jump to navigation

EDGAR CAYCE aprile 11, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Teorie.
Tags: ,
trackback
PDF Stampa
Scritto da Cristina Bassi
Thursday 10 May 2007
EDGAR CAYCE:


Siamo nel 1877, negli Stati Uniti, precisamente in una fattoria a Hopkinsville: qui nasceva Edgar Cayce, un uomo il cui destino sarebbe stato quello di diventare un singolarissimo veggente.

La sua era un epoca in cui ogni “fenomeno insolito” veniva etichettato come spiritismo o occultismo, ma Cayce riescì ad andare oltre quelle definizioni e tendenze e dimostrare al mondo che è possibile varcare i confini del tempo e dello spazio. In questa “altra dimensione” mostrò come fosse possibile avere delle visioni ed informazioni importanti per la guarigione fisica e per la conoscenza della storia umana e spirituale.


La sua trance autoindotta.

Stando sdraiato su un divano, in uno stato di trance autoindotta, Cayce riusciva ad avere una serie di visioni grazie alle quali “diagnosticare” lo stato di salute della persona (solitamente presente).

Ma non solo: “attingeva” anche ad informazioni preziose che gli consentivano di prescriverle il rimedio più indicato, questo nonostante avesse una cultura molto semplice (non era andato oltre le scuole medie) e soprattutto non avesse particolari nozioni di medicina.

Egli entrava in contatto con il subconscio delle persone per le quali effettuava le letture (“readings” dall’inglese) e scavava nelle “cronache akasciche” che egli chiamò anche “il libro della memoria di Dio”. L’ Akasha per la tradizione esoterica/iniziatica ma non per la scienza, è un Grande archivio primordiale dello spazio-tempo, dove si trova la storia di tutte le anime dalla loro creazione.

Per questo Cayce era in grado di dissertare su qualsiasi materia, pur non avendola studiata coscientemente.


La domanda dell’angelo
A 13 anni ebbe l’apparizione che lo segnò per sempre: un essere angelico, gli domandò che cosa desiderasse maggiormente e lui rispose “assistere gli altri, in particolare i bambini malati”. Infatti una delle sue prime “letture” fu per una bambina di cinque anni: Aime Dietrich, il cui cervello in seguito ad un’influenza si era bloccato nello sviluppo e ciò le causava frequenti convulsioni.

I molti medici e specialisti consultati non avevano apportato alcuna soluzione. La diagnosi di Cayce fu che il problema era precedente l’influenza: fu causato da una particolare caduta (che i genitori confermarono) e “prescrisse” una serie accurata di trattamenti osteopatici, che si premurò di verificare e correggere adeguatamente più volte (sempre grazie alle sue “informazioni” dal mondo dello spirito) e che alla fine portarono a un risultato risolutivo.


Ma il suo primo paziente fu egli stesso. Colpito da una palla da baseball e portato immediatamente a casa, Cayce, in semitrance, si rivolse alla madre (da subito sua grande sostenitrice) dandole tutte le istruzioni necessarie per preparare un impiastro medicamentoso che lo guarì. Quando si ammalava si curava con l’autoipnosi e comandava al suo organismo di ripristinare le funzioni organiche bloccate.


Le guarigioni

Guarì dalla tubercolosi e da differenti emorragie molte delle persone che si erano rivolte a lui fiduciose; ridiede la vista al figlio, che l’aveva persa in un incidente e al quale i dottori volevano a tutti i costi asportare un occhio; in un’occasione prescrisse ad un certo James Andrews un estratto di una pianta chiamata clary, che nessuno aveva mai sentito nominare. Alla fine il paziente stesso scoprì che quel preparato era stato messo in commercio in Francia sessant’anni prima da un medico parigino ed era stato poi accantonato.


Un’altra volta raccomandò un farmaco chiamato Codiron, fornendo il nome e l’indirizzo dell’industria chimica di Chicago che lo produceva. L’ammalato interpellò l’azienda e si sentì rispondere da uno stupito responsabile che il farmaco era stato preparato da pochissimo tempo, registrato meno di un’ora prima e che pertanto era ancora tutto quanto segreto.

Ovviamente fu molto osteggiato dalla medicina ufficiale e dai medici, che spesso lo attaccarono e vollero screditare le sue doti e integrità. Ma fu proprio fra uno di loro che Cayce ebbe uno dei suoi migliori sostenitori: il medico omeopata Wesley Ketchum, che ricorse al suo aiuto un centinaio di volte, dopo che Cayce risanò una sua paziente malata di mente.

