormi quadrati vicino allo scarico.Un uomo sarebbe apparso come una piccola bambola fra essi.

K: Wow.

Billa Ryan (fuori camera): Lo guarda da dietro?

J: Lo guarda da dietro. Si.

K: Si.

J: Quindi non sa esattamente. Ha ipotizzato che sembrasse così.

Comunque, le tre volte in cui vide gli alieni, furono….la prima quando gli hanno dato il fluido che odorava di pino. Quello che fecero fu interessante. Quando venne il primo giorno a dire, ho visto il disco, ho detto…solitamente portava un anello. Non ricordo in che dito.

Ho detto: Ok, ora ascoltami, Bob. Loro…loro ti daranno delle droghe per farti dimenticare. Quello che voglio fare è, quando ti prenderanno per drogarti, voglio che ti levi l’anello, di nascosto e lo metti nell’altra mano. Non ti ricorderai, ma quando verrai a vedermi, lo vedrò e tu saprati di aver preso la droga.

K: Oh wow.

J: Ho detto: Lo hanno fatto?

Lui descrisse questo test, come prendono questo ago e mettono unrettangolo sul suo, traccia un rettangolo sul suo braccio, quindi fanno linee così (traccia linee incrociate sul suo braccio) e linee così. Quindi prendono della roba e la mettono in ogni quadratino come questo.
Allora lo portano in una stanza. Lui disse che la stanza era come un ufficio da dottore con un lettino e lui si è sdraiato. Disse che uno schermo bloccava qualcosa e riconobbe l’alieno, il Grigio, che si trovava dietro. C’era un militare con un M-16 e un dottore e una infermiera.

Quindi gli hanno fatto bere il fluido che ododrava di pino. Quindi ha bevuto. Immediatamente si è sentito confuso. Ha descritto esattamente come si è sentito. Ha detto di essersi sentito in un pozzo di 100 piedi, che le sue braccia erano lunghe 100 piedi e come se si tenesse ai lati del pozzo con le punte delle dita. Ecco come si è sentito.

Allora iniziarono a leggere il permesso, la descrizione del permesso che gli è stato dato. Quindi leggevano. Lui disse: E ho capito che ero stato informato. alla fine, il soldato lo ha colpito nello stomaco col M-16. Gli ha fatto davvero male. In ogni fase della lettura, il soldato lo colpiva nel plesso solare con il fucile.

Nei nastri con Lane Keck, abbiamo cercato di ottenere le informazioni…Gli hanno detto molte cose interessanti e su quello che accadrà in futuro, diceva: “Non dovrei parlarne. Lane cercava di girarci attorno sottilmente. Bob diceva: No non posso. Fa male.

K: Oh mio. Wow. Come una programmazione.

J: Corretto.

K: Quindi ha fatto il trucco dell’anello?

J: No, perchè lo aveva già fatto. Lo avevano già drogato.

K: Doveva andare al lavoro, quindi…

J: La ragione per cui ha smesso è perchè quando ci hanno beccato…Sai, ci ha invitati a vedere il disco volare. Il 21 marzo 1989 e ho il nastro e ve lo mostrerò, dura solo 9 minuti, abbiamo preso il Celestron 8 (punta il telescopio) e abbiamo visto…Sapete, ci disse quando avrebbe volato. Io e Gene siamo lì. L’ho messo a fuoco e ho visto il disco volante, sapete? Era, inclinato di 40 gradi, era dorato e aveva quelle cose che irradiavano.

Dissi: Veloce, Gene, veloce! Guarda! Nello spostarmi ho mosso tutto. Questo è uscito al compleanno, perchè si supponeva che avrei raccontato la storia. (Kerry ride) La storia di Bob.

K: Ok, la storia in cui vi hanno fermato sulla strada, la pistola, la macchina, il poliziotto….

J: Giusto. Quando lo sceriffo ci ha fermati. Era la terza volta che ci beccavano.

Il punto di questa storia era che quando lo portarono a Indian Springs la mattina dopo, il centro della sicurezza, lo portarono fuori dall’auto con una pistola all’orecchio, dissero: Ora Bob, quando ti diamo questo lasciapassare, significa che tu non devi dire a tutti i tuoi amici dei dischi volanti. Ora, vuoi lavorare qua o no?

Ecco quando iniziano i problemi di Bob, perchè degli ultimi due voli a Groon Lake, può ricordare di aver salito le scale e averle scese, nulla del tempo in mezzo. Quindi disse che non voleva lavorare ad un programma del genere.

K: Cosa sai dei Bianchi Alti? Perchè, da quanto capisco, Charles Hall parla dei Bianchi Alti a Indian Wells, quell’area? Ne sai qualcosa?

J: No.

K: Bob ha mai parlato dei Bianchi Alti?

J: Uh uh. No. Solo dei Grigi, solo tre volte. Una nel caso del fluido al pino. Una quando li ha visti nella stanza. Una quando George Knapp disse di salire a Tavernetti, per il test della verità.

George affittò una stanza a Caesar Palace e Bob e Gene Huff andarono lì presto e conoscevano la stanza. Quindi entrarono e Bob divenne bianco e quasi svenne, si sedette su una sedia. Gene disse: Cosa diavolo ti succede? Bob rispose: Ho avuto un flash-back. Disse: Ricordo di aver parlato con un Grigio.

Accadde che, quando aprirono la porta, il modo in cui si trovava il Tavernetti…non c’era molta luce. C’era un solo tavolo con una sedia da un lato e una sedia dall’altro e qualche oggetto. Questo ha causato la reazione di Bob, mentre leggeva il briefing e il Grigio era vicino a lui.

E’ una profonda esperienza essere in presenza di un Grigio, di solito poni una domanda e qualcuno ti risponde. Però quando parli con un alieno, loro ti leggono nella mente e rispondono prima che tu possa aprire la bocca…questo ti confonde. E’ stata un’esperienza schiacciante.
Ecco l’altra volta in cui Bob…

K: Ora, pensi che parli di questo davanti a una camera?

J: Ne dubito. Però non si sa mai cosa possa fare. Non si sa mai cosa stia per fare. (Kerry ride)
Questa è la pagina in cui cercavamo di capire il nome del ragazzo con cui ha lavorato – Castroloni. Penso che infine abbiano determinato il suo nome. George Knap lo ha…ma non so cosa..

K: Quindi George Knapp lavora per l’Agenzia?

J: No. George Knapp lavora per Channel 8. Oh, intendete sotto copertura?

K: Si.

J: Tu sai, io non so. George sa molte cose. L’ho incontrato un paio di mesi fa. Stava creando una storia su Sandia. Sandia è la più segreta, non la più segreta, è LA base segreta che ha rimpiazzato Groom Lake Area 51. Si trova in Paiute Mesa…ne ho una mappa.

Hanno iniziato a costruirla nel 1980 e hanno finito nel 1987, ora è vecchia di 20 anni. Ci lavorano circa 4 o 5000 persone. E’ una base sotterranea enorme, assolutamente enorme. Ci sono enormi cilindri di uffici, roba che prosegue per miglia. Fuori nel sito di test, ci sono delle piste con hangars e tutto il resto. Un’operazione massiccia.

Quando George è andato la a filmare, non ha potuto trovarla. Comunque ti mostrerò….come dato di fatto ho un DVD. Ti mostrerò esattamente cosa abbiamo fatto.
Gli dissi che una delle cose interessanti era…come portiamo la le persone? Non possono guidare perchè è troppo lontano, non possiamo avere così tante persone in autostrada 95, perchè esponiamo tutto. Non possiamo metterle su un 737 perchè sono già pieni e non possiamo usare altri aerei.

Quindi hanno costruito un treno ad alta velocità che va da Sandia a Vegas. Hanno messo delle fermate nei due più grandi hotels. (ride) Quindi sembrano turisti da hotel. Vanno lì, aprono la porta, usano una carta come chiave e via…

K: Oh..Ok (ride)

J: E’ fantastico come hanno fatto.

K: Quali hotels? Lo sai?

J: Si, ma non dirò.

K: (ride) Ok. Grandioso. Hai mai preso il treno?

J: (ride) Nah.

K: Sai dove si trova, sai..

J: Avevo pensato di andare laggiù. Però cerco di stare fuori dai guai! (prende un giornale) Questo è il Los Alamos Monitor che il Dr.Teller stava leggendo quando Bob… (mostra la foto di Bob nella jet-car)

K: Ok. Si. Grande.

J: Si, ho un amico, Jim Goodall e ha detto: sto scendendo. Andremo al sito di test.
Ho risposto: Era solito per me, fare queste cose, ma sono ancora vivo, quindi, non voglio farlo.

(mostra un alto foglio) Ecco tre cose importanti che ho scritto. Ho parlato della velocità del tempo. Bob ha detto….gli ho detto cosa fosse. Ha risposto: Corretto. Poi ha detto: Chi se ne importa?

Ciò che dissi fu: La velocità del tempo è direttamente proporzionale all’ampiezza del flusso gravitazionale. In altre parole, la velocità del tempo è indipendente dalla gravità.

Allora Bob mi ha detto: (punta su elementi della lista)
*E’ stato teorizzato che ci sia un buco nero per ogni galassia.
*E’ stato teorizzato che ogni buco nero abbia la sua PROPRIA galassia.
*HIV- il rivestimento proteico è sullo stesso virus. e..
*Il tempo di riciclo dell’amplificatore di gravità è di 10 millisecondi.

Ora, l’HIV – abbiamo parlato dell’HIV?

K: No, ma possiamo parlarne.

J: L’AIDS è stato inventato da un chirurgo della Marina (Navy) di nome R.M.Donner. Quando Bob ha letto il briefing alla S-4, una cosa che lo ha impressionato è questa nel foglio…Tutto quello che ha letto era in 50-100 pagine, con una copertina blu. Erano sparse lì. Poteva prendere ogni pagina. Avvenne che mentre procedeva in questi briefings – (alza una porzione di carte) – questo è un briefing. Doveva essere graffato qua. Mentre avanzava, loro staccavano altre pagine.

Comunque, sul briefings sull’AIDS….è in mio possesso; probabilmente è qua, perchè ho scritto quello che ci ha detto. E’ stato sviluppato, per eliminare un certo segmento di…umani.

E’ stato sviluppato da R.M.Donner. Lui possiede la cura per l’AIDS. Ha a che fare col cetriolo Trichosanthes kirilowii, cresce solo in Cina. Abbiamo cercato di prenderlo dalla Cina, tre volte. Qualcuno lo sa e ognuno viene cucinato, sia con microonde o qualcosa del genere, prima di arrivare all’acquisto. Quindi è impossibile portarlo fuori. Però vi leggerò la cura esatta e come funziona.

K: Bene, abbiamo un contatto che dice di aver lavorato sull’ingegnerizzazione del virus AIDS, in Africa.

J: Possibile. Però non in Africa. Era lì. E’ stato rilasciato in Africa. Però è stato creato alla S-4.

Quindi io e Bob abbiamo cercato R.M.Donner. Lo abbiamo trovato. Ha vissuto a Santa Fe. Era in pensione. Siamo andati a vederlo diverse volte, perchè Bob ha ottenuto il contratto per la riparazione delle sonde Alpha.
Noi andavamo a Los Alamos da lì. Ci volevano 16 ore di guida. Bob aveva un amico sul posto. Ci volevano 24 ore per ricostruire tutte queste sonde Alpha. Erano circa 300. Noi le pulivamo, le cablavamo e quindi le coprivamo con alluminio. Quindi tornavamo a Las Vegas.

K: Cos’è una sonda Alfa?

J: Rilevano le radiazioni sulle persone che vanno a lavorare a Los Alamos.

K: Ok.

J: Bob ottenne il contratto. Quindi lo abbiamo fatto per 6 settimane. Quindi cercammo….sapevamo dove lavorava Donner e ci andammo; lo abbiamo mancato tutte le volte. Quindi abbiamo ottenuto il suo indirizzo di casa e andammo a casa sua. Non lo abbiamo beccato nemmeno a casa. Quindi di sicuro non rispondeva alla porta e non c’era o non ha un indirizzo, quindi non lo abbiamo mai incontrato.

Ora, quando Bob ha iniziato a guadagnare sul lavoro fotografico e sulle sonde Alfa, siamo andati in aereo ad Albuquerque e abbiamo affittato un’auto per andare a Los Alamos. Abbiamo fatto lostesso quel giorno ed è accaduta la stessa cosa. Racconto questo nelle storie di John Lear. Racconterò questo su me stesso.

Ho problemi nel riconoscere la gente della Terra. Per alcune ragioni, non posso, se non li avessi conosciuti per 25 anni e, persino SE li conosco da 25 anni, per me è difficile riconoscerli in mezzo alla folla.
Quindi siamo andati ad Albuquerque, Bob ha comprato un biglietto a Sudovest e io ho usato il mio ID aereo. Una mattina ci preparammo per andare. Stavamo partendo alle 7. Sono andato all’aeroporto e non prendo un aereo prima che salga lui. Camminavo avanti e indietro e osservavo con cura. Non potevo trovare Bob! Non volevo salire senza di lui. Non riuscivo a raggiungerlo a casa.

Quando sono saliti tutti, ho chiesto al personale di volo: Hey, sono un jump-seat, ma voglio assicurarmi che ci sia un mio amico…può annunciare e chiedere di Bob Lazar? Ho però dimenticato che in quel particolare volo che va ad Albuquerque, ci sono tutti quelli del Sandia e altri. Quindi quando è stato annunciato: Bob Lazar può far suonare il suo pulsante?, chiaramente l’intero aereo ha iniziato a ridere, pensavano fosse uno scherzo! (ride)

K: (ride) Fantastico!

J: Comunque, ha fatto suonare il suo pulsante e ho capito che era lì, quindi sono salito sul jump-seat e siamo andati ad Albuquerque. Abbiamo affittato una macchina per arrivare a Los Alamos. Per qualche ragione, quel giorno, tutto andò perfettamente. Abbiamo fatto tutto in 8 ore. Quindi abbiamo pensato che potevamo tornare indietro, prendere un aereo e andare a cena nel nostro ristorante italiano favorito, il Parma. Abbiamo impacchettato tutto e abbiamo scritto al P.O. e quindi ci siamo diretti giù dalle montagne di Los Alamos verso Albuquerque e sull’autostrada.

Abbiamo affittato un’auto e siamo andati all’aeroporto. Bob corre su e da il suo biglietto. Io salgo e firmo il mio, sapete, il mio jump-seat. Chiudono il portello. Mi siedo. Sento il capitano dire: Benvenuti sulla Sudovest Airlines 304 sul nostro volo oggi per Los Angeles. Ho capito che ero salito sull’aereo sbagliato. (Kerry ride)

Nel frattempo, Bob sta sull’aereo ad aspettarmi e vede che chiudono il portello. Non poteva immaginare dov’ero finito. Quindi verso Las Vegas, dice: Forse è nel cockpit e non lo vedo. Quindi vanno a Las Vegas. (sapete, ci vuole più tempo per arrivare a Los Angeles, quindi non potevo chiamarlo). Lui arriva a Las Vegas e va nel cockpit e non ci sono. Non poteva capire come potevamo essere così vicini e io non ho preso l’aereo.

Quindi guida verso casa, mentre arrivavo a Los Angeles e prendevo il cellulare.
Dico: Bob?
Risponde: Dove diavolo sei?
Dico: Ho preso per sbaglio un altro aereo. Sono a Los Angeles.
Quindi, su questo ci ridiamo un sacco da 5 anni, John Lear ha preso l’aereo sbagliato. (Kerry e John ridono)

L’informazione che Bob ha ottenuto alla S-4 è stata (legge il foglio):
L’AIDS era un virus protetto da una proteina sul RNA che evita che gli anticorpi, le cellule T-4, del sistema immunitario possano rilevarlo ed eliminarlo. La cura per l’AIDS sta nell’escremento dei funghi bianchi che crescono nel cetriolo Cinese Trichosanthes kirilowii.

Questo escremento, che si sviluppa dopo circa due o tre settimane, si separa con l’idrazina solfato nel processo di acidificazione che dissolve la guaina protettiva sul RNA ed espone il nucleo del virus che viene rilevato dagli anticorpi del sistema immunitario.

In base alla debolezza del sistema immunitario, il virus verrà distrutto. Non più di una dose di 20cc per un periodo di 36 ore come somministrazione. Non si devono usare antibiotici in questo periodo. I 20cc vengono metabolizzati in 36 ore, dissolvendo la copertura proteica sul virus.

Dico che nei passati 20 anni ho cercato diverse volte di ottenere campioni del Trichosanthes kirilowii dalla Cina, ma non ci sono riuscito, vengono cotti.

Ora, la “Sorpresa di Ottobre”. Nel 1980, quando Reagan e Bush correvano contro Carter e Mondale, gli ostaggi erano ancora in Iran, a Teheran. Allora Bush ha preso un aereo per Parigi per incontrare, non Khomeini, ma con rappresentanti di Khomeini. Il punto era, se Khomeini voleva rilasciare gli ostaggi per all’inaugurazione di Reagan, allora l’amministrazione Bush-Reagan lo avrebbe fornito, al regime Iraniano, armi illimitate e munizioni attraverso la loro amministrazione, che sarebbe andata dal 1980 al 1988.

La mia parte era quella di portare queste armi e munizioni da Tel Aviv a Teheran. La ragione per questo sta in quei fogli con i dettagli sul volo e su come abbiano tirato fuori tutta la cosa.

Il modo in cui l’hanno tirata fuori è questo, Bush è partito il sabato notte su un jet BAC 111 che ci mette 6 o 7 ore per arrivare. Ha passato solo 4 o 5 ore all’incontro. Quindi è tornato con un SR71 da una base della Francia, verso la Base Aeronautica McGuire. Serve solo un’ora e 14 minuti. In questo modo, ha potuto andare ad un incontro di tennis che aveva Domenica e la stampa non ha saputo del salto temporale nel viaggio.

Quindi sono stati eletti e hanno fornito le armi e le munizioni. Questo è stato parte, sapete, del “Iran Contra”, ma il Congresso non ha scoperto la causa originale prima del 1985.

Quando mi sono spostato nell’Egitto nel 1981, questo doveva essere il mio lavoro, prendere queste armi e munizioni da Tel Aviv per Teheran. Entravano a Tel Aviv da Zaragosa, la nostra base Aeronautica in Spagna. Il Mossad gestiva tutta la cosa.

Non ho fatto un volo. La ragione è stata che il primo aereo fu un Argentinean CL44. Quello che volevano fare era usare un vecchio aereo a turbina per assicurarsi che tutto andasse bene e che non ci fossero problemi.
Per qualche ragione è stato abbattuto lungo la strada. E’ stato abbattuto sopra la Russia, a circa 40 miglia a sud di Yeveran, dentro la Russia. I piloti pensarono: Non avevamo nulla a bordo, non possono provare nulla. Quando però le armi si trovarono sopra la Russia, sono stati tirati giù, un messaggio per il Mossad: Questo non lo vogliamo.

Questa pila di carta è la storia dietro la “Sorpresa di Ottobre”. Due libri. Sia Gary Sick che Barbara Honegger hanno scritto libri su questo. Il Congresso stava lanciando una investigazione ufficiale nel 1990, ma è stato tutto coperto, perchè nessuno voleva discutere o sentire altro su questa storia. Però gli ostaggi sono stati 4 mesi in più la.

K: Per far eleggere Reagan.

J: Esatto.

K: Roba incredibile.

J: Molti sanno questa storia. Sono passati, quanto? 30 anni? Quasi tutti hanno dimenticato. L’unica ragione per cui sto mettendo qua la storia, chi erano i piloti…

K: Sai qualcosa di Minot…il recente incidente con la Base Aerea e le armi…le testate nucleari che erano..

J: Questo puzza molto. L’ho saputo su ATS. E’ stata una delle mie discussioni favorite. E’ andata avanti a lungo. Alcuni ragazzi su ATS sapevano davvero di cosa parlavano. E’ stato ESTREMAMENTE interessante. Doveva essere Cheney. Non poteva averlo autorizzato nessuno a parte lui. Qualcosa che non ho mai visto.

K: Per cosa pensi sia stato preparato? Perchè lo hanno fatto?

J: Ecco la domanda. Perchè lo hanno fatto? Hanno già armi nucleari in Europa. Perchè hanno dovuto rubarle, lo sai?

K: Giusto. Perchè hanno dovuto farle volare dal Nord Dakota o quello che era, Sud Dakota, sugli Stati Uniti? Qual’era il punto?

J: E’ pazzesco. Non c’è un punto. Esisite un punto, ma non so quale sia. Questo episodio è estremamente interessante. Un giorno scopriremo che, diremo: Ohhh, ecco di cosa si trattava. Non so, ma è stato davvero..il My-not.

K: Si. Meh-no, Nord Dakota.

J: La pronunica Francese. Noi Americani diciamo My-not. (ride) Ti prendo in giro.

K: Vedo. Ok. Dove andiamo ora, John? Cosa sai?

J: Non so. Mentre pensiamo dove andare (prende un libro). Ho ordinato questo libro. Qualcuno, è arrivato per caso qua. Si chiama La Forza Gravitazionale del Sole di Pari Spolter. E’ stato scritto nel 1993. Quello che dice praticamente…(legge): Questo libro è una seria sfida alla Legge Universale della Gravitazione di Newton.

Ora mi trovo qua (mostra poche pagine). Quello per cui ne sono interessato è perchè Newton ha espresso alcune idee sulla Luna insieme con, nella storia, circa 36 persone che hanno detto che c’era gravità sulla Luna, un’atmosfera e delle persone la sopra. Ognuna però…l’informazione è stata gentilmente soppressa.

K: Abbiamo delle basi lassù. Questo è veramente..

J: Nessun dubbio. Abbiamo basi su Marte. Il Corpo di Astronauti Segreto ha visitato ogni pianeta o la maggior parte.

K: Ogni pianeta?

J: Molto di più. Siamo stati su altri sistemi solari. La gente, quando parliamo di altri pianeti, dice: Troppo caldo su Venere. No. Balle.

Il Sole ha una sfera elettromagnetica. Non è un reattore nucleare. Non irradia calore. Irradia elettromagnetismo e ogni pianeta ha il proprio sistema di filtraggio. Quindi il sistema di filtraggio attorno ad ogni pianeta determina la temperatura. La temperatura di Venere quindi è simile a quella della Terra. Così su Marte. Stessa cosa su Mercurio. Ci sono persone come noi su ogni pianeta.

I pianeti che senti definire come giganti gassosi, come Saturno e Nettuno…Esiste solo UN gigante gassoso nel nostro sistema solare, è la NASA.
(Kerry ride) Ecco l’unico gigante gassoso che abbiamo. Tutti gli altri pianeti, sono abitati da persone…

K: Cosa pensi allora? Sono censure? Pensi che..

J: Siamo soppressi. L’informazione è soppressa. Non ci è permesso sapere. Le persone di cui parla Hoagland hanno preso il controllo. Considerano di loro proprietà lo spazio. Non vogliono condividerlo con nessuno di noi. Hanno la tecnologia per evitare di farci pagare il gas o l’elettricità in questo singolo minuto.

K: Giusto.

J: Non vogliono condividerla con noi. E’ solo per l’elite e non siamo inclusi. Possiamo andare in guerra ed essere soggetti alle armi e ai test e roba del genere, ma non condividiamo questa tecnologia. La fuori c’è un fantastico universo, un fantastico gruppo di pianeti. La fuori è davvero interessante.

Bill (fuori camera): John, vorrei farti alcune domande, per conto delle persone che stanno guardando. Stiamo facendo domande per conto loro. Prima di tutto, vorrei dire che la nostra fonte, Henry Deacon, mi ha detto personalmente, non penso sia sul tuo sito, perchè mi pare strano, ha detto che c’è vita in ogni pianeta del sistema solare. Mi ha guardato negli occhi e ha detto: Non ci crederai, ma ti prometto che è vero. (John ride)

Ha detto che Venere non è caldo come vogliono farci credere. Ha detto che il sole non funziona come ci insegnano a scuola. Ha detto molte cose che coincidono con quello che dici.

Ora, è stato all’interno. Ha lavorato nei black projects in diversi stabilimenti. La sua fonte viene da documenti di briefings, conversazioni con altri fisici e così via..
Dove hai avuto queste informazioni? Perchè è straordinario e ben fuori dallo spettro, le persone devono sapere come immaginarlo oppure ti è stato detto, qual’è la fonte.

J: In particolare sul sole, questo viene da un documento dei Files di Branton.

K: Ok. Hai mai incontrato Branton?

J: No, ma abbiamo parlato molto. Non mi pare di averlo mai incontrato. Il suo nome era..quale? Il nome reale?

K: Non lo ricordo.

J: Penso sia David e qualcosa. Comunque, ci sentivamo spesso e poi si è ammalato per un periodo e non so cosa faccia. Però le sue informazioni sono molto interessanti. Non ho ragioni di credere che molte non siano vere. Avete letto i Branton Files?

K: Oh si. Assolutamente.

J: Sono molte. Ne ho stampate una lunga pila.

K: Lui è quello che ha davvero diffuso l’informazine della Base Dulce. Tu le conosci bene queste cose, vero?

J: La storia di Dulce è iniziata nel 1987 quando io, Linda Howe e Tom Adams e diversi altri, ci siamo incontrati a Crestone, nel Colorado, per discutere lo stato degli UFO. Durante l’incontro, di 3 o 4 giorni, Tom Adams è venuto da me e mi ha dato una nota. (Punta le care sulla scrivania) Ora non so dove sia ma la posso trovare, la nota veniva da lui, che chiamo “Mr.X”, di Henderson, Nevada. Tom me l’ha data. Ha detto: John, non ho tempo per andarci, cerca qua. Vuoi guardarci? Ho detto: Certo.

Quando sono tornato…prima che tornassi, con Linda Howe sono andato nel mio camion per il New Messico. Ci siamo fermati e abbiamo parlato a Ernie Edwards che era la figura chiave nella questione Bennewitz.

Allora, abbiamo guidato attraverso Corona per vedere Clifford Stone. Abbiamo preso questa strada che va da Corona per l’autostrada principale verso Roswell. Stavamo cercando il ranch di Roswell. Abbiamo trovato dietro la curva, 30 mucche morte. (Kerry ride) E’ stato pazzesco. Non avevano le classiche mutilazioni, ma erano morte. Abbiamo parlato al fattore e ha detto: Oh si, è una specie di virus che gira. Ho dimenticato la storia in generale, ma non aveva senso. Siamo scesi e abbiamo intervistato Clifford Stone.

Quindi siamo tornati a Las Vegas e abbiamo incontrato Mr.X e Mr.X ha iniziato a raccontarmi di Dulce, sulla guardia che ha visto le atrocità che avvenivano nel posto e non le accettava e quindi è scappata. E’ scappato con un video di 7 minuti che mostrava il corridoio, 25 foto in bianco e nero e un centinaio di pagine di informazioni.

K: Ora, ci è stato detto che questo è dentro la cima di una montagna ed è inaccessibile.

J: Ci arriverò. Quindi..

B: Questo ragazzo era Thomas Castello. Corretto?

J: Thomas Castello. Quindi Mr.X ha incontrato Thomas Castello e gli è diventato buon amico. Quando è scappato, ha fatto 6 di queste scatole. Ha dato una scatola ad ogni suo amico. Mr.X era uno di loro. Mr.X mi ha portato a Dolan Springs dove ha fatto la sua scatola sopra la montagna. Ora, non sono salito sopra per vedere dove fosse. Però mi ha mostrato dov’era in generale.

Quindi siamo tornati a parlare con Mr.X per un periodo di tre o quattro mesi. Mi ha mostrato alcuni disegni a matita che ha fatto dalle foto originali. Questi sono diventati le infami “Dulce Papers”. Ho gli originali qua che ho disegnato da queste immagini a matita. Quindi le ho disegnate.

K: Cosa rappresentano?

J: L’interno di Dulce.

K: Vedo. Non so se le abbiamo viste. Possiamo filmarle?

J: Si.

K: Ok. Contengono immagini di alieni?

J: No. Mostrano il laboratorio, con tutti i ganci e le borse e il resto.

B:Questi sono i disegni pubblicati su Matrix Due? Matrix Uno?

J: Corretto. Matrix Uno. Il modo in cui è apparso Matrix è, quando sono entrato in questo, un ragazzo ha bussato alla porta, John Grace, e: Hey, vorrei parlarti. In quel tempo avevo problemi con Marilee e dicevo: Non venire. Non voglio parlarti.

Infine è venuto e abbiamo sviluppato una relazione di collaborazione sulle informazioni. Matrix Uno, ogni pagina, viene da questa scrivania. Vorrei avere il libro. Mia mamma se n’è andata e uno era rimasto come nuovo e l’ho dato a un mio nipote. Quindi non ho l’originale Matrix Uno. Ho l’originale Matrix Due. Ora siamo a Matrix Cinque.

Comunque, John Grace era una persona interessante. Ha fatto moltissima ricerca. Ha lavorato per la Nellis Air Force Base. Un giorno durante questo periodo, nell’87, ha scritto una specie di “Stato della Ricerca”, con quello che avevamo scoperto. Lo ha scritto. Voleva che uscisse, ma non voleva usare il suo nome. Così ha suggerito un nome e ho detto: Perchè non lo chiami Krill? K-R-I-L-L (perchè il Pentagono è stato in contatto con un alieno nel 1984 chiamato C-R-L-L-L).

Così ha detto Ok ed è uscito dal nulla con le iniziali O.H., così è diventato “O.H.Krill Papers”. Non volevamo diffondere false informazioni. Era ciò che credevamo lo stato dell’arte. John voleva sapere e abbiamo creato il nome.

Più tardi è diventato un disastro perchè Bill Cooper è saltato fuori. Io e Bill Cooper abbiamo fatto diverse interviste video. Una era PM Magazine di Salt Lake City. Durante questa intervista hanno chiesto del “The Krill Papers” e Bill Coopers disse di averli visti nella Marina 20 anni prima! Quando, sapete, io e John Grace avevamo fatto tutto due mesi prima. (Kerry ride)

L’altra cosa è stata, c’era un paragrafo che parlava dell’armamento Excalibur. L’armamento Excalibur era un arma che i militari stavano sviluppando che poteva penetrare a 1000 piedi nel suolo. Bob Lazar ne ha scritto, due mesi prima. Bill Cooper disse di averlo visto in Marina 20 anni prima!

Quindi ho portato fuori dalla stanza Bill Cooper e ho detto: Di cosa diavolo stai parlando? Io e John Grace abbiamo scritto questo Krill paper e Bob ha scritto l’Excalibur. Ha risposto: Può essere, ma li ho visti in Marina.

Quindi iniziammo a dividerci io e Bill Cooper, perchè non capivo come mai parlava così. Allora venne conosciuta come “malattia UFO”. Questa malattia significa che quando divieni troppo popolare nel campo UFO e non hai nulla di nuovo da dire, lo crei.

K: Ok. Lascia che ti chieda qualcosa, perchè per quanto ne so, i libri di Matrix sono stati scritti da Val Valerian, ovvero John Grace, giusto?

J: John Grace. Corretto.

K: Quind Matrix Cinque parla del Pianeta X, mi è stato detto. Ho avuto Matrix Cinque e non ricordo di aver letto del Pianeta X. Sai però che mi è stato detto parla del Pianeta X. Parla di tutto certamente. Però, hai detto che il Pianeta X è una farsa. Quindi sei ancora in contatto con John Grace? Sai perchè dice che sia vero?

J: No, non lo so. John Grace…sapete, ho ordinato Matrix Cinque e ho letto le prime 30 pagine e non ho continuato. Quindi…esiste forse un Pianeta X. Può esistere Nibiru. Però non distruggerà la Terra nel 2012.

K: Ok. Cosa dici di meteore? Che stiano venendo in questa direzione?

J: Saremo protetti. Non dovete preoccuparvi delle meteore.

K: Come, da cosa?

J: I ragazzi che si preoccupano di noi.

K: Chi sono…? Parli di alieni? Parli di HAARP?

J: Si. Alieni.

K: Abbiamo idea di quali alieni ci stiano proteggendo?

J: Probabilmente i Grigi. I Grigi sono responsabili di quello che chiamiamo il corpo fisico, di cui Bob ha letto al sito di test, come del “contenitore”. Vi si riferiscono come al contenitore. Questo è il loro lavoro. Controllano che tutto vada bene. I contenitore contiene le anime. I Grigi possono spostare le anime da corpo a corpo, ma la loro responsabilità non è l’anima. E’ di qualcun’altro. Non so chi sia. I Grigi sono responsabili dei “contenitori”. Ecco perchè non capiterà, se non in circostanze estremamente particolari, che una meteora colpisca la Terra. Non ci saranno catastrofi come questa.

Teniamo questo pensiero e sto per portare qualcosa da mangiare ora…

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Fonte: ProjectCamelot.org

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3287

2012 CONFERME DAL PARLAMENTO EUROPEO agosto 11, 2008

Posted by 2012sos in 2012, Autorità, Profezie, Teorie.
Tags: , , ,
16 comments

DAL PORTALE NIBIRU 2012

Lunedì 19 Maggio abbiamo ricevuto una mail riguardante il 2012 ed il parlamento europeo.

Abbiamo cercato di verificare le fonti e la tracciabilità del messaggio per non pubblicare notizie infondate o bufale.

Purtroppo non siamo riusciti a verificarne l’attendibilità, per dovere di cronaca abbiamo deciso di pubblicarne il testo. Lo Staff di Nibiru2012 non intende prendere la paternità della notizia, ognugno si faccia le proprie idee e le proprie ricerche.

Alleghiamo anche l’immagine (sono 2 identiche, una con didascalia e l’altra no), riguardante un presunto bunker in costruzione nell’europa dell’est.

“Buonasera redazione di Nibiru2012, scrivo a voi come scrivo ad altri siti che trattano questo argomento per  confidarvi una notizia appresa qualche giorno fa da un mio parente parlamentare europeo. Egli ha avvisato la sua famiglia in via confidenziale ed ha fornito come prova le immagini che vi allego nella mail.

Alcuni giorni fa negli ambienti del parlamento europeo  è circolata della documentazione riguardante il 2012 dove vi sono riportate importanti informazioni circa una onda galattica che ciclicamente viene emanata dal nostro centro galattico. Questa esplosione causerà l’aumento dell’attività solare che innescherà un cambiamento climatico globale, gli effetti si stanno già facendo sentire da qualche tempo. Antichi popoli che hanno vissuto questi cataclismi ci narrano nei loro miti di quei tempi.

Molti bunker, come quello che vi allego, sono in costruzione nell’est europeo per cercare di mettere in salvo le persone che sono a conoscenza dell’imminente catastrofe. Se avrò altre informazioni non esiterò a contattarvi”

Che dire, questa notizia si lega in qualche modo a quella del politico norvegese, l’onda galattica emanata dal supermassiveblackhole al centro della nostra galassia era conosciuta dai maya che lo chiamavano Hanub Ku….

Continuiamo la nostra ricerca in attesa di smentire o confermare questo genere di notizia.

Nibiru2012.IT –  Staff

http://www.segnidalcielo.it/2012_conferme_UE.html

Grano, la nuova arma segreta della Russia? agosto 11, 2008

Posted by 2012sos in Autorità, Scienza.
Tags: ,
add a comment

Il Giornale Online di Astrit Dakli

Allarme rosso nel mondo del liberismo economico internazionale: il governo russo ha deciso di creare una nuova Agenzia di stato che da qui al 2011 assumerà il controllo di almeno metà delle esportazioni di grano e cereali.

L’agenzia prenderà in mano i grandi depositi di granaglie nel porto di Novorossijsk, sul Mar Nero, e radunerà nelle sue mani le quote azionarie che diversi enti pubblici hanno attualmente nelle maggiori società che producono e commerciano cereali. In pratica – grida allarmato il Financial Times – lo stato tornerà come ai tempi sovietici a controllare l’export di grano: solo che ai tempi sovietici l’export era modesto, perché i raccolti bastavano a fatica a soddisfare il mercato interno e l’Urss quasi ogni anno doveva ricorrere a massicce importazioni (da Usa, Canada, Argentina…) mentre oggi la Russia è diventata il quinto esportatore mondiale e potrebbe presto guadagnare altre posizioni.

Le previsioni per quest’anno parlano di un raccolto di almeno 95 milioni di tonnellate, con un surplus esportabile di 22-23 milioni.

Ma perché allarme?

Perché in questo modo il Cremlino andrà a interferire con il libero mercato mondiale, regolando quantità e prezzi delle esportazioni sulla base delle sue convenienze politiche e non, come doveroso, sulla base della legge della domanda e dell’offerta. In altre parole, afferma sempre il Financial Times, Mosca non solo lavora a smontare il pensiero unico mondiale ed è quindi colpevole di eresia, ma si sta anche dotando di una nuova «arma» internazionale, dopo il gas. E se domani il grano russo venisse venduto ai paesi amici e non a quelli ostili? Oppure, se Mosca decidesse di tenere i prezzi interni del pane più bassi di quelli internazionali? O se, addirittura, decidesse di vendere grano sottocosto a paesi affamati, per comprarsene i favori?

Certo, nel denunciare questo «tremendo passo indietro» del Cremlino, il prestigioso quotidiano economico dimentica gli enormi sussidi statali agli agricoltori europei e americani, che alterano le «leggi della domanda e dell’offerta» ben più di quanto non possa fare la nuova agenzia russa; ma una cosa è pur vera e cioè che nel più vitale mercato del mondo, quello del cibo, si sta aggiungendo una nuova variabile, a rendere ancora più complicata una crisi che già minaccia di aver conseguenze devastanti sugli equilibri planetari.

http://www.altrogiornale.org/news.php?default.0.40

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – parte 1 agosto 11, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , , ,
1 comment so far

John Lear: Assolutamente, è probabile che stiano per farlo

…Stanno per produrre un ologramma e dire, oh, siamo stati attaccati, dagli alieni, abbiamo fatto un accordo con l’ambasciatore. Ha detto che loro sentono la Terra come un pericolo, ma se prendiamo tutte le armi che abbiamo e le riportiamo dentro, allora ci daranno una seconda possibilità….

J: Li avrei portati e bloccati in posizione a 20 miglia fuori e a 7000 piedi, a 560mph, li avrei messi seduti e avrei dato loro due minuti per guardare l’orizzonte, gli avrei mostrato dove si trova il World Trade Center e avrei detto, sto per lasciarvi e quando lo faccio, avrete un minuto e 15 secondi per colpire il centro. E’ impossibile. Con tutta la mia carriera, con tutta l’efficienza che ho avuto in ogni tipo di aeroplano, non c’è modo in cui avrei potuto farlo, è troppo complesso.

J: E’ la stessa cosa col 2012. Sarà un anno come tutti gli altri. Continueremo ad avere queste guerre. Forse avremo una guerra nucleare, ma le cose stanno per mettersi al meglio.

Kerry: Ho come il sospetto che tu possa aver preso parte al MJ-12 …

J: Era il 6 Dicembre del 1988. Bob viene, si siede e (pausa) dice: “Ho visto un disco oggi”, io stavo scrivendo e non facevo attenzione e ho risposto “COSA?” Lui risponde “Ho visto un disco oggi” e io, “Un disco, loro o nostro?”. “Loro”, dice Bob. Ho detto, “Sei andato a Groom Lake?” Risposta, “Si”. Allora io di seguito, “Cosa facevi li?”. “Ovviamente ti stavano seguendo. Perchè non lavori la per un momento e quindi vieni a dirci cos’è accaduto?” Lui risponde, “Perchè ho visto i problemi che hai avuto nei passati 6 mesi per questo. Ti sto dicendo che è reale, l’ho visto, l’ho toccato.”

J: Lo osservavo, dicendo, “Cosa, cosa, cosa?” Lui ha detto, “John, non puoi sapere cosa sia vedere il tuo primo alieno.” Ho detto, “Ne hai visto uno, ne hai visto uno?” “Si”. Ho detto, “Non poteva essere una bambola? Poteva essere…” “No! Era uno di loro”.
Sai, oggi gli fai questa domanda e lui risponde, “Beh, non so, poteva essere una bambola. Stavano facendo tutte queste strane cose.” Però quella notte, questo fu esattamente ciò che disse.

J: Sai come funziona la sicurezza, quando ti danno un permesso e quando sei dentro a fondo in questo modo, allora ti dicono: “Guarda, John, ti diamo questo permesso e, chiaramente, ci aspettiamo che tu tenga il segreto. Sappiamo che in ogni momento in un attimo, puoi accidentalmente dire qualcosa in un party. Potresti aver bevuto troppo e potresti pensare che sia interessante parlarne, quindi vogliamo che tu sappia, sai, non ce ne preoccupiamo davvero. Non ti vogliamo fare del male. Però, uccideremo tua moglie, i tuoi figli, tua mamma, tuo padre, il tuo cane…”

Inizio dell’intervista

Kerry Cassidy: Ciao, sono Kerry Cassidy e questo è il Project Camelot e siamo contenti di tornare a vedere John Lear per una nuova intervista, per..sta per dire tutto, principalmente. Corretto, John?

John Lear: Si.

K: Stai per affascinarci e abbagliarci con nuove informazioni.

J: Sto per dirvi cosa so a questo punto.

K: Ok.

J: Non sto dicendo che sia scritto nella pietra, ciò che sta accadendo, ma è ciò che penso stia accadendo.

K: Grandioso.

J: Però vorrei dire prima…non posso credere che siano passati due anni da quanto lo abbiamo fatto, sembrano passati solo sei mesi. Prima di tutto, parliamo di cosa è accaduto alla ATS. Cosa ne sai?

K: Ok, so che sei stato cacciato. Però non sappiamo il perchè. Quello che sappiamo è che, quello che pensiamo di sapere è che sia una copertura della CIA e controllata dalla CIA, quindi sei stato cacciato, forse perchè eri diventato pericoloso.

J: Questo è ciò che penso, quando sono entrato all’inizio all’ATS, forse tre anni fa, ho pensato, questo è solo un punto di raccolta di quello che le persone pensano stia avvenendo. Quindi LORO SANNO cosa il pubblico pensa che stia avvenendo e hanno un pugno di debunkers che vengono pagati per agire e qualcuno parla di qualcosa e loro dicono “oh, no, no, ecco cosa sta davvero accadendo.” Sapete..

K: Giusto…

J: …quindi influenzano quello che pensa la gente. Però ho iniziato a lanciare un pò di materiale interessante e non hanno detto nulla allora ho pensato, può essere corretto.

K: (risatina)

J: Quindi partendo da circa quattro mesi fa, ho iniziato a inserire materiale davvero segreto e, cosa che vi dirò dopo, ha a che fare con i sottomarini della Marina. Ha a che fare con quello che fanno gli space shuttles e quindi, molto presto, sono andato. I meccanici per cui esattamente me ne sono andato, sono Jeff Ritsmann e David Biedne, due dei principali debunkers di Meier. Ora, la storia di Meier è vera. Non ci sono dubbi.

K: Oh si, assolutamente.

J: Ha fatto foto, è salito a bordo. Non mi preoccupo che diciate, “Erano foto di dinosauri” o “La ragazza è uscita dal Sears Magazine”. Questa è tutta contaminazione. Il fatto è, che era vero. Non ho davvero tempo per supportare il caso Meier, oltre che, nel thread, potevo saltare su e dire, “Hey guardate, sono occupato con altre cose. Se avessi tempo vi direi esattamente com’è accaduto il caso di Meier e perchè ci credo, ma tutto quello che voglio dirvi è: il caso Meier è vero e John Lear crede che sia vero, questo è il concetto di fondo.”

Vi sto dicendo, è stata dura su ATS…pagine e pagine di persone che mi colpivano, particolarmente Jeff Ritzmann e David Biedne. Un giorno, ho avuto una lista di tutto, tutti gli insulti che mi hanno fatto ed erano 16 pagine. Le ho messe, sapete alla fine; ho detto, “So che è divertente che in ogni altra discussione, delle persone vengano prese per insultare un’altra persona. Apparentemente, sulla discussione di Billy Meier è normale insultare John Lear”. Ho poi aggiunto queste sedici pagine.

Questo è stato fatto la sera della domenica. Lunedì mattina mi sono svegliato e ho fatto accesso ed ecco lo Scettico Overlord..come si chiama, Bill..

Bill Ryan: Bill Irvine?

J: Bill Irvine.

B: Mark Alien è l’altro.

J: Dice, ti abbiamo eliminato il post finchè non puoi provare che ciò che hai detto su quello che Ritzmann e Biedne avrebbero scritto, è vero. I nostri moderatori migliori non possono trovare una singola citazione vera. Quello di cui abbiamo bisogno è il tuo aiuto. Sto pensando, “Santi fumi, ho appena copiato tutto ieri”. Allora ho iniziato a preoccuparmi, perchè non mi è mai accaduto di dover tornare per vedere se fosse ancora tutto lì.

K: Wow.

J: Ho ipotizzato, se Bill Irvine ha detto che non era lì, così come i suoi moderatori, allora non era lì. Allora ho pensato che uno dei moderatori interessati abbia agito. L’unica speranza che avevo di recuperare tutto era negli archivi.

Quindi a circa le otte di mattina e per tutto il giorno, Bill Irvine tornava ogni due ore, “John, non possiamo trovare nulla. Abbiamo bisogno del tuo aiuto.”
Allora ho aspettato che Ron Schmidt uscisse dal lavoro alle sei, in modo che mi mostrasse come andare negli archivi. Infine, prima che andassi da Ron Schmidt quel lunedì verso le cinque dissi, “Darò un’occhiata per assicurarmi che non sia tutto lì” e trovai ancora ogni singola citazione. Allora ho preso copia di tutto e l’ho riportato in modo esatto e l’ho mandato a Bill Irvine e lui mi ha spedito una e-mail dicendo: “Jeff lo ha ammesso, questione risolta.”

K: In altre parole, i moderatori erano come in collusione con questa persona, Jeff..

J: No, no…nessuno di loro era in accordo.

K: Non lo sapevano?

J: Tutto era ancora lì. Irvine però diceva che nessuno riusciva a trovare le citazioni.

K: Io sto dicendo, se non potevano trovare le citazioni, ma d’improvviso le hanno trovate, in un certo senso sembra che stessero lavorando con Jeff.

J: Può essere. Comunque, Bill ha detto, “se tutti siamo d’accordo a tenere queste cose fra noi.” Ho risposto, “No, non sono d’accordo di tenerlo fra noi. Voglio che sappiano tutti ESATTAMENTE cosa è accaduto. Dite che questo è Above Top Secret. Perchè questa lotta, in cui mi avete fatto passare una triste giornata…”

Ho parlato con Bill, ho detto, “Ho scritto qua per due anni. Ho passato da 8 a 16 ore rispondendo a domande su ATS. Voi mi accusate di falsificare informazioni? Questo è PAZZESCO.” Non accetto il silenzio, non mi hanno…

K: Sembra che stessero facendo un giochetto.

J: Si. Molte persone chiedevano di John Lear e infine la domenica, la domenica seguente, mi hanno lasciato spingere quanto potessi e quindi sono stato cacciato per sempre.
E’ stato ovvio che su ATS volevano sapere quali informazioni aveva la gente, per vedere se potevano influenzarla. Non volevano che vi si trovasse buon materiale..

K: Giusto.

J:…che le persone potevano riportare. Stavo fornendo buone informazioni e sono stato cacciato! E’ stato, davvero…

K: Beh, parliamo di queste cose oggi.

J:..è stato davvero sorprendente.

K: Ci gireremo attorno.

J: Volevano che me ne andassi con queste informazioni. Perchè, sai, so cosa sta accadendo. Quindi mi hanno fermato. Ora abbiamo parlato con diverse persone su ATS e hanno detto “nessuno metterà altro materiale valido, il 100% di loro vengono cacciati e i loro post cancellati.”

Il massimo penso sia stato con Jim Oberg. Jimh Oberg è stato un uomo di punta della NASA, per 30 anni. Conosce tutto di tutto e siamo entrati in dibattito sul punto neutrale, di cui parlerò dopo, che prova assolutamente che esiste una gravità del 64% sulla luna. Ho parlato con Jim Oberg e vi leggerò esattamente le informazioni con cui è tornato. Sapete, è stato bloccato. Non c’era altro da dire per lui. Per questo le cose hanno cominciato ad andargli male e vi leggerò quello che ha detto esattamente Jim Oberg.

K: Quindi John, qual’è stato il tuo approccio al punto in cui ti hanno cacciato? Perchè, in quel luogo potevi collegarti con il pubblico. Stai per entrare in un altro…

J: Scrivo su quattro piccoli forum e a tutti quelli che chiedono, io li indirizzo su questi piccoli forum. Non è gran cosa, ce ne sono 300 su uno e 80 su un altro. Non sto raggiungendo molte persone; sto raggiungendo i pochi che sono interessati a quello che sta accadendo. Non è una minaccia al governo, davvero. Non credo.

K: (Ride) Ok, ci sono molte persone che visitano i forum e non fanno log-on. Quindi è una buona notizia che tu sia ancora la fuori a partecipare.

J: Si, ciò di cui parleremo oggi è quello che trovi su questi forum. Uno è Open Minds e l’altro è American Conspiracy, un altro è Fantastic Forum e penso ce ne sia un altro. Ho un sito con Ron Schmidt chiamato thelivingmoon.com e metto tutto ciò che troviamo nel sito.

K: Ok.

B: Thelivingmoon.com è un sito eccellente. Voglio precisarlo. Non ci sono molti siti che noi del Project Camelot raccomanderemmo, questo però è buono.

J: Ok, lasciatemi..

B: Molto, molto buono.

J:…raccontare qual’è stata l’origine di thelivingmoon.com. Quando ho caricato le foto a grande risoluzione della luna su ATS, in altre parole, le ho mandate per DVD a…qual’era il suo nome?

B: Bill? Mark?

J: No, l’altro, Mark, lui le ha caricate. Per la prima settimana le persone dicevano, “Non vedo nulla, John, non vedo quello che ci vedi tu ecc..” Allora questo ragazzo chiamato Zorgon iniziò a vedere. Volevo aiutarlo, ma non l’ho fatto. Non ho detto, “Ecco è qua”, perchè non puoi farlo. Devi lasciare fare a loro. Zorgon ha iniziato a vedere. Allora, iniziò a scoprire più di quello che sapevo io, ci dovevamo incontrare e quindi ho pensato, “Merda, questo ragazzo vive nel New Jersey, dovrò tornare la”. Alla fine è venuto fuori che, vive ad un paio di miglia sulla strada!

K: Oh mio Dio, fantastico….

J: (Ride) Quindi lui è venuto qua e abbiamo iniziato a lavorare. Lui ha un sito già, riguarda materiale medievale e quindi abbiamo creato Le informazioni iniziarono ad arrivare da tutti i tipi di fonti.

K: Certo, si.

J: Fonti, non avevo idea di come potessero avere il materiale.

B: Si, si.

J: Molto materiale sulle navi Russe e iniziò tutto a riversarsi…

B: E’ un buon sito. E’ un buon sito.

J: Il 10% del materiale è stato caricato perchè non abbiamo avuto tempo, avremmo dovuto avere una segretaria, ma siamo entrambi senza soldi, sapete, quindi non abbiamo potuto mettere tutto. Quindi abbiamo messo il materiale più interessante e Ron lavora al centro per le conferenze. Lui è quello che prepara tutto e smonta tutto. Però…

K: Favoloso!

J:…viene a casa e ci incontriamo, una volta a settimana e parliamo su cosa ci concentreremo, tutto qua.

B:…Lasciamo condividere questa e-mail con te, John. Questa viene da un certo Gary Dix che ha lavorato a stretto contatto con Simon, Mark e Bill. Nei primi giorni di ATS e, dopo un litigio, ha lasciato. Si trova in Nuova Zelanda. Mi ha mandato una lunga e-mail.

J: La data?

B: Un paio di anni fa.

J: Si.

B: Leggerò uno dei paragrafi pertinenti: “Mentre diventavano più negativi su un topic, iniziavano a guidare le discussioni usando dei pupazzi, dei finti utenti, non volevano essere scoperti nel guidare la direzione delle discussioni come moderatori o amministratori. Questo è lo STILE di moderatori e amministratori nel futuro, usano falsi accounts per permettere loro di caricare liberamente le loro idee.”

Questo lo abbiamo avuto da un ragazzo che ha lavorato all’interno, ok? Ora, chiaramente, loro negano tutto. Con qualcuno che ha il nome utente “Skeptic Overlord”, cosa ti fa pensare?

J: Si.

B: Sai, la verità è visibile. ATS è un sito scettico. ATS è un sito di debunking e quindi cosa fanno i debunkers? Ecco la frase: tieni i tuoi amici vicini e i tuoi nemici più vicini.

J: Si.

B: Quindi tu sei nemico di chiunque non voglia che esca davvero la verità. Quindi ti tengono vicino con l’intenzione di controllare l’opinione pubblica su di te.

J: Giusto.

B: Ha quasi funzionato, ma non del tutto.

J: (Ride)

B: Perchè hanno fatto l’errore di definire John Lear un bugiardo. John Lear può essere tutto ma John Lear non è un bugiardo e tutti lo sanno, chiunque sappia qualcosa di John Lear.

J: Quante erano le possibilità che io caricassi quelle immagini su ATS e che poi UN RAGAZZO che ha iniziato a vedere i punti giusti, vivesse proprio a 3-4 miglia giù dalla strada. Questo è fantastico veramente.

K: E’ pazzesco.

J: Così funziona la sincronicità.

K: Assolutamente.

J: Ogni GIORNO, vedo un esempio di sincronicità.

K: Questo significa che sei davvero collegato in quello che sta accadendo e che stai ottenendo qualche aiuto invisibile, concettualmente. Voglio dire che sincronicità significa essere in sincronia con l’universo in modo più ampio..

J: Corretto.

K:…e tutto va in quella direzione, la direzione della rivelazione e della verità. Su questa nota, è come un tuffo in questo. Sappiamo che devi parlare di molte cose oggi, con cosa ti piacerebbe iniziare?

J: Prima di tutto parleremo della balla su Nibiru, Pianeta X.

K: Ok.

J: Non è lì. Non causerà problemi nel 2012. E’ una balla. Vedo che funziona in ogni direzione. E’ solo un modo per tenerci in stato di ansietà. Tutto andrà avanti in modo normale. Il mondo non si disintegrerà. Non ci saranno pianeti che verranno a scuotere tutto. Tutto andrà bene.

K: Ok, stai dicendo questo in generale sul 2012?

J: Si.

K: O lo stai dicendo…

J: Specificamente sul Pianeta X…

K: Pianeta X…

J:…o Nibiru o come volete chiamarlo, nel 2012. Il 2012 è come…

K: E’ solo un anno.

J: Cosa?

K: Solo un anno, in tua opinione?

J: Si, solo come, come lo chiamavamo…Y2K? Sapete, dovevamo avere tutti quei problemi e un collasso totale. Stessa cosa col 2012. Sarà un anno come gli altri. Avremo ancora queste guerre. Forse avremo una guerra nucleare, ma le cose andranno bene. Non ci sarà assolutamente..

K: Dove prendi le informazioni? Sei arrivato a questa conclusione di testa tua unendo i punti o hai una fonte?

J: Nessuno scoop dall’interno. Non ne ho mai avuti. La maggior parte delle mie informazioni vengono di testa mia e così è più divertente. Perchè le persone dicono “Dove…chi ti ha detto che la gravità sulla luna era del 64% e che c’è un’atmosfera?” Ci sono molti libri e io sono quello che esce dicendo, “Si, c’è gravità sulla luna e anche un’atmosfera”.

K: Perchè dovremmo credere che tu sai queste cose? Perchè eri un pilota, perchè sei stato addestrato in un certo modo? Da dove viene il tuo percorso?

J: Per quello che riguarda la gravità sulla luna, parleremo della legge di Bullialdus-Newton dell’inverso del quadrato. Parleremo di come la NASA vi convince, usando le leggi gravitazionali di Newton, che assume la massa della Terra e della luna, che non è ciò che dovete usare.
Dovete usare la legge di Newton-Bullialdus o di Bullialdus-Newton del quadrato-inverso, perchè non dovete preoccuparvi di cosa sia la massa. Dovete solo sapere la distanza e dove si trova il punto neutrale. Se sappiamo dove si trova il punto neutrale e la dimensione dei pianeti, possiamo immaginarne la gravità.

Ora, conosciamo il punto neutrale: 1) Werner von Braun ce lo ha detto; 2) l’equipaggio dell’Apollo 17 ce lo ha detto; 3) un altro membro delle missioni Apollo ce lo ha detto. Questo si trova a circa 38-39000 miglia e, se lavorate sulla legge del quadrato-inverso, risulta che la luna ha il 64% della gravità della Terra. Ecco tutto. Non dovete usare la massa.

Per quanto riguarda il Pianeta X e Nibiru, questo è basato su 65 anni di balle, su quello che sta per accadere e sul disastro seguente. Come sapete e come so, non accadrà nulla.

K: Ok, lasciaci fare domande perchè abbiamo diversi testimoni che ci hanno dato evidenza..

J: Lo so, ed ecco perchè….

K:…anche evidenze segrete su questo. Non abbiamo raggiunto una conclusione da noi. Comunque, prima di tutto, abbiamo il Telescopio del Polo Sud. Esiste anche il video del Vaticano e del Gesuita, con (Cristoforo) Barbato. Potresti averlo visto, forse no. Potresti spiegarci il perchè non credi che il video sia accurato o non reale. Poi c’è il riscaldamento dei pianeti. Cosa pensi del riscaldamento dei pianeti e dell’attività del sole, che raggiungerà un picco nel 2012?

J: Stai parlando del riscaldamento globale?

K: Non globale, David Wilcock e Richard Hoagland hanno preso dati di tutti i pianeti e hanno mostrato che l’attività crescente riguarda tutto il sistema solare, si sta riscaldando.

B: Ci sono informazioni di pubblico dominio per cui tutti i pianeti nel sistema solare si stanno scaldando. Sembra essere connesso col ciclo solare 24. Alcune persone dicono che qualcos’altro sta guidando tutto questo.

B: Non vi ho dato attenzione.

K: (ride)

J: Tutti credono quello che vogliono. Nel 2012 potrete guardare indietro e dire John Lear, il 2 Aprile 2008 disse che era una balla e se non sarà così, mi sono sbagliato, ma penso che sia una totale balla.

K: So che hai avuto a che fare con la comunità d’Intelligence. Sai che il tuo ufficio è stato controllato, ce lo hai dimostrato. Per questo c’è una ragione. Prima di tutto, sei un pilota incredibilmente rispettato e hai un passato nell’esercito. Ho anche avuto il dubbio che tu abbia fatto parte del MJ-12 ad un certo punto.

J: (ride)

K: (ride) Ok, quindi hai conosciuto gli insiders. Sai….dimmi perchè stai dicendo di non avere fonti dall’interno. Sai, Bob Lazar..

J: Fammi correggere. Fammi correggere. Ho avuto tre fonti interne. Una è stata Jimmy Dolittle, che ha detto a mia madre che il Mj-12 è esistito. Questa storia è importante perchè, quando sono entrato in tutto questo nel 1987 e Shandera e Moore sono usciti con la supposta riunione di Eisenhower in cui lui avrebbe parlato del Majestic 12. Dovevo sapere, è vero? L’unica persona che conoscevo senza ogni dubbio era Jimmy Doolittle.

K: Ok, chi è Jimmy Doolittle?

J: Il Generale Jimmy Doolittle, è stato dietro al bombardamento di Tokyo. Usando l’Hornet, incidentalmente, lo stesso aereo che ha preso l’Apollo. Più tardi lo vedete quando ho avuto il mio incidente aereo a Ginevra, in Svizzera, nel 1961 e sono rimasto quasi ucciso. Lui è stato l’unico a prendere tempo per scrivermi una lettera e a dire, “John, abbiamo fatto tutti degli errori, io ne ho fatti molti, ma è importante che noi approfittiamo, approfittiamo dai nostri errori”. Prese tempo per scrivere tutta la lettera, la tengo con la sua foto mentre parte con l’Hornet per bombardare Tokyo.

Il Generale Jimmy Doolittle è stato un incredibile Generale, molto rispettato ed è stato coinvolto nel MJ-12 fino alle orecchie. Non era parte del MJ-12, ma stava attorno alla nostra casa di Santa Monica, 222 14ma Strada. Ha vissuto sulla Terza Strada con sua moglie, Josephine ed erano a casa nostra come a Vandenberg, tutti questi membri del MJ-12 erano attorno alla nostra casa. Io non lo sapevo al tempo e nemmeno mio padre parlava degli UFO, a parte dire che credeva in questo.

Non ho trovato altro finchè non ci sono finito dentro nel 1985, ’86 e ho sentito il nome di Doolittle. Ora, lo conosco e ho avuto…ci sono foto autografate qua attorno, di Jimmy. L’ho visto in vari…tipo SETP, la Società dei Piloti per Test Sperimentali, ma non lo conoscevo davvro così bene.
Sapevo che lo conosceva mia madre e gli è stato vicino come nessun altro nella sua vita, Jimmy e Jo. Ora, sua moglie è deceduta negli anni ’80 e lui era in pensione, viveva a Carmel, California, io lo sapevo. Sapevo anche che mia madre gli parlava ogni tanto.

Quindi sapevo che l’unico modo che avevo per sapere se la storia del MJ-12 era vera, era di farlo chiedere a lui, da lei. Ci ho messo 6 mesi per farli incontrare, perchè lei era esitante, a fare cose del genere. Alla fine però l’ho spinta a farlo.
Lei chiamò e disse, “Jimmy, cosa stai facendo ecc.., sai John è interessato e vorrei sapere se il MJ-12 è stato reale.” Lui disse, “Si, Moya, ma non posso parlarne.” Questo per me fu, l’inizio di tutto, perchè seil MJ-12 è reale, è possibile che i documenti sul briefing di Eisenhower siano reali e se sono reali, allora tutto il resto è reale.

K: Corretto, perchè altrimenti metteresti assieme il MJ-12 sotto Truman, per investigare o gestire la storia sugli UFO, se questa non esistesse per nulla, giusto? Deve esserci un UFO se metti assieme un gruppo.

J: Corretto. Devo dire che questa fu la mia prima impressione.

K: Allora dimmi qualcosa. Devi conoscere la storia ad un certo livello. Sei stato dentro la questione per diverso tempo, devi averli visti in operazione. Devi aver conosciuto alcuni insiders e dovrei dire che penso che debbano averti reclutato. Sbaglio?

J: No, io….

K: Non hai ricevuto un’offerta?

J: No. Ero un pilota. Non sapevo NULLA, fino al 1984 quando io, qualcuno….

K: Però sai molto.

J: Si.

K: Guarda questo ufficio, è incredibile.

J: Si. Fino al 1984, il mio unico interesse era l’SR-71, l’F-19, lo Stealth Fighter….

K: Ok.

J:…roba del genere. Come dato di fatto, puoi andare su internet: John Andrews, che è stato Vice President of Testors e che ha fatto lo “Sport Model”.

K: Giusto.

J: Lo conosci e ho ho avuto lettere che andavano avanti e indietro. Direbbe, “Hey, vorresti vedere in questo argomento dei dischi volanti”. Io direi, “No, scemenze, non hai bisogno di sprecare il mio tempo”. Queste lettere sono su internet. Sapete che il mio interesse non è iniziato prima del 1985, penso. Io usavo andare in riunione con tutti i piloti del Sudest dell’Asia, che hanno lavorato per la CIA e sono andato alla riunione di Las Vegas, chiamata “China Post 1”.

Le abbiamo fatte ogni due anni e in UNO di questi anni, penso fosse il 1985, un mio amico che si chiamava Greg Wilson, è stato un Raven. I Raven erano ragazzi dell’Air Force, che loro hanno tolto dall’Air Force, per dare loro un ID civile. Arrivarono a Laos e facevano volare gli 01 ed erano i Ravens e andavano fuori sul PDJ e facevano tutte queste cose favolose. Comunque, lui si trovava alla riunione. Il suo nome è Greg Wilson e parlò con lui, “Hey, dove sono andati tutti?” Lui rispose, “Sai, qua e qua, fanno volare gli A-10. Ho fatto un giro a Bentwaters.” Ho detto, “Bentwaters?”

K: (risatina)

J: “Questo era il posto, si suppone, nel 1980, in cui è atterrato il disco volante.” Disse, “No John, non si suppone, è successo”. Ha detto, “non sono potuto andare a vederlo perchè ero bloccato alla base, ma conosco i ragazzi che lo hanno visto”. Ho detto, “Cosa”? “Mi stai dicendo che sta roba è reale?” Lui disse, “Oh, si.”

Questo è un ragazzo con cui ho volato nel Sudest dell’Asia, che non ho visto per anni, gli ho fatto questa domanda oltraggiosa su Bentwaters. Lui ha detto, “Si, si, ero confinato. Non l’ho visto, ma conosco chi lo ha visto.” Questo ha catturato il mio interesse ed era il 1985, lo sapevate? Ora, lo sapete…

K: Quindi hai saputo altro. Delle fonti interne ti hanno parlato, degli amici.

J: Non voglio dire che era un insider, come Bob Lazar

K: Corretto.

J:….l’altro insider, il vero insider, voglio dire la persona, è stato come, sapete, come se voi ragazzi foste stati qua due anni fa, questo è stato probabilmente circa 5 o 6 anni fa. Non ricordo quando l’ho incontrato. Oh, so quando è stato, molto tempo fa. Circa 20 anni. Viveva su nell’Idaho. Era in pensione. Ha detto a miei amici molto più di quanto abbia detto a me, ma, prima di morire, scese a Vegas e più o meno disse, cosa vuoi sapere? Io non sapevo cosa chiedere!

K: Il suo nome?

J: Ah…

K: Puoi dircelo?

J: No. Perchè, sapete com’è. Quando ti danno un permesso e quando sei dentro a fondo in questo modo, allora ti dicono: “Guarda, John, ti diamo questo permesso e, chiaramente, ci aspettiamo che tu tenga il segreto. Sappiamo che in ogni momento in un attimo, puoi accidentalmente dire qualcosa in un party. Potresti aver bevuto troppo e potresti pensare che sia interessante parlarne, quindi vogliamo che tu sappia, sai, non ce ne preoccupiamo davvero. Non ti vogliamo fare del male. Però, uccideremo tua moglie, i tuoi figli, tua mamma, tuo padre, il tuo cane…”

Ecco perchè le persone non parlano. Le persone dicono, “E’ sul letto di morte, perchè non parla?” Ecco perchè. Perchè loro lo mettono in chiaro, lui non viene colpito, ma ogni persona nella sua famiglia e partono dai migliori amici.

Verso la fine della sua vita, l’ho visto tre volte. Ho guidato verso l’Idaho per vederlo 2 volte e 1 volta l’ho visto qua, non mi disse molto, ma mi disse una cosa interessante che non ha avuto mai senso, fino a quest’anno quando l’ho scoperto. Le informazioni che comprendo stanno aumentando esponenzialmente. Ogni volta che vado in un posto e quindi mi sposto, ottengo altre informazioni.

Comunque, quello che mi disse fu che lavorò ad un progetto, una macchina per la luna e questa cosa era in costruzione nel Sud da qualche parte. Non mi disse dove, ma immaginavo l’Arkansas o l’Alabama, un posto del genere.
Disse, “John, questa cosa è così grande”, disse, “che una volta finita”, “Ho una licenza privata. Ho affittato un aeroplano per volare e vedere quanto fosse enorme questa cosa”. Ho detto, “Puoi darmene una idea?” Disse, “Acri”. Risposi “Wow!” “Come la porteranno sulla luna?” Rispose, “Non so”. (ride)

Ecco come funzionano i progetti. Non aveva il need to know su come l’avrebbero portata sulla luna, il suo lavoro era costruire, loro non gli avrebbero detto nulla in merito. Ecco come funziona la compartimentalizzazione.

B: Ci è stato detto da qualcuno, ci ha detto che il Progetto Lunex e Horizon non sono stati cancellati e sono entrati nei black.

J: Assolutamente, il Project Horizon è nel nostro sito web, giusto?

B: Si.

J: Si. L’unica cosa che abbiamo. Abbiamo quattro fasi del Project Horizon, a parte una. Penso sia la numero due che ci serve. Ve lo mostrerò e vi mostrerò cosa stiamo ancora cercando.

K: Puoi dirmi una cosa? Sei stato minacciato?

J: Mai, nemmeno un pochino.

K: Ok, bene. Non avete superato la linea, non avete rivelato nulla e non volete farlo o non sapete abbastanza? Corretto?

B: Oppure stai facendo un favore a qualcuno.

J: Oppure, qualcuno mi protegge.

K: Ok, quindi….

J: Hai perfettamente ragione, non ho la VERA informazione…

K: Oppure…

J: …oppure qualcuno mi protegge.

K: Sai chi?

J: Oh, non dico quale sia vera.

K: Capisco.

J: Voglio dire, penso che molto di questo sia vero, ma come posso saperlo? Non sono stato sulla luna. Vorrei andarci.

K: Uh huh.

J: Se potessi e qualcuno preparasse una corsa…come Bob Lazar, ha detto che sta per avere la sua tuta spaziale mentre noi siamo femi nell’air lock. Quando ha parlato così, ha detto, “almeno io avrò un pò d’aria e vi guarderò soffocare”. Ho risposto no, no, sarò in grado di respirare normalmente. Ora, quando le persone vanno sulla luna, servono due settimane di decompressione prima che possano uscire.

Il fatto è che puoi andare la e respirare, ma avrai problemi di altitudine. Come se salissi sull’Everest, puoi andarci, forse vivresti, ma ti faresti molto male. Ecco perchè vanno in zone alte, per adattarsi e la stessa cosa è per la luna. Servono due settimane.

K: Ok. Quindi parlaci di come la luna si trovi dove si trova, perchè sai che è un satellite, che sia falso…

J: Corretto. Lo è. E’ un’astronave messa in orbita. Direi da 3 a 4000 anni fa. Ora la ragione per cui dico 3 o 4 mila anni fa, è perchè si trova nella storia dell’uomo.

(Immanuel) Velikovsky ha parlato delle diverse linee e civilizzazioni, che parlavano del tempo in cui non c’era la luna, poi ne sono apparse due e infine una. Questa persona, Norm Bergrun ha scritto The Ringmakers of Saturn. E’ un libro ECCELLENTE. Norm Bergrun è MOLTO qualificato, è stato 40 anni in ambito scientifico sia nel NACA che alla Lockheed, si è ritirato dalla Lockheed, circa 15 anni fa. Non più di questo..

K: Cos’è il NACA?

J: Ah, National Aeronautics, predecessore della NASA.

K: Oh, davvero.

J: National Advisory Commission for Aeronautics.

K: Capisco, ok.

J: Erano i predecessori della NASA.

K: Ok.

J: Quando si è ritirato, ha ottenuto delle foto in qualche modo, alcuni negativi molto buoni della Voyager, che è stata su Saturno. Lui creò un piccolo laboratorio a casa sua e iniziò a osservarle e finì per scrivere Ringmakers of Saturn. Quello che mostra è ciò che ha trovato negli anelli di Saturno: tre veicoli, astronavi, la più grande è lunga 31.196 miglia e larga 2,422 miglia di diametro.

Stiamo parlando di enormi astronavi. Ora Norm Bergrun, quando scrisse questo libro all’inizio, è molto bello, disse “Ora guardate, sto per parlare di alcune cose molto interessanti, ma non potete saltare una pagina, non potete saltare una parola che non conoscete, dovete leggere dall’inizio alla fine o non capirete ciò che sto dicendo.” Quindi ho letto dall’inizio alla fine. Ora…

K: Ok, quando è stato scritto?

J: Ah, doveva essere il 1986.

K: Ok, non è così vecchio.

J: No e …

K: Quindi parla di enormi astronavi. Chi le ha costruite?

J: Chi le ha costruite?

K: Si.

J: Non lo sappiamo. Comunque….

K: Noi?

J: No, no. Non possiamo costruire nulla del genere. Abbiamo cose fantastiche, ma, non possiamo farlo.

K: Ok.

J: No, sono stati altri. La parte interessante nel libro e la ragione per cui ne parliamo, è perchè, alla fine del libro, inizia a parlare sulla luna e su come la luna sia stata messa in orbita. Perchè le persone che usavano questi mezzi e Saturno e anche Iapetus, hanno messo la luna in orbita, parla di questo, spiega esattamente perchè lui crede che la luna sia stata messa in orbita o come è successo e come abbiano afferrato il Mare Orienel.

K: Chi avrebbe trascinato la luna in….

J: Non lo sappiamo. Qualcuno.

K:..posizione. Quindi non ha fatto supposizioni..

J: No.

K:…sai, quale razza aliena, per esempio.

J: No.

K: Ovviamente, è una razza aliena. Henry Deacon, la nostra fonte segreta, ne ha parlato. La luna è stata messa in orbita…ma hai una idea su quale razza aliena abbia operato?

J: No, assolutamente.

K: Nessuna?

J: Quello che è interessante, altra cosa interessante, ho visto Norm ogni anno perchè quando vado all’UFO Expo West, l’unico a cui partecipo. Lui vive a Los Altos Hills. Sta scrivendo i Iapetus e Iapetus è probabilmente un’altra astronave.

K: Ok.

K: Dobbiamo contattare questa persona.

J: Sicuro, l’ho visto lo scorso settembre, stava finendo il libro su Iapetus. Non ci stava lavorando tutti i giorni….

K: Ok, era uno scienziato?

J: Si.

K: Ok, per chi ha lavorato? In altre parole, il suo governo…

J: Dammi un secondo.

K: Lui è nel NACA, l’ho capito, ma a un certo livello, sta rivelando informazioni segrete.

J: No. Perchè?

K: Sto chiedendo a te. Non dovrebbe essere segreto?

J: No, no.

Thermodynamicist, Douglas Aircraft 1934-44
Aero Research Scientist, NACA/Ames Laboratory 1944-1956
Lockheed Missile and Space Company, Van Uys, Supervisor Flight Test 1956-68
Manager, Flight Test Analysis, 1958-1962
Manager Test Plans and Direction 1962-63
Manager Re-entry Test Operations, 1966…
K: Ok, ma…

J: Questo è tutto, quanto sia qualificato….

K: Ok.

J: Questo è…

K: Perchè lo lasciano parlare?

J: Perchè?

K: Perchè gli lasciano fare questo? In altre parole.

J: Cosa sta dicendo? Che c’è un’astronave lunga 31 miglia negli anelli di Saturno?

K: Quindi si può negare…

J: Certo, chi ci crederà?

K: Ok, ok, bene. Quindi…

J: Quindi comunque, due anni fa, all’UFO Expo West, era interessante, perchè numero uno, una delle mie letture sull’Apollo 1 e delle quattro persone all’interno, c’era Grissom, White e Chaffey e un quarto ragazzo, parte del corpo di astronauti segreti.

La RAGIONE per questa segretezza è dovuta al fatto che le persone avrebbero voluto sapere chi era il quarto astronauta. Non c’era modo per cui la NASA potesse rivelarlo, “perchè avrebbero dovuto rivelare il programma spaziale segreto”. Il programma spaziale segreto era iniziato nel 1959 e questi andarono sulla luna nel 1962. Andarono su Marte nel 1966. Tutto quello che sappiamo è una copertura del programma spaziale segreto.

K: Oh, si.

J: Comunque, quando ho fatto la conferenza, se avevo due ore, avevo sempre un’ora, poi le persone parlavano con me per un’ora, perchè io apprendevo più cose di quante ne apprendessero loro da me. Uno dei compagni di Chaffey disse, “John, hai ragione, lo abbiamo sempre saputo, c’era un quarto uomo, ma non sapevamo chi fosse.” Ora, so il nome, ma lo tengo perchè…

K: Oh, si.

J:…se qualcuno viene da me e dice, “So chi è”. Io so chi è. Questo è interessante perchè suo figlio è un astronauta dello shuttle ora.

K: Oh, davvero.

J: Si. Comunque, sono andato a vedere Norm due anni fa e parlando con lui ho detto: “Il veicolo elettromagnetico che ha trainato la luna in orbita, dove si trova?”, lui ha risposto, “Penso sia nel lato posteriore della luna”.

Quando mi sono unito a Ron Schmidt, abbiamo iniziato ad accumulare foto della parte posteriore della luna e lo abbiamo trovato. Si trova nel cratere Tsiolkovsky. La storia su come ci siamo riusciti è interessante e su come la NASA lo abbia nascosto. Ci sono come sei foto diverse di Tsiolkovsky, hanno cercato di cancellare questo veicolo elettromagnetico, facendolo sembrare un’isola.

Abbiamo ottenuto due foto molto buone. Una è stata scoperta da una donna che la vora per noi in Florida e l’ha scoperta in una piccola immagine del Tsiolkovsky. Accadde che quando la NASA pubblicizzava questa foto, avevano censurato quella grande, qualcuno guardò quella piccola e disse, “Hey, non la ingrandiremo, eliminate il veicolo da quella grande, nessuno la noterà comunque.”

Noi l’abbiamo notata ed è grandiosa ed ecco come abbiamo avuto la foto del EMV nel lato lontano. Allora, l’Apollo 15 ci ha volato sopra e ne hanno fatti dei filmati, rapidi scatti ma è interessante.

K: L’astronauta segreto che è stato ucciso, suo figlio è un astronauta dello shuttle.

J: Corretto.

K: Ok, questo è interessante perchè mostra come abbiano portato qualcuno dentro, che potrebbe avere qualcosa da dire più tardi.

J: Corretto.

K: Se è un astronauta dello shuttle, non parlerà.

J: Corretto.

K: Corretto, è dentro.

J: Giusto. Stessa cosa col figlio di Grissom.

K: Oh, davvero.

J: Lui è nel programma.

K: Questo sarebbe un angolo di investigazione interessante, su tutti i figli e le figlie degli astronauti? Come lavorino tutti per la compagnia?

J: Si, lo sarebbe. Ora Gus Grissom, quando iniziò l’incendio, ogni storia che leggerete dirà che vennero spese tre parole. Chaffey disse, “Fuoco!” Qualcuno disse, “Sta diventando caldo”, ma in ogni singola storia, Grissom non dice nulla.

Ora, come sapete, Grissom era l’astronauta più critico del programma. Parlò prima che salissero e disse, “Ci sono 60 punti principali che non tornano, come possiamo farlo volare?” Lui fu quello che appese il limone sopra l’Apollo.

La NASA lo odiava. Mi è stato detto da ragazzi che considero insiders, anche un altro, lo chiamo Numero Quattro, che la NASA non ha specificamente ucciso quei ragazzi, ma lo ha lasciato accadere. Sapevano che sarebbe accaduto e lo hanno lasciato accadere.

K: Perchè?

J: Diverse ragioni: 1) Serviva più tempo. Dovevano preparare il programma segreto e l’unico modo per farlo è lasciare che accadesse un orrendo incidente. Si volevano sbarazzare di Grissom. Allora il New York Times, ho dimenticato la persona, scrisse che aveva parlato con la NASA e loro avevano risposto che il nastro si era rovinato negli ultimi pochi minuti. Chiaramente abbiamo sentito che Grissom non ha detto nulla. Sappiamo tutti cos’ha detto. Stava dicendo, sapete, “Bastardi, avete…”

K: Oh mio Dio.

J:….ci avete ucciso tutti. Sapevo che sarebbe finita così. Spero ci vediate tutti morire.” Davvero brutto. Sono sicuro che questo sia ciò che accadde e ho visto un’altra citazione ieri e non ricordo, parlava di quanto si fosse rovinato il filmato.

K: Wow.

B: Vorremmo chiederti se Clark McClelland ha qualcosa da dire su questo.

J: Si.

B: Siamo in contatto con Clark, ma non lo abbiamo incontrato.

J: Clark è un grande ragazzo. L’ho conosciuto dal 1990. Non ci siamo mai incontrati, ma abbiamo sempre parlato al telefono. Ho sempre cercato di avere sue note. Il suo libro è pronto. Ha tre libri. Non ne vuole pubblicare uno, ma tutti e tre. Non lo incolpo. Conosce molte cose. Conosce molto più di quanto sappia io.

K: Pensi che riuscità a pubblicarli, lasceranno che vengano pubblicati?

J: No! Nessuna possibilità.

K: (Ride) Ok.

J: L’unica cosa…vorrei averli, ma Clark è sconvolto, non so cosa sia accaduto, ma so che lui è L’INSIDER, l’insider della NASA. Nessuno può dire più di Clark. Lui è stato lì dall’inizio.

K: Ok.

B: Hanno fatto tutto a parte ucciderlo, non è vero? Non ha avuto un penny.

J: Giusto. Non so perchè non lo abbiano ucciso.

K: Oh si. Si, assolutamente.

J: Comunque, vi dirò un’altra cosa su Norm, perchè ne parleremo dopo. Ho detto a Norm l’ultima volta, l’ultimo anno in cui ho partecipato all’UFO Expo, ho buone informazioni. Comunque, ho voluto vedere Norm e non stava bene, ha avuto diversi interventi e mi aspetto di sentire il suo decesso da un momento all’altro. Ha 87 anni, ho detto, “Norm, sto pensando che gli aeroplani che hanno colpito il World Trade Center fossero ologrammi”. Lui disse, “John, forse hai ragione, ecco perchè”.

Lui rispose, “Prima di ritirarmi stavo guidando sull’Autostrada Bay Shore verso Sunnyvale”. Disse, “avevo un amico sul sedile a destra”. “Erano circa le 8 di mattina, forse 8:15”. Disse, “stavamo guidando a sud e abbiamo visto questa ombra e abbiamo guardato su e ..” disse, “non era un 747, ma un enorme aereo a 4 motori, non era a 200 piedi sopra di noi”. “Abbiamo guardato su a questa cosa”, “chiaramente ci troviamo a 20 miglia da San Jose, 30 miglia da San Francisco. Non c’è modo in cui un aeroplano possa volare legittimamente qua”.

K: (ride)

J: Disse, “Lo abbiamo osservato per 10 secondi e saprì (schiocca le dita) come se avessi spento una lampadina”. Disse, “Così come se fosse un ologramma contemporaneo” disse, “allora avresti ragione”. E…

K: Oh, molto interessante.

J:…ologramma, la tecnologia olografica è cos’ avanzata che le persone non ci crederebbero. L’altro giorno, una ragazza stava aiutando Marilee in un programma. Viene da New York. Ha preso due lauree ad Harvard. Era così meravigliosa, recettiva e parlavamo dell’olografia, lei disse, “Lasciami dire”, “Circa cinque anni fa, venni invitata con 15 altri operatori televisivi in uno show privato a Hollywood.

C’era un piccolo auditorium, non era molto grande. Potevano esserci circa 30 persone e la presentazione era chiamata, “Il Futuro della Televisione”. Disse, “non ricordo se c’era Steven Spielberg, ma c’erano gli altri”. Disse, “C’era lo stage con sopra un podio e noi eravamo seduti e questo ragazzo esce da dietro, con una specie di accento Tedesco, un accento dell’Europa dell’Est, capelli bianchi, occhiali, viene fuori e inizia a raccontarci la storia della televisione e del primo tubo catodico ecc..cammina davanti allo stage, pulisce i suoi occhiali, cammina difronte a loro, torna indietro”. Cos’ dice, “E’ stato davvero noioso.” Lei continua, “Dopo circa 20 minuti, finisce dicendo “e questa è la storia della televisione”. Si rimette gli occhiali e, (schiocca le dita) va via insieme alle luci”.

K: E’ sparito? (ride) Era un ologramma?

J: Si, quindi….

K: Oh wow.

J: Sai, questo sette anni fa. La televisione sta arrivando a questo, non avrete uno schermo…

K: Giusto.

J: Accenderete e accadrà la.

K: Si trova lì. Fantastico, questo ha senso perchè il Libro Giallo….

J: Così, la ragione per cui vi dico questa storia…

K: Voglio dire che avevano il libro giallo, giusto? Dal crash del 1947? Questo è stato spiegato da Dan Burisch di continuo. Quini è un ologramma. Sai, una tecnologia, giusto?

J: La ragione per cui ve lo racconto…

K: L’hanno retroingegnerizzata.

J:….in ATS, quando ci sono andata, una delle cose di cui ho parlato è che non ci fossero aeroplani l’undici di settembre. Non c’erano aeroplani a Shanksville..

K: Questa è davvero dinamite.

J: Non c’erano aeroplani al Pentagono, nessun aeroplano al World Trade Center e quando ho iniziato a parlare di ologrammi, i negazionisti….

K: (ride)

J:…i ragazzi pronti a uccidermi…è stato incredibile, tipo venti ragazzi, “sei matto”, “questo è assolutamente….stai compomettendo il movimento del 911”, “per trovare la verità”. Parli di questo e nessuno ci crederà, ma il fatto è che è stato fatto con ologrammi e CGI..

K: Giusto, ci puoi portare in questo? Spiegaci perchè pensi sia vero. Sei un pilota, hai la possibilità di capire le capacità di questi aeroplani, per colpire quelle costruzioni, perchè Henry Deacon ci ha detto alcune cose interessanti su questi aeroplani. Lui pensa che fossero controllati in remoto. Non so se questo sia vero, ma praticamente quegli aeroplani non avevano la possibilità di colpire a quel livello le torri, non sono un pilota e non conosco la logistica. Come sei arrivato a concludere questo?

J: Ok, prima di tutto dobbiamo parlare del …Volo 11 e 77 che non esistevano all’inizio. Il Bureau of Transportation Statistics non ne ha registrazione della partenza, quindi dimenticateli perchè non esistono.

Quindi stiamo parlando del (Volo) 175 e Volo 93. Il Volo 93 sarebbe caduto a Shanksville. Chiunque abbia una preparazione nell’investigazione sugli incidenti, non può credere che quell’aereo sia caduto Non c’erano resti. Non è semplicemente accaduto.

K: Ok.

J: Per quanto ne sappiamo il 175 ha colpito la Torre Sud, recentemente ho chiamato il Pan American Flight Simulator di Miami, per vedere se potevo affittare un 767-200 che loro possiedono. Volevo prendere sei candidati, sei piloti candidati. Uno qualificato correntemente per i 767-200, uno qualificato ma non correntemente, uno qualificato correntemente sui jet ad alta velocità, ma non i 767 e gli ultimi tre, dello stesso livello dei supposti dirottatori, tipo un paio di ore su un Apache, licenza privata, tipo commerciale, roba del genere.

Quello che volevo fare nel simulatore, li puoi portare a New York. Voglio dire che le torri sono ancora lì. Li avrei portati e bloccati in posizione a 20 miglia fuori e a 7000 piedi, a 560mph, li avrei messi seduti e avrei dato loro due minuti per guardare l’orizzonte, gli avrei mostrato dove si trova il World Trade Center e avrei detto, sto per lasciarvi e quando lo faccio, avrete un minuto e 15 secondi per colpire il centro.

K: Ok.

J: Allora avrei detto (schiocca le dita) “VIA”. “Ok ora, mostratemi quanto è facile”. Sai, dato che tutti i ragazzi su ATS, “Oh, l’ho fatto nel simulatore di volo, nessun problema”. E’ impossibile. Dall’alto della mia carriera, per quanto fossi capace con ogni tipo di aeroplano, non c’è modo in cui avrei potuto farlo. Troppo complesso.

Prima di tutto, l’aereo non può volare sopra le 560mph. Non può volare oltre le 360, Velocità di Operatività Massima. Può andare più veloce di 30, 40 miglia, ma alla VMO il clacker si accende. Il clacker è un dispositivo di sicurezza richiesto dalla FAA che fa il rumore “clack-clack-clack” molto forte. Produce questo rumore ad un livello che disturba il pilota, non può ignorarlo. Deve rallentare. Ora, non ci sono possibilità per cui un dirottatore, per la prima volta nell’aereo, di volare a 390, 400 mph.

K: (ride)

J:…ma fallo anche con un clacker…

K: Corretto.

J:…scendi e colpisci questo centro. Non può accadere. No.

B: Ho una domanda, se posso.

J: Si.

B: Abbiamo un testimone credibile che dice che questi aeroplani non erano pilotati, ma controllati in remoto, come veicoli non manovrati, da migliaia di miglia di distanza.

K: L’ho appena detto.

B: E lui ha detto….Si, ma sto chiedendo a John di commentarlo, dal suo punto di vista, questo risponde anche alla domanda che si solleva dal fatto che nessun pilota umano poteva colpire un obiettivo così piccolo.

J: Nessun aereoplano ha sbattuto contro il World Trade Center. Prima di tutto, controllare in remoto un aereo di quella dimensione o di qualsiasi dimensione, è molto difficile. Non penso che si possa controllare in remoto un aeroplano della dimensione di un 767-200, particolarmente per colpire il punto mortale del World Trade Center. Il fatto è, che non si è trovato alcun resto di qualsiasi aeroplano nel World Trade Center.

Con “nessun rottame” intendo dire che nulla è stato trovato di qualsiasi dimensione lì attorno. Ora, c’era un pezzo di fusoliera che vedete con cinque forme di finestre, ma quando ogni aeroplano, l’American Airlines nella Torre Nord e l’United Airlines nella Torre Sud, ha colpito, sono passati due-quinti di un secondo in cui sono scomparsi nell’aereo. Cioè, in due-quinti di secondo non avete più un pannello di circa sette piedi e ora sta lì in condizioni perfette, inoltre era accompagnato dal passaporto di Mohammed Atta.

K: (ride)

J: L’unica altra cosa trovata era il motore su Murray Street. Il motore su Murray Street è stato identificato come CFM-56-CFM per un Snecma, o CF-6, motore per il 767, sviluppato dal CFM-56. Qualunque fosse di questi, CF6 o CFM56, doveva essere General Electric e sfortunatamente, o fortunatamente, la United Airlines usava strettamente il Pratt e Whitney. Quindi questo motore che dicono provenire dal 175, non viene dal 175, perchè il ragazzo che ha avuto il compito di scovare questo motore da sotto la cenere, ha tirato fuori il motore sbagliato. Troppe cose sospettose sono avvenute. La caduta della costruzione numero sette è assolutamente ridicola.

K: Corretto.

J: La ragione per cui hanno dovuto farlo così, è perchè, sospetto, il proiettore olografico, che ha proiettato il volo 175 e il volo 11, in qualche modo è stato disabilitato, perchè il Volo 93 era quello che avrebbe dovuto finire nel palazzo sette e quando non ci sono riusciti, hanno dovuto fare le cose rapidamente. Potevano falsificare la caduta del Volo 93 a Shanksville e posso immaginarli, “Cosa stiamo per fare?”

Nessuno crederà che è collassato, per un piccolo incendio e alle 5, dicon, bene andiamo avanti, nessuno lo noterà. Quindi hanno fatto collassare questa costruzione storica sui suoi piedi e si aspettano che tutti ci credano e chiaramente è avvenuto.

K: Ok, quindi sono collassate…cos’hanno usato? Hanno usato armi scalari? Potevano semplicemente colpirle?

J: Si, le abbiamo, ma questa in particolare è collassata perchè ha subito una demolizione controllata come il World Trade Center.

K: Corretto.

J: Il World Trade Center, quello che hanno fatto con la demolizione controllata è la PRIMA parte, mettere quello che chiamano l’Interruttore Willy Coyote in faccia a tutti, come un aereo che lo ha abbattuto, cosa assolutamente, pazzamente ridicola, ma molti ci hanno creduto. L’altra cosa che hanno fatto è la demolizione controllata per abbattere le travi a 30 piedi, così sarebbe bastato un camion Rudy Giuliani per il trasporto.

Il World Trade Center è stato abbattuto con un arma a energia diretta, forse tramite armi nello spazio e la ragione per cui lo sappiamo è per la dimensione della polvere che ha lasciato il cemento. Era di approssimativamente 80 microns e questo è l’effetto delle armi a energia diretta. Ecco cosa usa, “dissociazione molecolare”. Dissocia la struttura molecolare del cemento ed ecco il perchè di tutta quella polvere. Non è rimasto nulla.

K: Buona questa..

J: Ecco perchè le fondamenta del World Trade Center si sono sciolte per sei settimane, perchè quando ha colpito terra, si è scaldato così tanto. Puoi usare quanta acqua vuoi, non funzionerà a lungo. Credo quindi che tutto questo sia stato controllato dal E-4B, l’aeroplano del Doomsday, il 747 che è stato visto volare sopra la Casa Bianca.

Penso che questo abbia prodotto la proiezione olografica e che abbia trasmesso la CGI, la grafica da computers, ai diversi canali televisivi, per mostrare gli aeroplani nell’incidente. Ecco perchè il problema in una delle costruzioni. Erano quelli che hanno spedito i supposti messaggi telefonici, cosa non accaduta. Hanno fatto di tutto.

K: Stai dicendo che l’ologramma sarebbbe stato prodotto da un aereo in aria?

J: Si.

K: Davvero.

J: Prodotto da un proiettore. Proiettore olografico.

K: Oh, si. Quindi la tecnologia esiste. Ho capito che hai parlato ad un amico, che ha scritto il libro…

J: Norm Bergrun.

K: Norm, da cui hai sentito parlare della tecnologia olografica?

J: Ron Blackburn…sai chi è?

K: No.

J: (A Bill) Tu sai chi è ?

B: No. Non lo so.

J: Ron Blackburn è stato alla Lockheed per 30 anni. Era nel programma stealth, il programma stealth di Groomlake per 20 anni. Era uno dei primi ad aver sentito di alieni nel sito di test. Ora, quando l’ho incontrato 10, 15 anni fa, ha negato di sapere tutto, ora si è aperto di più. Ha detto che a Groom Lake c’era una costruzione di amministrazione per gli alieni. Ron è stato alla mia festa di compleanno la.

K: (Ride) Quindi dobbiamo incontrare anche questa persona.

J: Ora è in pensione. Sta molto attento a ciò che dice.

K: Ok.

J: E’ venuto alla mia festa e ci ha parlato delle proiezioni olografiche. Ha detto che contengono il suono, la luce, il calore, tutto. Una delle persone, uno dei problemi che le persone hanno con le proiezioni olografiche…L’ho visto, non poteva essere. Sai, pensano alle proiezioni olografiche che vedete a Las Vegas.

K: Giusto.

J: Con le piccole luce danzanti.

K: Dove puoi vedere attraverso.

J: Si, allora dicono….

K: Quindi sai cos’è.

J: “Beh, l’ho visto, non poteva essere”. Sai che è ridicolo. Allora dicono, “come hanno prodotto il suono, dovrebbero aver avuto altoparlanti ovunque, nella strada.” Non realizzano quanto siamo avanti nella tecnologia.

K: Ok, chi lo ha guidato?

J: Io li chiamo i “Cattivi Nazisti NASA”, nel complesso militare-industriale. Hoagland dice esattamente chi sono come hanno preso il controllo e chi guida. Ora, il 31 Marzo 2007, lo scorso anno, un ragazzo di nome Morgan Reynolds, avete sentito questo nome?

K: Si.

J: Ok…ha creato impostato una causa chiamata Qui Tam Compliant, contro queste 22 compagnie. Stiamo parlando di grandi compagnie qua. Science Applications, International Corporation, Applied Research, Hughes, tutte queste compagnie, queste compagnie sono state citate in giudizio, per aver accettato denaro e aver fornito informazioni fraudolente ad un’agenzia governativa .

L’agenzia governativa a cui hanno dato informazioni fraudolente è il NIST, The National Institute of Standards in Technology. Al NIST è stato chiesto dal Presidente Bush, di determinare esattamente perchè il WTC è collassato. Cosa lo ha fatto collassare. Loro hanno detto che è stato il carburante dei jet e questo è così ridicolo che Morgan ha impostato questa causa di 40 pagine e sottolinea tutto quello che risulta errato. Così ora la causa è in mano alla corte.

K: Tu hai testimoniato sugli aeroplani olografici come parte della causa, vero?

J: Io ho compilato una testimonianza giurata il 28 Gennaio 2008, a supporto del Compliant e in opposizione al Moviment To Dismiss, ho testimoniato che: 1) perchè gli aeroplani non potevano viaggiare così rapidamente come hanno fatto e come non siano stati pilotati nel modo in cui lo sono stati e perchè non ci fossero rottami. Penso che questo libro…

K: E’ incredibile che altri piloti non si siano fatti avanti…

J: Altri pilolti sono impiegati; non possono affrontarlo. Sono molto pochi, tra le persone, ci sono molti….

K: Ma questo è il NOSTRO paese di cui stiamo parlando…

J: Non possono farlo. Molte mie informazioni vengono dall’Aerodinamica per gli Aviatori Navali (solleva il libro) e spiego perchè un aeroplano non può volare a 500 mph a 1000 piedi. Ha a che fare anche col traino, non con la potenza e ha a che fare col fatto che usano turboventole. Semplicemente non può avvenire. Comunque, la posizione del governo e del NIST è che volavano a 500 mph, non è accaduto, non poteva accadere.

Questo è ciò che ho spiegato. Ora, sai perchè molti piloti non ne parlano? Molti hanno, esiste una organizzazione chiamata e io ne sono membro, uno dei primi membri, ci sono molti che hanno realizzato che non poteva accadere. Nessun aereo come un Boeing 747 è volato nel Pentagono. No, non è avvenuto.

K: Allora cosa è accaduto al Pentagono?

J: Al Pentagono, è stata usata una bomba per fare il foro e qualcuno ha acceso 55 galloni di carburante, per fare tutto il fumo. April Gallup che..

K: Si, penso che la storia di April Gallup sia affascinante.

J…April Gallup è stata..

K: Ok, torniamo indietro, …

J: Ok, stiamo parlando di April Gallup.

K: Ok, April, okay.

J: April Gallup è una Specialista dell’Esercito, ho dimenticato quale fosse il suo lavoro, era, aveva un permesso Top Secret. Stava seduta a 40 piedi dall’esplosione che ha fatto il foro al Pentagono e aveva suo figlio di sei mesi sotto la scrivania e pensò che fu strano, perchè solitamente quando andava al lavoro, prima di passare la sicurezza, dovevano lasciare i bambini fuori e quel giorno, la sicurezza disse, “No, Prendete i bimbi con voi”.

Allora lo aveva con sè sotto la scrivania e disse che era strano perchè quando premette il pulsante on per il computer, fu quando esplose la struttura e disse che molta polvere scese su di lei e vide il foro e pensò, “devo uscire”. Prese il bimbo, se lo mise sulla schiena e si diresse nell’apertura e uscì da lì sull’erba, dove, probabilmente è stato impostato tutto.

Però ha detto di non aver visto missili, nessun aereo, non ha sentito odore di carburante. Non c’erano aerei. Più tardi in ospedale venne intervistata dall’Intelligence dell’Esercito e le chiesero cosa avesse visto e iniziò a dire, “Non ho visto nulla” e loro dissero, “No, tu hai visto. Hai visto un Boeing 757 cadere lì dentro.” Lei rispose, “No, no, no, non l’ho visto. Non c’era nulla“. Poi è passata nell’inferno per i seguenti cinque anni cercando di ottenere cure mediche.

E’ stata una storia molto triste. Una delle cose che voglio mostrare, è questa pagina da un manuale militare che parla di cose che vogliono ottenere nell’anno 2025. Si chiama proiettore olografico aereo, potete vedere dove l’ho preso. Non potete più averlo, era e ne ho 250 pagine…

K: Parliamo di una macchina olografica.

B: Si riferisce alla gestione della percezione del nemico, corretto? Questo meraviglioso eufemismo. Mi ricordo bene?

J: Si, dice…breve descrizione: “Il proiettore olografico crea una immagine tridimensionale in un luogo voluto, rimossa da un generatore di visualizzazione. Il proiettore può essere usato per operazioni fisiologiche e di gestione della percezione. Può essere usato per l’inganno ottico, per mascherarsi, per provvedere a una distrazione momentanea contro un avversario non sofisticato. Ha possibilità di proiettare precisamente immagini tridimensionali in una area selezionata. Supporta la gestione dell’inganno strategico e fornisce inganno e mascheramento contro centri ottici.”

K: Ok, quando è stato scritto, lo sai?

J: Penso nel ’99. Non sono sicuro. Vi darò un indirizzo dove potrete ottenerlo ORA.

K: Ok.

J: Non è a questo indirizzo.

K: Ok.

J: Penso si trovi nella Base Aerea Maxwell.

K: Dobbiamo credere che se è fuori nel settore pubblico, questo sia solo la punta dell’iceberg di questa tecnologia.

J: Assolutamente.

B: Strategic Perception Management. Non è così favoloso?

K: E’ grandioso.

B: Penso che sia favoloso.

K: Ok.

B: Un nemico non sofisticato, come le persone sulle strade di New York.

J: (Ride) Lo stavo per dire.

B: (Ride)

J: Ho pensato, non penso che lo dirò!

K: (Ride)

B: Nulla di personale contro New York.

J: Loro si, quando ci entri, hanno quello che chiamano il sistema di energia laser ibrido (HELWEPA..High-Energy Laser Weapon Systems Applications). Quando osservi da vicino il sistema, capite che possono attaccare tra l’Iran e l’Afghanistan. Fa ridere, sapete, qua attaccheranno e qua è dove sanno che avrebbero attaccato nel 1999, sapete. Questo è stato pubblicato al tempo, potete immaginare quanto tempo prima progettano queste cose. Le pianificano 30 anni prima. Cercavo questa pagina…

K: Ok, quando dici che stanno per attaccare tra l’Iran e…

J: Afhanistan. Ecco da dove arriva la tubazione, vogliono questa area.

K: Ok, ecco perchè faremo la guerra contro l’Iran, è quello che stai dicendo.

J: Si, vogliamo pulire questa area per controllare la tubazione.

K: Sembra che tu stia dicendo che useranno armi speciali per farlo.

J: Possono usare il laser a energia ibrida, diverse cose possono essere usate.

K: Giusto.

J: E’ stato strano che, fosse tutto pronto su carta, disponibile al pubblico per mostrare loro dove avrebbero attaccato.

K: Ok, questo è…

B: Quello che ci hai detto fuori dal video, prima di iniziare, sentivi che sarebbe avvenuta, hai usato le parole guerra nucleare.

J: Oh, si, non ho dubbi che useremo armi nucleari contro l’Iran. Sono sicuro che sia nei piani di Cheney. Non ho alcuna informazione dall’interno, ma mi sembra, uno degli scenari possibili, vedere Bush assassinato in Ottobre. Cheney diviene Presidente e dichiara la Legge Marziale. Allora accade qualcosa e “dobbiamo” attaccare l’Iran. Chiaramente, non vogliamo attaccare l’Iran, lo faremo fare a Israele. Loro li attaccheranno con le loro armi nucleari e noi diremo che forniremo 50 miliardi per il programma di riabilitazione, così non bombarderete nessun altro. Un programma di riabilitazione psicologica. Daremo loro, sapete..

K: Ok, nessuno tirerà bombe, intendo, in altre parole, abbiamo la Cina, la Russia, rischieremo una Terza Guerra Mondiale, giusto?

J: Si, ma non così grande. Noi faremo in modo che i cavi, i cavi di comunicazione…

K: Oh, le cablature sotto il mare.

J: Si, non ci sarà molta comunicazione, così possono dare..

K: Così nessuno saprà cosa starà accadendo veramente.

J: Nessuno saprà davvero cosa starà accadendo. Sarà gestito agli alti livello. Questo è stato pianificato in comunicazione con, e con l’accordo di Cina e Russia. Sanno tutti cosa sta accadendo. Con questo proveranno nuove armi…

K: Questo è ciò che dice anche Henry Deacons. Dice che la Cina è daccordo. Ci sarà una guerra con la Cina, ma sanno già che è pianificato.

J: Si, chiaramente. Come tutti erano pronti per la Yakuza Giapponese e il satellite Cinese e su ATS dicevano, “ci diranno cosa sta accadendo, ci daranno la situazione reale” e tutto quello che hanno fatto è riciclare vecchie immagini NASA. Chiaramente la Cina era molto imbarazzata. Sapete che hanno detto, “non sono immagini NASA riciclate”, ma potete andare e controllare, erano vecchie immagini NASA riciclate. Ora, quello che stanno facendo in orbita sulla luna, se sono in orbita sulla luna, non lo so. Sicuramente non stanno facendo foto, che possono usare per sè.

K: Perchè no?

J: Perchè sanno già tutto, sanno cosa si trova la, sapete che abbiamo estratto..

K: Qual’è il modus operandi dietro a tutto questo? Perchè pianificano guerre, nucleari di cui parli, guerre nucleari in cui milioni di persone muoiono, terre divengono inabitabili. Sai che è pazzesco, anche per un oliodotto…

J: Questa suona una buona ragione.

K: Qual’è il punto di rendere la terra, sai…

J: Sai, hanno migliorato le armi nucleari nei passati 30 anni, non emettono tante radiazioni.

K: Perchè il nucleare? Non è conveniente. Non sono un militare, ma se hanno armi scalari e HAARP, possono causare terremoti, ci sono molte altre cose, questa sembra la più pazzesca. Perchè lo fanno?

J: E’ come quando ho parlato del fatto che l’Endeavour e lo space shuttle sono metodi troppo obsoleti per raggiungere la ISS…

K: Corretto.

J: …le persone dicono, “se abbiamo tutte queste belle cose di cui parli, satelliti e sistemi antigravitazionali e il resto, perchè usano lo space shuttle?” Stessa cosa con il nucleare. Questi livelli di segretezza, livelli di intelligence, vuoi tenere un certo segmento della popolazione a conoscenza, che pensino che tutto quello che abbiamo è lo space shuttle e le armi nucleari, quindi usiamo queste. Questo tipo di discorso.

K: Ok, quindi stai per eliminare milioni di persone, eliminare…

J: Non penso che saranno MILIONI, ma pochi.

K: Cosa sta per fare l’Iran allora? Lo sai?

J: Oh, non so davvero cosa faranno.

K: Uh huh. Ok, hai avuto contatti dall’interno su questo?

J: Ahh, vediamo. Sull’Iran, sul bombardamento dell’Iran?

K: Si.

J: No.

K: Ok. (lunga pausa) Cosa dici del 2021 e dell’ologramma di una invasione aliena, ne hai sentito parlare?

J: Assolutamente. Sarà probabilmente quello che faranno.

K: (ride)

J: Stanno per produrre un ologramma e dire, oh, siamo stati attaccati, dagli alieni, abbiamo fatto un accordo con l’ambasciatore. Ha detto che loro sentono la Terra come un pericolo, ma se prendiamo tutte le armi che abbiamo e le riportiamo dentro, allora ci daranno una seconda possibilità.

K: A questo punto avremo un unico governo del mondo perchè…

J: Si.

K:…possono mettere tutti sotto lo stesso tetto e tutti i paesi…non parli in senso individuale..

J: Si, individualmente. Si questa è una delle cose che gli alieni vogliono per tutti voi, sai, di mettere a posto le vostre armi in modo che non si sentano minacciati.

K: Ma gli alieni, dai, ok, questo è lo scenario…

J: Questo è uno scenario con cui il governo vuole disarmarci e il modo è piazzare un ologramma di un attacco e dire che sono stati in comunicazione con loro e…

K: Un nemico comune e….
r
J: Giusto.

K:…un falso nemico.

J:…e voi non potete davvero aiutarci se metterete dentro tutte le vostre armi. Chiaramente una volta fatto, non ci sarà molto che potremmo fare, quando scopriremo che è un inganno, come per il 911. Si, questo scenario sono sicuro che ci sarà.

Fonte: ProjectCamelot.org

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3274

ASTEROIDE IN ROTTA DI COLLISIONE CON LA TERRA agosto 8, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Scienza, Teorie.
Tags: , ,
19 comments


Cari Amici..

La notizia che sto per darvi può essere preoccupante. Non buttatevi da una finestra e non vendete le vostre cose. Leggete questo articolo fino alla fine prima di trarre qualsiasi conclusione.

Questa informazione proviene dagli Zeta e da altri Star Visitor che hanno visto cosa accadrà molto presto sulla Terra. Queste notizie sono state trasmesse ad una Nativa Americana mia amica nel corso di uno speciale incontro ravvicinato. Ho aiutato questa Nativa Americana a ricordare ogni dettaglio della trasmissione tramite la regressione ipnotica. L’accuratezza dei dettagli mi è stata successivamente confermata dalle Star Nations. Inoltre altri tre Star Seeds hanno ricevuto la stessa visione futura.

Non esiste un modo più delicato per raccontare questa visione quindi mi limiterò a descriverla.

C’è un asteroide in rotta di collisione con la Terra. Questo asteroide misura 8/10 miglia di lunghezza e 6/10 miglia di larghezza (1,4 km di lunghezza per 1 km di larghezza).

In base alla sua attuale traiettoria dovrebbe cadere nel Nord Atlantico quest’anno alle 2:30-3:00 pm. EDT circa  del 15 Novembre 2008.

La localizzazione del punto d’impatto è nell’oceano a 36 gradi di Latitudine Nord e 65 gradi di Longitudine Ovest, (circa 100 chilometri a nord di Bermuda e 750 miglia a est di Capo Hatteras, North Carolina, [sulla costa sud-est degli Stati Uniti].)

Quando l’asteroide entrerà nell’atmosfera terrestre, sarà visto come un grande bolide verde brillante. L’attrito con l’atmosfera creerà un enorme bagliore rosso-arancio scuro nel cielo che sarà visibile in tutta la parte orientale dell’America del Nord, tale che a mille miglia di distanza dalla zona d’urto, un bagliore rossastro illuminerà anche l’orizzonte di Toronto, in Canada. Il bagliore sarà visibile da Halifax, Nova Scotia, Boston, Washington, DC, Miami, Cuba, Porto Rico e Venezuela.

Quando questo bolide cadrà nell’oceano, si creerà una tale onda di pressione verso il basso da causare un forte terremoto avvertito da terra. Gli Star Visitors hanno detto alla mia amica che le persone più vicino alla zona d’urto saranno al sicuro solo a 15 o più piedi sottoterra (in un luogo impermeabile).


Vi sarà un conseguente tsunami di proporzioni bibliche

Un modello comparativo sviluppato da due geologi alla BBC, al fine di misurare gli effetti di una eruzione vulcanica all’Isola di La Palma nelle Isole Canarie ed il conseguente terremoto ha previsto che il fianco occidentale instabile del vulcano sarebbe caduto in mare, creando un’ondata alta mezzo-miglio (900 metri) nelle isole Canarie, tale ondata si sarebbe irradiata fuori attraverso l’Atlantico e avrebbe inondato il litorale orientale del Nord America compresa l’America, i Caraibi e le coste settentrionali del Sud America dopo circa sei – otto ore. I geologi hanno stimato che lo tsunami, una volta raggiunte le coste nordamericane e latino-americane, avrebbe potuto avere onde alte 300 piedi (90 metri) o anche di più provocando enormi devastazioni lungo le coste. Il modello prevede inoltre che lo tsunami potrebbe arrivare fino a 15 miglia (25 km) all’interno delle coste – a seconda della topografia.

Ma l’asteroide che arriverà il 15 novembre ha un punto d’impatto che è di 2000 miglia più vicino alle coste nordamericane rispetto alle isole Canarie. Quindi il conseguente tsunami avrebbe onde molto più alte di 300 piedi nelle coste di Stati Uniti – Canada – Caraibi. Ciò significa che onde molto più alte di 300 piedi di altezza investirebbero le sponde di Halifax, NS, Boston, New York; Chesapeake Bay (Washington, DC); Norfolk, VA; Charleston, SC; Savannah, GA, Jacksonville, FL; Miami, FL; Cuba, Repubblica Dominicana / Haiti, Puerto Rico, e Caracas, Venezuela. E potrebbe arrivare anche all’interno delle coste per più di 15 miglia. Inoltre sono probabilmente a rischio anche le coste Atlantiche dell’Europa e dell’Africa.

Da notare che 35 milioni di anni fa un altro asteroide, due volte più grande, è caduto nella costa degli Stati Uniti vicino a Norfolk, in Virginia ed ha creato un cratere largo 39 miglia e profondo 2/3 di un miglio.

L’impatto dell’asteroide del 15 novembre provocherebbe un’onda di pressione estremamente potente verso il basso tale da precipitare un’eruzione di un grande vulcano sui fondali marini che crescerebbero fino a quasi la superficie dell’oceano, causando difficili condizioni meteorologiche e di navigazione oceanica.

Le forze armate degli Stati Uniti sono già a conoscenza di questa minaccia

Alcuni all’interno delle forze armate degli Stati Uniti sono già a conoscenza di questa minaccia. Il mio visualizzatore a distanza ha visto che i militari degli Stati Uniti controllati dalla Cabala avrebbero preparato un enorme sommergibile  che dovrebbe rompere il ghiaccio artico per   lanciare missili a lunga gittata nello spazio nel tentativo di spezzare questo asteroide. Ma i loro sforzi non saranno precisi e peggioreranno le cose spezzando il grande asteroide in gigantesche parti che minacciano una parte ancora più grande della Terra. La Cabala deliberatamente utilizzerà testate convenzionali, piuttosto che quelli nucleari, al fine di assicurarsi che l’asteroide raggiungerà la Terra in pezzi, perché la sua superficie è fatta di un elemento molto duro sconosciuto sulla Terra e la Cabala vuole raccogliere tale elemento per fabbricare armi invincibili. Mentre i missili nucleari potrebbero eliminare la minaccia asteroide, la Cabala è più interessata alla superiorità delle armi che si potrebbero fabbricare con il minerale dell’asteroide di quante persone potrebbero morire per i pezzi dell’asteroide.

Come mi è stata presentata questa immagine cupa ho capito che la situazione non poteva essere risolta dagli esseri umani nel poco tempo a disposizione. Ho quindi presentato una richiesta formale al Consiglio delle Star Nations (come Consigliere della Terra) di intervenire per deviare questo asteroide dalla sua traiettoria d’ impatto.
La richiesta è stata approvata dalle Star Nations a condizione che gli Esseri Umani siano comunque coinvolti nel progetto per deviare questo asteroide.

E così è stato deciso che gli Esseri Umani avrebbero dovuto impegnarsi in un progetto psichico comune per utilizzare le capacità collettive telecinetiche da impiegare insieme per deviare questo asteroide dalla sua traiettoria di collisione con la Terra. E le Star Nations si uniranno a noi utilizzando sia i loro poteri telecinetici, sia le loro tecnologie avanzate necessarie per deviare questo asteroide in sicurezza lontano dalla Terra.

Tutti coloro che leggono questo articolo, pertanto, sono invitati a partecipare ad una prossima speciale Esercitazione Psichica il 15 Novembre, tempo TBA, molto probabilmente intorno all’1:30 pm, PST, (4:30 pm, EST), per unirsi in un’esercitazione dei poteri telecinetici per deviare questo asteroide a distanza di sicurezza dalla Terra prima che entri nella nostra atmosfera.

Restate in contatto attraverso il mio sito web o la mia e-mail list per gli aggiornamenti e per ulteriori dettagli su questo importante progetto mentre ci avviciniamo al 15 novembre.
Attraverso questo esperimento congiunto noi stiamo entrando ancora più profondamente in una collaborazione Esseri Umani – Nazioni Stellari per contribuire a fare in modo che l’Umanità raggiunga il punto in cui saremo abbastanza avanzati da essere ammessi nella cittadinanza cosmica come il più nuovo pianeta abitato per la realizzazione di un avanzato stato di civiltà.

Grazie.  …nella luce

Richard Boylan, Ph.D.

traduzione a cura di “Miki” per segnidalcielo.it

http://www.segnidalcielo.it/asteroide_in_collisione_terra.html

“ECCO, ARRIVA IL SOLE” agosto 8, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Scienza, Teorie.
Tags: , ,
add a comment

[Here Comes the Sun, brano di George Harrison]

di Michael Brown

SEBBENE QUESTA INTUIZIONE SIA PRESENTE IN ME GIÀ DA MOLTI ANNI, SOLTANTO ADESSO SENTO GIUSTO DIFFONDERLA. IL CHE MI È POSSIBILE, PERCHÉ CIÒ CHE IN PASSATO POTEVA SEMBRARE INCREDIBILE, O SCOLLEGATO DALLA NOSTRA ATTUALE ESPERIENZA UMANA, STA ORA RAPIDAMENTE DIVENENDO UNA REALTÀ ASSIMILABILE. E, ANCHE SE HO ATTESO MOLTO TEMPO PER METTERE PER ISCRITTO TALE MIA COMPRENSIONE, STO ANCORA SOLO ANTICIPANDONE I PRINCIPALI EVENTI, CHE CONVALIDERANNO APPIENO L’IMMENSA PORTATA DELLE CIRCOSTANZE QUI SOTTO PREVISTE. PER QUELLI TRA VOI EMOZIONALMENTE SENSIBILI E CONSAPEVOLI, QUESTE INFORMAZIONI SARANNO CONTEMPORANEAMENTE UNA CONFERMA E UN’INTEGRAZIONE. A QUELLI TRA VOI CUI TUTTO QUESTO GIUNGE NUOVO, QUESTE INFORMAZIONI SERVIRANNO PER PREPARAVI A RISPONDERE, INVECE CHE RE-AGIRE, AGLI INEVITABILI AVVENIMENTI CHE SI DELINEANO AL NOSTRO ORIZZONTE COLLETTIVO DI ESPERIENZA.

ENTRO UN BREVISSIMO LASSO DI TEMPO, il nostro sole finirà in prima pagina. Dibattiti un tempo rivolti a gruppi dediti all’astronomia, entreranno nei templi sacri di produzioni televisive come la CNN (la cui pronuncia suona “see an end”) [cioè “vedere una fine” – l’autore userà molti giochi di parole – N.d.T.] ed altre emittenti di rilievo. Giacché questi punti di osservazione parlano della nostra esperienza umana solo considerandone gli “effetti”, e rimangono perciò inevitabilmente ignoranti rispetto al principale punto causale della nostra esperienza collettiva, è scontato che finiranno immancabilmente per parlare del sempre più strano ed imprevedibile comportamento del nostro sole, e lo faranno in modo tale da innescare la paura di massa. L’ignoranza, e la conseguente analisi “senza effetti utili” cui essa dà il via, sono sempre causa di paura. Credere che il nostro sole possa a un certo punto cercare di “farci del male”, è come credere che gli spacciatori siano in qualche modo responsabili della dipendenza da droga, o che i politici abbiano la capacità di dare potere alla gente.

Durante il prossimo periodo della nostra esperienza umana, il sole si comporterà in modo imprevedibile e senza precedenti. Osserveremo un aumento dell’attività delle macchie solari e dei conseguenti “brillamenti”, eruzioni di materia solare. Queste ultime avranno un impatto di tale intensità sul nostro pianeta, che sarà impossibile ignorarle. Si verificherà un’ampia gamma di conseguenze, ed eccovene alcune. Sul piano fisico, verrà causato parecchio fastidio e disturbo alle ipotesi delle discipline umane secondo cui tali eventi sono sotto il controllo di Dio. Le nostre reti elettriche salteranno, spesso per giorni, i satelliti intorno alla terra verranno danneggiati o dovranno essere spenti per prevenire danni, e molti dei nostri sistemi di comunicazione, come cellulari e Internet, subiranno interruzioni. Tali fenomeni sono già iniziati: quelli tra voi che vi prestano attenzione, avranno notato che eventi simili si sono già verificati nelle prime due settimane di Dicembre 2006, specialmente per quanto riguarda i nostri sistemi di comunicazione planetari. Il clima diverrà anch’esso sempre più ed ostinatamente imprevedibile. E anche questa è una realtà già da ora.

Sul piano mentale, si creerà confusione nei nostri processi di pensiero; sarà difficile “pensare lucidamente”, comunicare l’un l’altro chiaramente, e persino capire dei concetti che prima apparivano più che ovvii. Il pensiero-lineare parrà mancarci e la logica fallire il bersaglio. Vivremo anche interferenze nelle nostre facoltà mnemoniche (a breve e lungo termine). Sul piano emozionale, vivremo ondate di inattesa paura, rabbia e dolore. Molte persone, il cui comportamento appare solitamente tranquillo, calmo e controllato, diverranno imprevedibili. Accessi emotivi inaspettati da parte di personaggi pubblici diventeranno la norma (e sta già succedendo). Ci sentiremo sopraffatti da stati emozionali per noi impossibili da descrivere. I conflitti emotivi tra individui, gruppi e nazioni aumenteranno in modo esponenziale. E i farmaci che bloccano autentici stati emozionali diventeranno di uso sempre più comune. Sul piano vibrazionale, potremo sentirci o “spiritualmente sconnessi” o sempre più consapevoli, a seconda di quale sia il punto su cui è focalizzata la nostra attenzione.

I mass-media, e tutti quelli che nella nostra famiglia umana saranno pietrificati dagli “effetti” visibili, si concentreranno soprattutto sulle citate conseguenze fisiche della crescente attività solare. Poiché la loro reazione a queste circostanze sarà non-integrata e quindi disinformata, si scatenerà in essi la paura. La gente inizierà a prendere in considerazione la costruzione di bunkers e rifugi dove nascondersi dal sole. Alcuni governi sono già al corrente di questo ciclo solare e potete star certi che ci sono già manovre in atto per costruire delle strutture sotterranee, nella speranza che determinate e selezionate comunità possano sopravvivere a questa imminente epurazione solare.

NON ESISTE ALCUN LUOGO DOVE NASCONDERSI, PERCHÉ NON C’È NULLA CHE CI STIA DANDO LA CACCIA, ALL’INFUORI DI NOI STESSI.

La maggioranza della nostra famiglia umana farà una grande fatica a comprendere il nesso tra la crescente attività solare e le conseguenti ondate di disturbi nei nostri campi fisico, mentale, emozionale e vibrazionale. Lo scopo di questo articolo è perciò quello di anticipare queste circostanze in modo propositivo, fornendo qualche semplice idea su quanto sta accadendo, spiegando come tutto ciò influisca su di noi a livello individuale, e quali passi possiamo intraprendere per rispondere consapevolmente a questa purificazione solare. Integrare e assorbire queste informazioni diminuirà la nostra paura, ci darà il potere di muoverci in cosciente sintonia con questi straordinari eventi e quindi, grazie al nostro esempio personale, la possibilità di aiutare altri nel nostro campo di esperienza. Il modo migliore per raggiungere l’intento di questo articolo, è quello di presentare come in una telecronaca ciò che accadrà, man mano che il sole darà sempre più colpi di spugna con le sue emissioni di energia. Inizieremo dal sole per poi proseguire a livello interiore.

A SEGUITO DELL’ATTIVITÀ DI MACCHIE SOLARI, SI HA UN’EMISSIONE DI MASSA CORONALE CHE PUNTA DIRETTAMENTE VERSO LA TERRA: tanto per cominciare, il sole non è “la causa” di alcunché; il sole è un prodotto dell’attività proveniente da un più profondo livello vibrazionale di esistenza. Il sole è “energia in movimento” (e-mozione), e in quest’ottica è il centro emozionale del nostro sistema solare. Il sole è una esteriorizzazione del centro cardiaco umano, tanto collettivo quanto individuale. È il Chakra del Cuore della famiglia presente nel nostro sistema solare. Quando si attiva, significa che ci sono comunicazioni in arrivo dal regno vibrazionale. Proprio come il nostro centro cardiaco è il portale tramite cui comunichiamo col nostro campo vibrazionale e ne riceviamo informazioni, così il sole lo è per l’intera entità vivente che chiamiamo il “nostro sistema solare”. La prospettiva secondo cui il nostro sole “ci sta facendo qualcosa”, è quindi errata. C’era una volta un tempo in cui credevamo che il sole girasse intorno alla terra, poi ci risvegliammo alla realtà che è la terra ad orbitare intorno al sole. Per molto tempo abbiamo anche creduto che il sole fosse il fattore causale della vita sulla terra.

Ora è il momento di rendersi conto che, a mò di portale, il sole semplicemente trasmette delle informazioni provenienti dal punto causale vibrazionale dell’intera vita. Le informazioni trasmesse ci mettono in grado di muoverci “in-formazione” con lo scopo vibrazionale che la Vita ha per il nostro sistema solare. Quando non siamo consapevoli dell’attività solare, quando ignoriamo i suoi cicli, non possiamo integrare l’intento del battito della Vita presente nel nostro sistema solare. Molte culture sulla terra lo comprendono, anche se non così chiaramente come lo capiremo noi a breve. La maggioranza delle culture riesce a percepire il sole unicamente come punto causale delle loro esperienze; noi stiamo ora iniziando una trasformazione di coscienza in cui siamo invitati ad abbracciare una consapevolezza ancor più profonda: cioè che il sole è “meramente” un portale per accedere al punto causale della vita intera. È quindi un errore di percezione affermare che il sole “tenta di colpirci”.

Crederlo, è come credere che il sole davvero attraversi il nostro cielo da est ad ovest. Come una radio o un televisore, il sole non fa nulla di propria iniziativa; è un sistema neutrale di comunicazione, che deve venire attivato dalla dimensione vibrazionale per poter avere un qualsiasi tipo di comportamento. Quando il sole manifesta un’emissione di massa coronale che si dirige verso il pianeta terra, ciò significa che vi sono informazioni deliberatamente in arrivo per noi da parte del regno vibrazionale. Quando entriamo nella paura, ci chiudiamo a questa trasmissione e siamo perciò incapaci di assimilare quanto ci viene comunicato.

DOPO UN’ERUZIONE SOLARE, SI VERIFICANO DELLE TEMPESTE MAGNETICHE. Entro poco tempo dopo aver osservato un’eiezione di massa coronale sulla superficie solare, cioè solitamente un paio di giorni, la terra è sottoposta a delle tempeste magnetiche. È in questo frangente che le conseguenze fisiche dell’evento solare hanno un impatto su di noi. Ciò può variare da danni ai satelliti al crollo dei sistemi di informazione e di alimentazione, da attività climatiche senza precedenti all’attivarsi di manifestazioni vulcaniche e sismiche. La terra viene bombardata dalle radiazioni (come facciamo con le cellule cancerogene durante la chemioterapia), il che è visibile sotto forma di aurore boreali: spettacolari manifestazioni di luce che piovono sulla terra dall’emisfero nord. Tale fenomeno è anche noto col nome di Luci del Nord o, negli scritti profetici, “le luci nel cielo”. Poiché i nostri progressi tecnologici esteriori non prendono in alcuna considerazione il proposito di sviluppare dei sistemi di comunicazione interiori (cioè percezione ed intuito), ci stiamo ora affidando completamente al telefono invece che alla telepatia.

Così come dipendiamo completamente anche da internet, ben più che dall’infinita saggezza interiore della mente universale. Il telefono È telepatia esteriorizzata, proprio come internet È la mente universale esteriorizzata. Non c’è niente di male nella manifestazione esterna di queste capacità interiori; quando però diveniamo assuefatti a queste forme esteriori al punto tale da azzerare tutta la nostra consapevolezza della loro reale natura causale interiore, entriamo in esperienze molto sbilanciate e auto-distruttive. Questi specifici squilibri di percezione saranno tra le tante cose che verranno riparate durante la purificazione solare che ci troviamo davanti. Nel momento in cui le comunicazioni esterne si arrestano e crollano, o noi ci svegliamo ai nostri equivalenti mezzi di comunicazione interiori, li iniziamo ad usare e ce ne fidiamo, o perdiamo ogni contatto. La conseguenza del perdere completamente i contatti, è che facciamo scelte auto-distruttive.

Ci siamo inoltre stanziati in massa in determinate aree della terra, guidati da profitti egoistici e giustificazioni mentali, e l’abbiamo fatto con modalità tali da ignorare completamente la natura della terra in quanto essere vivente. Questa è una delle ragioni per cui non possiamo udire le comunicazioni che ci arrivano dal vibrazionale; abbiamo collegato i sensi della terra alle cose concrete, così come abbiamo collegato i nostri sensi umani a rumori esterni, diversivi e dipendenze fisiche. Tali circostanze stanno per essere ri-allineate per mezzo di improvvise trasformazioni e scosse terrestri, nonché inattese ondate climatiche e manifestazioni di acqua.

Se ci mettiamo in “ascolto” saremo informati di doverci spostare, prima che tali eventi si svolgano. Se stiamo vivendo in un modo esteriorizzato e quindi sbilanciato, solo tramite cellulari o dentro a videogame, è improbabile che percepiremo queste comunicazioni interiori. Nessuna delle conseguenze fisiche delle emissioni solari sono intese a farci del male; ce lo stiamo già facendo da soli. Le conseguenze fisiche delle eruzioni solari sono il boccone amaro che il figlio di Dio deve ingoiare, per il fatto di vivere una situazione di mal-essere auto-inflittosi. L’attività del sole sconvolgerà unicamente “i nostri interessi personali”. Quando ci sveglieremo allo scopo vibrazionale di Grazia di questa attività solare, saremo grati che quel portale sia a nostra disposizione per poter essere usato in questo modo, cosicché sulla nostra ignoranza venga riportata la luce e alla nostra arroganza vengano posti i necessari ostacoli.

NON C’È NULLA CHE POSSIAMO O DOBBIAMO FARE, ORA, PER GLI AGGIUSTAMENTI FISICI CHE SONO IN ARRIVO E CHE GIÀ SI STANNO DELINEANDO SULL’INTERO PIANETA TERRA. SE TENTIAMO DI VIVERE L’ESPERIENZA PARTENDO DA UN LIVELLO DI RE-AZIONE, ENTRIAMO NELLA PAURA (INTERFERIAMO) [interfere, interferire, ha assonanza fonetica con “enter fear”, cioè entrare nella paura – N.d.T.]. IL PIANETA NON HA BISOGNO DI “ESSERE SALVATO DA NOI”, NÉ NOI ABBIAMO BISOGNO DI “SALVARE O ESSERE SALVATI DA CHICHESSIA”. TUTTO CIÒ CHE SERVE È ADATTARE IL NOSTRO ESSERE CONSAPEVOLI DEL PUNTO CAUSALE DELLE NOSTRE ATTUALI ESPERIENZE. FATE QUESTO ADATTAMENTO ED ENTRATE “NEL FLUSSO”. NEI GIORNI DI ATTIVITÀ GEOMAGNETICA, VIVIAMO CRESCENTI ONDATE DI CONFUSIONE MENTALE E CRISI EMOTIVE.

Questa attività di solito prosegue e va intensificandosi fino a 3 settimane dopo l’impatto di un’eruzione solare sulla terra. È all’interno di questo nostro regno di esperienza che abbiamo la capacità di rispondere e quindi lavorare con la purificazione solare. Quello di cui possiamo non renderci ancora conto, è che c’è che una relazione diretta tra le tempeste magnetiche scatenate dalle esplosioni solari e il funzionamento delle nostre banche di memoria individuali e collettive. Questo è il motivo per cui, dopo queste tempeste, proviamo inizialmente della confusione mentale; una condizione in cui ciò che ci pareva chiaro – ciò che prima si ricordava bene – entra in uno stato di turbolenza. Ma la cosa è più profonda ancora. La nostra memoria si basa sul magnetismo; noi attraiamo i ricordi che ci piacciono, di cui abbiamo bisogno e che ci sono utili, e respingiamo i ricordi che non ci piacciono, che non vogliamo vivere, e che ci causano paura, rabbia, e afflizione. Siamo tutti divenuti maestri della memoria selettiva; del sopprimere determinati ricordi al punto tale da non essere nemmeno più consapevoli di averli. E non è tutto. Dal momento che siamo diventati degli esseri così mentali, molti dei ricordi causali, responsabili di aver marchiato il nostro corpo emozionale con schemi comportamentali disfunzionali, non sono coscientemente più a nostra disposizione, perché sono ora presenti in noi come pure firme energetiche. Non possiamo leggere o identificare questi ricordi causali, perché non hanno alcun concetto allegato e così li mettiamo in “13ma fila” [cioè il numero che negli USA “non esiste”, per motivi di superstizione – N.d.T. ], come informazioni inutili che sembrano non avere alcuna rilevanza sulla nostra attuale esperienza di vita. Inoltre, poiché la consapevolezza del nostro corpo causale (percezione di ciò che si sente) è per lo più ostruita, non abbiamo i mezzi per interagire consciamente con questi ricordi causali anche se lo vogliamo (questa difficile situazione è ciò che il metodo del Presence Process affronta e ci dà il potere di superare).

Tuttavia, solo perché questi ricordi non sono coscientemente accessibili, non significa che non abbiano un impatto sulla nostra vita, 24 ore al giorno; tutti quei nostri comportamenti che sono caratterizzati da bisogni e necessità, da egoismo, da proiezioni di paura, rabbia e dolore, vengono stimolati direttamente da questi ricordi causali. La nostra esperienza mondana si trova in uno stato di conflitto perché noi, in quanto umanità collettiva, siamo inconsciamente spinti a comportarci in maniera re-attiva gli uni con gli altri e con l’ambiente circostante a causa di questi ricordi soppressi e inaccessibili. Gli atteggiamenti sollecitati da queste memorie, che passano di generazione in generazione tramite l’imprinting emozionale ricevuto nell’infanzia, sono responsabili di ogni guerra, conflitto religioso, dell’inquinamento, del crimine, e di ogni aspetto umano disarmonico.

La nostra debolezza attuale consiste nel fatto che, vista la mancanza di consapevolezza del corpo emozionale per la maggioranza di noi, non abbiamo la capacità di percepire questa difficile situazione individualmente o collettivamente. Di conseguenza, ci comportiamo come se il punto causale delle nostre circostanze ed esperienze attuali risiedesse entro i parametri mentali e fisici della nostra vita; noi crediamo davvero che sia servendoci della forza e della tecnologia, per cambiare il nostro modo di pensare o per riorganizzare le nostre circostanze fisiche odierne, che si possa ripristinare l’equilibrio. È tale idea errata, tale virus percettivo, che la purificazione solare viene ad indicarci. Questo momento di imminente Grazia per l’umanità, che è ciò che tale attività solare costituisce, è stato previsto e annunciato per secoli dai nostri Veggenti. Tuttavia, quando cercavano di spiegarlo alle loro comunità venivano fraintesi, perché l’umanità può comprendere qualcosa solo in base ai parametri della propria esperienza personale di quel momento. Ecco perché il metodo del Presence Process è uno strumento così importante; esso amplia i parametri della nostra esperienza personale in modo tale che possiamo comprendere, sperimentando direttamente, la successione di eventi che vi elenco:

1. Adottare comportamenti inconsapevoli è inevitabile, in questa dimensione fatta di materia, e quindi il regno vibrazionale crea ciclicamente a noi tutti delle opportunità, in questa esperienza di vita, per attraversare periodicamente una purificazione della nostra percezione e ottenere il conseguente risveglio alla consapevolezza vibrazionale che tale attività purificatrice stimola.

2. Tale procedimento si svolge in realtà all’interno di noi, ma tutti coloro la cui consapevolezza è fisicamente rivolta all’esterno e sono perciò assuefatti a credere che il punto causale della vita risieda nel lato fisico-materiale delle esperienze, percepiscono questi eventi come se succedessero “là fuori”. La realtà è che, ciò che sembra svolgersi “là fuori” sul sole, sta simultaneamente avvenendo all’interno del chakra cardiaco umano, tanto individuale che collettivo.

3. Trasmettendo al sole la propria intenzione di voler purificare l’illusione, il regno vibrazionale sollecita questa sequenza di accadimenti che ripuliscono il nostro senso di percezione.

4. Nel nostro sistema solare, e nella nostra esperienza esteriorizzata, tale trasmissione viene da noi poi osservata sotto forma di improvvise esplosioni del sole; sotto forma di macchie solari che espellono del materiale che si dirige verso la terra o le sue vicinanze.

5. Queste eruzioni solari influenzano il campo magnetico terrestre, oltre a varie altre cose, causando delle tempeste geo-magnetiche.

6. Dal momento che il campo magnetico umano individuale e collettivo è inscindibile da quello della terra, una tempesta magnetica ribolle sulla superficie terrestre e simultaneamente nel chakra cardiaco della coscienza umana, individuale e collettiva.

7. Questa attività manda in corto-circuito la nostra capacità, individuale e collettiva, di selezionare tra i ricordi che scegliamo di riconoscere e quelli che scegliamo di sopprimere.

8. Ciò fa sì che dei ricordi profondamente rimossi inizino a venire alla superficie della nostra consapevolezza conscia; ricordi che sono più antichi di qualsiasi documento storico esistente.

9. Poiché la nostra consapevolezza è assuefatta all’essere rivolta verso l’esterno, non percepiamo questi ricordi emergenti come “immagini nella nostra mente”, bensì come qualcosa che avviene “fuori da noi”, causandoci un disagio crescente; tali ricordi risalgono a galla, andando ad accrescere conflitti e circostanze esterne della nostra esperienza terrena, che ci causano paura, rabbia e dolore.

10. Poiché la nostra consapevolezza del corpo emozionale è bloccata, all’inizio percepiamo e interagiamo con questi ricordi in risalita come se si trattasse di “un senso di confusione mentale”.

11. Quando tentiamo di sopprimere con ogni mezzo i ricordi affioranti, cosa che attuiamo in maniera re-attiva tramite le abitudini, il nostro corpo viene fisicamente influenzato. Questa resistenza è causa di una frizione interna che genera calore. Tutto diventa bollente come l’inferno. Come conseguenza, nelle tre settimane dall’inizio dell’attività solare si ha un aumento di malattie e attacchi al cuore, accompagnati dal manifestarsi di scoppi e crisi emotive negli individui. È anche in questo periodo che gli anziani entrano in improvvisi stati cronici e muoiono. Ed è sempre in questo momento che anche gente del tutto in salute manifesta imprevedibili sintomi di malessere.

12. Le persone, in maggioranza, non possono percepire che la loro improvvisa esperienza di conflitto esterno o disturbo corporeo, è un riflesso della loro repentinamente aumentata sensibilità alle reali condizioni del proprio corpo emozionale.

13. Sebbene si rifletta in forma di molteplici stati di conflitto esterno, o di confusione mentale, o di improvvise eruzioni di malessere del proprio corpo, la vera identità dei ricordi profondamente repressi che stanno emergendo non è nessuna di quelle cose; essi sono invece la firma energetica alla base di tutte queste esperienze.

14. In altre parole, le energie interne al corpo emozionale che sono state bloccate, soppresse o che funzionano disarmonicamente, vengono sollecitate direttamente dalle eruzioni solari, così che possano accedere alla nostra consapevolezza cosciente e venire compassionevolmente integrate. Un’integrazione consapevole di queste disfunzioni emozionali precedentemente non viste, neutralizza gradualmente il comportamento distruttivo che è il punto causale di ogni conflitto umano, individuale e collettivo.

15. Coloro i quali non riescono ad integrare queste firme energetiche che vengono a galla, sperimentano o un crollo del corpo fisico, fino al punto che la loro coscienza non può più rimanervi dentro, o reagiscono in maniera auto-distruttiva ai ricordi apparentemente riflessi, iniziando a combattere contro le illusioni che queste riaffioranti firme emozionali riflettono sulle loro esperienze esterne. E’ in questo che consiste un conflitto.

16. In questa maniera, che sia tramite la disintegrazione del corpo o entrando in un conflitto auto-distruttivo con altri, tutti quelli che vivono dalla prospettiva delle illusioni (essendo spinti da ricordi non integrati) e che non possono resuscitare se stessi dai propri comportamenti illusori, vengono deliberatamente e sistematicamente rimossi dal gioco dell’esperienza umana. Veggenti del nostro passato e di civiltà attuali hanno profetizzato che, in tal modo, è possibile si assisterà alla rimozione da uno a due terzi della popolazione terrestre, tramite le proiezioni re-attive a questa purificazione: vale a dire, tramite malattie e conflitti.

17. Coloro i quali risponderanno consapevolmente alla purificazione solare, assumendosi la responsabilità delle loro esperienze, ripulendo il proprio corpo emozionale così da conservare chiarezza mentale e presenza fisica, grazie a questa trasformazione rinasceranno ad un altro stato d’Esistenza sulla terra, in cui si tornerà collettivamente a riconoscere nella dimensione vibrazionale il vero punto causale della vita intera. Questo è il modo in cui L’Età dell’Oro ha sempre avuto inizio; non tramite i risultati della tecnologia umana, né riempiendo il cervello umano con idee e concetti, né dissezionando il mondo fisico per cercare di capire come funziona.

L’ETÀ DELL’ORO PRENDE SEMPRE AVVIO DA DELLE ERUZIONI SOLARI (DI COLORE ORO), CHE ENERGETICAMENTE PURIFICANO QUELLE NOSTRE DISFUNZIONI GENERAZIONALI INTERIORI, CAUSA DELL’ERRORE DI PERCEZIONE.

Ciò significa, che non ha importanza se si è ricchi o poveri, bene istruiti o meno, se si ha una certa posizione nella società o no, e se ci consideriamo “spirituali” o meno. E non ha importanza se siamo Asiatici, Indiani, Africani, Europei o Americani. Né importa se siamo Ebrei, Cristiani, Musulmani, Indù o atei. Non ha nessuna importanza se siamo democratici, repubblicani, comunisti o verdi. Non importa se siamo pensatori, sarti, soldati o marinai. Nessuna delle nostre finzioni o delle nostre credenze su noi stessi e su ciò che pensiamo sia Dio, può salvarci dall’affrontare la vera condizione del nostro stesso cuore.

L’UNICA RISPOSTA CHE PUÒ CONDURCI ATTRAVERSO E OLTRE QUESTA ESPERIENZA È L’ONESTÀ: ESSENDO ONESTI CON NOI STESSI CIRCA LA VERA CONDIZIONE DEL NOSTRO STESSO CUORE.

Possiamo credere di continuare a nascondere parti di noi stessi al mondo, tuttavia il sole, come Dio, non si cura di ciò che noi crediamo. Questa purificazione solare favorisce e sostiene solo ciò che è reale; ciò che contiene autenticità, integrità, e che è in grado di divenire nudo e vulnerabile come un bambino, così che la pura intimità con l’intera creazione venga ristabilita. Non esiste inoltre nessun luogo che offra riparo da tale purificazione solare, poiché se siamo in un corpo umano, veniamo dotati di un campo magnetico, e questo campo magnetico è strettamente connesso a quello della terra, e il campo magnetico della terra risponde puntualmente alle trasmissioni che giungono per mezzo del sole. Non importa quanto profondamente scaviamo, siamo sempre e ancora sulla terra. Cercare di sottrarsi a questa esperienza è come tentare di nascondersi dal battito del nostro stesso cuore, o dal nostro respiro, o dal sangue che ci scorre nelle vene; un comportamento reattivo di questo tipo è vano.

Ci sono molti modi per reagire con paura a questa delicata situazione, e li vedremo tutti dipanarsi e intensificarsi su questo pianeta. In realtà, esiste una unica risposta cosciente: girarsi metaforicamente a guardare il sole, ascoltarlo, e assorbire. In altre parole, girasi metaforicamente a guardare dentro di noi e affrontare la reale condizione del nostro cuore, ascoltarlo, e assorbire la paura, la rabbia e il dolore che abbiamo nascosto a noi stessi entro questo spazio. Come il sole, il nostro cuore ci parla tramite il nostro disagio. E ci dice: «Se resisti al malessere che viene in superficie da dentro di te, brucerai nel calore della conseguente frizione che un tale comportamento reattivo crea. Guarda piuttosto in faccia il malessere e chiediti: cosa mi stai dicendo? cosa mi insegni ad ascoltare ? ». Quando ci apriamo a questa esperienza, quando lavoriamo responsabilmente ai nostri disagi emozionali, con l’intento di integrare ogni inconsapevolezza che viene a galla, scopriamo anche che, esattamente come gli impulsi provenienti dal centro del nostro cuore, queste trasmissioni solari sono imbevute di profonde intuizioni e informazioni. Esse ci attivano; i raggi emessi dal nostro sole sotto forma di eruzioni ci “illuminano”, proprio come fa il rilascio degli stati emozionali repressi.

QUESTA IMMINENTE PULIZIA SOLARE È UN MERAVGLIOSO RIFLESSO DI QUANTO STA ACCADENDO DENTRO AL NUCLEO VERO E PROPRIO DEL NOSTRO ESSERE, INDIVIDUALMENTE E COLLETTIVAMENTE.

Se il nostro cuore è bloccato, le parole di Dio appaiono come dolore. Quando dipendiamo dal passato, quelle che ci libererebbero ci appaiono come diavoli. Quando apriamo i nostri cuori, quelle stesse trasmissioni diventano inni cantati apposta per risvegliare la nostra anima da un “lungo, freddo e solitario inverno” (*). E gli inni ci dicono “Piccola cara, va tutto bene” (*) [(*) = versi tratti dalla canzone “Here Comes the Sun” – N.d.T.].

Inoltre, prima di credere ingenuamente ad ogni astratta superstizione tramandataci da antiche culture, ricordiamoci che ogni cosa che abbiamo imparato su qualsiasi civiltà venuta prima di noi, è una “testimonianza della loro caduta nell’ignoranza”. Non sappiamo davvero nulla degli Egizi al loro apice, né dei Toltechi, Maya, o Aztechi al loro apice. Pensiamo solo di saperlo.

POSSIAMO PERCEPIRE LA NATURA DI UNA CIVILTÀ AL SUO APICE SOLO QUANDO LA VEDIAMO DAL NOSTRO APICE; MA NOI NON L’ABBIAMO ANCORA RAGGIUNTO.

Non appena le civiltà entrano in questo ripetuto ciclo di purificazione solare, che alcuni dicono avvenga ogni 13.000 anni, coloro i quali rispondono in modo consapevole ad un tale momento, ascendono a dimensioni d’esistenza incomprensibili agli esseri immobilizzati nella fisicità. Tali esseri ascesi “si elevano” metaforicamente, lasciandosi dietro quegli individui che ce la fanno a superare la purificazione solare, ma non hanno la capacità di “essere all’altezza dell’occasione” [gioco di parole tra “raise up” (elevarsi/ascendere) e “raise the occasion” (mostrarsi all’altezza di una situazione) – N.d.T.]. Tali popolazioni che rimangono, vanno avanti e vivono all’ombra di “ciò che un tempo fu, ma ora non è più”. Questi reduci sopravvissuti costituiscono quei nuclei di popoli che vengono poi scoperti da altre civiltà a loro volta di nuovo all’apice. Questa fu la condizione in cui gli Spagnoli scoprirono i Maya, e in cui Britannici e Francesi scoprirono i Nativi Americani. Questi sopravvissuti gruppi appartenenti ad antiche civiltà conservano ancora resti della conoscenza della purificazione solare, ma, a causa della densità del mondo fisico, finiscono inevitabilmente per comportarsi come se “l’esperienza fisica fosse il punto causale della vita”; di conseguenza, questa conoscenza viene ancora una volta esteriorizzata e rivestita di cerimonie e rituali. Credono quindi erroneamente nel “Dio Sole” invece che nel “Figlio di Dio” che noi tutti siamo [The Sun God” e “The Son of God”, dalla pronuncia quasi uguale – N.d.T.]. Come conseguenza, i Maya rimasti dopo i loro Antenati Ascesi, strappavano via il cuore della loro gente per onorare il Dio Sole, perché la vita andasse avanti. Si immersero completamente dentro alla metafora, che per ignoranza esternavano tramite un rituale fisico.

IL SOLE NON CI STA CHIEDENDO DI STRAPPARE IL CUORE A PERSONE VIVE, PERCHÉ NOI SI POSSA AVERE LA VITA; IN QUANTO PORTALE DI COMUNICAZIONI VIBRAZIONALI, ESSO STA TRASMETTENDO IL MESSAGGIO CON CUI CI DICE CHE DOBBIAMO GUARDACI IN PROFONDITÀ SENZA ULTERIORI INDUGI, E ASSUMERCI LA RESPONSABILITÀ DELLA CONDIZIONE DEL NOSTRO CUORE FINTANTO VIVAMO IN UN CORPO, COSICCHÉ SI POSSANO COSCIENTEMENTE RIPULIRE I BLOCCHI ENERGETICI CHE STANNO IMPEDENDOCI DI REALIZZARE, CHE L’ASPETTO VIBRAZIONALE DELLA NOSTRA ESPERIENZA È IL PUNTO CAUSALE DI TUTTA LA VITA.

Non appena ci rendiamo conto di questa Verità in modo esperenziale, arriviamo a capire che ciò che noi siamo non potrà mai morire; allora rinasciamo ad una consapevolezza della vita eterna. Il sole non sta cercando di farci del male; non credete agli assertori della “coscienza della destinazione finale” – quelli che riescono solo a “vedere una fine”. Non re-agite alla paura creata dall’ignoranza; piuttosto, rispondete alla Grazia che sempre più sta scendendo a bagnare l’umanità, proveniente dall’essenza vibrazionale di tutto ciò che è Vita. Sentite ciò che è reale e guarisce.

TIRATE FUORI IL CUORE DA DOVE L’AVETE NASCOSTO MENTRE SIETE ANCORA IN VITA, E FATE IL LAVORO INTERIORE CON CUI POTETE VENIRE BENEDETTI DALLA CONSAPEVOLEZZA DEL VOSTRO AUTENTICO SÈ. FATE QUESTO SACRIFICIO SULL’ANTICO ALTARE DELLA VOSTRA ESPERIENZA PERSONALE, IN MODO CHE LA VOSTRA CONSAPEVOLEZZA POSSA TRASCENDERE I LIMITI DELLA MATERIA ED ENTRARE NELL’ILLIMITATA DANZA DELLA COSCIENZA DELL’IMMORTALITÀ.

È cruciale che sviluppiate una relazione cosciente col sole prima che i media inizino ad approfittare e a nutrirsi del nostro legame per ora inconsapevole con esso. È facile riuscirci. Memorizzate tra i “favoriti” questi due link: Solar Activity Monitor http://www.n3kl.org/sun/status.html Questo sito è molto utile, fornisce un veloce resoconto sul grado d’intensità dell’attività solare e geo-magnetica quotidiane. Basta un’occhiata per poter vedere “come sta” il sole. Se c’è qualcosa in atto e vogliamo maggiori dettagli, in un linguaggio a noi comprensibile, si può poi visitare: Space Weather http://www.spaceweather.com/. Questo sito contiene brevi articoli, scritti in linguaggio semplice, su tutte le correnti situazioni meteo e dello spazio, oltre a delle splendide immagini. Se è prevista una massiccia eruzione solare, questo sito ce ne tiene informati e tratta di alcune delle molte conseguenze fisiche che tale tipo di evento può generare.

Monitorando l’attività delle macchie solari, le successive eruzioni e tempeste magnetiche, indi l’equivalente nostra attività fisica, mentale ed emozionale, iniziamo a notare “uno schema di conseguenze”. Il che ci dà il potere di sapere che tutto questo non è qualcosa che “sta succedendo a noi e su cui non abbiamo alcun controllo”, o che “non ha nulla a che fare con la nostra quotidianità”. Noi tutti siamo intimamente collegati gli uni agli altri, a questa terra, al sole, e al punto causale vibrazionale da cui nascono tutte le correnti della vita. Non esiste quantità di lozione solare a schermo totale che possa cambiare questa cosa.

« HERE COMES THE SUN

HERE COMES THE SUN,
HERE COMES THE SUN,
AND I SAY IT’S ALL RIGHT

LITTLE DARLING,
IT’S BEEN A LONG COLD LONELY WINTER
LITTLE DARLING,
IT FEELS LIKE YEARS SINCE ITS BEEN HERE

HERE COMES THE SUN,HERE COMES THE SUN AND I SAY
IT’S ALL RIGHT

LITTLE DARLING,
THE SMILES RETURNING TO THE FACES

LITTLE DARLING,
IT SEEMS LIKE YEARS SINCE IT’S BEEN HERE

HERE COMES THE SUN,
HERE COMES THE SUN AND I SAY
IT’S ALL RIGHT

SUN, SUN, SUN,
HERE IT COMES…

LITTLE DARLING,
I FEEL THAT ICE IS SLOWLY MELTING
LITTLE DARLING,
IT SEEMS LIKE YEARS SINCE ITS BEEN CLEAR

HERE COMES THE SUN,
HERE COMES THE SUN,
AND I SAY IT’S ALL RIGHT
ITS ALL RIGHT »

(George Harrison)

SIAMO RESPONSABILI DELLA NOSTRA ESPERIENZA SOLO SCEGLIENDO COME DEBBA ESSERE . IN QUESTA STESSA OTTICA, SIAMO ALTRESÌ LIBERI SOLO IN BASE AL GRADO DI RESPONSABILITÀ CHE SCEGLIAMO.

Traduzione Daniela Brassi


Per leggere altri scritti di Micheal Brown, visitate:
http://www.thepresenceportal.com
http://www.namastepublishing.com

Articolo tratto da :

I Sumeri e il Diluvio Universale luglio 21, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Teorie.
Tags: ,
add a comment
PDF Stampa E-mail
Scritto da Morgan
var sburl8569 = window.location.href; var sbtitle8569 = document.title;

Di Roberto Boncristiano

 I segni premonitori di una terribile catastrofe, in procinto di colpire la Terra e Marte, vengono colti e riportati dai Sumeri: “…Nei giorni di Lamech ( il padre di Ziusudra, che è assimilabile al biblico Noè )…gli stenti sulla Terra aumentavano sempre più… Lahmu ( Marte ) fu avvolto da aridità e polvere. Gli Anunnaki si consultarono…Osservarono bagliori sul sole, vi erano sconvolgimenti nella forza di attrazione delle reti della Terra e di Lahmu…le sofferenze sulla Terra aumentavano sempre più. I giorni si facevano sempre più freddi, i cieli trattenevano le piogge…piaghe e carestie afflissero la Terra…”. I Sumeri stanno documentando storicamente variazioni climatiche sui due pianeti, indotte da una intensificazione della forza gravitazionale del Sole, e l’umanità ne patisce le conseguenze per il raffreddamento del clima e una sopraggiunta siccità. Marte, a sua volta, era soggetto a un inaridimento del clima, presumibilmente dovuto a un prosciugamento delle fonti di acqua liquida o alla formazione di aree di permafrost.

Altri effetti vengono registrati dagli Anunnaki a causa delle perturbazioni gravitazionali ed elettromagnetiche: “…Sul volto del Sole comparvero strane macchie scure, dal suo volto si sprigionavano fiammate. Anche Kishar ( Giove ) si comportava in modo strano, confusi erano i suoi circuiti. Il Bracciale Martellato ( la fascia degli asteroidi ) era tirato e spinto da invisibili forze di attrazione della rete. Per ragioni misteriose, il Sole disturbava la sua stessa famiglia…”. I Sumeri ci informano dunque di disturbi nei moti orbitali del pianeta Giove e della fascia degli asteroidi e queste interferenze determinano cambiamenti anche sulla Terra, indicandone con estrema crudezza la causa: “…la coltre di neve e ghiaccio che ricopre la Terra Bianca ( l’Antartide ) ha iniziato a scivolare…la prossima volta che Nibiru si avvicinerà al Sole, la Terra sarà esposta alla forza di attrazione di Nibiru. Dalla forza di attrazione di Nibiru la Terra, nei cieli, non avrà alcuna protezione…la prossima volta che Nibiru si avvicinerà alla Terra, la coltre di neve e ghiaccio scivolerà via dalla Terra Bianca. Causerà una calamità di acqua: da un’enorme ondata, da un Diluvio, la Terra verrà sopraffatta… Gli Anunnaki si preoccupavano molto sia della Terra, sia di Lahmu. Presero una decisione: che ci si prepari a evacuare la Terra e Lahmu!…”. Nibiru, il pianeta d’origine degli Anunnaki, nella lingua sumera significa il “pianeta dell’attraversamento”; una simile definizione sembra alludere al tracciato orbitale descritto periodicamente da Nibiru intorno al Sole. Nella sua marcia di avvicinamento Nibiru attraversa lo spazio cosmico compreso tra la fascia degli asteroidi e Giove, ma questa volta Nibiru si avvicinerà eccessivamente alla Terra, esercitando un surplus di attrazione gravitazionale in grado di influenzare e accelerare i mutamenti climatici in atto sulla Terra.


Un aumento rapido della temperatura media del nostro pianeta può determinare lo scioglimento delle masse ghiacciate presenti nell’Antartide con il relativo scorrimento nelle acque oceaniche di enormi blocchi di ghiaccio. Cosa potrebbe succedere se un’immensa coltre di ghiaccio, forse dello spessore di chilometri e vasta centinaia di migliaia di chilometri quadrati, dovesse staccarsi improvvisamente per l’influsso della forza gravitazionale di un corpo celeste grande quanto Nettuno? Non dovrebbe essere particolarmente arduo prevederne le conseguenze apocalittiche, ossia un effetto “tsunami”. Neanche gli evoluti Anunnaki possono fronteggiare una calamità naturale di simile portata e per salvarsi dalla incombente catastrofe decidono di abbandonare, almeno temporaneamente, la Terra e Marte. Alcuni “…tornavano su Nibiru e salirono a bordo delle navi celesti…”, mentre altri, come Marduk, si raccolgono “…al Luogo dell’Atterraggio…e lo stesso Marduk offrì agli Igigi la scelta di andare con lui, Sarpanit ( la congiunta di Marduk ), i suoi due figli e le figlie a Lahmu ( Marte ), per attendere la calamità, oppure di disperdersi nelle lontane regioni montuose della Terra, per trovare un rifugio dal Diluvio…”. La descrizione sumera del Diluvio Universale è estremamente drammatica e rivela dettagli molto accurati sull’andamento rovinoso della catastrofe: “…Per giorni interi prima del giorno del Diluvio la Terra rombava, gemeva, come se soffrisse. Per notti intere prima che la calamità si avventasse sulla Terra, Nibiru nei cieli era una stella risplendente… La Terra iniziò a tremare, agitata da una forza di attrazione fino ad allora sconosciuta….la luce della mattina si trasformò in oscurità. Poi esplose il suono del rombo di un tuono, i lampi accesero i cieli…Quel giorno con un tremendo boato il Diluvio ebbe inizio. Nella Terra Bianca ( l’Antartide ), nelle viscere della Terra, le fondamenta della Terra tremavano. Poi con un rombo la coltre ghiacciata scivolò dalle sue fondamenta. Era spinta via dalla forza di attrazione invisibile della rete di Nibiru, nel mare del sud si andava a schiantare. La superficie della Terra Bianca si sgretolava come il guscio rotto di un uovo…”. Alcuni ricercatori hanno ipotizzato che lo scivolamento nella distesa oceanica di masse imponenti di ghiaccio sia in grado di sollevare un muro d’acqua dell’altezza di alcune centinaia di metri, che viaggerebbe sulla superficie marina a una velocità di centinaia di chilometri all’ora, riversandosi sulle terre emerse con un impeto inimmaginabile e spazzando via ogni forma di vita. Le tracce geologiche di questo sconvolgimento, causato da un’apocalittica inondazione, sono state evidenziate in studi di eminenti ricercatori, e sono presenti in quasi tutte le aree della Terra. I Sumeri ci testimoniano dell’avvicendarsi di eventi sismici devastanti, dovuti alla forza gravitazionale di Nibiru, e infatti la Terra “gemeva” e le sue fondamenta “tremavano”.

L’atavico popolo mesopotamico conosce perfettamente gli effetti del Diluvio: “…All’improvviso un’onda di marea si sollevò, il muro d’acqua raggiunse i cieli. Una tempesta, con una violenza mai vista prima, iniziò a ululare dal cuore della Terra. I suoi venti spingevano il muro d’acqua, l’onda di marea volgeva verso nord. Il muro d’acqua correva verso nord, ormai già minacciava le terre dell’Abzu ( l’Africa ). Da lì poi viaggiò verso le terre abitate, invase l’ Eden ( la Mesopotamia )…”. Neanche gli Anunnaki possono contrastare la forza distruttrice di uno “tsunami” di proporzioni planetarie e tutto viene inghiottito dall’acqua: “…Tutto ciò che un tempo era stato sul terreno fu spazzato via dalle acque impetuose…”. Sono allibiti dalla velocità con cui avanza la immensa onda d’acqua e dalla sua altezza, probabilmente di alcune migliaia di metri: “…Prima che il giorno finisse, il muro d’acqua, acquistando velocità, ingoiò le montagne…”. D’altronde, si ergono nel continente africano sistemi montuosi che possono vantare cime svettanti migliaia di metri, ma vengono sovrastati da questo muro d’acqua, come si evince dalla testimonianza sumera. Impotenti, gli Anunnaki assistono allo scempio mentre “…nelle loro barche celesti orbitavano intorno alla Terra…”. Il loro stato d’animo è dominato da un cieco terrore, dato che “…con sgomento in quei giorni furono testimoni di una forza più grande della loro…”. Non si può certo restare indifferenti alla descrizione apocalittica del Diluvio Universale e delle sue conseguenze, riscontrabile in questo testo sumero di cinquemila anni fa:”…le creature riempiono le acque come libellule annegate in uno stagno. Ogni forma di vita è stata spazzata via dall’ondata del mare in tempesta…Dopo l’immensa ondata di marea, che spazzò la Terra, le chiuse dei cieli si aprirono e una pioggia torrenziale si abbatté sulla Terra…poi il muro d’acqua, avendo raggiunto il suo limite, cessò l’attacco. Ma per quaranta giorni e quaranta notti le piogge continuarono a cadere dai cieli…laddove un tempo c’era terra asciutta, ora si stendeva un mare di acqua. Laddove un tempo le montagne svettavano verso il cielo, ora le loro cime spuntavano come isole nel mare…Poi le acque si riunirono nei loro bacini. Rollarono avanti e indietro, giorno dopo giorno; il livello dell’acqua si abbassò…anche le piogge si arrestarono…”. Cosa ci rivela il testo sumero sulle sorti della specie umana? Eccone l’essenziale ma tragica conclusione della tavola sumera: “…L’umanità e ogni forma vitale erano scomparse dalla faccia della Terra…”. Il documento sumero, inoltre, non si limita a narrare la catastrofe cosmica abbattutasi sulla Terra, ma ci fornice indizi significativi sulle conseguenze su Marte delle perturbazioni gravitazionali indotte dal passaggio di Nibiru e dall’allineamento di sette pianeti del sistema solare: “…Lahmu (Marte) è stata devastata dal passaggio di Nibiru! Così riferì Marduk. La sua atmosfera è stata risucchiata, le sue acque sono poi evaporate, si è trasformata in un luogo di tempeste di polvere!…”. Questa descrizione sumera delle nuove condizioni climatiche e fisiche di Marte ci impone una doverosa riflessione: ci sono riferimenti scientificamente fondati sulla dispersione improvvisa dell’atmosfera di Marte, che è stata “risucchiata”.

Cosa può aver provocato un processo così repentino di disgregazione e rarefazione dell’atmosfera marziana? Indubbiamente la forza di attrazione esercitata da Nibiru può solo parzialmente “strappare” a Marte la sua atmosfera, e dunque occorre preventivare un ulteriore fattore che abbia concorso al risucchio dell’atmosfera marziana. Riteniamo plausibile l’ipotesi di Melosh e Vickery, concernente la distruzione dell’atmosfera marziana per ripetuti impatti di asteroidi e meteoriti con il suolo marziano, anche perché il progressivo avvicinarsi del pianeta Nibiru provoca, nel medio periodo, l’espulsione dalla fascia degli asteroidi di corpi rocciosi, trascinandoli con sé nel suo moto orbitale, oppure cattura materiale meteoritico o protoplanetario residuo scagliandolo verso i pianeti interni del sistema solare. La intensa craterizzazione dell’emisfero meridionale innesca il processo di rarefazione e di dispersione dell’atmosfera marziana in un arco temporale sufficientemente prolungato. Una riduzione progressiva della densità atmosferica comporterà una diminuzione dei valori pressori e della temperatura necessari per la permanenza dell’acqua allo stato liquido; non è casuale che il testo sumero riferisca che “ le sue acque sono poi evaporate”. E’ probabile che in una fase iniziale le acque marziane siano state soggette ad evaporazione per il surriscaldamento della superficie marziana, dovuto all’enorme energia da collisione sprigionata dagli innumerevoli corpi asteroidei e meteoritici. Successivamente, le nubi di vapore generate dagli impatti decompongono l’atmosfera marziana, la cui pressione, ormai asfittica, non è in grado di trattenere l’enorme quantità di vapore acqueo immesso nell’atmosfera marziana e di evitare il passaggio dell’acqua dallo stato liquido a quello gassoso. Le molecole di vapore acqueo, successivamente, si disperdono nello spazio profondo per la carenze fisico-chimiche dell’atmosfera marziana. Le acque marziane, inoltre, subiscono l’intenso influsso gravitazionale di Nibiru per un esteso periodo di tempo e, dunque, subiscono poderose spinte acceleratici che le rendono impetuose e capaci di un’azione erosiva profonda. Nel sito marziano di Chryse Planitia si può notare un sistema fluviale con una larghezza di 25 chilometri e una lunghezza di oltre 2000 chilometri, con una portata di milioni di metri cubi al secondo. Solo uno scorrimento rapido di imponenti masse d’acqua può spiegare il modellamento delle pareti del sistema fluviale, estremamente lisce e livellate. Non essendo ravvisabili nel sito dislivelli del terreno, è lecito chiedersi come fosse possibile una velocità di scorrimento delle acque così travolgente. Il ricercatore Cattermole, ma anche Victor Baker e Daniel Milton, sottolineano che solo una “inondazione catastrofica” può svolgere un’azione erosiva con effetti così macroscopici. Si suppone che inondazioni di questa tipologia siano preventivabili se immaginiamo fondatamente una forza gravitazionale accentuata ed emanata da un gigantesco corpo celeste, e ipotizziamo che questo astro fosse il pianeta Nibiru, come ricordato dai testi sumeri.

Un altro sito marziano, denominato Reul Vallis, presenta una profonda scanalatura, configurabile come un immenso letto di un fiume, le cui acque scorrevano tumultuosamente sull’intera area circostante, per effetto di un’inondazione catastrofica; lo studioso Michael Malin la paragona per le sue dimensioni al diluvio che colpì il Mar Mediterraneo. Questi rinomati scienziati confermano dunque che anche Marte è stato subissato da fenomeni diluviali, e probabilmente nello stesso periodo del Diluvio Universale che imperversò sulla Terra almeno 13000 anni fa. Il ricercatore James B. Pollack ritiene che le grandi formazioni fluviali marziane denotino caratteristiche specifiche che non sono inquadrabili nell’ambito di un unico evento fisico, ma ciascuna valle è riportabile a un singolo fenomeno fisico, distinto da tutti gli altri. La congettura di Pollack sembra presupporre un susseguirsi di un insieme di eventi traumatici, collegabili a catastrofi cosmiche da impatti e collisioni di corpi estranei provenienti dallo spazio. Non si può escludere che lo studioso alludesse all’eventualità di prefigurare fenomeni fisici che non siano impatti o collisioni con corpi celesti, tuttavia è opportuno prendere in considerazione tutte le possibili ipotesi esplicative. La sonda spaziale americana Mars Global Surveyor ( MGS ) ha rivelato che vi sono sulla superficie marziana prove materiali di uno scorrimento di acqua liquida in un passato molto recente, e particolarmente nel sistema di canyons denominato Valles Marineris sono stati scoperti i segni indelebili di un flusso spiccatamente erosivo e improvviso dell’acqua, a tal punto che i canali visibili prospicienti il sito della Valles Marineris mostrano le tracce inconfondibili di un fluire rovinoso dell’acqua. Alcuni studiosi sono persuasi che un erompere così devastante di masse liquide sia stato possibile per effetto di uno scioglimento rapido del ghiaccio intrappolato nel permafrost. Il rialzo termico all’origine dello scioglimento è stato imputato al calore prodotto da sorgenti vulcaniche o al flusso termico proveniente dall’interno del pianeta. Dovremo attenderci,dunque, in un prossimo futuro un riscaldamento del pianeta a causa di una variazione orbitale? Oppure questo flusso termico di origine endogena è sufficiente per sciogliere esorbitanti masse d’acqua ghiacciata nel sottosuolo marziano? Ci sembra piuttosto fragile una simile spiegazione per giustificare lo scioglimento del permafrost marziano, perché occorrerebbe stabilire la quantità di calore necessario per poter trasformare in acqua liquida un quantitativo non meglio precisato di ghiaccio marziano, nonché quanto calore può essere generato dalle fonti energetiche interne al pianeta. Non ci risulta, almeno ufficialmente, che siano disponibili questi dati per compiere le misurazioni del caso. Non si porrebbero problemi di misurazione se ci affidassimo a una ipotesi certamente azzardata, ma non più di quelle proposte da eminenti scienziati, circa l’avvicinamento di un pianeta di grosse dimensioni, la cui forza gravitazionale, certamente incalcolabile, produrrebbe un riscaldamento tale da causare la liquefazione degli immensi depositi di ghiaccio marziano, il bombardamento di Marte con corpi rocciosi catturati dalla sua “rete”, come direbbero i Sumeri, e l’innalzamento imperioso delle acque che scorrono in superficie. Non possiamo trascurare l’ultimo dettaglio della testimonianza sumera, relativa alla trasformazione di Marte in “un luogo di tempeste di polvere”. I dati a nostra disposizione stabiliscono che Marte sia soggetto ad un’attività di erosione e di deposizione di origine eolica; i venti possono giungere alla ragguardevole velocità di 400 chilometri orari, sollevando quantità incredibili di polvere sabbiosa e disseminandola sull’intera superficie marziana. La presenza di un simile ammasso di sabbia risulta sconcertante e al momento non vi sono spiegazioni plausibili, ma è ormai assodato che la vita sarebbe proprio impossibile in siffatte condizioni e Marduk, uno dei personaggi più in vista degli Anunnaki, ha tutte le ragioni per lamentarsi quando informa che “…la loro stazione è stata colpita da tempeste di polvere…”; in un altro passo del testo sumero si riferisce che “…ci disturbano forti venti che sollevano fastidiose tempeste di polvere…e il pianeta fu avvolto da aridità e polvere…”. Il già menzionato disastro cosmico che colpisce Marte indurrà gli Anunnaki ad abbandonare Lahmu ( Marte ) dato che “…le condizioni sono diventate insopportabili,la sopravvivenza non è più possibile…”. La memoria storica dei Sumeri conferma in modo inequivocabile che un evento catastrofico di origine cosmica si è abbattuto sulla Terra e su Marte, seminando morte e distruzione ovunque. La Terra sarà sconvolta da inondazioni, terremoti e tempeste atmosferiche, che porteranno alla quasi estinzione dell’umanità, mentre Marte disperderà nello spazio quasi tutta la sua atmosfera e parte delle sue riserve idriche. Possiamo reperire ulteriori riscontri di natura storica che ci permettono di associare il Diluvio Universale, o comunque una catastrofe cosmica, ad entrambi i pianeti; nella cultura egizia veniva posto uno stretto legame tra il pianeta Marte e il monumento della Sfinge nella piana di Giza.

 Entrambi venivano menzionati con il nome di ‘Horus dell’Orizzonte’ oppure di ‘Horus il Rosso’. L’altro nome attribuito alla Sfinge è ‘Horakhti’, epiteto con cui gli Egizi indicavano Marte, e molte testimonianze antiche asseriscono che la Sfinge era stata dipinta per un lungo periodo di tempo con il colore rosso. Il collegamento probabilmente è di natura astronomica, in quanto la Sfinge, che simboleggia Marte, indica con il suo posizionamento rispetto alla volta celeste che il pianeta rosso attraversava la costellazione del Leone in un periodo databile tra il 10970 e l’8810 a.C. Il sole all’equinozio di primavera sorgeva dunque nella costellazione del Leone. L’interrogativo sollevato dalla Sfinge concerne la ragione che induce gli antichi Egizi a costruire questo monumento orientato verso la costellazione del Leone. Si ipotizza che questo monumento avesse il compito di tramandare alle generazioni successive la memoria di un evento catastrofico che avrebbe coinvolto contemporaneamente la Terra e Marte nell’età del Leone. Non sarà del tutto casuale che gli Egizi testimoniano del pericolo rappresentato dall’avvicinarsi minaccioso di una cometa, le cui sembianze mostruose vengono descritte con raccapriccio: “…sembrava infuocata, ondeggiava come le spire di un serpente ed era orribile a vedersi…”.

(il diluvio in una grafica indiana di epoca mogul, tratto dall’archivio personale di Patsy Nicholas di Falco)

I riferimenti egizi a una cometa in marcia di avvicinamento verso Marte e la Terra corroborano le fonti sumere e avallano storicamente che un evento cosmico di proporzioni inaudite investe in un comune destino la Terra e Marte, uccidendo geologicamente Marte e devastando la Terra. Una simile memoria storica viene ereditata dagli arabi che chiamarono la città contigua alla necropoli di Giza ‘El-Khaira’ ovvero Il Cairo, che significa ‘Marte’. Una singolare coincidenza. O no? Il nostro auspicio è poter annoverare ulteriori elementi di natura storico-scientifica per avvalorare la tesi della reale esistenza di esseri intelligenti, testimoni del passato del nostro pianeta e del suo coinvolgimento, insieme a Marte, in una catastrofe cosmica che ha mutato radicalmente la storia climatica della Terra, ponendo termine all’era glaciale e le basi di una nuova fase di civilizzazione della specie umana. Siamo infinitamente grati ai nostri progenitori per averci tramandato la loro testimonianza circa le nostre origini e il nostro passato. Lo saremo eternamente.

R.B. fonte : http://www.heraedizioni.com/

http://www.nibiru2012.it/content/view/253/1/

DNA: Destinazione Terra? luglio 16, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Scienza, Teorie.
Tags: , ,
add a comment

In un meteorite caduto nel 1969 in Australia sono state trovate due molecole, l’uracile e la xantina, precursori di DNA e RNA

Il meteorite Murchison contiene molecole che formano gli elementi costituenti del DNA e dell’RNA. Questa scoperta è stata fatta da una squadra di scienziati del Regno Unito, dei Paesi Bassi e degli Stati Uniti. Tra le molecole trovate ci sono l’uracile e la xantina, che sono conosciute come basi azotate e sono precursori delle molecole che formano il DNA e l’RNA. I risultati sono stati pubblicati in uno studio nella rivista Earth and Planetary Science Letters.

Il meteorite si schiantò alla fine di settembre del 1969 appena fuori la città di Murchison, nello stato di Victoria (Australia). Scienziati hanno analizzato il meteorite Murchison fin da quando si è schiantato, facendone il meteorite più studiato nella sua categoria.

La dott.sa Zita Martins, del Department of Earth Science and Engineering all’Imperial College di Londra, è l’autore principale dell’articolo. Secondo lei, la loro ricerca può fornire ulteriori prove per spiegare l’evoluzione iniziale della vita.
“Noi riteniamo che all’inizio la vita possa aver adottato delle basi azotate da frammenti meteoritici, da usare nella codificazione genetica, che ha permesso di trasmettere le migliori caratteristiche alle successive generazioni,” ha aggiunto.

Nel corso degli ultimi due secoli, sono stati raccolti meteoriti da circa 35 impatti osservati di “condriti carbonacee”. Come il meteorite Murchison, questi meteoriti presentano alti livelli di acqua e composti organici. Essi contengono inoltre materiali fusi provenienti da nubi molecolari dense, coeve o anteriori alla formazione del sistema solare. Questi sono particolarmente interessanti per i ricercatori poiché, come la vita sulla Terra, contengono composti organici o basati sul carbonio.
L’analisi del meteorite Murchison indica che le basi azotate contengono una forma pesante di carbonio che si può essere formata soltanto nello spazio. I materiali che si sono formati sulla Terra sono costituiti da una varietà più leggera di carbonio. Il meteorite è stato anche testato rigorosamente per determinare se le molecole provenivano dal sistema solare o erano il risultato di contaminazioni quando il meteorite si è schiantato sulla Terra.

Il coautore dello studio, il prof. Mark Sephton, anche lui del Department of Earth Science and Engineering all’Imperial College, ritiene che questa ricerca rappresenti un passo avanti importante per la comprensione di come si possa essere evoluta all’inizio la vita.

“Visto che i meteoriti rappresentano il materiale d’avanzo della formazione del sistema solare, i componenti principali per la vita (tra cui le basi azotate) potrebbero essere sparsi nell’universo,” ha spiegato. “Poiché vengono scoperte sempre più materie prime della vita negli oggetti provenienti dallo spazio, la possibilità che la vita si sviluppi ovunque c’è la giusta chimica, diventa sempre più verosimile.”

Fonte: Cordis (20/06/2008)
http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=6092

SCOOP! intervista a speranza2012 luglio 16, 2008

Posted by 2012sos in 2012, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
add a comment

Scritto da IVAN var sburl9450 = window.location.href; var sbtitle9450 = document.title;

Ciao utenti di nibiru2012, sono riuscito nel mio intento a fare un’intervista a speranza2012, cercando di fare chiarezza su quanto c’è scritto su i suoi fogli venuti dal futuro, vi prego di leggere attentamente!

prima di cominciare vi voglio avvisare che chi non crede è pregato di non rispondere o offendere questa persona, per il semplice motivo che lui rivela ciò che gli è stato mostrato, e che sul sito c’è gente che come me crede negli alieni e fenomeni paranormali, persone che credono a nibiru e altre alla fine del mondo…

portare rispetto per chi crede a qualcosa è un passo avanti per tutti…

buona lettura! (qui di seguito la mail per intero con le risposte)

ascolta, questà intervista la vorrei pubblicare sul sito di nibiru2012, ma se tu non vuoi io non farò nulla, e le risposte che mi darai rimaranno a me, usandole per cercare i collegamenti giusti e far luce su quanto dovrà accadere…

comunque mi presento, mi chiamo ivan, non ti preocupare, non ho intenzioni di farti domande stupide, del tipo se io muoio o cavolate simili, era giusto per fare chiarezza su questa notizia che hai dato (che sinceramente è una cosa davvero grossa)

Comunque parto subito nel dirti che sarò sincero con te, dicendoti che non credo proprio a tutto quello che hai detto, ma cerca di capirmi, non è facile, quello che tu hai raccontato ha dell’incredibbile, e penso che anche tu la prima volta ci hai pensato….

Gli esseri umani sono scettici in alcune cose che sentono, solo perchè non le hanno mai vissute!

Ti rispondo qui di seguito numerando le risposte. Comunque stai tranquillo, ci sono medium, veggenti, capi spirituali ecc. che mi danno ragione (per lo più alcuni sono proprio partiti) ma altri ci stanno con la testa. Se vuoi mettere le mie risposte in giro ti pregherei davvero di non alterarne il contenuto. Grazie.

1) quando hai ricevuto queste notizie, cosa hai pensato al primo momento? come le hai ricevute esattamente?

Al primo impatto pensai a dei fogli buttati per terra dal vento, visto che avevo la finestra aperta.. Ma quando guardai meglio e mi accorsi che erano dei fogli che, per lo meno io non avevo mai fatto ne toccato mi è venuto da vomitare. Poi mi sono tranquillizzato e ho cominciato a leggere mentre ero sdraiato sul letto. Come gli ho ricevuti è abbastanza semplice, almeno il momento in cui li ho ricevuti. Ero andato in bagno per un bisogno fisiologico, e quando sono tornato erano li.

2) la prima data che hai annunciato è il 2008, data in cui sostieni che il governo ci dichiarerà che gli alieni esistono, sai per caso come avverrà questà notizia?

Alcune date erano dettagliate nei fogli, altre no.

3) in questi mesi o giorni, hai visto già qualcosa che potrebbe avvicinarsi a quello che ti è stato riferito? secondo te il clima che porterà i fenomeni distruttivi (mi riferisco al mega uragano che distruggerà la california) è gia in atto?

Ancora niente di grosso per ora. Man mano che si invertiranno i poli ci sarà un mutamento di clima, innalzamento dei mari ecc. (cosa che sapete già).

4) quando verrà annunciata esattamente la notizia che il pianeta nibiru passerà vicino alla terra? quando confermeranno al 100% la sua esistenza?

Questo non lo so. Ti ricordo che ho ricevuto dei fogli dal futuro, certe cose ti passano di mente credo… Non lo so, però se fai conto che nel 24 Dicembre è già vicino alla Terra, lo diranno a Settembre o Ottobre. Presumo eh!

5) hai delle foto a riguardo alle catastrofi da qui al 2012? se si è possibile vederle? anche in privato?

Delle foto del 2012 no, non ho niente di catastrofico da farvi vedere, mi dispiace. Anche perchè se ve le facessi vedere mi andreste contro lo stesso.

6) mi ricordo di aver letto che moriranno circa 3 miliardi di persone a causa di 2 bombe nucleari, non credi sia un numero elevato di vittime per un numero basso di bombe nucleari?

Non credi che la potenza in megatoni sia elevata? Non lo so quanto, ma è parecchio elevata. Sono ignorante in Fisica.

7) secondo il tuo parere, riguardo alla 3 guerra mondiale, potrebbe essere possibile convincere i governi con la tua storia e cercare di evitare almeno la guerra? cosa si potrebbe usare per far si che il mondo possa credere alla tua storia? c’è una data precisa, un evento vicino da usare come verità?

Non gliene frega niente ai governi del mondo di me, ne di te, ne di nessun altra persona. Quello che vogliono quando siamo troppi è un pò di pulizia. L’evento c’è, ma tanto anche se lo dico non cambierà niente lo stesso perchè tutti fanno di testa loro. Però io provo, magari chissà… l’America fallirà gli accordi sul programma nucleare Iraniano, e di conseguenze partirà un attacco dagli USA. Dopo essere stati attaccati gli Iraniani attaccheranno tutte le postazioni degli Americani (circa 25 o 30 basi militari), così facendo comincerà un conflitto mondiale. La Russia proteggerà l’Iran, e di conseguenza tutte le alleanze. Per esempio la Cina si alleerà con la Russia.

8) riguardo agli alieni (quelli cattivi) cosa vogliono esattamente? è possibile scappare da loro? saranno pochi o un numero elevato?

Distruggere la razza umana e venire ad abitare sul nostro pianeta ospitale. No, non è possibile scappare da loro se ti prendono, ma comunque se si sta al riparo penso non debbano vederti. In quanto al numero posso dire davvero che saranno MOLTISSIMI. Precisamente più di 1.000.000

9) riguardo a quelli buoni, potrebbe essere possibile che ci salvino prima che quelli cattivi arivano qui su la terra?

Penso di no, perchè prima c’era scritto che avveniva questa invasione di Alieni cattivi, e poi arriva questo popolo che colonizzerà Atlantide (non sono Alieni, se mai extraterrestri).

10) la cosa che non convince, e che tu dici che sono un popolo buono, di pace, ma allora perche il creatore dovrebbe uccidere le persone che non hanno avuto credenza in lui (se ho capito bene) perchè vengono selezionate le persone da salvare? non mi sembra un posto di pace e tranquillità il mondo che verrà

Beh onestamente mi arrabbierei anche io se creassi la vita e tu non avessi neanche un briciolo di conoscenza in me, e mi bestemmiassi ogni giorno, non trovi? Ma poi non ci bisogna credere ed essere praticanti al 100% di una religione, l’importante è che tu sappia che c’è qualcuno nell’universo che ti ha permesso di vivere, di respirare e di muoverti.

11) dici che la razza umana è considerata razza inferiore? questo a mio parere è segno di una mentalità che trasformerebbe il pianeta in razzismo!!!! se sei umano sei uno stupido… non credi che sia un comportamento strano?

Veramente lo penso io (del futuro), il popolo che colonizzerà la terra è pacifico e non conosce razzismo.

12) dici di correre e scappare, e di non fermarsi con più di 1 o 2 ore di tempo? perchè questo?

Prima di tutto bisogna andare in luoghi elevati. Mai dentro caverne o cavità (potrebbe essere la vostra tomba). Mai sui terreni ripidi e mai vicino ai fiumi (grossi) o ghiacciai di alta montagna. Per le ore è molto semplice. E’ perchè ci saranno terremoti ad intervalli regolari, e siccome le zolle di terra si alzeranno di parecchi metri per poi sprofondare, bisognerà correre da zolla a zolla praticamente. Tutto questo per circa 3 o 4 giorni non di più.

13) saresti disponibbile a presentare tutto questo dal vivo?

Si, ma di certo non vengo fino in Sardegna..

Per il fatto della previsione degli Alieni devo dirti di si. Non questo mese, ma a fine Agosto lo diranno apertamente.

Ciao, alla prossima.

Che dire, secondo il mio parere questa intervista anche se molto sintetica, ha dell’interessante, speranza2012 sembra anche disposto a presentare i fogli che ha dal vivo.. ulteriori aggiornamenti da parte mia saranno disponibbili!

ciao alla prossima!

http://www.nibiru2012.it/content/view/245/1/