jump to navigation

Ci muoviamo su Sestri Expired aprile 20, 2009

Posted by 2012sos in 2012, Alieni, Area 51, Autorità, Eventi, John Titor, Planet X, Profezie, Scienza, Sopravvivenza, Teorie, Uncategorized.
3 comments

sexplogo2Scusate la lunga assenza! Da ormai troppi mesi non trovo il tempo per aggiornare questo blog.

Se volete rimanere aggiornati sul 2012 e dintorni potete seguirmi su Sestri Expired.

Sestri Expired viene aggiornato costantemente.

Terrò aperto questo blog solo a scopo di reindirizzamento.

Un Saluto Onta (2012sos)

Scoperta un’altra piramide in Egitto di 4300 anni fa! novembre 15, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

Scritto da Maya 2012 var sburl8846=window.location.href;var sbtitle8846=document.title;

La base di una piccola piramide – alta in origine presumibilmente 14 metri – che si ritiene possa
contenere la tomba della regina Sheshet, madre del re Teti, risalente a 4300 anni fa, e’ stata scoperta nella necropoli di Saqqara, l’antica citta’ dei morti della capitale del regno del Basso Egitto, Menfi, nota soprattutto per la grande piramide ‘a gradoni’ di Zoser.

La scoperta e’ stata presentata oggi alla stampa dal ministro della cultura egiziano, Faruq Hosni, e dal segretario generale del Consiglio Superiore delle Antichita’, Zahi Hawass. Ora e’
ancora visibile la parte inferiore della piramide, per un’altezza di 5 metri, “dopo i saccheggi da parte di depredatori di antichita’ – ha detto Hawass – e i danni provocati dagli agenti atmosferici”.

A causa dei saccheggi il segretario generale delle antichita’ ritiene che quando, fra due settimane, aprira’ la camera funeraria della piramide “non si trovera’ nulla di quello che doveva esserci”.

Nell’area della scoperta sono state trovate anche statuette funerarie risalenti al ‘terzo periodo intermedio’ (818-712 avanti Cristo), non lontano da una cappella religiosa del Nuovo Regno (circa il 1550 a.C.); sarcofagi, una statua in legno del dio Anubis, amuleti, un piccolo recipiente a forma di ‘cartouche’, contenente tracce di una sostanza verde.

Hawass ritiene che queste scoperte testimonino che l’area cimiteriale dell’Antico Regno del periodo di Teti sia stata riutilizzata durante il Nuovo Regno (1550-1295 a.C.).

Fonte: http://www.rainews24.rai.it/

http://www.nibiru2012.it/content/view/339/1/

UFO NEI CIELI DI ALGHERO novembre 15, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

5 OGGETTI LUMINOSI VENGONO AVVISTATI IN SARDEGNA

Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di mezzi aerei militari o civili. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Alcuni mesi addietro si era registrato un altro avvistamento

sopra: la foto degli oggetti avvistati su Alghero

Ufo nel cielo? Testimonianze da Alghero Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di mezzi aerei militari o civili. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Alcuni mesi addietro si era registrato un altro avvistamento

ALGHERO – Quella che inizialmente poteva sembrare una notizia azzardata sembra trovare sempre più attendibilità. L’avvistamento di ieri sera nel cielo di Alghero di cinque oggetti luminosi ha trovato numerosi riscontri. Sono diverse, infatti, le e-mail, telefonate giunte alla nostra redazione e perfino una foto in cui è stato immortalato il misterioso momento.

“Erano, più o meno le 18.00″, ci ha riferito telefonicamente un nostro lettore “e alle spalle della collina che ospita i tornanti di Scala Piccada si sono viste delle grosse palle di luce rossastra sollevarsi dal suolo e andare verso l’alto, fino a scomparire”.

Un’altra persona ha detto di essersi affacciata sul terrazzino e armato di un potente cannochiale ha potuto vedere dei fasci di luce. “In tutto ho potuto notare cinque oggetti che per diversi minuti hanno segnato i primi istanti di buio di domenica sera”.

Dagli enti preposti non è arrivata alcuna conferma che si possa trattare di areri militari o civilidi. Per ora l’evento resta ancora inspiegabile. Non è escluso che possano essere stati dei Caccia decollati da una portaerei al largo del mare di Sardegna e da Alghero i loro motori a reazione possano essere stati notati anche se a chilometri di distanza.

fonte: algheronotizie.it – altrogiornale.org

http://www.segnidalcielo.it/UFO_alghero.html

Cern, attivato l’acceleratore Lhc settembre 11, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
1 comment so far

Il Giornale OnlineGINEVRA – L’acceleratore è stato attivato e tutto è andato come previsto: nessuna apocalisse all’orizzonte. L’esperimento preliminare del Lhc (Large Hadron Collider) del Cern di Ginevra è partito come da programma poco dopo le 9 e 30, con l’obiettivo di verificare il funzionamento del più grande acceleratore di particelle del mondo, costato oltre 6 miliardi di euro. Per “vedere” i primi protoni scontrarsi tra loro e ricreare così le condizioni del Big Bang, bisognerà invece aspettare qualche giorno, mentre la piena efficenza del Lhc sarà raggiunta solo nel 2009.

La prova. Nel test di oggi per la prima volta un fascio di particelle, composto da un miliardo di protoni, ha percorso interamente l’anello di 27 chilometri, senza però essere “accelerato” dai magneti superconduttori e quindi con una velocità inferiore a quella prevista per gli esperimenti, che sfiora quella della luce. La prova preliminare procederà con l’iniezione di un altro fascio in direzione opposta, utile perchè si possa verificare la perfetta percorribilità del tunnel in entrambi i “sensi di marcia”. Durante l’esperimento si è osservato anche un “lampo”, creato dall’interazione tra i protoni del fascio e quelli del gas rimasto nell’acceleratore.

Le reazioni. Il direttore del Cern Robert Aymar esprime soddisfazione per l’esito della prova. “Abbiamo due emozioni: la soddisfazione per aver completato una grande missione e la speranza di grandi scoperte davanti a noi”.

Per il presidente del Cnr ed ex direttore del Cern, il test di oggi è “Estremamente importante. Con Lhc si apre una nuova generazione di macchine, inoltre – precisa Maiani – il principio delle collisioni che oggi viene applicato con Lhc è stato inventato in Italia negli anni ’60, a Frascati, nell’anello dell’accelleratore Ada da un fisico austriaco che all’epoca si era trasferito a fare ricerca da noi”.

Sottolinea il contributo italiano anche il presidente dell’istituto nazionale di fisica nucleare Roberto Petronzio: “E’ una svolta per la scienza, oggi comincia un nuovo percorso e i 600 fisici italiani che hanno collaborato all’esperimento potranno dire di esserci stati”.

Il problema tecnico. Nella notte, durante i preparativi per il test della mattina, il Cern aveva comunicato che erano stati rilevati alcuni “piccoli problemi elettrici”, che non hanno tuttavia impedito lo svolgimento dell’esperimento preliminare.

I prossimi esperimenti. Nei prossimi giorni verranno iniettati nuovi fasci di protoni, che verranno poi accelerati e fatti scontrare. Sono 4 gli esperimenti principali su cui si concentreranno i circa 3.000 fisici coinvolti nel progetto: Atlas e Cms daranno la caccia al bosone di Higgs, la cosiddetta “particella di Dio” che ha dato massa a tutte le altre, Lhcb studierà le differenze tra materia e antimateria, mentre Alice si occuperà dello stato della materia nei primi istanti dell’universo.

Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php?default.0.0

Fermate il test sul Big Bang o la terra sparirà settembre 3, 2008

Posted by 2012sos in Scienza, Teorie.
Tags: ,
4 comments

Scritto da Sirius_Cily var sburl2552 = window.location.href; var sbtitle2552 = document.title;

Su segnalazione di Matteo Carello

LONDRA – Per gli studiosi che si apprestano a spingere il pulsante d’accensione, si tratta di ricreare le condizioni che esistevano una frazione di secondo dopo il Big Bang: ovvero di riportarci indietro nel tempo sino al momento della creazione del nostro universo, all’inizio del mondo.

Ma per un gruppo di preoccupati ricercatori l’esperimento che dovrebbe cominciare tra dieci giorni in un immenso laboratorio sotterraneo, sepolto a un centinaio di metri sotto il confine tra Francia e Svizzera, comporta il rischio della fine del mondo, la distruzione e anzi la letterale scomparsa del nostro pianeta. Così, all’ultimo momento, gli oppositori del progetto hanno presentato un ricorso davanti alla Corte Europea dei Diritti Umani, che in teoria potrebbe bloccare il più grande, ambizioso e costoso test scientifico di tutti i tempi.

Oggetto della contesa è il Large hadron collider, un acceleratore da 6 miliardi di euro che, facendo scontrare particelle atomiche ad alta velocità e generando temperature di più di un trilione di gradi centigradi, dovrebbe rivelare il segreto di come è cominciato l’universo. Venti paesi europei, più gli Stati Uniti, hanno finanziato il progetto, che dopo anni di preparativi dovrebbe prendere il via il 10 settembre al Centro di Ricerche Nucleari di Ginevra.

Qualcuno, tuttavia, teme che l’esperimento andrà ben oltre le aspettative, creando effettivamente un mini buco nero, che crescerà di dimensioni e potenza fino a risucchiare dentro di sé la terra, divorandola completamente nel giro di quattro anni. Gli scienziati di Ginevra ribattono che non c’è assolutamente nulla da temere: ci sono scarse possibilità che l’acceleratore formi un buco nero capace di porre una minaccia concreta al pianeta, dicono, perché la natura produce continuamente delle collisioni di energia più alte di quelle che saranno create artificialmente dall’acceleratore, per esempio quando i raggi cosmici colpiscono la terra. Esperimenti di questo tipo, inoltre, sono stati condotti per trent’anni, senza avere risucchiato nemmeno un pezzettino della terra né causato danni di qualsiasi genere.

Vero è che il nuovo acceleratore ha suscitato attenzioni e polemiche perché è il più grande mai costruito, con una circonferenza di 26 chilometri e la possibilità di lanciare particelle atomiche 11.245 volte al secondo prima di farle scontrare una contro l’altra a una temperatura 100mila volte più alta di quella che esiste al centro del sole. La speranza è individuare, così facendo, le teoriche particelle chiamate bosoni di Higgs, giudicate responsabili di avere dato massa, ovvero peso, a ogni altra particella esistente. Ma gli scienziati ammettono che ci vorranno anni prima di arrivare eventualmente a un risultato del genere, per le difficoltà nel trovare particelle così infinitesimamente piccole nel caos primordiale post-Big Bang creato dentro l’acceleratore.

Abbiamo ancora dieci giorni per salvare la terra?, si chiede, con leggera ironia, il Sunday Telegraph. “I miei calcoli indicano che il rischio che un buco nero mangi il pianeta a causa dell’esperimento è serio”, afferma il professor Otto Rossler, un chimico tedesco della Eberhard Karls University che ha presentato il ricorso alla Corte Europea dei Diritti Umani insieme ad alcuni colleghi. Replica James Gillies, portavoce del Centro Ricerche Nucleari di Ginevra: “Il ricorso non introduce nessun argomento che non sia già stato esaminato e respinto in passato, se questi esperimenti fossero rischiosi lo sapremmo già”.

In ogni caso lo sapremo con certezza dopo il 10 settembre, se la Corte Europea, come sembra di capire, darà luce verde all’iniziativa: che non sarà la “fine del mondo”, ma un po’ di curiosità al di fuori dei confini della scienza, in questo modo, l’ha ottenuta.

http://www.nibiru2012.it/content/view/285/1/

Fonte: www.repubblica.it

ARRIVA L’ONDA agosto 27, 2008

Posted by 2012sos in Profezie, Teorie.
Tags: , ,
10 comments

IL SOGNO RICORRENTE…

Da alcuni anni, diverse persone in tutto il mondo fanno un sogno ricorrente: un’onda altissima, gigantesca, si abbatte su città, palazzi, colline e persone, travolgendo tutto e creando uno sconvolgimento totale. Quello che lascia interdetti per prima cosa è l’incredibile quantità di persone che fanno questo sogno, e poi il fatto che lo stesso sogno sia ricorrente, cioè le persone lo fanno spesso, con sempre piu dettagli o varianti (ad esempio ad ogni sogno l’onda o le onde diventano piu forti, piu vicine, etc), e anche il tipo di persone che hanno questi sogni. Per la maggior parte si tratta di persone che hanno una certa coscienza di se e dell’universo che li circonda: persone che da anni fanno Yoga o meditazione o arti marziali o training spirituali di qualche tipo. Poi, per quanto riguarda gli addotti, ritengo (la stima è mia) che perlomeno il 70% delle persone che ha contatti notturni (cioè IR4) con gli ET faccia sogni del genere.

Anzi, per molti addotti tale esperienza è fortemente collegata con gli alieni. Spesso infatti si viene condotti in una stanza, dove in un monitor viene mostrato loro qualcosa che ha a che vedere con la fine del mondo cosi come lo conosciamo, sia esso un meteorite in arrivo (questo mostrato molto spesso), sia una anomalia spaziotemporale, sia invece una vera onda. L’impressione che il sogno dell’onda fa al sognatore è terrificante, perché da un senso di immanenza, di ineluttabilità e di angoscia che è solo parzialmente descrivibile a chi non sa di cosa parliamo.

Spesso alla persona nel sogno si mostra l’onda, e qualcuno a nostro fianco o alle nostre spalle (che noi non viediamo comunque) commenta le scene apocalittiche di distruzione con alcune frasi piu o meno illuminanti. Di certo, la percezione che se ne ha è che si tratti di qualcosa relativa alla fine del mondo, cosi come lo conosciamo. Ma si tratta davvero di un’onda di acqua?

http://www.segnidalcielo.it/arriva_l%27onda.html

fonte: 2012splinder.com

“FLOTTILLAS” DI UFO LUMINOSI agosto 27, 2008

Posted by 2012sos in Alieni.
Tags:
1 comment so far

FOTOGRAFATI E FILMATI IN ROMANIA

Un gruppo di oggetti volanti non identificati, tra i nove e gli undici secondo gli osservatori, sono stati filmati da una telecamera amatoriale e fotografati mentre viaggiavano in formazione simmetrica sopra il cielo di Sibiu (Romania Centrale), ha riferito il “Daily Tribune” di Sibiu. “Turisti estranei” titolò il quotidiano “Tribune”, in una nota sul fenomeno che si è verificato nella notte tra il 23 e 24 Agosto, catturando una serie di nove foto, che rivelano undici punti luce, che cambiano la loro posizione, muovendosi in formazione.

http://www.segnidalcielo.it/flottillas_orbs_romania.html

Onde Radio dal Cosmo: “Origini Sconosciute” agosto 23, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
2 comments

Arriva da fuori della nostra galassia. La scoperta è avvenuta analizzando dati raccolti dal radiotelescopio di Parkes, in Australia. Un complicato puzzle da risolvere per gli astronomi.

28 settembre 2007

Fonte: corriere.it

Da un luogo remoto al di fuori della nostra galassia Via Lattea gli astronomi hanno ricevuto un flusso di onde radio molto potente che li imbarazza perché non sanno spiegarne l’origine. La scoperta è singolare e intrigante perché ciò che hanno davanti si presenta come un complicato puzzle da risolvere. Diciamo subito per evitare equivoci che hanno escluso subito si tratti di segnali radio lanciati da esseri intelligenti. La provenienza, anche se da decifrare, è di natura rigorosamente astrale.

:::::
LA SCOPERTA
La scoperta è avvenuta analizzando i dati raccolti negli ultimi sei anni con il radiotelescopio di Parkes in Australia. Guardandoli con più attenzione di quanto non abbiamo fatto i suoi colleghi in passato, David Narkevic della West Virginia University (USA) ha rilevato una sorgente di onde radio collocata a circa 1,6 miliardi di anni luce dalla Terra. «Ma da dove arriva questa?» si chiedeva David assieme al suo gruppetto di osservatori. E lo stupore era notevole perché in realtà loro erano impegnati nella caccia alle pulsar, cioè stelle a neutroni rotanti, all’interno della Via Lattea. E invece si imbattono in un densissimo fiume di radioonde che in soli cinque millisecondi rilasciava tanta energia quanto ne emette il Sole nell’arco di un intero mese. Il segnale era registrato per 90 ore e poi scompariva senza più farsi sentire. Questo ha complicato notevolmente le cose.
:::::
TANTE IPOTESI
Ora il gruppo di astronomi è impegnato a leggere, ma soprattutto a cercare una spiegazione plausibile. Intanto si ipotizza che tutto possa essere nato dallo scontro tra due stelle tradizionali oppure che si tratti di una sorgente associata ad un lampo di raggi gamma; ma di quest’ultimo, verificando, non s’è trovata traccia. Un’altra ipotesi avanzata è stata la fusione tra due stelle a neutroni dalla quale, secondo la teoria delle relatività generale – si ricorda – dovrebbero scaturire delle onde gravitazionali. E anzi qualcuno ipotizza che la caccia a questo tipo di segnali possa condurre anche alla cattura delle stesse fantomatiche onde gravitazionali finora mai avvistate. Insomma tante spiegazioni, nessuna certezza e molte speranze anche azzardate. Per il momento, per cercare di dissolvere il mistero, non resta che approfondire lo studio e la ricerca di sorgenti analoghe.
:::::

Giovanni Caprara

http://blog.libero.it/extraterrestri/view.php?id=extraterrestri&pag=5&gg=0&mm=0

Un ufo vola nel cielo di Gassino L’incredibile video di un bambino agosto 17, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Teorie.
Tags: ,
2 comments

Il Giornale Online

TORINO 12/08/2008 – Quando Andrea e Lorenzo hanno cominciato a fare dei brevi filmati con il loro cellulare tutto potevano aspettarsi tranne che trovarsi di fronte a un oggetto volante non identificato. Però è proprio quello che è successo qualche settimana fa in un giardino di Gassino, e adesso quel filmato sta facendo discutere il popolo di Internet.

Sono all’incirca le 10 del mattino del 18 luglio, quando Andrea, 11 anni, e il suo amichetto Lorenzo, 12 anni, si trovano in un giardino di via Ungaretti a Gassino. La giornata è ideale per giocare all’aria aperta e loro afferrano un videofonino e cominciano a riprendersi. I due non notano nulla di strano fino a qualche ora dopo, come racconta Vincenzo, il padre di Andrea: «Quando hanno riguardato i filmati – racconta – gli è parso di vedere qualcosa che a occhio nudo non avevano notato».

Ma l’immagine è difficile da identificare: i bambini si stavano agitando, il cellulare era troppo veloce per capire di cosa si trattava. «Così – prosegue Vincenzo – per capirci qualcosa di più, abbiamo scaricato il filmato sul Pc e l’abbiamo guardato al rallentatore». E il fermo immagine che è comparso sullo schermo è quello che potete vedere in questa pagina: un’immagine sgranata, ma che certamente suscita molti dubbi e tanta curiosità.

«Siamo subito tornati in giardino, ma ovviamente di quell’oggetto non c’era più traccia. È la prima volta che ci capita un fatto del genere, onestamente non so cosa possa essere; anche per questo abbiamo messo il filmato su Internet, per vedere se qualcuno ha delle spiegazioni». Per ora il dubbio rimane ma una cosa è certa: Andrea e Lorenzo, al ritorno a scuola, invece delle solite foto al mare, avranno un ricordo delle loro vacanze estive molto particolare da far vedere ai propri compagni.

Per vedere il video CLICCA QUI

http://www.altrogiornale.org/news.php

Fonte:

Le interviste del Project Camelot: John Lear e gli inganni planetari – parte 4 agosto 14, 2008

Posted by 2012sos in Alieni, Profezie, Teorie.
Tags: , ,
1 comment so far
K: Abbiamo mancato qualcosa qua, John? C’è qualcosa di cui vuoi parlare che non abbiamo potuto vedere?

J: Fammi parlare un pò di questa civiltà sulla Luna, perchè questa è stata la spinta..

K: Ok, parla anche delle strutture di vetro di cui parla Hoagland, perchè lo chiama “vetro”. Dice che è una specie di vetro, ma sei dello stesso parere?

J: No.

K: Ok, perchè no?

J: Perchè lui parla delle foto dell’Apollo 14 e crede che queste strutture di vetro siano cupole.

K: Giusto.

J: Queste cupole non contengono aria. No. L’aria…è una sottile atmosfera, che in base alla Legge di Boyle, in una atmosfera, più bassa è e più fine è, quindi se avete….E ho dei bellissimi disegni che ho caricato ma non li vedo qua. Come dato di fatto, li cercherò così potete filmarli perchè descrivono esattamente ciò di cui parlo.

L’aria si posa nei crateri e se siete nel cratere, potete respirare bene. Se uscite dal cratere serve più tempo. Però di base, la civilizzazione della Luna parte prima di Newton. Qualcuno ha influenza il nostro pensiero sulla Luna dall’inizio del nostro pensiero su tutto.
Newton, per esempio, ha iniziato ad azzardare dicendo, sapete, che ci deve essere più massa sulla Luna. Questo ha portato ai tre libri ora chiamati Principia.

Subito dopo la morte di Newton, qualcuno ha modificato il suo pensiero per fare la cosiddetta Legge della Gravitazione Universale di Newton:

F = [G m1m2] / r2
…non è venuto fuori lui con questo. Questo è di un altro. Lui non ha pensato che devi specificare cosa sia la massa.

Comunque, nel 1856 c’era un matematico e astronomo Danese di nome Peter Andreas Hansen. Ha proposto….ha ricercato sui tempi e i periodi di Saturno e su altre cose. Era molto preparato. Comunque, anche lui studiava sulla Luna e ha scoperto qualcosa di strano sulla Luna, ovvero che quando fai previsioni su dove dovrebbe trovarsi la Luna in un particolare momento, per la sua particolare massa, non si trova lì.

Nel 1856, davanti alla Royal Society – Società Astronomica – e propose l’esistenza di una “protuberanza” nella faccia lontana della Luna che era il vero…che il centro di gravità fosse in realtà a 57 km più distante nello spazio di quanto generalmente compreso. Per questa ragione pensò che ci doveva essere atmosfera nel lato distante. Con questa atmosfera, ha pensato che ci dovevano essere piante, vegetali e forse vita umana.

Venne riconosciuto come eroe e personaggio importante fino al 1870, quando un ragazzo di nome Simon Newcomb si recò a Parigi e disse a tutti che Peter Andreas Hansen era un falso, che non dicesse alcuna verità e che anche se aveva ragione su questi tempi differenti, questo non avrebbe cambiato nulla. Immaginate chi era questo Simon Newcomb. Era un Ammiraglio della Marina USA e Capo dell’Osservatorio della Marina di Washington, DC.

La ragione per cui le persone hanno problemi con una atmosfera sulla Luna è che per avere una atmosfera devi avere una gravità. Le persone pensano che ci sia 1/6 di gravità. Questo gli è stato venduto per anni.

Qualcuno aveva un piano per non farci pensare ad una gravità sulla Luna, ma esiste. Il modo in cui può essere provato è usando la legge Bullialdus/Newton del quadrato inverso, che prende la dimensione dei pianeti, il diametro dei pianeti e il punto neutrale. Il punto neutrale è il punto tra la Terra e la Luna dove le due gravità si incontrano.


Ora, la NASA ci ha detto tradizionalmente che si trova a 24000 miglia. Se usate la legge del quadrato inverso con 24000 miglia, la Luna avrebbe 1/6 di gravità. Il fatto è che il punto neutrale si trova a 43495 miglia. Come lo sappiamo? Lo sappiamo perchè Wernher Von Braun ce lo ha detto nel 1968. Lo sappiamo perchè, in due dei libri dell’Apollo, incluso l’Apollo 17 e in un altro, dicono specificamente che: Qua siamo a 39000 miglia e al punto neutrale.

Quindi sappiamo che si trova tra 39000 miglia e 43000 miglia. Entrambi portano ad un risultato del 60-64% di gravità della Terra. Quindi col 64% di gravità della Terra, può trattenere un’atmosfera.

Le persone dicono: Allora se c’è un’atmosfera, come la mantiene? Come fa la Terra. Ci sono foreste, prati, laghi, fiumi, persone, civilizzazioni e si trovano dal lato della Luna che non possiamo vedere. Qua ho una foto ma non posso trovarla. Si trovano in una banda. La stessa zona che hanno visitato Menger e Adamski.

Sono piuttosto sicuro che Menger sia andato sulla Luna nel 1954. Lo hanno lasciato uscire dal treno per respirare l’aria. Ora ha 86 anni, vive a Vero Beach, in Florida. Gli ho scritto per email l’altro giorno per avere l’esatto colore della Luna. Se potete prendere quella foto, la tengo su. Si trova dietro la scatola delle sigarette. Della Luna, l’immagine a colori….

Bill: Scusami John non capisco, a quale ti riferisci?

J: La foto lunga col cielo giallo.

K: Sopra? Non dici sul muro, giusto?

J: No. Dietro la scatola delle sigarette.

B: Oh! Qua.

J: Si. Oh, vedo….queste sigarette.

B: Stavo guardando…

J: No. Dammi qua la foto..

B: Si. Ho capito. Non l’ho mai visto prima. Dimmi cos’è.

J: Ok, ecco il cratere Copernicus. Questa è la stessa foto che si trova la (punta il muro) ma tutto quello che ho fatto è mettere il colore esatto del cielo lunare. Come lo conosco? Perchè ho scritto per email ad Howard Menger in Florida, che ha fatto un giro la nel 1954. Quando ha guardato nel cielo, ha detto che ha visto questo colore. Lo ha descritto come il colore dello zafferano. Gli ho mandato diverse sfumature dello zafferano in Florida e ha messo la x su un colore particolare. Così ho messo il colore dietro il cratere Copernicus. Ecco il colore del cielo.

B: Perchè dovrebbe essere di questo colore? Perchè non blu?

J: Pensiamo sia di questo colore perchè, benchè l’atmosfera non sia densa come quella della Terra, è più alta. I raggi che quindi si riflettono attraverso l’atmosfera andranno più verso il giallo.

B: Però sulle montagne alte della Terra, per esempio, ottieni un blu più scuro. Lo so perchè ci sono stato. Serve una composizione diversa dell’atmosfera per creare questo effetto di colore, sicuramente. Dovrebbe contenere diversi…diversi gas. Ne sai qualcosa?

J: No.

B: Ok.

J: Tutto quello che so è che è respirabile. Lui ha detto che è molto caldo, ma non come ci viene fatto credere e ha detto che sicuramente non poteva resistere a lungo. Però ha guardato su e ha visto quel colore del cielo..

K: Ci puoi dire qualcosa di lui? Il suo background?

J: Howard era una persona con una vita normale e loro arrivarono e, o LORO, il popolo della Luna, vennero e lo invitarono a salire la. Ha scritto questo libro chiamato Secrets of the Flying Saucers from Outer Space: One Man’s Fantastic Revelations of Visitors from Other Worlds. Ha un sito web. Ho letto il suo libro diverse volte, come vedete.

Qua ho evidenziato esattamente quello che racconta di aver fatto sulla Luna, dov’è stato portato. C’erano molte persone. Disse che il posto dov’è stato…uno dei posti era come la Valley of Fire nel Nevada. Ha detto: Qua ci siamo fermati per attendere che la guida aprisse la porta e ci permettesse di portare fuori le teste e respirare un momento, tutto quello che si poteva fare, perchè fuori è terribilmente caldo, come una fornace. Ero sicuro che nessuno poteva vivere fuori a lungo e fui felice che avessero chiuso la porta.

K: Potrebbe essere una base di una cupola, perchè puoi regolare la temperatura? Puoi regolare…

J: Giusto. Si, sicuramente ci sono piccole cupole. Non penso siano come quelle di cui parla Hoagland, enormi cupole ovunque.

(legge) Qua dice: Ho guardato su nel cielo. Era di colore giallo. Guardando, ho avuto la strana impressione che se avessi camminato per una certa distanza, sarei caduto per come appariva l’orizzonte.

C’erano altri gruppi con lui insieme a persone comuni, scienziati, geologi, ingegneri elettronici, esperti di razzi, astronomi.

K: Questa persona, dici, ha 80 anni oggi?

J: 86. Aveva 86 anni l’altro giorno.

K: Lo hai incontrato?

J: Non di persona. Solo per email e gli ho scritto.

K: Però per quanto ne sai, non ha ragioni per mentire. Giusto?

J: No. No, perchè la sua storia è la stessa di George Adamski e di Truman Bethurum. Gli altri…quelli che il governo ha etichettato “contattisti”, il loro modo per dire: Si, sono solo “contattisti”. Penso che entrambi, Adamski e Menger, siano divenuti importanti fonti del governo.

Quando ci sono entrato, 20 anni fa, le persone avrebbero detto: Pensi che i dischi volanti siano reali? Io avrei risposto: Si ma, la roba di George Adamski è una scemenza. Non LO ERA! Era tutto vero. Così per Howard Menger. Così per Truman Bethrun e Daniel Fry. Tutti questi dicevano la verità!.

Il fatto è, se siete stati su thelivingroom.com, avete visto i documenti originali del governo su chi era coinvolto nel progetto antigravitazionale nel 1952. La Lear Incorporated, la compagnia di mio padre, si trova in lista. C’è un video che gira per il web che lo mostra all’Istituto Bahnson mentre insegna a scienziati, come vola un disco volante. Questo probabilmente nel 1954-55.

Il fatto è, che abbiamo risolto l’antigravità nel 57-58. Così abbiamo iniziato a costruire il nostro mezzo e siamo andati sulla Luna nel 1962. Quindi la Mercury, la Gemini e l’Apollo sono state tutte COPERTURE per quello che accadeva davvero.

B: Ora, cosa dici di..delle immagini NASA, delle foto Apollo della Luna che non mostrano il cielo color zafferano? Cosa succede?

J: Si, mostrano sempre il nero. La ragione è, che non possono mostrare il colore vero. Ecco perchè tutte le foto sono fake. Ecco perchè non ci sono stelle. Non hanno scelta. Stanno cercando di dire che è buio, che è vuoto.

Prima di tutto, non può essere vuoto perchè Neil Armstrong ha detto che ha preso la polvere con il piede. Sappiamo tutti che il vacuum…che la polvere si raccoglie in crosta e non puoi prenderla con le scarpe. Non possono mostrare il cielo perchè era di colore zafferano e questo avrebbe fatto capire a tutti che c’è un’atmosfera.

Quindi non sono sicuro dove sia andato l’Apollo 11 ed ecco perchè. Ora, può essere andato sulla Luna…il modulo di comando superficiale…può aver orbitato la Luna. Il problema che ho è, che aveva solo 22000 libbre di carburante e sono andati in un’orbita di circa 50 miglia per circa 10 miglia.

Questo sarebbe stato impossibile con un 64% di gravità. Però, anche se fosse, da 10 miglia dovevano scendere sulla superficie lunare, atterrare e quindi ripartire con 22000 libbre di carburante. Non penso sia accaduto. Non penso che potessero farcela. Non avevano abbastanza carburante per farlo.

Secondo, ho un gruppo di amici che hanno usato la remote view sull’Apollo 11. E’ atterrato? Non sono riusciti a vedere nessun atterraggio. Tutto quello che hanno visto, è che è stato coperto dalla CIA.

L’altro è il commento di Aldrin. Vorrei leggere dal libro di Buzz Aldrin.

B: Tutti gli astronauti hanno qualcosa di interessante da dire, vero?

J: Pardon? Cosa? Si.
Ecco cosa dice Aldrin quando ho chiesto: Come ci si sente sulla Luna?

(legge) Cito: Per amore di Cristo, non lo so! Non lo so! Sono rimasto frustrato dal giorno che ho lasciato la Luna per questa domanda.

K: Si. Fantastico.

J: La quarta ragione è il video della caduta del faro…ora – Un piccolo passo per un uomo. Ora, si pensa che sia stato uno scherzo. Però, se lo era, è stato molto ben fatto e molto costoso.

La mia opinione? La mia opinione è che è stato reale, ma questo è stato durante il film. Mi baso sui dettagli come la scala, come le ombre. Tutto nel nastro è reale. Penso sia stato preso davvero da Un piccolo passo per un uomo.

Numero cinque: Il Gs doveva orbitare e de-orbitare. Come sapete, il modulo di atterraggio lunare non ha poltrone, sedili e sedie. Stanno in piedi. Hanno un bracciolo qua sotto e uno qua sotto.

Avevano una piccola cintura che esce dal lato e li avvolge. Ora, non sono buone come una cintura da sedile. Si chiamano “pilot restraints”. Ecco tuttto quello che avevano. Quindi mi dici che sono andati in orbita a 50000 piedi e sono atterrati e quindi ripartiti, con dei braccioli? No. No, non penso sia accaduto.

L’altra è la scala. In ogni immagine di Un piccolo passo per un uomo e nelle foto dell’Apollo 11 prese dopo questo, mostrano una scala più piccola, una fatta di tubolari, sembra alluminio e l’altra in Un piccolo passo che è almeno così spessa (indica 3 pollici) e ha una forma a L.

Ecco cosa penso. Apollo 11..non penso sia atterrato. Gli altri, forse, ma non sono sicuro. Se lo hanno fatto, se qualcuno di essi è atterrato, è stato con tecnologia antigravitazionale.

B: Questo…questo ci è stato detto. Ci è stato detto che hanno avuto un aiuto. Altrimenti non avrebbero potuto atterrare.

J: Questo è stato l’unico modo in cui possono esserci riusciti.

B: Non avrebbero potuto andare attraverso le fasce di Van Allen. Hai una tua visione su questo?

J: Credo debba essere vero. L’unica ragione per cui ho esitato è che Bob Lazar mi ha detto che non c’è nulla di pericoloso nelle Fasce di Van Allen. Su quello che dite delle Fasce di Van Allen, “Sleeper” è irremovibile. Ha detto che nessuno può passarci attraverso. Ha detto che è lo strato protettivo attorno alla Terra e quindi non possiamo uscirne. L’unico modo per farlo è con un aiuto.

K: Corretto. Questo è quello che ci hanno detto.

B: Ci è stato detto, dall’interno. Stessa cosa.

J: Su questo Sleeper è irremovibile.

B: Molto interessante. Ok. Ora, devo chiederti è la controbattuta standard al discorso dell’atmosfera, ovvero quando guardi verso la Luna con un telescopio e vedi una stella, questa non sfarfalla. E’ ben chiara. E’ come se fosse sempre lì e poi all’improvviso sparisce.

J: Le persone che lo dicono non lo hanno fatto. Prima di tutto, se leggete il libro di V.A. Firsoff intitolato Lo Strano Mondo sulla Luna, vedrete che ci sono diverse occultazioni. Il fatto è, che l’occultazione può avvenire solo …se c’è qualche tipo di polvere o sedimento nell’atmosfera.

Qua sulla Terra, ci sono tutti i tipi di problemi. Sulla Luna, è chiaro, perfettamente bellissimo. A seconda dello spessore, potete non vedere occultazione. Però, se volete leggere The Strange World of the Moon di V.A.Firsoff, elenca almeno 14 o 15 astronomi che hanno visto occultazione.

B: Ok. Voglio controllare la mia comprensione sul discorso del centro di gravità della Luna, che sarebbe sfasato dal centro della Luna. Ho capito bene?

J: Corretto. Si trova a 57 km oltre dalla Terra, rispetto all’informazione classica. Chiaramente è confermato dall’Apollo, anche.

B: Chiaramente, non sappiamo di cosa sia fatta la Luna. Non sappiamo molto,…quanto sia il vero peso. Il fatto è che la Luna..come lo chiamano? Dove ruota in cima?

Si..com’è chiamato? (legge) Librazione. Un altro mistero dell’Astronave Luna è la librazione. La librazione è l’oscillazione dell’Astronave Luna. Questa oscillazione viene teorizzata dalla scienza ufficiale, come causata dal blocco d’onda (tidal lock). Il blocco d’onda è una teoria insensata che si appoggia a forze sconosciute, come i “gravitoni” per parlare della gravità.

Forse la librazione dell’Astronave Luna o l’oscillazione è causata dalla rotazione della Luna rispetto alla localizzazione del generatore d’onda gravitazionale B, che si trova più lontano dalla Terra, dal centro del centro geocentrico dell’Astronave Luna. E’ curioso notare che un ciclo di librazione è uguale ad un periodo di rotazione dell’Astronave Luna.

B: Stai dicendo, che questa è una delle cause per cui la gravità nella faccia lontana della Luna, se sei in superficie, è più alta rispetto a quella dell’altra faccia? Quindi l’atmosfera si trova da quella parte della Luna?

J: Peter Andreas Hansen ha pensato che fosse dall’altro lato. Il fatto è, se la c’è più gravità, può dipendere dall’altitudine in cui l’aria è più densa nel lato lontano o in quello più vicino. Quello che non sappiamo di sicuro è l’altitudine, l’altitudine media. Se la conoscessimo, potremmo dire dove sia più densa l’atmosfera. Però, in ogni caso, l’atmosfera più densa va nella porzione più bassa.

B: Ok.

J: Questa è una foto della Luna. Questa è stata scattata dal Lick Observatory. In ogni foto della Luna vedete – ogni foto da quel momento ad ora – questo punto molto luminoso chiamato “Aristarchus”. Se chiedete alla NASA, dicono: “E’ incredibilmente bianco. Non sappiamo cosa ci sia o perchè sia così”.

Nei fatti, la scorsa estate un astronomo dall’Inghilterra ha fatto una foto che mostra questo.
Abbiamo trovato, quello che pensiamo essere un reattore a fissione di 29 miglia di diametro. Potete vedere la cupola. (tiene la foto della Luna che mostra il reattore)

K: Si. Questa è roba forte!

J: Potete vedere la sezione di supporto qua. Potete vedere la radiazione blu del reattore in funzione.

K: Certo. Questo allora è un reattore nucleare sulla Luna. E’ visibile da questo lato della Luna, giusto?

J: Corretto. Ci è sempre stato detto che…è sbiancato in ogni foto che vedete. Semplicemente lo riempono di bianco. Infatti, è bellissimo.

K: Questo è incredibile! Ne hai parlato con Hoagland?

J: Non lo ricordo. So che non lo ammetterebbe. Questa è la foto di Clementine. Vedete com’è stata censurata? Ci sono solo linee qua.

B: Vorremmo sapere se hai saputo qualcosa su Steve Fossett.

J: Ho volato per Barron Hilton per tre anni, con l’Hawker 125 e il Lear Jet. Molte volte sono andato al Flying “M” Ranch. Barron mi è molto famigliare. Il fatto è che il Navy Undersea Warfare Center è a sole 16 miglia verso est.

E’ una coincidenza che solo due giorni dopo che ho messo tutto questo su internet in merito a quel centro della marina e alla nave da guerra e al legame di Hawthorne con la base sotterranea, che Steve Fosset sia sparito. Quello che penso è che sia partito e abbia fatto un giro la, ha visto un punto interessante, ha girato attorno e il comandante della Marina ha detto: Scommetto che è John Lear. Abbattete quel figlio di puttana.

K: (ride)

J: Allora lo hanno abbattuto. Sono andati la e hanno visto che era Steve Fossett. L’ammiraglio allora avrà detto: Ci siamo sbagliati. Non voglio che qualcuno lo sappia. Fate sparire aereo e corpo.

K: Pazzesco! Davvero pazzesco.

J: Però, sapete…è una supposizione. Non ci sono ragioni per cui Steve Fossett sia sparito in questo modo. E’ semplicemente INCREDIBILE, considerando l’ammontare di denaro, di aerei, il tempo, che sono andati in questa ricerca. Come può essere sparito? Lo sapete?

Il problema che ho…quando è sparito la prima volta, sappiamo che stava cercando una strada. Potete guardare una mappa, vi servono 7 miglia. Non ci sono molti laghi asciutti lunghi 7 miglia. Tutti i laghi asciutti sono sulla mappa. Allora doveva volare attorno e trovare qualche letto asciutto non ancora scoperto. Ridicolo!

K: Oltre al fatto che non avrebbe volato tra le montagne per questo, giusto?

J: No. Abbiamo sentito che aveva il suo orologio con un segnale d’emergenza automatico. Poi si è saputo che non lo aveva. Però, dirò questo, la storia che sia stato abbattuto sopra unn’area ristretta come Groom Lake o il Tonopah Test Range, è ridicola. Non è accaduto così.

K: Penso sia stato arruolato e mandato su Marte o sulla Luna.

J: Pardon?

K: Ho detto che penso sia stato arruolato..forse forzatamente e sia su Marte o sulla Luna.

J: Può essere. Ci sono persone sparite su cui ho alcune domande. Il numero uno è Bob Nathan. Ora, Bob Nathan è stato a capo al JPL per le immagini della Viking. Molto conosciuto…sempre accessibile al pubblico.

Io e Bob Lazar siamo scesi a vederlo personalmente, per fargli una domanda su Marte. Avevamo i badges. Siamo stati ammessi personalmente. Ci ha detto tutto quello che sapeva. Era facilmente accessibile. Ora, fate una ricerca su di lui con Google e non esiste più nulla!

K: Wow!

J: Come andare su Wikipedia e cercare John Lear…e non esiste. Se guardate in Wikipedia, l’unica cosa che dice è: Nessuna sostanza in quello che diceva. Questo su Wikipedia. Potete trovare Bob Lazar, Bill Lear, the Man on the Moon, Howard Menger, tutti quanti, ma non trovate John Lear.

K: Quindi Bob Nathan è sparito, per quanto ne sai?

J: Come su Google. Si, non posso trovarlo. La ragione per cui ho cercato su di lui, era perchè stavo raccontando la storia di me e di Bob al JPL. La ragione per cui ci siamo andati è che Bob era appena uscito dalla S-4. Alla S-4 gli è stata mostrata una immagine di quello che chiamano “Cydonia”. Ci sono piramidi e “la Faccia” su Marte. Gli sono state mostrate immagini molto chiare. Sulle piramidi non ci sono dubbi che si possano vedere porte, finestre, maniglie delle porte, tutto.

K: Wow!

J: Era un posto in cui viveva qualcuno. La nostra domanda a Bob Nathan era: Ci sono altre foto, oltre a quelle che Hoagland e DiPietro hanno messo nei loro libri?

Ha risposto: No, per quanto ne sappiamo.

Allora abbiamo detto: Queste foto sono state prese da bassa altitudine. La Viking ha scattato da più vicino rispetto alle foto di Hoagland e DiPietro?

Nathan ha detto: Si, ma non abbiamo foto prese da quell’altitudine.

K: (ride) Giusto.

J: Questo ci dice quanto sia compartimentalizzato il lavoro. Bob Nathan conosceva una parte di questo programma, ma Bob Nathan non è il capo del programma. Lui è l’uomo di facciata per certe cose. E’ la persona in Australia, Canberra, che prende il segnale originale su ciò che accade esattamente.

K: Corretto.

J: Una ragazza di nome Kathy Thomas ha lavorato al Goldstone. Raccontava strane storie a me e Bob. Perchè avrebbe preso il segnale dall’Australia e diceva: Stavamo aspettando il segnale di Marte e ci volevano 24 ore..loro hanno mandato un messaggio giù e diceva: “Avete fatto voi le censure di queste foto? Ne abbiamo bisogno.”

K: (ride)

J: Comunque, lei ha invitato me e Bob a Goldstone e abbiamo fatto il tour reale. Siamo saliti all’antenna e nei diversi posti. E’ stato grandioso! Sfortunatamente è stata mandata via due settimane dopo questo ed è andata a lavorare per Raytheon, al sito di test. Non ho più sentito sue parole da quel momento.

K: Oh, wow.

J: Ora, Bob dice che l’ha sentita.

K: Oh si?

J: Una volta che vai a lavorare la, non parli con nessuno. Per esempio, se vai a lavorare per lo Space Command in Colorado Springs, quando vieni ingaggiato ti viene detto di dire arrivederci a TUTTI i tuoi amici, perchè ne avrai altri. Non vogliono che incontri accidentalmente un vecchio amico e dici: Non immagini cosa sto facendo!

Sono seri. Dicono: Saluta i tuoi vecchi amici perchè NON li vedrai di nuovo. Ecco come evitano questi miscugli.

K: Wow. Incredibile.

B: Vuoi dire che a Bob Lazar sono state mostrate foto dettagliate di Cydonia alla S-4 quando ci lavorava?

J: Si, si, gli sono state mostrate le foto delle piramidi e ..

K: Sai perchè gli sono state mostrate?

J: Parte del suo briefing. Gli hanno detto: Questa è la base che abbiamo sulla Luna, la base che abbiamo su Marte.

B: Cosa ricorda di quello che gli è stato detto sulla base di Marte? La sua funzione, la grandezza o altro?

J: Nulla. Vi ho detto tutto quello che mi ha detto. Gli sono solo state mostrate le foto. Siamo scesi per chiedere a Nathan di questo ed ecco tutto. Quando decidi su cosa lavorare, questo è tutto quello che ti dicono. Il lavoro che voleva fare….retroingegneria della propulsione. Non ti dicono altro.

Altra cosa interessante di cui voglio parlare con Dan Burisch….è dei dettagli sulle formalità. Quando esci da un aereo, cosa fai? Dan Burisch…ho visto il video. Ha passato un’ora dicendo esattamente cosa fanno! Era dettagliatissimo! Non posso capire come qualcuno non possa credere a queste cose.

K: Giusto.

J: Non puoi costruire queste cose sulla scorta, sul cambio di guardia. Una delle cose che ha detto…è che è stato pesato. Vengono pesati dentro e fuori con cura. Quello che voglio dirgli è, questo è iniziato anche per Bob Lazar un paio di anni fa. (ride)

In uno dei suoi viaggi la, ha preso questa piccola camera 110 grande così (indica una piccola misura). Non le cercavano in quei giorni. Ha camminato nella S-4 con questa. Aveva una sedia e stava appoggiato così e l’ha messa sulla gamba. Quindi voleva fare foto e portarle fuori. Però ha avuto questo problema prima di uscire. Dopo aver lasciato, qualcuno ha trovato la camera! Allora hanno iniziato a pesarli! (ride)

K: (ride) Storia grandiosa!

Ok, John, ultima domanda. Hai volato per anni e anni e anni, giusto? Come pilota di grandi compagnie. Ok?
Quindi sei stato lassu molto. Hai mai visto un UFO volando?

J: Sai, come spiego alle persone, quando voli non cerchi gli UFO. Osservi gli strumenti o, nel mio caso ,dormi. Alla notte, quando è più facile vedere un UFO, non guardi fuori. Prima di tutto, hai un pannello strumenti illuminato che si riflette sul vetro e ci sono tutti i tipi di riflessioni attorno. Fai attenzione a quello che accade o, come me, dormi.

E’ molto difficile. Puoi non notarlo. Puoi non avere la possibilità di vedere un UFO. Dovresti usare le mani sul finestrone per guardare e chi lo farebbe?

K: Corretto.

J: Però si, due volte è successo, ho visto gli UFO.

K: (ride)

J: Una volta nel 1966, scendendo verso Los Angeles, in un Jet Lear, sopra Palm Springs su questa lunga discesa in Panning Pass. Stavo scendendo e ho visto un oggetto che andava da sinistra a destra davanti a me. Sembrava un M2-F2, il “flying bathtub” che, sapete, in cui L’uomo da sei milioni di dollari è caduto.

Ricordate la serie? Non aveva motori. Aveva un piccolo motore, ma per atterrare. Sembrava un tubo di scarico volante.

K: Intendi L’Uomo da Sei Milioni di Dollari, vero?

J: Si. Quando sono atterrato ho preso persino il tempo per chiamare il capo pilota del Lear Jet, Hank Beard, e ho detto: Hey! Non puoi credere a cosa ho visto! Il M2-F2 mi ha sorpassato, verso Palm Springs. Solo anni dopo ho capito che era ridicolo! (Kerry ride)
Che un M2-F2 potesse volare sul percorso principale di avvicinamento all’Aeroporto Internazionale di Los Angeles. Quindi era qualocosa d’altro.

K: Quindi due volte…questa è una.

J: Poi in un Lockheed L1011, prima di ritirarmi, con la Kittyhawk International, andando verso il Midwest. No, mi pare Chicago Sud. Guardavo a sud…chiaramente il ragazzo con cui volavo..nessuno era interessato agli UFO. Non volevano saperne. Non volevano che puntassi qualche UFO. A fianco di solito dormo. Però è accaduto che mi svegliassi.

Era molto buio e silenzioso. Ho visto questa cosa arrivare così e andare (fa un rumore esplosivo e indica una direzione verso l’alto)…fuori, nello spazio. Ho detto: Wow! Questo era davvero qualcosa! Allora ne ho visto un altro. BAM, fuori! Ho detto: Questo è davvero qualcosa! Volevo dirlo agli altri, ma facendol, non ne avrei visto un altro. Allora sarei apparso un idiota.

Allora ecco il terzo…BOOM! Così!

Ho detto: Ci proverò. Ho detto: Ragazzi, guardate la fuori.

Stavamo guardando e arriva un quinto, BOOM, così! Entrambi seduti hanno detto: Non ho mai visto nulla del genere! Questa quindi è stata la seconda volta. E’ stato grandioso perchè li hanno visti anche loro. Nessuno ha negato.

K: Bellissimo. Wow!

J: Erano tutti e due in stato di shock.

K: Favoloso!

J: Erano sicuramente UFO.

K: In che anno, ricordi?

J: Mi pare il ’98…’97 o ’98.

K: Oh non molto tempo fa.

J: Quindi potevano essere nostri.

Ok, quindi le persone dicono: Ok, John ci sono dischi volanti e Rettiliani e basi segrete e satelliti segreti. Noi abbiamo fatto il 911, ci siamo bombardati da soli. Ci sono guerre e dici che arriva una guerra nucleare. Quindi cosa ce ne facciamo? Qual’è il punto?

Il punto di tutto questo è cercare di migliorare nella propria vita. Il modo in cui potete farlo è cercare di vivere senza invidia, odio o avidità. Quindi spendete tutto il tempo che potete con la vostra famiglia e dite loro quanto li amate. Questo è tutto quello che possiamo fare.

Non possiamo essere responsabili per i cattivi ragazzi. Non possiamo essere responsabili per i bambini che avranno grandi problemi nel mondo. Non possiamo essere responsabili per le guerre nucleari se devono avvenire. Tutto quello che possiamo fare è essere responsabili per noi stessi. Vivere la nostra vita senza invidia, odio o avidità e dire ad ogni membro della nostra famiglia quanto li amiamo tutti i giorni.

J: Cerco di vivere senza invidia, odio o avarizia. Sicuramente ci sono molti stronzi la fuori..
(ride)

K: Grandioso! Penso che questo diventerà il finale.
(ridono)

Pausa pranzo

J: Di cosa ti preoccupi?

K: Ci preoccupiamo di perdere…

B: Ci preoccupiamo di perdere buone informazioni fuori dalla camera.

J: (ride) Perchè non sono collegato.

B: Perchè se non sei collegato al microfono, si perde per sempre. Quindi pensiamo di aver preso. Dobbiamo controllare l’ambiente qua. Ecco perchè….

J: Esattamente.

B: Troppo facile dimenticare. E’ come, merda, come se ce lo avessi detto in pausa caffè!

Conversazione dopo pranzo (solo audio)

J: Dice: L’hai cacciata dalla porta due anni fa. Lei è venuta a parlare e tu le hai detto di fare un giro.
Ho detto: Incredibile!

K: (ride)

Comunque, ho chiamato Angela e accadde che un paio di settimane dopo si trovava ad un corso di una intera settimana.
La ragione per cui ho voluto imparare la remote-view è perchè non sono minimamente psichico. Non so quando mia moglie stia per diventare matta. Non so quando il campanello della porta stia per suonare. Non so quando il telefono stia per squillare. Allora ho voluto provare con la remote-view.

La risposta è stata ASSOLUTAMENTE POSITIVA! Sono rimasto colpito da quello che posso fare.

K: Meraviglioso.

J: Una delle cose che abbiamo fatto è, ogni giorno una persona doveva doveva dare un obiettivo agli altri. Ho dato loro come obiettivo Venere. Non ho fornito altre informazioni anticipate.

K: Ho studiato la remote-view.

J: Non ho detto nulla. Alla fine tutti, hanno detto: Wow! Che posto! Amerei andarci! Sapete, la è fantastico.

K: Oh, grandioso.

J: E’ stato molto soddisfacente.

K: Bello. Si.

J: Cosa è accaduto…a fine anni ’50 avevamo un paio di ragazzi della Marina che usavano un pallone, per analizzare l’atmosfera di Venere. Per qualche ragione, ci siamo dovuti fermare.

Penso che alcuni generali si siano trovati al tavolo e che lui abbia detto: Ecco il piano (Kerry ride) Dobbiamo assicurarci che nessuno creda che ci sia vita su Venere, quindi mi dovete dare un’idea. Pensiamoci.

Allora uno ha detto: Cosa ne pensate di un’atmosfera di acido solforico?

Quindi ha pensato: Bene, bene, mi piace….un’atmosfera di acido solforico! Ora, forza ragazzi, pensiamo oltre. Cos’altro?

Diciamo, vulcani, vulcani in eruzione? Ok, mettiamo un vulcano ogni miglio quadrato su Venere, con molta lava.

Ok, altre idee dai. Cosa ne pensate di una pressione di 90 bar?

Bene bene! 90 bar di pressione! Nessuno può vivere con 90 bar di pressione, 90 volte la pressione della Terra. Allora dice: Penso che abbiamo un buon programma.

Allora uno dei capitani dice: Sapete, Generale, penso che nessuno ci crederà a queste stronzate. Come può accadere tutto questo ad un pianeta, così vicino a noi? Perchè ci dovrebbe essere un’atmosfera di acido solforico, vulcani esplosi, 90 bar di pressione?

Allora dice: Non preoccupartene, ragazzo. Se lo diciamo a lungo forte e continuamente, ci crederanno!

Ecco com’è nato il nuovo pianeta Venere!

K: Incredibile. Questo è uno scenario incredibile.

J: Sia Adamski e Menger…entrambi hanno visto o sono stati la.

K: Si pensa anche che ci sia qualche visitatore alieno simile a noi nella Casa Bianca?

B: Valiant Thor. Questo è lo Straniero al Pentagono.

J: Val Thor? Val Thor. Si.

B: Si, Cal Thor. Lo ha detto Frank Stranges che ha scritto il libro Stranger at the Pentagon. Se ricordo bene, non ho letto il libro, se mi ricordo bene, Val Thor si pensa venisse da Venere. Questo prima che decisero di cancellare la storia di Venere.

K: Giusto.

B: Cosa ne sai?

J: Solo che la sua, la navicella di Val, si pensava che fosse parcheggiata a Lake Mead. Ho qua le coordinate. Puoi andarci e vedere dov’era. Questo è tutto ciò che so di Val Thor.

B: Una delle persone che abbiamo incontrato dopo averti intervistato, è stto Bob Dean, che dovresti conoscere bene. Uomo meraviglioso. Ci ha detto che gli alieni di cui si preoccupano maggiormente le autorità, sono quelli indistinguibili da noi.

K: Giusto.

B: Che se camminassero nei corridoi del Pentagono, nel governo, nell’esercito…per le strade, non riconosceresti mai la differenza. Ne hai mai sentito parlare?

K: Lo hai saputo questo?

J: Ci sono alieni così. Il problema è, che ci siamo alleati con quelli sbagliati. Pensiamo che i Grigi siano i nostri nemici. Ecco perchè abbiamo costruito almeno dodici piattaforme armate con armi ad energia diretta che sono ora in orbita. Abbiamo iniziato nel 1968, prima dell’Apollo.

K: Hmmm.

J: Quello che vogliono fare, quando dico “loro” parlo dei Cattivi Nazisti NASA, è che se non possono farcela con i Grigi, allora faranno saltare la Terra. Non vogliono che i Grigi abbiano quello che loro considerano il premio. Non capiscono che ci sono MILIARDI di Terre. Ci sono miliardi di Terre, identiche alla nostra, in vari stadi di sviluppo, sapete? Pensano che vogliano distruggere la Terra e non è così.

Ora, per supportare questa storia, una delle prime cose che mi ha detto Bob quella notte, fu che vide un messaggio che abbiamo spedito ai padroni dei Grigi. Era: O ci date supporto a eliminare i Grigi o nessuno avrà la Terra.

Ecco quando Bob mi ha parlato delle super armi che abbiamo, che possono distruggere un continente grande metà del Sud America. Da quel momento, quel personaggio davvero affidabile ha detto: Si. Abbiamo armi spaventose. Quindi non so come finirà.

Quindi il piano è, che chi guida tutto questo sta per distruggere…Il piano è distruggere noi se non possono battere i Grigi. Chiaramente non ci possono riuscire. I Grigi sono IN OGNI posto come questo!

K: Corretto.

J: Non posso dire che sono benevoli. Hanno un lavoro ovvero occuparsi dei “contenitori”. A volte è buono e a volte è cattivo. Questo è il loro lavoro. Nessuno può interferire. Loro ci proteggeranno da ogni tipi di disastro. Nel frattempo i Cattivi Nazisti Nasa…

K: Ok, cosa dici dei Rettiliani?

J: Sono una cosa a parte, sono sicuro. Hanno la loro civiltà. Probabilmente stanno sottoterra.

K: Sicuramente sai che ci sono varie specie di Grigi, vero?

J: Si. Ce ne sono diversi di loro e diversi Rettiliani. Io e Ron Schmidt stiamo parlando con un ragazzo, uno scienziato molto credibile, uno che si può sedere e parlare tranquillamente di tutto. Ci ha parlato del suo primo incontro con un Rettiliano.
Stava lavorando nel laboratorio. Ha guardato questo ragazzo e gli ha fatto una domanda. Allora ha detto che la sua seconda palpebra è scesa, sapete. (ride)

K: (ride)

B: Ci ha contattato uno scienziato, nipote di un ex Direttore della CIA. Un ragazzo molto intelligente. Dice di essere stato a Dulce per un particolare lavoro tecnico. Così è iniziata la conversazione. Come parte della sua preparazione a Dulce, gli è stato detto cosa fare se incontrava un Rettiliano. Questa è stata parte del briefing.

Gli è stato detto che se incontri uno di questi ragazzi, devi unire i palmi per mostrare un gesto di supplica. Questo mostra che non sei una minaccia. Se non devi farlo…lo fai. Ha detto che questo lo fai con questi ragazzi. Allora ti lasciano stare.

Ne ha incontrato uno. Ha incontrato un Rettiliano in comunicazione silenziosa con un Grigio e in una occasione, per pochi momenti. Ha fatto quello che gli è stato detto. Ha detto che questa enorme creatura era imponente e arrogante e fredda e sembrava poterti uccidere con un solo colpo.

J: Uh huh.

B: Quindi ti fai indietro..lentamente. Tutti erano freddi. Tutto era freddo. Questo ce lo ha spiegato molto bene.
Coincide con quello che hai sentito?

J: Assolutamente, 100%…come molte storie che ho sentito.

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3297

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.