Proprio Ketchum presentò all’American Society for Clinical Research, un prestigioso consesso medico, tutte le cartelle cliniche dei pazienti guariti con l’aiuto del veggente.

L’Association for Research and Enlightment, USA

Le letture di Cayce sono custodite in Virginia da un’associazione di suoi “seguaci”: l’Association for Research and Enlightment (A.R.E.), fondata nel 1931 con lo scopo di studiare e diffondere le letture di Cayce.

Da subito l’associazione si concentrò soprattutto sulla medicina olistica, la reincarnazione, i sogni e la loro interpretazione, i fenomeni psichici, la forza del pensiero, la preghiera e la meditazione, i principi filosofici e spirituali.

Nonostante la sua fede ortodossa negasse il principio della reincarnazione, Cayce ne divenne un fervido sostenitore sulla base delle informazioni ricevute durante i suoi “viaggi” fuori dalla coscienza ordinaria. Questo “guaritore in astrale” era un uomo di grande fede cristiana, un accanito lettore della Bibbia che era animato da un forte spirito idealista, ma che rifiutò di arricchirsi con queste sue facoltà, anzi lavorò sempre disinteressatamente ed incessantemente.

Profezie

Nelle sue letture Cayce non si occupo’ solo di medicina: fama maggiore probabilmente gli arrivò dalle sue profezie. “All’inizio del secolo questo pioniere non riconosciuto ha parlato dell’energia atomica, del pianeta Plutone non ancora scoperto (fu scoperto nel gennaio 1930 n.d.a), della televisione, delle ghiandole endocrine, del raggio laser e dell’aura”, scrive l’astrologa francese Dorothée Koechlin de Bizemont nel libro Les prophéties d’Edgar Cayce.

Predisse che mutamenti drammatici sul piano fisico, sarebbe avvenuti sulla Terra tra il 1958 e 1998 e che tutto sarebbe iniziato dall’eruzione dell’Etna.

I Grandi Laghi si sarebbero svuotati nel Golfo del Messico in connessione al fatto che si sarebbero scoperti antichi “magazzini e memorie” nel momento in cui le persone avessero raggiunto un appropriato livello di coscienza, in: Egitto, l’area di Bimini e lo Yucatan.

Ci sarebbero state attività del Vesuvio o del Mt. Pelee, oppure nella costa meridionale della California e nelle aree tra il Grande Lago Salato – Great Salt Lake – e le porzioni meridionali del Nevada, così come inondazioni, terremoti, più nell’emisfero Sud che nord.

Nel 1934 disse che la terra “si romperà nella parte occidentale dell’America. Ci saranno degli innalzamenti nell’Artico ed Antartico che concorreranno alle eruzioni di vulcani nelle aree torride e ci sarà lo slittamento dei poli: aree glaciali o semitropicali diventeranno più tropicali e cresceranno muschi e felci. La piu’ parte del Giappone dovrà finire nel mare. La porzione superiore dell’Europa cambierà in un batter d’occhio.

Ci saranno conflitti per tutto il periodo. Osservateli in Libia ed Egitto, in Ankara e in Siria, lungo gli stretti e in quelle aree sopra l’Australia, l’Oceano Indiano e il golfo Persico”.


Nel suo stato autoipnotico raccontò anche del continente perduto di Atlantide, che descriveva minuziosamente, fornendo molti dettagli “della capitale Poseidìa” e delle altre città. Molte informazioni riguardavano l’ordinamento sociale, religioso e scientifico degli atlantidei, che avrebbero conosciuto l’energia atomica e costruito macchine volanti antigravità.

Atlantide era stata già annientata due volte, – dichiarerà – la prima a causa di un’esplosione dovuta ai prodotti utilizzati per sterminare gli enormi animali che infestavano la Terra, la seconda per via di un potentissimo cristallo che concentrava l’energia solare sul continente e che un giorno ci fece saltare tutti in aria…Avevamo molti terribili cristalli che traevano energia dalle stelle. Ma quando violammo la Legge dell’Uno, cioè la fratellanza universale, ci distruggemmo…”.


La sua morte sopraggiunse nel 1945.

www.thelivingspirits.net

Annunci

Commenti»

1. Pietrarossa Angelo - ottobre 14, 2008

is great, damn, wow I continues to study Edgar Cayce because for the umanity is too much important…Posh Angel, Thanks for all


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: